Normativa capanna-bivacco nei boschi

Ciao, è da un pò che penso si fare una capanna in qualche bosco, con materiali di fortuna, per eremitaggi, o per la gioia della gente che si può trovare li per caso e bivaccare a più non posso.
i problemi sono i seguenti:
- posso costruire in un bosco, una capanna, con le mie mani e andarci quanto voglio oppure mi uccidono?
-come si fa a sapere se un terreno è demaniale o privato, e se nel secondo caso, di chi è!
- i bivacchi in giro per l'italia che logica seguono? intendo quelli liberi
grazie e ciao!
 
Bella domanda.

Credo che la prima cosa da fare sia parlare con la forestale della zona. Io ho sempre trovato gente gentilissima e molto collaborativa.
 
allora: lascia perdere.

a costruire una capanna uno di mia conoscenza è stato condannato a due anni di reclusione (fortuna la condizionale)

l'unica via possibile è quella di parlare con la comunità montana del posto, convincerli che quello è un luogo a forte frequentazione turistica/trekking, da li fare un progetto con tutti i sacrosanti vincoli anti-infortunistici per poter accogliere eventuali passanti.

anche perchè:...se qualcuno si fa male dentro il capanno...sono ca//i acidi......o uccelli per diabetici..vedi tu :rofl:
 
quindi in linea teorica, non si può fare.....
beh forse il trucco stà nel non fare sta cosa in un luogo troppo frequentato, ma in italia è difficile trovare posti così isolati!
ci sono paesini abbandonati in tutta italia, magari li qualcosa da rimettere apposto c'è !
ma in ogni caso, l'italia taglia le gambe alle persone in mille modi, una persona per coltivare i propri desideri, o finisce per essere fuori legge, o ha i soldi per accaparrarsi la legge!
vabè non mi abbatto qualcosa inventerò!
SI ACCETTANO ALTRE STORIE RIGUARDANTI L'ARGOMENTO!
e per sapere di chi sono i terreni boschivi anche più isolati ci si deve rivolgere agli uffici catastali?
CIAO CIAO
 
si, in linea generale ci si deve rivolgere agli uffici catastali, con un pò di pazienza capisci di chi è il posto.

vedi Psico: capisco perfettamente il tuo stato d'animo e le tue buone intenzioni...però è necessario vedere questo tipo di cose con un'ottica oggettiva.

se a tutti venisse in mente di costruirsi una capanna, entro breve avremmo buttato giù tutti gli alberi dei boschi!!! per questo esistono le regole che per quanto possano sembrare assurde, un fondo di verità ce l'hanno sempre...soprattutto in italia.

classico esempio è il bivacco all'aperto...TOLLERATO (non consentito...bada bene!) solo se effettivamente necessario per la sopravvivenza dell'individuo ma mai nessuna guardia ti dirà che potrai metter tenda nei parchi nazionali...addirittura tempo fa c'è stato un clamoroso episodio in cui un ragazzo è stato multato per aver messo un'amaca fra due alberi...
insomma: la legge è fatta perchè ci sono persone che confondono il bivacco rispettoso della natura, con un campo nomadi....e in mezzo c'è la gente come noi che vorrebbe solo gioire in santa pace delle bellezze della natura...senza avere fra le pa//e il "vicino di campeggio"
 
Giusto, troppo impulsivo il mio ragionamento.
comunque il pensierino di un bivacco lo faccio sempre!
ma esistono risorse oltre alle mappe del cai, per trovare bivacchi e rifugi, amatoriali in giro per l'italia?
 
psicoedeliko ha scritto:
Giusto, troppo impulsivo il mio ragionamento.
comunque il pensierino di un bivacco lo faccio sempre!
ma esistono risorse oltre alle mappe del cai, per trovare bivacchi e rifugi, amatoriali in giro per l'italia?
Il bivacco come tale e' piu' che altro una situazione temporanea per l'emergenza che crei all'uopo dove e quando ti serve. Il bivacco ideale e' quello che poi smonti e ti porti dietro per un successivo utilizzo (il modo migliore per muoverci nell'ambiente e' quello di non lasciare segni del nostro passaggio). Oppure e' un insieme di tecniche che ti permette di sfruttare l'ambiente a scopo protettivo (scavare una truna o calarti in un crepo per sopravvivere alla bufera).
Se leggi bene all'interno del forum troverai mille informazioni per crearti un bivacco di emergenza senza per forza impegnarti nella costruzione di una struttura semi-permamente.

Nelle edizioni di mappe dedicate al turismo/escursionismo, solitamente sono indicati i rifugi e i bivacchi agibili manutenuti da organizzazioni pubbliche e private. Puoi trovare simbologia relativa a costruzioni, ruderi o altro ma di sicuro non indicata a livello "toponomastico".

Buone escursioni!
Nunatak
 
ma in ogni caso, l'italia taglia le gambe alle persone in mille modi, una persona per coltivare i propri desideri, o finisce per essere fuori legge, o ha i soldi per accaparrarsi la legge!
vabè non mi abbatto qualcosa inventerò!
Un noto proverbio Indiano recita:
Le Leggi sono come le ragnatele. Fermano le mosche e ladciano passare i calabroni.
 
