capacità di taglio Mora Companion heavy duty

ciao a tutti... premesso che a volte ho l'impressione di essere diventato morbo-maniaco, vorrei chiedere una vostra impressione su questo fatto :

tempo fa ho comprato un Mora Companion heavy duty, arancione e nero, diciamo un coltellino economico da battaglia/garage/giardino . Ho preso il modello in acciaio non inox , con la lama di spessore 3,2 mm .

Molto comoda l'impugnatura, ho verificato che è quasi un fulltang, robusto davvero, mi è arrivato affilatissimo.

Ma c'è un problema... in garage ho un povero Bacho che uso da supporto quando gioco a fare il meccanico, ora non ricordo il modello preciso, ma è del tutto simile al Mora, anche nei colori solo che la lama è inox e meno spessa ( ed è affondata molto meno nel manico). Complessivamente, un coltellino di qualità inferiore al Mora.

Ogni volta che li confronto con piccoli test su legno , ho la netta impressione che il Bacho tagli molto di più. In particolare se si prova a scortecciare un ramo secco e se , finito lo spessore della corteccia, si prosegue a far trucioli, occorre fare molta piu forza con il Mora rispetto al Bacho. Anzi... su certi legni secchi , piu difficoltosi, il Mora proprio non ottiene nulla, il Bacho riesce un pochino a struciolare lo stesso.

Ho dedotto che dipenda dall'inclinazione diversa dei biselli, collegata allo spessore della lama , quindi il Bacho è avvantaggiato perchè il " cuneo " della lama è più snello rispetto a quello del Mora ( scusate la terminologia approssimativa).

Peraltro mi sembra impossibile che una variazione di così pochi gradi provochi maggior affaticamento - apprezzabile - nello struciolare un legnetto...

Cosa ne pensate? forse son davvero morboso...
 
Hai intuito bene il motivo, Il bahco ha un angolo di bisellatura più stretto (come il companion normale) del companion HD. La variazione è abbastanza da poter notare una differenza nel taglio
 
Beh si. Differenze di angolo e di acciaio, direi che ci sta che taglino diversamente. Magari sono anche affilati diversamente.
 
mmm ..non saprei... nel senso che io ho rifatto il filo a pietra e, al di la i ciò, mi sembrano affilature simili , parlando di angoli. Per dirla in breve, i biselli arrivano a zero che costituisce il filo. E' una spiegazione cagnesca ma penso renda
 
Giusta osservazione. Io li ho entrambi. Il Bacho credo che parli del 2444, è un rasoio quasi uno Scandi a zero. Il Mora è tutto più robusto ma ha un angolo del filo più aperto, quindi appena meno tagliente ma adatto ad impieghi più gravosi.
 
Giusta osservazione. Io li ho entrambi. Il Bacho credo che parli del 2444, è un rasoio quasi uno Scandi a zero. Il Mora è tutto più robusto ma ha un angolo del filo più aperto, quindi appena meno tagliente ma adatto ad impieghi più gravosi.
bravo si, è quel Bacho, ora mi sovviene. Ed è vero che il Mora è piu robusto, indubbiamente. Ho perplessità circa la scelta di dare quell'angolo al filo che , per dire , nello sbucciare una mela tende a far scivolare la lama o in alternativa, piantarsi di peso. Ok, le mele si sbucciano col Victorinox o con l'Opinel. Era un esempio limite per rendere l'idea.

Forse poteva avere l'angolo del bacho pur arrivando ad una lama spessa 3,2, con un bisello lievemente concavo in prossimità del filo
 
P
bravo si, è quel Bacho, ora mi sovviene. Ed è vero che il Mora è piu robusto, indubbiamente. Ho perplessità circa la scelta di dare quell'angolo al filo che , per dire , nello sbucciare una mela tende a far scivolare la lama o in alternativa, piantarsi di peso. Ok, le mele si sbucciano col Victorinox o con l'Opinel. Era un esempio limite per rendere l'idea.

Forse poteva avere l'angolo del bacho pur arrivando ad una lama spessa 3,2, con un bisello lievemente concavo in prossimità del filo
Per il cibo altre all'angolo conta pure la geometria
La scandi non è certo fra le mie preferite per lavorare il cibo. Preferisco lame sottili con profili tipo a v o convex o chisel.
 
si , si , il riferimento alla mela era un esempio per spiegare che in certe mansioni è scomodo. Quasi quasi acquisto il companion non inox ma nemmeno hd. mi spiace che questo rimanga in un armadio... anche perchè , come al solito, non è l'unico coltello :biggrin:
 
vero verissimo, ma non sto neanche a sbattermi per un coltellino da 16 o 18 euro nuovo...
--- ---

eccomi ancora qui a minarvi la salute mentale ... ieri sera , in preda a mania dubitativa/compulsiva, ho fatto dei test con 3 coltelli : il solito Mora carbon, il Bacho 2446 steinless, un Fox di cui non ricordo il nome ( vedi foto prima che gli modificassi il manico stitico) , in acciaio 440 e biselli concavi. Al Mora avevo appena finito una lieve modifica del tagliente per migliorarne " l'attacco " nonostante l'angolo dei biselli, con certo risultato. Il test è consistito nello spelare un tronco di bambù di circa 4 cm di diametro, tagliato da circa una settimana. Io sarò maniaco ma non c'è stata storia : il miglior rapporto fatica/risultati è stato del Fox, a seguire ( praticamente a pari merito ) il Bacho e per ultimo lascio il Mora. A causa- penso - dell'angolo di bisellatura maggiore , non c'è niente da fare : attacca poco e scivola come una saponetta sul bambù liscio. Logico. Ma se lo si inclina di più per fargli incidere la superficie del tronco, allora vi si pianta e occorre molta piu forza per spelarlo, tende a conficcarsi. Insomma... da ignorante, non vedo proprio il vantaggio ad avere questo tipo di bisellatura. Per me ( sottolineo : per me ) una delusione... soprattutto in considerazione del gran manico comodissimo che ha.

E cosi oggi pomeriggio ho comprato in un negozio di attrezzature agricole un nuovo Bacho 2446 ( euro 8,50! ) e questo non sarà relegato a lavori meschini in garage, deteriorandolo e sfregiandone la lama come l'altro, ma sarà trattato da re... è bellino, taglia come un rasoio, leggerissimo manovrabile e con una calamita potente ho sentito che la lama penetra nel manico fin oltre metà. Per i lavori gravosi tanto ho il Fox della foto e l'Ontario RAT 7 che proprio non scherza nemmeno un po' :biggrin: . Il Mora...--> nel buio dell'armadio.
 

Allegati

  • IMG_20201120_204706.jpg
    IMG_20201120_204706.jpg
    288,3 KB · Visite: 60
Ultima modifica:
Ultima modifica:
https://www.bahco.com/it_it/coltell...mponente-e-fodero-a-due-bottoni-pb_2446_.html
Sicuramente questo che hai comperato è il modello nuovo che mi sembra abbia l'impugnatura migliore del vecchio.
--- ---

https://www.avventurosamente.it/xf/threads/bahco-2449.42697/
I Bacho sono soprendenti.Ne avevamo già parlato qui. C'è pure uno spaccato del 2449 spessissimo. Prima ho confuso: quello di @indianajones2 è il 2446 io pensavo al 2444.
ciao , si, è proprio questo. Sono molto soddisfatto... una leggerezza incredibile e taglia tantissimo. si il 2446 è il codice giusto
 
Giusto per dare dei numeri, l'Heavy Duty ha una lama con angolo di 27° mentre il classico Companion ce l'ha da 23° quindi sicuramente più penetrante.
Il Bacho è fatto sempre dalla Mora Knives e dovrebbe avere quindi una lama sempre da 23° come il Companion
 
Io ho acquistato il coltello della BACHO in combinata con il seghetto LAPLANDER tra l'altro molto apprezzato per le qualità di taglio e per l'impugnatura molto performante, e molto simile al COMPANION basico e sui lavori di fino e soprattutto per il cibo e molto più efficace il difetto è nella resa del filo i MORA a mio parere hanno più resilienza.
 
Allora: con il Bacho 2444 ho sfilettato perfettamente un barracuda regalatomi da un amico, solo che ogni tanto toccando la dorsale che è fatta come un cavo corazzato da moto, mi si è cippato in alcuni punti, poi facilmente sistemati. Il Mora HD tranciava benissimo le ossa senza danni, ma sfilettava malissimo.
 
non so se chiedi a me... comunque ho una calamita estratta da un hard disc : è potentissima e facendola scorrere lungo il manico si percepisce bene il momento in cui viene attratta dalla lama annegata nel manico. secondo me il codolo arriva almeno a metà manico. potrei sbagliarmi ma ho fatto diverse prove. penso di sbagliare non piu di un cm
 
Alto Basso