carte topografiche veio, treja ecc.

Salve a tutti,


vi scrivo per un consiglio.

Sto finalmente valutando l'idea di acquistare uno strumento gps e, dopo un paio di giorni
di attente letture online, mi sono resa conto che la copertura dell mappe topografiche, sia
nei modelli che le hanno in dotazione sia ove sia necessario acquistarle, è un parametro indispensabile
per la scelta del modello.

A me servono fondamentalmente due zone: l'abruzzo per il Sirente-Velino (e questo non sembra un problema visto che pare coperto sia dalla cartogafia
in dotazione nel MYNAV sia dal trekmap italia della garmin se ho letto bene) e, soprattutto, il lazio e nella fattispecie:
parco di Veio, riserva del Treja, Tevere, Farfa eccetera.

La domanda è: esistono le carte topografiche di queste zone o è necessario scansionare le proprie utilizzando la
funzionalità custom? E, in questo caso, è possibile acquistare o scaricare i file già scansionati da qualche parte?



Grazie a tutti in anticipo per l'aiuto.
 
Premesso che la scelta del modello di nav outdoor centra poco con la zona che ti serve sia coperta, almeno parlando di trekkin mtb in territorio nazionale ue, se poi dovessi andare ad attraversare il deserto del sahara se ne può parlare per le caratteristihe del dispositivo, ma le cartine sempre quelle sono :)
La copertura nazionale FA SCHIFO le topo se le tengono ben strette comuni e provincia, non esiste un ente prefissato che si occupi di raccogliere gestire e mettere e a disposizione il materiale, la copertura si ferma di solito a strade stradine mulattiere, gia se parliamo di sentieri escursionistici non ti aspettare troppo, ci possono essere quelli maggiori, GTA per esempio o quelli per il giro del Monviso, ma se iniziamo a parlare di sentieri locali tracce, scorciatoie di raccordo, salita alle vette o per i rifugi bivacchi la cosa si fa tristissima, un ottimo lavoro si sta facendo col progetto OSM, ma miracoli non se ne può fare :)
Di solito a tavolino si studia il percorso si vede in rete se c'è qualche tarccia gia fatta da altri...si disegnano i percorsi con i programmi appositi, magari partendo da una cartina 1:25 dettagliata scansionata e poi georeferenziata, anche ui la cosa è triste, per dirti comè la situazione:
Ho un amico che ha formato redatto e fatto pubblicare la migliore delle cartine per una specifica zona del Piemonte, li ci sono anche le tracce di sentiero i raccordi per accorciare, indicazioni di ogni genere, fonti d'acqua tunnel opere militari religiose anche piccole cappellette sperdute, insomma c'è tutto! anche l etacchette colorate come quelle che troveria sul sentiero sul percorso, sapendo che i dati li ha raccolti usando un'apparecchiatura GPS professionale da qualche migliaia d'euro e che quindi avrà tutto sotto forma di tracce waypoint digitale avevo provato a chiedergli se poteva tirar fuori una forma digitale in DVD di questa cartina, ovviamente pagandola, mi ha detot che si era gia informato, ma solo per permessi acceditamenti licenza la cartina verrebbe a costare 100euro :( ecco perchè in italia poi si va "fai da te".
 
La rava e la fava

...esistono le carte topografiche di queste zone o è necessario scansionare le proprie...

Non sono un esperto; comunque spulciando questo stesso forum ho visto una forte propensione per le carte scansionate (tra l'altro evidenziano i sentieri CAI, ove esistano) mentre l'hardware più diffuso (almeno qui) sembra che sia il garmin 62s (anche perché gestisce le mappe scansionate) per il quale è forse più facile trovare dritte ecc

Detto per inciso, al di fuori delle zone prettamente montane è difficile trovare anche su carta mappe commerciali (tipo CAI, "Il Lupo" ecc per capirci) e si finisce per fare riferimento alle mappe militari che personalmente trovo piuttosto indigeste.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso