cani mordaci

Sembra tranquillissimo e un cane assolutamente non aggressivo è un incrocio di un pastore tedesco e un drathaar (cane da caccia tedesco) purtroppo ha il vizio di mordere senza alcun preavviso , senza neppure avvisare con un ringhio o altro atteggiamento evidente.
come diceva anche olasvadas, risulta anche a me che i drathaar sono mordaci,
tranne in casi di squilibbri mentali però ritengo che i motivi ci siano sempre... il problema è capirli
magari prima.

Dici che il tuo cane morde, ma è ancora li e non lo hai nemmeno castrato,
da questo io deduco che non morda con violenza, non con la violenza che potrebbe usare,
per cui potrebbe anche essere solo un gioco per lui, o un modo di attirare attenzione,
e poichè può essere che nella sua genetica usare i denti e i morsi è cosa normale ...ecco.

Uno dei miei "pizzica" coi denti per attirare attenzione ad esempio
 
Questo per dire che i cani possono attaccare anche senza particolari motivi.
tranne casi particolari
la questione è che i motivi probabilmente ci sono ma non vengono capiti dagli uomini.
ma se parliamo di "ATTACCO" i motivi ci sono.

Diverso è "l'intervento dissuasore" del cane che vuol allontanare potenziali pericoli dal territorio o da quello che lui ritiene di dover proteggere.

P.S. come ho già scritto in altre occasioni anche a me è capitato in montagna di essere aggredito da lontano da un cane da pastore senza nessun motivo (se non forse l'ipotetica intrusione nel suo ideale territorio) mentre camminavo su un sentiero battuto giornalmente da turisti.
I motivi non appaiono a te ma di certo ci sono,
fosse solo un tuo incolpevole avere la camicia uguale ad un idiota che quando passa gli tira dei sassi,
oppure non lo sai ma ti stai dirigendo verso il suo padrone che lui ritiene di dover proteggere.
 
NON mi ha mai morsicato nessuno, compresi cani mordaci cui IO ho deliberatamente fatto atti ostili. Sai perchè? Perchè hanno capito che io a fare la preda, a soccombere frignando non ci stò. Urlo ma se caso non ho problemi a farmi mordere e a colpire. Lo capiscono, al volo.
non credo
per i cani non è naturale predare l'uomo
per i cani è naturale proteggere (proteggere il territorio, il padrone il gregge )

I cani per lo più hanno paura, il loro manifestare aggressività, è nella maggior parte dei casi una volontà di allontanare
possibili pericoli e possibili aggressori... chi reagisce mostrando paura li rende più sicuri.

Mostrare di non aver paura spesso li fa arretrare.

Molte volte ho incontrato cani ringhianti e che abbaiavano, mostrandomi amichevole quasi sempre ottengo che scappano,
solo qualche volta si avvicinano guardinghi.
In tanti anni in cui senza mai paura ho avvicinato ogni tipo di cane coi giusti modi
l'unico che mi ha morso è stato un barboncino che si era perduto e che io vista la stazza avevo preso senza riguardi.
 
i pittbull sono estremamente aggressivi x natura verso i cani, non le persone,
forse i pitbull allevati per i combattimenti.

Il pitbull del mio vicino qualche tempo fa era venuto a farci visita, i miei cani dopo un primo momento di allerta
visto che il pitbull non mostrava aggressività hanno preso ad annusarlo senza problemi... fino a che....

fino a che mia moglie è uscita con il cagnolino più piccolo (di misura) in braccio
questo cagnetto vedendo quel cagnone per paura ha cominciato a ringhiare con cattiveria.
Il pitbull con un muso sorpreso quasi pensasse "ma cosa ha questa pulce" si è avvicinato incuriosito
e si è alzato verso mia moglie per annusare il cagnetto, anche mia moglie non ha alcuna paura e ha solo sollevato il piccolo

Il mio mix segugio però ha visto in quel movimento del pitbull una aggressione e nonostante fosse circa la meta del peso
25Kg contro i 40..45 del pitbull gli è balzato addosso mordendogli il dorso.

è probabile che non abbia morso con violenza però perché il pitbull lo ha semplicemente ignorato
dimostrando di non essere per nulla aggressivo nonostante venisse attacato.
 
Di cani sicuramente ne sai più di me ma le tue valutazioni omettono (chissà perché) (1) la tendenza dei cani a stabilire delle gerarchie (2) la saltuaria imprevedibilità assoluta dei comportamenti animali (umani compresi) (3) che la presenza di un inerme (non protetto / fuori branco ecc) possa eccitare l'animale a compiere atti che non compierebbe con un non inerme (4) le divergenze di valutazione di cosa è "territorio" tra umano e cane, per l'umano la strada pubblica non può essere territorio del cane ma il cane non sa cosa significhi "pubblico" e decidere di mordere qualcuno che passa davanti alla sua casa solo perché qualche deficiente ha lasciato il cancello aperto

La mia personale opinione è che molti proprietari di cani stiano scambiando le leggi a protezione degli animali come una specie di "licenza a mordere": se il mio cane ti ha morso sono c*zzi tuoi, sei tu che non ti sei comportato / cautelato a dovere.
 
