Escursione Castello di San Firmiano: il Messner Mountain Museum

Dati

Data: 18 luglio 2011
Regione e provincia: Alto Adige - Bolzano
Località di partenza: Stazione ferroviaria Ponte d'Adige
Località di arrivo: idem
Tempo di percorrenza: 3-4 ore (20 minuti per arrivare al castello)
Chilometri: ?
Grado di difficoltà: T
Descrizione delle difficoltà: perdersi nei meandri delle torri
Periodo consigliato: sempre
Segnaletica: ottima
Dislivello in salita: 100 mt + 400 mt l'intero percorso
Dislivello in discesa: idem
Accesso stradale: Bolzano: andate in treno... è meglio

Descrizione

Per me è stato un vero e proprio pellegrinaggio, piuttosto che una visita o un'escursione. In questo luogo si celebra la montagna in tutti i suoi aspetti, non soltanto quelli alpinistici, come pensavo inizialmente.
Il Museo ha superato le mie aspettative. Il luogo, il castello di San Firmiano è suggestivo e domina tutta Bolzano e la valle d'Adige. Ho accolto il consiglio del sito del Museo, arrivare in treno fino a Ponte d'Adige e poi con un comodo sentiero ben segnalato, prima in pianura tra i filari dei meli e poi in salita attraverso un fitto bosco: in venti minuti si arriva senza affanno.
Il Castello ha delle mura che contano circa 800 mt di diametro con varie torri che interrompono il giro. Già all'esterno si percepisce il carattere che ha voluto dare Messner a questo luogo, ossia il rapporto intimo e spirituale che lega l'uomo fin dai tempi antichi alla montagna. Questa per me è stata la vera sorpresa. Non c'è una logica specifica di come sono stati disseminati gli oggetti. Camminando lungo il cortile si può incontrare un Buddha sdraiato, un'altro seduto, Ganesh, Garuda, Milarepa, le pietre mani tibetane e tantissimi altri personaggi della mitologia himalayana.
Su ogni torre si trova l'esposizione vera e propria del Mountain Museum, in tutto ce ne sono otto. Una guida ha specificato che facendo tutto il giro completo si fanno circa 400 mt di dislivello.
Si inizia con un mostra temporanea dedicata al Free Solo (arrampicata senza corda), si passa in una ricostruzione di un tempio buddista tibetano con tanto di ruota sacra, tantissimi buddha, arazzi e musica himalayana. In altre due torri c'è la storia dell'alpinismo con reperti preziosi che vanno dagli albori ai giorni nostri: dalla tenda e la tuta di Bonatti del K2, al respiratore di Hilary dell'Everest fino al casco di Ueli Steck dell'Eiger in velocità.
Per me la parte più emozionante è stata una piccola stanzetta circolare dove si udiva la canzone di "Blowin in the wind" di Bob Dylan: all'interno, centrale vi era lo scarpone indossato dal fratello di Messner, Gunther, quando giovanissimo ha trovato la morte sul Nanga Parbat e la parete circolare era tappezzata da foto di alpinisti defunti.
Nel castello, nei luoghi più impensabili, ci sono tantissime citazione che riguardano la montagna, ma forse la più bella è quella in uscita: "a passo lento è meglio".
Ci tornerò senz'altro.

01.jpg


02.jpg


03.jpg


04.jpg


05.jpg


06.jpg


07.jpg


08.jpg


09.jpg


10.jpg


11.jpg


12.jpg


13.jpg


14.jpg


15.jpg


16.jpg


17.jpg


18.jpg


19.jpg


20.jpg


21.jpg


22.jpg


23.jpg

 
Ultima modifica di un moderatore:
belloooo!! messner ha dedicato al tibet il suo museo della montagna e solo per questo si merita il mio applauso :D
 
riporto da wikipedia che sono andata a consultare perché mi sembrava di rammentare che non fosse uno solo... (questo l'url originale http://it.wikipedia.org/wiki/Messner_Mountain_Museum ):



"Il Messner Mountain Museum (MMM) è un progetto museale ideato dall'alpinista altoatesino Reinhold Messner. Si tratta non di un solo museo, ma di un circuito museale suddiviso in cinque diverse sedi nell'arco dolomitico.
La sede principale (La montagna incantata - Der Zauberberg) è a Castel Firmiano, presso Bolzano.
Le altre sedi sono a:

 
Dati

Data: 18 luglio 2011
Regione e provincia: Alto Adige - Bolzano
Località di partenza: Stazione ferroviaria Ponte d'Adige
Località di arrivo: idem
Tempo di percorrenza: 3-4 ore (20 minuti per arrivare al castello)
Chilometri: ?
Grado di difficoltà: T
Descrizione delle difficoltà: perdersi nei meandri delle torri
Periodo consigliato: sempre
Segnaletica: ottima
Dislivello in salita: 100 mt + 400 mt l'intero percorso
Dislivello in discesa: idem
Accesso stradale: Bolzano: andate in treno... è meglio


14.jpg

Cavolo, da Leonardo mi sarei aspettato qualcosa di meno lapalissiano ...

Ciao Sandro ! :D
 
Ultima modifica di un moderatore:
Bellissimo!!!
Per chi ama la montagna fare un giro di tutto il circuito dei musei pensati e creati da Messner è qualcosa da fare almeno una volta davvero come un pellegrinaggio.
Soprattutto per chi (come noi) ormai il NanGA Parbat se lo sogna la notte, oppure cerca (invano) di poter stringere la mano al grande mito Bonatti.

Bellissimo e grazie per le foto
 

Discussioni simili



Alto Basso