Informazione Cerco consigli per un bivacco

Ciao a tutti!

Io e qualche amico stiamo cercando idee per una notte in bivacco. Siamo di milano, quindi volendoci permettere non più di 2.30h di auto possiamo raggiungere valtellina, engadina, primo ticinese, domodossola e prima valle d'aosta.
Sinceramente non abbiamo grandi idee, siam qui a chiedere apposta consigli. L'ideale sarebbe un posto con anche poi un "plus" per il giorno successivo, tipo una cimetta da conquistare o un laghetto in cui fermarsi.
Il nostro livello è EE per tutti, invece nessuno ha conoscenze alpinistiche.

Grazie mille a tutti per consigli e suggerimenti!
 
Io avrei un'idea per la grignetta ma magari lo avrete gia fatto e poi è un bivacco assai minimale.......per la VdA sotto il piccolo Monte Bianco con 1400 di dislivello da fare però il giorno dopo un 400mt ancora coi ramponi (no picca) su facile ghiaccio per la vetta ....altrimenti son tutte cose da merenderos e rischi di trovarci la famiglia che si fa la spaghettata....
 
occhio al meteo però .... che non promette nulla di buono, sul Monviso e sulle quote sopr ai 3m del cuneese venerdi è gia "fiocca" occhio...
 
Ciao! Grazie mille per questi consigli, rispondo velocemente per aggiungere info. Allora, grignetta si già fatta! Non che non ci si torni volentieri ma se si trova qualcosa di nuovo è sempre più interessante. Per quello sul monte bianco...wow! I 1400 pur essendo non pochi possiamo farli tranquillamente, però non abbiamo i ramponi (come dicevo, zero esperienza alpinistica).
 
precisiamo! PICCOLO monte Bianco :) cmq è proprio "li sotto" la vetta del Bianco tiguarda tutto il tempo, la vetta del Bianco di Courmayeur, 100mt sotto la vera vetta, cmq una salita a un bel 3400mt, volendo, potendo, ma qui dipende dalle vostre esperiene capacita tecniche dal bivacco si può salire la Trelatete....ma la musica cambia :) googlate per qualche relaione...
del PICCOLO Monte Bianco ecco qualche foto:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207094553307266&set=pcb.10207094616628849&type=3&theater
E una rela di un'amico:
http://www.finoincima.altervista.org/Piccolo Monte Bianco/Piccolo Monte Bianco.htm
Ma davvero occhio al meteo che a 3000mt venerdi da neve e temperature in caduta libera....sul Bianco -10° con 5cm di neve orarie che sono una cosa da Messner :) valutate bene....
noi saremo a dormire dsabato notte in un bivacco per salire l'Argentera domenica, vedremo se poi fare la traversata...
 
Guarda mi sto già innamorando!!! Certo se andiamo cerecherò due giorni con previsioni meteo ottime, per valutare neve residua invece dovre dovrei guardare? Hai suggerimenti?
 
monte bo biellese - dal riso al Rosa !
fornetto punta verzel - alpi canavesane e valchiusella
bivacco punta crabun
testa liconi - panorama strepitoso sul bianco
gastaldi da gressoney
davito revelli vallone di forzo - vallone della lavina
money - vista spettacolare su ghiacciai della tribolazione
giovanni bobba da cervinia - vista sul cervino
carpano - vallone del piantonetto
orfalecchio - valgrande wild da qui in poi
scaredi
in la piana
pian di boit
vald superiore

ecc.





http://www.gulliver.it/gulliveriano/giuliof/

g
 
Ultima modifica:
Guarda mi sto già innamorando!!! Certo se andiamo cerecherò due giorni con previsioni meteo ottime, per valutare neve residua invece dovre dovrei guardare? Hai suggerimenti?
Potresti provare a chiedere gentilmente al campeggio Aguille Noire che è 2km prima della sbarra sulla strada ove parte la strada, meglio se è aperto al rifugio Elisabetta o sempre se è aperto al rifugio Combal, il Gonnella è chiuso da un po mi pare....
 
Scusate se faccio il pesante... ma stiamo parlando di un 3400m, classificato F, ma comunque alpinistico (@Gheroppa , i ramponi senza picozza?) consigliato a chi ha dichiarato di non avere alcuna esperienza alpinistica?

Fosse anche solo la "semplice" progressione con picozza e ramponi mica la improvvisi... magari ti ci ramponi un polpaccio.

Io a 3000 non ci son mai arrivato (per 88 metri, ad esser precisi), dai 2000 ai 2500 cambia la musica, dai 2500 ai 3000 cambia il volume, ma dai 3000 in poi cambia l'orchestra...

Per carità, tutto si fa, ma un'ascesa come quella proposta da gheroppa secondo me va presa con la dovuta attenzione è fatta con un certo grado di preparazione su alcuni argomenti ed ambienti.

Gheroppa, ovviamente senza alcuna polemica o intento dottrinale perché ne sai più di me, io non l'ho mai fatta una cosa simile, tu si ;)
 
No no tranquilli! L'ascesa alla cima non l'ho neanche presa in considerazione proprio perché so che è fuori dal mio range di esperienza! Mi basta il bivacco, e se non ho capito male fino al bivacco è escursionismo, dopo diventa alpinismo, giusto?

Sulla quota no problem, sono stato a 3000 sia in dolomiti che in Pirenei e non ho sentito sinceramente la differenza (almeno non a 3200 dove sono arrivato). L'unica cosa è che qui siamo a fine settembre e ci dovrei passare la notte, questo si fa grossa differenza è per questo vorrei stare molto prudente sulle condizioni e sul meteo
 
Comunque ringrazio un sacco per l'interessamento, i suggerimenti arrivati da tutti (questa mattina li spulcio tutti per bene son davvero curioso)!!!
 
@Ciccio74 : più che comprensibili le tue preoccupazioni, comunque in VdA molte gite classificate F sono poco più che escursioni e per nulla severe, la salita al bivacco Reinetto ai piedi del PMB è una di queste, il ghiacciaio si lascia salire facilmente e senza ramponi a patto di trovarlo in condizioni e le roccette finali sono molto semplici. Si tratta comunque di una salita molto lunga per via della strada chiusa alle auto molto in basso, il panorama dal bivacco ripaga comunque già da solo la gita. Per la quota non vedo grossi problemi, in piemonte/lombardia e limitrofe quasi tutti coloro che vanno in montagna salgono una decina e di tremila all'anno e ci si fa comodamente l'abitudine ...
 
No no tranquilli! L'ascesa alla cima non l'ho neanche presa in considerazione proprio perché so che è fuori dal mio range di esperienza! Mi basta il bivacco, e se non ho capito male fino al bivacco è escursionismo, dopo diventa alpinismo, giusto?

Sulla quota no problem, sono stato a 3000 sia in dolomiti che in Pirenei e non ho sentito sinceramente la differenza (almeno non a 3200 dove sono arrivato). L'unica cosa è che qui siamo a fine settembre e ci dovrei passare la notte, questo si fa grossa differenza è per questo vorrei stare molto prudente sulle condizioni e sul meteo
Non era tanto alla quota (malessere) quanto al meteo che mi riferivo parlando dei 3000m... E non solo a settembre ;)
 
Non era tanto alla quota (malessere) quanto al meteo che mi riferivo parlando dei 3000m... E non solo a settembre ;)
Certo, ci può stare. Ma va da se che chi frequenta quelle quote e vede le montagne in questione affacciandosi al balcone di casa o ufficio , sa già che servono determinati accorgimenti nel vestiario, negli attrezzi e nella scelta del giorno e dell'itinerario. Domenica ho beccato la grandine ai piedi di una vetta di 3k ma non ho battuto ciglio ed ho continuato a salire perchè era un MUST metterla nel sacco ! :p ;) (valutando sempre bene i rischi ...)

ora come ora non ci andrei , è cambiato tutto : http://image.3bmeteo.com/images/webcam_3bmeteo/vemanuele/w_1280/last.jpg
 
@Ciccio74 : più che comprensibili le tue preoccupazioni, comunque in VdA molte gite classificate F sono poco più che escursioni e per nulla severe, la salita al bivacco Reinetto ai piedi del PMB è una di queste, il ghiacciaio si lascia salire facilmente e senza ramponi a patto di trovarlo in condizioni e le roccette finali sono molto semplici. Si tratta comunque di una salita molto lunga per via della strada chiusa alle auto molto in basso, il panorama dal bivacco ripaga comunque già da solo la gita. Per la quota non vedo grossi problemi, in piemonte/lombardia e limitrofe quasi tutti coloro che vanno in montagna salgono una decina e di tremila all'anno e ci si fa comodamente l'abitudine ...
Grazie Giulio :si: io per la quota più che altro io mi riferivo al meteo... 3400 non sono pochi e se cambiano le condizioni lo fanno in maniera solitamente repentina e pure brusca: meglio averci il callo se si deve riparar o scendere o meglio decidere di non salire ;)

Sul discorso dei ramponi, non voglio assolutamente fare polemica soprattutto con chi ha più dimestichezza di me, ma anche se il ghiacciaio lo consente io non consiglierei di fare senza (ripeto, non è un attacco e men che mai a te o al simpatico gheroppa col quale parlo serenamente già su altre discussioni) poi magari è semplicissimo, però per me - forse perché un po' inesperto, ma non credo - alpinismo/ghiacciaio-rampone piccozza è un assioma, imprescindibile. Tra l'altro hai parlato giustamente delle condizioni da valutare del ghiacciaio e leggere le condizioni del ghiaccio (come della neve) tu mi insegni, non è una cosa che si improvvisa ;)

Piuttosto mi avete fatto venire l'acquolina con ste foto... :biggrin:
 
Si si ragazzi! Io son d'accordo con chi mette la sicurezza e la giusta attrezzatura al primo posto! Per questo ripeto, cima e ghiaccio erano già scartate!

Poi, se vedo che il meteo è già cambiato, c'è neve a 2700 come sembra in Webcam... Mah temo dovrò proprio cambiare zona... È un peccato sembrava veramente bella...
 
Certo, ci può stare. Ma va da se che chi frequenta quelle quote e vede le montagne in questione affacciandosi al balcone di casa o ufficio , sa già che servono determinati accorgimenti nel vestiario, negli attrezzi e nella scelta del giorno e dell'itinerario. Domenica ho beccato la grandine ai piedi di una vetta di 3k ma non ho battuto ciglio ed ho continuato a salire perchè era un MUST metterla nel sacco ! :p ;) (valutando sempre bene i rischi ...)

ora come ora non ci andrei , è cambiato tutto : http://image.3bmeteo.com/images/webcam_3bmeteo/vemanuele/w_1280/last.jpg
Azz, si vede poco dalla foto, ma già mi garba... Però si, aspetterei :biggrin:

Giulio, con tutto l'affetto per @Poldiano , l'autore del topic che ha anche dimostrato di non essere precipitoso, per sua stessa ammissione sta "imparando" ora determinate cose perché tra l'altro ne parlavamo con lui qui.. ;)

http://www.avventurosamente.it/xf/threads/help-non-so-nemmeno-da-dove-partire.44791/#post-817877
 
Ahahahah si doppio thread in contemporanea. Allora chiarisco sul mio livello di esperienza, così vi fate una idea per eventuali altri consigli.
Per quanto riguarda escursionismo estivo direi abbastanza esperienza alta (EE), ne ho fatte mille di passeggiate facili e difficili, brevi e lunghe. Non ho il fisico per fare 2000mt di dislivello in un giorno, però fino a 1500mt me la cavo. Ho iniziato un pochetto con l'escursionismo invernale, ormai ne ho fatte già un bel po', andando anche abbastanza in quota (2500/2600), ma seppur sempre tutto fila liscio mi sento ovviamente meno sicuro sulla neve che sul nudo sentiero, sarà anche solo per questioni di abitudine. Sopra l'escursionismo, quasi zero. Ho fatto una ferrata ecco, tutto qui, ma non è nemmeno arrampicare ahahah
E visto che avete citato il mio post sul sacco a pelo, ecco sul campeggio il discorso è simile, non ho alcun problema a farlo, ma mi manca un po' di esperienza e questo mi porta ad avere questiti che per alcuni possono sembrare banali... Devo solo macinare un po' di esperienze e situazioni, poi sarà tutto più chiaro e semplice...
 
Scusate se faccio il pesante... ma stiamo parlando di un 3400m, classificato F, ma comunque alpinistico (@Gheroppa , i ramponi senza picozza?) consigliato a chi ha dichiarato di non avere alcuna esperienza alpinistica?

Fosse anche solo la "semplice" progressione con picozza e ramponi mica la improvvisi... magari ti ci ramponi un polpaccio.

Io a 3000 non ci son mai arrivato (per 88 metri, ad esser precisi), dai 2000 ai 2500 cambia la musica, dai 2500 ai 3000 cambia il volume, ma dai 3000 in poi cambia l'orchestra...

Per carità, tutto si fa, ma un'ascesa come quella proposta da gheroppa secondo me va presa con la dovuta attenzione è fatta con un certo grado di preparazione su alcuni argomenti ed ambienti.

Gheroppa, ovviamente senza alcuna polemica o intento dottrinale perché ne sai più di me, io non l'ho mai fatta una cosa simile, tu si ;)

Ci sono stato 20gg fa.....non serve la picca manco per salire sulla Trelatete, i ramponi si per il ghiaccio (ma io direi glacionevaio orami) finale, ma la neve li è oramai andata, io sono salito cosi detti ramponcini fast, quelli con l'attacco in gomma siliconica e le punte corte (450Gr di meraviglia) e a ragazzo che scendeva vicino a noi gli è partito uno dei ramponi dai piedi, mando lo ha rimesso ed eravamo ancora in alto....
Volendo dire serve fare 1 passaggio non esposto clafficato di II ma che io definirei mettere due mani sulle rocce e niente di piu quando arrivi sotto alla vetta e lasci il ghiaccio....
Mentre per tutta la parte prebivacco non c'è neve o meglio c'è in un pezzeto in testa al canalone ma si schiva da un lato, volendo cmq si passa senza ramponi in diagonale comodamente....
Sicuramente a inizio stagione o dopo una variazione climatica importante la cosa cambia e molto....
Ma dopo variaioni climatiche cambia dappertutto, ci sono persone che han pagato con la pelle la leggerezza di pensare che tanto li sotto c'è il mare mentre erano su facilissimo 2500 o meno della Val d'Aveto....qualche genio 3 anni fa è riuscito a rimanere bloccato tutta la notte sotto una mezza tormenta al termina della via ferrata degl'Artisti (Magliolo SV) che è a 20 minuti dalle spiagge di Loano SV....
Col meteo non si scherza MAI, per questo ho scitto due volte di stare ben all'occhio col meteo che questo fine settimana vedo piuttosto "deciso".
 

Discussioni simili



Alto Basso