Recensione Campingaz Camping 206s

Ammetto di essere uno a cui piace avere più attrezzatura di quanta effettivamente ne serva.
Per ogni tipologia adoro avere più di un prodotto così che all'occorrenza possa scegliere quale portare... anche se sono strumenti che uso veramente poco... anche a costo di comprare roba che probabilmente non userò mai.

Fa eccezione il fornelletto a gas. Ho il modello più semplice ed economico che esista ma non mi è mai venuta voglia di prenderne un altro; l'umile Campingaz 206s fa sempre quello che gli chiedo e nonostante sia qualcosa che non ha nulla di particolare o pregiato mi ci sono affezionato.

Qui la mia recensione:
https://marconolby.altervista.org/campingaz-camping-206s/

molti di voi rideranno, la maggior parte probabilmente sono partiti da questo per poi evolversi verso sistemi migliori. Per quanto mi riguarda credo proprio che ancora per molto resterà l'unico a gas.
 
i prodotti Campingaz in effetti sono validi e duraturi nel tempo, nel caso del 206s possiede un antenato di questo modello pur avendo quasi 50 anni funziona alla grande, unica vera pecca di alcuni prodotti moderni della Campingaz sono gli alloggiamenti delle bombole di gas possiedo la lanterna camping 206L che li rendono ingombranti da mettere nello zaino per il resto sono ottimi e duraturi
 
Ho sempre visto la campingaz come la apple dell'attrezzatura da fuoriporta.
Noialtri abbiamo alcuni fornelli a bombola grande (quelli che si avvitano) da 3 kg. Roba per campeggio "automobilistico" e bene o male fanno il loro lavoro anche se le bombole hanno un prezzo indecente da ladri.

Io per cucinare sono passato alll'alcool più per motivi politici che pratici in quanto il gas arriva da chi fa kabumm gridando al suo dio magari nentro un nostro pub o ci mitraglia a un concerto.
L'alcool lo producono in bassa italia quindi ben venga. Diciamo che l'ordine è arrivato da mio fratello. Sta sempre progettando di fare ad alcool anche i fornelli di casa ma per ora giriamo a bombola.

Il fatto di usare le cartuccie fora e butta (anche se adesso si stanno facendo valvolate) depone tuttavia a favore dei tanti gassini da campeggio per la loro comodità. In quanto vengono usate un pò per tutto.

Infili,avviti accendi e si mangia.

Di fornelli a cartuccia ne ho avuti diversi,un camping gaz (di quelli con le molle pieghevoli,un coleman,un eurocamping (pesantissimo) e devo dire che bene o male a parte qualche indecente instabilità sono tutti piuttosto sensibili al vento.

Ho notato una combustione migliore con le cartucce marchiate plain air arancioni,i fornelli diventavano meno rumorosi e SEMBRAVANO durare di più
 
@tecnico73 sai che più di una volta sono stato tentato di prendere la lanterna per il campeggio... ma poi sono sempre arrivato alla conclusione che non fosse un acquisto sensato. Come ti trovi? quali sono i pregi rispetto ad una torcia a batteria? ha ancora senso nell'era dei led? fa solo luce o scalda anche?
Magari apriamo una discussione nell'apposita sezione.

@busdriver dici che Campingaz è la Apple del settore... sai che avrei detto proprio il contrario, che fosse il marchio più "popolare". Alla fine è quello che ho sempre visto nei negozi della mia zona (negozi di attrezzatura da campeggio o di articoli sportivi per montagna). Prodotti piuttosto "grezzi"... alla fine è tutta plastica ad esclusione delle parti che si scaldano. Gli altri marchi che tu citi li consideravo più "di nicchia" o per chi ha esigenze più particolari e specifiche... e sono anche più difficili da trovare. L'alcol l'ho provato un paio di volte con soluzioni fai da te ma non mi sono trovato granchè bene... il gas lo accendi, spegni e regoli come più ti piace mentre con l'alcol è tutto più macchinoso e non regolabile.
 
Ogni tanto ancora uso questo !!
 

Allegati

  • IMG_0954.JPG
    IMG_0954.JPG
    306,1 KB · Visite: 14
campingaz s200 risale alla prima meta del 1970 forse tra il 74 e 76, funziona alla grande
WhatsApp Image 2021-12-31 at 13.40.20.jpeg
 

Allegati

  • WhatsApp Image 2021-12-31 at 13.38.23.jpeg
    WhatsApp Image 2021-12-31 at 13.38.23.jpeg
    131,2 KB · Visite: 14
@lanfranco51 e @tecnico73 ricordo perfettamente quei fornelli e li avevo anche io tra l'attrezzatura da campeggio dei nonni!
essenzialmente e concettualmente non sono cambiati, quello che è cambiato sono i materiali, il mio fornello senza bombola pesa una tonnellata con la bombola diventa esagerato come peso, oggi sono tutti realizzati con leghe leggere e plastiche,:p:p in caso di emergenza rompere il vetro ed usare il nonno del 206S :rofl::rofl::rofl::lol:
 
bhè però su una cosa erano migliori, anzi 2.

