Proposta Cerco compagni per salire l' Etna

Parchi della Sicilia
Parco dell'Etna
Salve a tutti, sarò in ferie in Sicilia in agosto e vorrei approfittare dell’occasione per raggiungere la cima dell’ Etna (eruzioni permettendo). Non avendo confidenza con l’ ambiente vulcanico avrei piacere se qualcuno più esperto di me in materia avesse voglia di accompagnarmi (indifferente se conosce già l' itinerario oppure no). L’ idea è quella di salire in giornata dal Sapienza e raggiungere i crateri sommitali per poi rientrare al rifugio. Indicativamente potrebbe essere un giorno a scelta tra il 7 o 9 di agosto; partenza all’ alba.

La ricompensa per chi mi accompagnerà sarà: un grandissimo grazie, birra in rifugio, ed eventuale ricambio del favore in caso di passaggio a Nord Est (Veneto, Friuli o Slovenia).

Grazie.

dolomitidxtagliamento@gmail.com
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per chiarire: le difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.
ciao
la salita in cima (propriamente intesa) all'Etna non è così facile come sembra.
- ogni tanto vengono emanate delle autorità competenti delle ordinanze restrittive.
- cazzarola vuoi prendere l'Etna di petto! l'itinerario dal rifugio sapienza l'hai visto su carta o lo conosci proprio?
ad occhio e croce viaggiamo su una pendenza media del 18%, forse di più (rilevo lunghi tratti al 20%) per una distanza di circa 6km ed un dislivello di 736m.
- forse è meno impegnativa la salita lato linguaglossa - piano provenzana che passa anche per la luna (37º45'58.9"N 015º00'50.0"E) così chiamata per le dimensioni (500x540m) dove al termine si trova l'osservatorio di geofisica (a fianco dei muri del quale qualcuno si accampa per trovare riparo dagli sferzanti venti del vulcano).
- tra le altre difficoltà non esistono nel modo più assoluto sorgenti d'acqua lungo l'itinerario, a parte un baretto un quota.
insomma, non è cosa facile così come potrebbe sembrare.
tra le altre cose, l'Etna quando soffia il vento spara a pallini!
 
@spyrozzo : giuste osservazioni, fai bene a preoccuparti perchè non conosci le mie capacità.
- le ordinanze non ho capito bene dove andare a leggerle: su questo forum ho trovato indicato il sito della Prefettura di Catania ( http://www.avventurosamente.it/xf/threads/etna-crateri-sommitali.15168/page-2); ebbene, una volta aperta la HP, dove si va vedere?
- l' itinerario l' ho visto sulla carta ed ho consultato alcune guide: in realtà vorrei partire direttamente a piedi dal rifugio, per cui il dislivello sarà circa di 1400 metri in 4 ore di cammino. Oltre a questo, volendo ci sarebbe anche il periplo dei crateri che mi risulta richieda un' altra ora e mezza.
- la salita da Piano Provenzana ha un dislivello maggiore, e siccome la via normale all' Etna è quella dal Sapienza, ho ritenuto più sicuro optare per quella. A dirla tutta mi stuzzicava l' idea di salire dal Sapienza e scendere a Piano Provenzana, ma richiede un impegno logistico notevole e quindi volevo introdurla se saltava fuori qualcuno interessato. Sai com' è, l' appetito vien mangiando...
-l' acqua si sa, bisogna portarsela dietro. La questione baretto non l' avevo valutata; dove si trova, a monte della funivia? Non hanno acqua lì?
Quella del vento non l' avevo considerata, ed è per questo che vorrei andare con qualcuno che conosce l' ambiente!
Allora che fai, ti iscrivi?

@Joker : questa è un' occasione...
 
Ultima modifica:
iniziamo con quello che, a vetusta memoria, mi sembrava un baretto.
ci salii 36 anni fa quando scalai il cratere con la moto da trial arrivando fino alla bocca centrale.
quello che ricordo è il capolinea dei pulmini della star. ritengo che essendo posto turistico sarà attrezzato per i beveraggi (ritengo) eccolo 37°43'4.90"N 14°59'59.46"E.
come credevo hai visto la strada sulla carta, perchè dal vivo è tutta un'altra cosa... hihihi.
sinceramente non so esattamente dove vengano pubblicate le ordinanze ma so per certo che esistono restrizioni a secondo delle condizioni climatiche e/o vulcaniche.
comunque MAI e poi MAI abbandonare la strada. sembra di accorciare, ma l'Etna è tutta avvallamenti e quando sei dentro perdi visibilità ed allunghi strada. la lista degli smarriti è infinita e se ci si mettono anche le buche (grotte/gallerie) create dalle colate laviche allora meglio lasciare perdere...
ti ho messo paura? bene era quella l'intenzione.
se vuoi andare semi-tranquillo considera l'Etna come una qualsiasi montagna con tutte le precauzioni del caso.
questione vento:
la sabbia (lavica) sull'Etna è generalmente disposta a creste, come onde. se soffia vento forte queste creste vengono sferzate e la prima cosa che parte è la loro sommità quindi sabbia e sassolini.
più forte è il vento più forti vengono spinte queste cose. in pratica se arriva la bufera di vento si viene sottoposti a vere sassaiole. non ci si stupisce allora quando, con il maltempo, si vede qualcuno con occhiali e mascherina da motocross, a protezione del viso (a Catania c'è una grande tradizione enduristica).
se la sassaiola avverrà la notte mentre siete in tenda (montata in posizione scoperta) questa verrà letteralmente crivellata.
aggregarmi io? non ho la forma fisica adatta. sarebbe uno strazio. grazie per la fiducia :)

comunque ecco lo spyro a 18 anni e la fida beta240 (quella dietro fumante è la mega bocca centrale)
5033249325_5c57a1efaf_z.jpg

ed il relativo thread sull'ascesa ai crateri sommitali
 
Ultima modifica:
Salve a tutti, sarò in ferie in Sicilia in agosto e vorrei approfittare dell’occasione per raggiungere la cima dell’ Etna (eruzioni permettendo). Non avendo confidenza con l’ ambiente vulcanico avrei piacere se qualcuno più esperto di me in materia avesse voglia di accompagnarmi (indifferente se conosce già l' itinerario oppure no). L’ idea è quella di salire in giornata dal Sapienza e raggiungere i crateri sommitali per poi rientrare al rifugio. Indicativamente potrebbe essere un giorno a scelta tra il 7 o 9 di agosto; partenza all’ alba.

La ricompensa per chi mi accompagnerà sarà: un grandissimo grazie, birra in rifugio, ed eventuale ricambio del favore in caso di passaggio a Nord Est (Veneto, Friuli o Slovenia).

Grazie.

dolomitidxtagliamento@gmail.com
Per l'etna mi pare sia obbligatorio prendersi una guida,poi c'è chi ci va senza.Dal Sapienza ci sta la funivia che ti porta già in quota e poi il gippone che arriva fino a 2900 m.circa.Io ci sono stato nel 2014 .Puoi leggere il racconto sul mio blog http://pollinofantastico.blogspot.it/2014/09/etnacrateri-sommitali.html?m=1
La guida e' stata eccezionale perché ci ha fatto fare un giro completo scendendo verso la valle del bove e per altri posti importanti,cosa che non sarebbe avvenuto senza guida.
 
Ciao, ti dirò che l’ opzione guida l’ ho valutata e non è ancora scartata, soprattutto per gli aspetti ambientalistici. Porto avanti l’ idea di andare su senza guida non solo per una questione economica, ma soprattutto per il gusto dell’ avventura. Se poi riesco a condividere la salita con qualcuno di Avventurosamente tanto meglio!

La funivia non la prendo in considerazione per motivi etici, ma soprattutto per una questione di acclimatamento: già per arrivare al Sapienza mi farò 0-1900, se salgo in funivia rischio di star male in quota, perciò evito.
 
In ogni caso a mio avviso dovresti aspettare l'alta pressione più o meno stabile, perché in queste ultime settimane, salvo qualche rara occasione (che mi sono perso) già dalle 10 si copre. Ora poi magari la cima resta sgombra e lo spettacolo che puoi ammirare intorno ai crateri e nelle immediate vicinanze lo puoi godere uguale. Tuttavia se fosse del tutto sgombro avresti una visuale unica!
Nella peggiore delle ipotesi staresti in una coltre di nebbiolina e tutto sembrerebbe nero grigio attorno!
Considera anche che a volte, direi spesso, c'è attività di emissione gas, quindi anche da quale "lato" della parte sommitale salire ( sia che tu sia arrivato in quota da sud o da nord) lo dovresti decidere in base al vento.
Capisco che vieni da lontano ed immagino non avrai molti margini decisionali quanto a finestra di giorni che trascorrerai qui giù, però magari farsi diverse ore salendo e poi vedere poco non è proprio il massimo!!!
 
Beh, spero vivamente che per agosto il tempo si sistemi! Non a caso vorrei partire prestissimo, perchè dalle mie parti sono rarissime le giornate estive in cui il meteo è bello fino a sera. Certo nel mio immaginario nordico penso che in Sicilia le giornate belle siano molte più che dalle mie parti, poi sui 3300 dell' Etna non so, ma è proprio per capire anche questo che ho aperto la discussione!

Ad esempio: nelle Alpi friulane in estate la tendenza di tutti i giorni è sereno la mattina, da mezzogiorno inizia a caricarsi e dopo le 14 si rischia il temporale, ed è così almeno un giorno si e uno no. Com' è la tendenza meteo sull' Etna?

Con la nebbia di solito non mi arrischio, comunque, ponendo che sulla strada non dovrebbero esserci problemi di orientamento, nella parte finale ai crateri com' è la segnaletica? Esiste? E' ben evidente in caso mi sorprendesse la nebbia mentre sono in alto? Dio me ne scampi dal perdermi, darei soddisfazione a Spyro...

Considera anche che a volte, direi spesso, c'è attività di emissione gas, quindi anche da quale "lato" della parte sommitale salire ( sia che tu sia arrivato in quota da sud o da nord) lo dovresti decidere in base al vento.
Questa notizia è interessante, ma ti pregherei di approfondire: puoi fare un esempio di quali possono essere i "lati" da salire? Intendi dire che arrivato sotto ai crateri se vedo fumi a destra vado su a sinistra?

Grazie delle info.
 
Ciao e scusa la latitanza!
Ok provo a spiegarmi.
Immagina l'Etna come una figura tronco-conica. Ed immagina che sulla base superiore ci siano, in ordine vario, altre quattro figure sempre più o meno tronco-coniche. diciamo che queste ultime son quelle che possono emettere gas.
Se tu sali da uno dei due versanti ( leggi Piano Provenzano a nord, piazzale Sapienza a sud) ti porterai per prima cosa, dopo un migliaio di metri di ascesa, sulla prima base superiore per intenderci. E molto figurativo, ma più o meno avrai di fronte le altre quattro figure tronco coniche che rappresentano i crateri sommitali. Se sali da nord ad esempio arriverai in un area detta "piano delle Concazze", a quota 2800.
Ora da qui se c'è attività gassosa in cima, ed il vento tira da Sud (cosa moooolto probabile in estate!) significa che se continui a salire su una linea immaginaria Nord>Sud, finirai per trovarti "investito dai fumi. Ovviamente molto dipende dall'attività di emissione gas e dall'entità del vento. Che fare quindi? cercare di utilizzare ove possibile (e più o meno lo è) la prima base minore del tronco cono, in questo caso la zona di piano delle Concazze per aggirare i crateri sommitali spostandosi verso Ovest in questo caso e cercano di mettersi il vento alle spalle.

Alcune considerazioni. Non tutta l'attività son gas nocivi. Spesso è per lo più vapore...ma nel dubbio meglio non andare a respirarselo!
Sulla rete son disponibili molte tracce della zona sommitale con i vari sentieri segnati. Quando ti troverai li realizzerai che per sentieri si intende una striscia più grigia in un oceano di sabbia nera!

Non parlo da esperto vulcanologo, non lo sono e non pretendo di esserlo! ma abito qui da un bel pò di anni...quasi quaranta, ed un'ideuzza me la sono fatta! Poi ovviamente spero che anche qualcun altro più ferrato di me possa dire la sua!
Come sempre buon senso prudenza e rispetto per quella che è, seppur nera ,pur sempre una montagna!!

Spero di esserti stato utile!
 
Spero di esserti stato utile!
Altro che!
Grazie, almeno adesso ho una minima idea di cosa mi troverò di fronte, e di come comportarsi in tale situazione (o viceversa!).

Quando ti troverai li realizzerai che per sentieri si intende una striscia più grigia in un oceano di sabbia nera!
Interessante anche questo, buono a sapersi.
Se ti viene in mente qualche altro consiglio o notizia, ben venga!
Ciao e grazie.
 
Ok! semmai ti farò sapere!
Considera anche che sopra i 2000 si viene a creare quello che è definito deserto lavico, in quanto non vi è più vegetazione. Quindi in linea di massima non è difficilissimo orientarsi a patto che si abbia l'idea di dive ci si trovi. Come ti dicevo il problema più grande in mezzo alle colate/sabbia, sta nel fatto che spesso la traccia da seguire è labile. Non poche volte mi sono trovato in difficoltà a seguire sentieri quando cala la nebbia o sta per fare buio...ma è estate e siamo in Sicilia quindi almeno per il momento non dovrebbe essere un tuo problema.
Infine l'area sommitale è tutto sommato un area piuttosto ridotta: quanto meno più piccola di quella che ci si puo' immaginare!

A presto
 
E pensare che vivo proprio SOTTO l'Etna e NON ci sono MAI salito... se non sporadicamente (una volta ogni 10 anni, se va bene..), con la macchina, insieme a qualche avventurosissimo e TEMERARIO amico, fino al Rifugio Sapienza.

Sosta di 15/20 minuti e poi nuovamente a casa.

Roba da sputarsi in un occhio. :(
 
Ultima modifica:
Stamattina mi pare fumassero bianco tutti e quattro!!!
E quindi? Buon auspicio? Abemus Papam? O meglio starsene a casa...?
Approfitto per chiedere altra info tecnica: ho letto che per l' Etna noleggiano degli scarponi adatti alle alte temperature che può avere il terreno. Questo cosa vuol dire, che se mi porto gli scarponi da casa li rovino? Che mi cucino i piedi? Oppure servono per specifiche escursioni mirate ad entrare in bocche, grotte, o altri posti posti caldi?
 
quindi nulla! fumano, vuol dire tutto vuol dire niente!! quanto agli scarponi a nolo ammetto la mia ignoranza! al massimo potrebbero servire su colate di qualche giorno ormai "fresche"...per il resto un paio di scarpe da trekking di media qualità vanno più che bene. Di certo le colate, fredde ovviamente, sono belle abrasive, ma la zona sommitale è per lo più sabbiosa.
 
AHAHAHA!! ma guarda, è un bel po' d'anni che vivo sotto sto vulcano...con un po' di buon senso non è affatto pericoloso!!
 

Discussioni simili



Alto Basso