L'idea non è male, ma purtroppo i problemi da affrontare te li hanno già detti. A meno che per capanna non intendi proprio 4 legni e una tettoia, 2 x 2 metri, la vedo moooolto problematica.
 
Di legno è proibito, però se lo fai come dio comanda, cemento e tutto il resto, e magari ci vai ad abotare, al primo condono si sistema tutto.:D
 
Oppure trovi qualche piccola costruzione isolata decadente e la sistemi, se ne vedono tante nei boschi, anche se immagino ci voglia un bel gruzzoletto per acquistarlo e sistemarlo.
 
Concordo con chi ha proposto di utilizzare un rudere al posto di costruire una capanna da zero.

I vantaggi a partire da una struttura esistente sono:

Hai già qualcosa di fatto.
Eviti di fare qualcosa di nuovo.
Rimetti in sesto qualcosa che ha un valore storico.


Ora, onde non far venire un patema d'animo al gestore del forum, lasciamo da parte il discorso occupazione e rimaniamo in ambito legale.
Ci sono casi di restauri di vecchie baite ad uso rifugio/bivacco fatte in concomitanza tra privati/cai/comune.

Ovvero alcuni privati hanno la stessa idea dell'autore del topic, e passando attraverso cai ( ente che gode di un minimo di credibilità ed è in grado di dare garanzie) chiedono al comune di riattare qualche baita abbandonata in terreni demaniali.
Il cai fornisce le garanzie, il comune i permessi, i privati il lavoro. E chiaro che queste baite poi devono essere disponibili a chi ne fa richiesta.

saluti
 
un rudere tipo questo, nei monti reatini, sul monte sopra Borgo Velino (RI)... pensate, è abitato da un fantastico barbagianni!!!! spettacolare; ogni volta che vado in questa zona passo sempre qui e lo trovo sempre lì dentro!!!

 
C'è un altro neo.
Purtroppo in Italia, e forse non solo, qualsiasi rudere, capanna ed anche meglio se rudere ristrutturato, diventa oggetto di razzie da parte dei soliti ignoti.
A meno di fare come aveva fatto un mio cugino, che tronco dopo tronco, aveva riedificato un ricovero di pastori in una località sperduta dell'alta Val Sessera, a due ore di cammino dal punto in cui lasciare la macchina.
Era così isolato che ha portato anche un fucile e lo aveva nascosto sotto il pavimento.
Lo infilava togliendo una tavola, poi lo spingeva molto più in la con un bastone ricurvo, lasciando nei pressi del buco una corda legata al fucile, per recuperaralo. Poi metteva sotto l'asse una cassetta di vecchi attrezzi, in bella vista.
Ci passava le vacanze con la famiglia, in una cornice da sogno.
 
Ultima modifica:
Ciao ragazzi sono nuovo appena iscritto,anch'io vorrei tanto un capanno,non so bene a cosa si vada incontro ma su vicino ai passi sulk'appennino tosco emiliano vedo che molti cacciatori hanno capanni sotto ai faggi,capanni di10/12 madri
Sono capanni non murata, fatti tutti di legno con le zampe d'appoggio conficcato bel terreno,con porte e finestre e tanto di fornello e bandire.
Io nel mio terreno Prato in parte è il restante macchia di cerro e abete ad una quota di 800 mt slm vorrei fare una piccola baita da godermi con mia figlia, dove approdare il venerdì sera e rilassarsi il fine settimana, in questo mio terreno ho due sorgenti una delle quali ho usato per dare acqua ad un piccolo stagno che ho fatto e bel quale tengo le trote,poi ho alcune galline e la rimessa per la legna e il trattore,questa regolarmente accatastato e paga l'imu. Vorrei fare una piccola baita o capanno che sia seminascosto tra i cerri vorrei realizzare una cisterna di accumulo in prossimità della sorgente e fare una bella fonte ad uso comune anche per chi passasse in escursione,mi sembra un progetto molto sano senza fini di lucro,che ne dite?
 
Che io sappia puoi costruire un piccolo capanno per gli attrezzi non certo un ambiente abitabile (magari con un camino in muratura...)... anni fa alcuni amici tenevano delle roulotte in un fondo di loro proprietà passò la polizia locale (o forse la forestale non so) gli dissero che non potevano togliere le ruote alle roulotte altrimenti sarebbe stata costruzione abusiva.

D' altro canto se è un terreno agricolo ed è vasto è possibile che tu ci possa costruire qualcosa chiedendo la regolare licenza, che poi sia in legno o in mattoni la cosa non cambia molto.

============

I capanni dei cacciatori che dici molto probabilmente sono costruiti su terreno demaniale, quindi più che abusivi, se non vengono demoliti è perché costa farlo o perché qualcuno "chiude un occhio" magari c'é qualche forma di (passami il termine) connivenza.
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
gabri99 Bushcraft 528
C Bushcraft 26
Mett Costabalenae Bushcraft 30
spyrozzo Bushcraft 24
nirvanafans Bushcraft 31

Discussioni simili



Alto Basso