1- se devo portarmelo in giro senza bombola attaccata (ok, non succede mai) questi occupano meno spazio

2- la plastica del 206 è ottima ma può sempre deformarsi per calore da un fornelletto vicino (capita che in uscite di gruppo si trovi un posto riparato dal vento dove si allestisce l'area cucina con molti fornelli vicini) o si può rompere la linguetta che blocca a finecorsa il portabombola. Questi vecchi non li rompevi neanche buttandoli giù da un dirupo. Certo il nuovo è più leggero ma non credo che sia la tipologia di prodotto a cui si rivolge uno che fa trekking e guarda al peso. E' un prodotto da campeggio "leggero". I miei nonni lo usavano come riserva in roulotte (magari quando durante una breve sosta di viaggio volevi fare un caffè senza allestire tutto il piano cottura), mio padre lo usava in tenda con automobile ed io lo uso in canoa. Situazioni dove un paio di kg in più o in meno non fanno alcuna differenza.
 
1- se devo portarmelo in giro senza bombola attaccata (ok, non succede mai) questi occupano meno spazio
purtroppo non è cosi sempre, molte bombole hanno la filettatura che permette di avvitare e svitare la bombola nel caso del s200 essendo la bombola ermetica il fornello fora in maniera permanente l'involucro esterno della bombola non consentendo la rimozione della stessa, stesso sistema per la lampada 206L e fornello 206S, per rimuovere la bombola il gas deve terminare
ti invito a vedere questi video


 
Ultima modifica:
si, intendevo che i vecchi con bombola a forare se dovevi metterli via senza bombola inserita potevi alzare le bacchette e dimezzare l'ingombro
 
ci sono anche cartucce valvolate a forare,qui se sviti non sgasa. Solo che ci sono già quelli "contro" (come ci sono in tutte le cose furbe) perchè se resta gas e le butti nei rifiuti sbagliati finiscono nel termovarlorizzatore e fanno bum
 

Allegati

  • PICT1623.JPG
    PICT1623.JPG
    217,7 KB · Visite: 11
Avevo pure la lampada,quella con la retina che andava incendiata. Faceva una gran luce, ma al minimo scossone la retina cadeva in briciole. Tempi da nonni !! Buon Anno a tutti !:biggrin:
 
io ne ho ancora due magari tra qualche anno diventano da museo. Una ha ancora la reticella che fa suonare il geiger.

A volte mi chiedo come era possibile che tra coperte all'amianto,merendine all'eternit,lampade radioattive e salumi pieni di ormoni siamo arrivati fino qui.

E mi chiedo come mai una volta c'erano tante meno allergie ed eravamo tanto meni pieni di malattie
 
Ultima modifica:
io ne ho ancora due magari tra qualche anno diventano da museo. Una ha ancora la reticella che fa suonare il geiger.

A volte mi chiedo come era possibile che tra coperte all'amianto,merendine all'eternit,lampade radioattive e salumi pieni di ormoni siamo arrivati fino qui.

E mi chiedo come mai una volta c'erano tante meno allergie ed eravamo tanto meni pieni di malattie
https://www.paolociri.it/come-abbiamo-fatto-a-sopravvivere/
Fosse solo quello !
 
ALCUNE cartucce a forare si possono disinnestare .
Se c'è scritto cose come appinto gas lock system o similari . Purtroppo la differenza tra quelle disinnestabili e quelle non sta solo in un numero/sigla scritto da qualche parte.

E se sviti quella sbagliata fai SSSSSSSSSSSSS
 
Ultima modifica:
ci sono anche cartucce valvolate a forare,qui se sviti non sgasa. Solo che ci sono già quelli "contro" (come ci sono in tutte le cose furbe) perchè se resta gas e le butti nei rifiuti sbagliati finiscono nel termovarlorizzatore e fanno bum

non sapevo delle cartucce a forare che si potevano anche disinnestare.
infatti sapevo che le cartucce una volta forate non si possono estrarre fino ad esaurimento
bo!!!!!!!!!!! :no::no::no::no:
 
@busdriver ma poi ci si può fidare a lasciarle staccate per mesi senza che perdano gas? mi potrebbe tornare utile tenere una cartuccia invernale, ma se la tolgo verso marzo posso pensare che poi a dicembre la trovo ancora piena?
 
Alto Basso