Occorre conoscere anche la vita che fa il cane, se è integrato in una famiglia o, p. es., dorme fuori e da solo, se è stato socializzato, se ha avuto traumi, non si può dare un gidizio sul comportamento senza conoscere che vita fa attualemnte e che vita ha fatto nel passato
 
Di cani sicuramente ne sai più di me ma le tue valutazioni omettono (chissà perché) (1) la tendenza dei cani a stabilire delle gerarchie (2) la saltuaria imprevedibilità assoluta dei comportamenti animali (umani compresi) (3) che la presenza di un inerme (non protetto / fuori branco ecc) possa eccitare l'animale a compiere atti che non compierebbe con un non inerme (4) le divergenze di valutazione di cosa è "territorio" tra umano e cane, per l'umano la strada pubblica non può essere territorio del cane ma il cane non sa cosa significhi "pubblico" e decidere di mordere qualcuno che passa davanti alla sua casa solo perché qualche deficiente ha lasciato il cancello aperto

La mia personale opinione è che molti proprietari di cani stiano scambiando le leggi a protezione degli animali come una specie di "licenza a mordere": se il mio cane ti ha morso sono c*zzi tuoi, sei tu che non ti sei comportato / cautelato a dovere.
se ti morde il padrone passa i guai, nessuna licenza a mordere, non esiste
 
forse i pitbull allevati per i combattimenti.

Il pitbull del mio vicino qualche tempo fa era venuto a farci visita, i miei cani dopo un primo momento di allerta
visto che il pitbull non mostrava aggressività hanno preso ad annusarlo senza problemi... fino a che....

fino a che mia moglie è uscita con il cagnolino più piccolo (di misura) in braccio
questo cagnetto vedendo quel cagnone per paura ha cominciato a ringhiare con cattiveria.
Il pitbull con un muso sorpreso quasi pensasse "ma cosa ha questa pulce" si è avvicinato incuriosito
e si è alzato verso mia moglie per annusare il cagnetto, anche mia moglie non ha alcuna paura e ha solo sollevato il piccolo

Il mio mix segugio però ha visto in quel movimento del pitbull una aggressione e nonostante fosse circa la meta del peso
25Kg contro i 40..45 del pitbull gli è balzato addosso mordendogli il dorso.

è probabile che non abbia morso con violenza però perché il pitbull lo ha semplicemente ignorato
dimostrando di non essere per nulla aggressivo nonostante venisse attacato.
vuol dire che il pitbull non aveva paura altrimenti sarebbe andata diversamente, , il mio se non è propio a 5 cm ignora altri cani anche se fanno i matti, ma c'è voluto del tempo e un'educazione al riguardo
 
non credo
per i cani non è naturale predare l'uomo
per i cani è naturale proteggere (proteggere il territorio, il padrone il gregge )

I cani per lo più hanno paura, il loro manifestare aggressività, è nella maggior parte dei casi una volontà di allontanare
possibili pericoli e possibili aggressori... chi reagisce mostrando paura li rende più sicuri.

Mostrare di non aver paura spesso li fa arretrare.

Molte volte ho incontrato cani ringhianti e che abbaiavano, mostrandomi amichevole quasi sempre ottengo che scappano,
solo qualche volta si avvicinano guardinghi.
In tanti anni in cui senza mai paura ho avvicinato ogni tipo di cane coi giusti modi
l'unico che mi ha morso è stato un barboncino che si era perduto e che io vista la stazza avevo preso senza riguardi.
dipende dal cane, prova a fare atti ostili a una cane corso di 50 kg
 
La mia personale opinione è che molti proprietari di cani stiano scambiando le leggi a protezione degli animali come una specie di "licenza a mordere": se il mio cane ti ha morso sono c*zzi tuoi, sei tu che non ti sei comportato / cautelato a dovere.
come conferma dogosardo, se un cane morde il proprietario è sempre responsabile,
e l'assurdo è che anche deve rispondere anche se ad essere morso è un ladro che si introduce in casa altrui.

Chi ha cani è meglio abbia l'opportuna assicurazione.
 
come conferma dogosardo, se un cane morde il proprietario è sempre responsabile,
e l'assurdo è che anche deve rispondere anche se ad essere morso è un ladro che si introduce in casa altrui.

Chi ha cani è meglio abbia l'opportuna assicurazione.
non è esattamente così, solo se non hai il cartello attenti al cane
 
è chiaro che il cane sceglie l'opzione meno dannosa per lui, se è fuori del suo territorio preferisce la ritirata e non mordere, se fai atti ostili nel suo territorio la cosa cambia,
 
ma le tue valutazioni omettono (chissà perché) (1) la tendenza dei cani a stabilire delle gerarchie (2) la saltuaria imprevedibilità assoluta dei comportamenti animali (umani compresi) (3) che la presenza di un inerme (non protetto / fuori branco ecc) possa eccitare l'animale a compiere atti che non compierebbe con un non inerme (4) le divergenze di valutazione di cosa è "territorio" tra umano e cane, .
1- gerarchie ... è un aspetto importantissimo ... l'uomo con la propria intelligenza può capirle e sfruttarle,
io è grazie ai concetti di gerarchia e di "branco" che con le opportune procedure ho potuto introdurre a convivere con i cani
diversi gatti e un coniglio.... i gatti estranei e gli animali "preda" di fuori subiscono tentativi di assalto (salvati dalla rete)
ma quelli che sono riconosciuti come parte del branco hanno un posto nella gerarchia e rispettati.

2- l'imprevedibilità c'è in ogni cosa e per questo non posso mai dire che un certo comportamento è sicuramente tale,
le variabili e soprattutto i retroscena non noti possono cambiare molto le connotazioni di ogni situazione.
Posso però dire che a volte recuperano meglio i cani degli umani... uno dei miei ad esempio arriva da un brutto passato,
lo recuperato già adulto, e all'inizio era molto aggressivo per paura verso chiunque avesse in mano oggetti lunghi .
legno badile scopa o semplice ombrello. Dopo aver ricevuto cure e soprattutto affetto ha mostrato una grande docilità
e la sua aggressività esce solo se deve proteggere.

3- l'inerme se non è una preda di solito viene semplicemente ignorato

4-per le differenze di valutazione ... secondo me dovrebbe riuscire a colmarle l'essere più intelligente.
 
molte volte il comportamento del cane dipende dal grado di inclusione nel branco cioè la famiglia o il singolo padrone , in molti casi l'uccisione di bambini da parte dei cani è avvenuta da parte di cani isolati e tenuti legati ai quali i piccoli umani si sono avvicinati troppo
 
molte volte il comportamento del cane dipende dal grado di inclusione nel branco cioè la famiglia o il singolo padrone , in molti casi l'uccisione di bambini da parte dei cani è avvenuta da parte di cani isolati e tenuti legati ai quali i piccoli umani si sono avvicinati troppo
sicuramente vero.

ritengo che i cani più pericolosi siano quelli tenuti sempre alla catena corta, quando riescono a liberarsi
semplicemente perché sono stati resi dei disadattati.... e qui torno al concetto cane-bastone:
trovando certi cani il bastone è proprio necessario.... da usare sul proprietario! :D
 
sicuramente vero.

ritengo che i cani più pericolosi siano quelli tenuti sempre alla catena corta, quando riescono a liberarsi
semplicemente perché sono stati resi dei disadattati.... e qui torno al concetto cane-bastone:
trovando certi cani il bastone è proprio necessario.... da usare sul proprietario! :D
io penso che chi tiene il cane alla catena abbia paura del proprio cane, si inizia a tenerlo a catena, poi lo si scioglie e vede il cane aggressivo, invece di educarlo lo rimette alla catena e diventa "strano", come dicono alcuni
 
..la presenza di un inerme (non protetto / fuori branco ecc) possa eccitare l'animale a compiere atti che non compierebbe con un non inerme .
torno su questo aspetto che può implicare un'altra cosa significativa.

La questione non è tanto l'essere inerme.... ma è piuttosto che chi " si sente inerme" di fronte ad un cane ed è terrorizzato,
stimola l'aggressività.

Gli animali percepiscono istintivamente il terrore, e i predatori possono asserne effettivamente eccitati.

In un gruppo di persone il cane punta spesso al più spaventato.
 
torno su questo aspetto che può implicare un'altra cosa significativa.

La questione non è tanto l'essere inerme.... ma è piuttosto che chi " si sente inerme" di fronte ad un cane ed è terrorizzato,
stimola l'aggressività.

Gli animali percepiscono istintivamente il terrore, e i predatori possono asserne effettivamente eccitati.

In un gruppo di persone il cane punta spesso al più spaventato.
è esattamente così, si stimola l'istinto predatorio, il più spaventato è il più debole quindi la selezione naturale favorisce questo istinto, il lupo deve prendere il più debole per risparmiare energie , mai prendere in bracio una cene piccolo in presenza di una cane di grossa taglia, l'effetto della paura si raddoppia, meglio lascisre il cane piccolo per terra e far sentire che lo si protegge con decisione.
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso