Carta o e-book? Cuore o mente?

Vi propongo una riflessione nata da un mio acquisto recente.

Non sono un lettore accanito ma tra i miei tanti passatempi uno di quelli che preferisco è di sicuro la lettura. Amo i libri, ADORO sniffare la carta :D. .. insomma, avete capito.

Il problema è che a volte trovo difficoltoso leggere libri particolarmente corposi, perché ciò significa portarmi dietro mattoni per settimane intere, a lavoro, in casa, durante un escursione eccetera. Per farvi un esempio, il mio romanzo preferito è Il Conte di Montecristo, ed è stata un impresa leggerlo come si deve, anche perché non sono un tipo che riesce a stare fermo più di 30 minuti, ho il fuoco sotto al ****, quindi riesco a leggere solo a piccole dosi.

Poche settimane fa quindi ho deciso di fare il grande passo: comprare un e-reader. Il Kindle base, quello più economico, per essere precisi. Ero molto scettico: per me niente batte la carta, niente è più affascinante di sfogliare un vero libro, ma devo ammettere che comprare il Kindle ha letteralmente rivoluzionato il mio modo di leggere!

Non solo è mille volte più comodo portarsi dietro un e-reader, ma porta tutta una serie di vantaggi da non sottovalutare:

-la retroilluminazione permette di leggere anche al buio, senza la necessità di procurarsi una fonte di luce, e in campeggio o nei mezzi pubblici può essere una salvezza
-non c'è la preoccupazione di perdere il segnalibro, basta mettere il display in standby e il gioco è fatto
-il dizionario interno è utilissimo, se c'è una parola che non conosciamo possiamo scoprirne subito il significato (e se c'è una rete wifi si collega automaticamente a Wikipedia per una descrizione più approfondita)
-impaginazione, caratteri e dimensione del testo possono essere modificati a piacimento, in questo modo ognuno può trovare la combinazione giusta per non affaticare gli occhi (soprattutto chi ha problemi di vista)
-è possibile portarsi appresso centinaia di libri contemporaneamente, e non è da sottovalutare per chi magari viaggia parecchio
-è molto meno fragile della carta: non si strappa, non si piega, non si sfalda

La batteria dura mediamente dai 7 ai 15 giorni, lo schermo simula perfettamente la carta stampata... Insomma, oggettivamente leggere con un e-reader è veramente comodo. Ho letto più in queste due settimane che in tutto il 2019 appena trascorso XD

Questo mi ha anche fatto pensare all aspetto "ecologico" della questione: un e-book è più economico da produrre, non ha bisogno di abbattere alberi o di riciclare preziosa carta che può essere usata per altre cose... Insomma, per noi amanti della natura forse l'e-reader potrebbe essere una scelta intelligente. No?

Però... Un libro è un libro.
Volenti o nolenti l' e-reader è il futuro, c'è poco da fare, ma è anche decisamente meno romantico e affascinante del buon vecchio libro stampato. Il profumo della carta, toccare un libro che ha attraversato generazioni, prestarlo ad amici o parenti...

Quindi ho deciso di fare cosi: i libri più corposi, i cosiddetti "mattoni" li leggo in formato digitale, per l'indiscussa comodità, mentre quelli più contenuti continuo a leggerli nel modo classico.

Voi cosa ne pensate a riguardo? Avete un e-reader? Se si come vi comportate? Cosa ne pensate?
 
bello spunto :)

personalmente, sumatrapdf su pc is the way :p pero' trovo molto piu' fastidioso leggere da pc che non da cartaceo. infatti, anche se ho scaricato qualche ebook, poi al 99% ho preso anche il cartaceo.
 
Soffro troppo. Oltre al caffè l'altra mia dipendenza è l'acquisto e la lettura di libri, e cartacei.
Non nego i molti vantaggi del digitale che tu hai elencato ma se vedi uno dei miei libri troverai sopra appunti, sottolineature, scarabocchi.....di tutto di più...e soprattutto gli autografi dell'autore che sul kindle non si può avere!!!!!! Non riuscirei a rinunciarci
 
bello spunto :)

personalmente, sumatrapdf su pc is the way :p pero' trovo molto piu' fastidioso leggere da pc che non da cartaceo. infatti, anche se ho scaricato qualche ebook, poi al 99% ho preso anche il cartaceo.
Guarda anch'io trovo faticoso leggere da tablet o smartphone, proprio per colpa dello schermo, il bello degli e-reader è che hanno uno schermo particolare (non ricordo come si chiama) fatto apposta per simulare un foglio di carta, infatti la differenza è quasi impercettibile. Non stanca minimamente la vista. Anche la retroilluminazione (che comunque è disattivabile) è studiata apposta per illuminare lo schermo senza affaticare gli occhi
 
Non ho un Kindle e anche io vado con la carta. Però il formato elettronico ha anche il vantaggio della ricerca testo.

Invece sottolineare e fare appunti non si può?

Tra i contro io vedo l' essere legati ad una tecnologia non tua.
Pensate ai VHS DVD e BR e guardate che la tendenza è a non darvi il pieno possesso della cosa che acquistate: manca il codec, il TV deve essere aggiornato 8l Sistema operativo non è più supportato ecc.
Detto questo prima o poi prenderò un ebook reader pure io. Ma se il libro vale compro anche il cartaceo
 
Non ho un Kindle e anche io vado con la carta. Però il formato elettronico ha anche il vantaggio della ricerca testo.

Invece sottolineare e fare appunti non si può?

Tra i contro io vedo l' essere legati ad una tecnologia non tua.
Pensate ai VHS DVD e BR e guardate che la tendenza è a non darvi il pieno possesso della cosa che acquistate: manca il codec, il TV deve essere aggiornato 8l Sistema operativo non è più supportato ecc.
Detto questo prima o poi prenderò un ebook reader pure io. Ma se il libro vale compro anche il cartaceo
Si, è possibile sottolineare e fare annotazioni, ma ovviamente è molto più macchinosa come operazione.
 
Quoto l'e-reader per tutta la vita.
Agli indiscussi vantaggi elencati da @Marco90, aggiungo la possibilità di leggere al buio, talora necessaria per non svegliare chi ti dorme accanto.
Da quando ho scoperto questo dispositivo (Kobo Aura), ho ripreso a leggere in maniera continuativa. In viaggio, in spiaggia, con il vento, con il sole accecante, al buio, insomma, io ne sono rimasto largamente soddisfatto.
La mia difficoltà nel suo utilizzo è dover ricercare a ritroso un passaggio narrativo: sicuramente ci sono strumenti per orientarsi tra le pagine elettroniche per trovare il passo che si cerca, ma in questo ambito io devo ancora imparare. Per il resto, sono un convinto sostenitore di questa tecnologia, benchè nutro ancora un pò di scetticismo nell'estenderla ai testi scolastici.

E' chiaro che il fascino del cartaceo rimane sempre imbattibile, ma questo non appartiene a tutti i libri che si leggono: alcuni bestsellers o alcuni classici si meritano le edizioni in copertina rigida rilegate in Brossura da esporre nelle proprie librerie, per tante altre creazioni editoriali è sufficiente il supporto elettronico da utilizzare una volta e poi archiviare nel proprio PC.
 
Anche io devo comprami un e-reader ,sto rimandando ma a breve gli tocca. Capisco il "senso della carta" ma capisco anche il senso della carta dei soldi :wall:. Se uno legge di brutto a fine mese son soldini seri ,poi se si toccano libri specialistici li "SBAM" e il prezzo si impenna ,l'ultimo che volevo comprare costa 82 eurodollari mica noccioline . L'e-reader da la possibilità di comprare libri a molto meno ,poi se proprio uno si innamora se li compra . Un po' come una volta con la musica quando non c'era internet ,spesso si comprava a scatola chiusa e magari l'LP era una ciofeca ,oggi uno lo ascolta a poi magari se lo compra che non é male come andazzo,capisco il romanticismo della scoperta ma sai quanta robaccia ho acquistato ? .Ecco in questa prospettiva l'e-reader e comodissimo,poi lo schermo non é come quello del PC che stanca ,é fatto apposta .
 
Io ho un Kobo, comprato solo per curiosità e quasi "consumato" dal tanto utilizzo che ne ho fatto.
Non ho rinunciato al cartaceo, acquisto quasi sempre quello che mi interessa di più ancora nel vecchio formato. Quello che, invece, ritengo sacrificabile dopo la lettura lo scarico in .epub.

La tecnologia E-ink con cui sono fatti gli E-reader è una tecnologia che trovo molto valida per una nicchia di applicazioni.
Pensate che in una fiera di 1 o 2 anni fa furono presentati pannelli di E-ink a colori di grosso formato, il cui consumo di batteria era limitato al "cambio pagina"; essi potevano trovare un utilizzo rivoluzionario nel caso di cartelli stradali, avvisi generici in quanto, una volta caricata la pagina (operazione alimentata da un normalissimo power bank) non consumavano poi più nulla mantenendo le scritte sempre visibili.
Ad oggi non se ne è più saputo nulla, peccato.
 
Io amo leggere e amo tantissimo i libri. Adoro avere un libro tra le mani, sfogliarlo, leggerne qualche passo, sentirne il profumo della carta, magari fresco di stampa. La mia libreria personale ne conta più di 350, di cui ho letto più del 60%. Non dico ogni settimana, ma non passa un mese che non acquisti almeno 2 o 3 libri (spesso anche di più). La mia lista dei libri da comprare ha superato quota 1000. Ormai li prendo solo online, e se da una parte risparmio molto, libri scontati anche del 70%, o offerte tipo 3x2, mi manca tantissimo il girovagare, il perdersi per le librerie in cerca di libri.
Da circa 2 anni ho acquistato un Kindle versione base, sul quale avrò letto finora 5 o 6 libri, ma l'ho preso semplicemente perché alcuni dei libri che vorrei leggere purtroppo sono fuori catalogo, fuori edizione, ma per fortuna si trovano in versione pdf o cmq epub ecc... Solitamente cerco di fare 4/5 libri cartacei e poi uno sul kindle. Alla fine non è male, gli occhi non si stancano, pesa meno di un "mattone", ha una grande autonomi a livello di batteria. Ma come ho scritto l'ho preso solo per il fatto dei libri fuori catalogo.
In conclusione: cartaceo tutta la vita.
 
Per me l'e-book vince a mani basse. Io amo il minimalismo, le possibilità che offre sono infinite. E c'è tutto il discorso della letteratura in lingua originale, cose che in italia non trovi, o puoi avere solo su ordinazione, aspettando un mese e pagando il quadruplo; o ancora peggio la letteratura accademica, e non solo, pdf che in versione fisica non esistono del tutto, e leggerli sul pc diventi scemo.

Il cartaceo lo considero solo per qualche edizione limitata magari con firma dell'autore, o libri di arte in cui le immagini sono importanti, diciamo oggetti rilevanti più dal punto di vista collezionistico che pratico.

Volevo solo dire che l' e-reader costa troppo per la sola semplice lettura.
Che vai dicendo :lol:? costa molto, molto meno del cartaceo
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
bru86 Strumentazione 41

Discussioni simili



Alto Basso