Escursione Ceri...che sorpresa !!

Dati

Data: 16 12 2021
Regione e provincia: Roma
Località di partenza: Ceri
Località di arrivo: Ceri
Tempo di percorrenza: 3 or circa
Chilometri: 6 /7
Grado di difficoltà: Adulti agili !
Descrizione delle difficoltà: Il sentiero è a tratti esposto e fangoso. Ci sono massi da salire e alberi caduti.Folta vegetazione.
Periodo consigliato: Autunno inverno, non in estate.
Segnaletica: Assente
Dislivello in salita: nullo
Dislivello in discesa:
Quota massima:
Accesso stradale: Via Aurelia al km 32,500 bivio con semaforo per Ceri.
Traccia GPS: [puoi caricare la tua traccia GPS nella Mappa Escursioni ed inserire il link permanente al posto di questo testo]


Descrizione

Il borgo di Ceri è famoso in tutto il Lazio per la sua bellezza ed originalità. E' spesso quinta per matrimoni, comunioni oppure "magnate" selvagge. Non mi sarei mai aspettato che appena sotto alla rupe nelle fittissime forre si celassero luoghi così affascinanti. Un amico,invitato ad una di queste feste parlando con i locali ha saputo che sotto, nella boscaglia c'era "qualcosa di etrusco". Così oggi ho deciso di fare un sopralluogo. Lasciata l'auto nel parcheggio sottostate la rupe,ci si incammina verso il fosso. Si passa un ponticello dalla struttura invisibile perchè completamente coperto da vegetazione e si procede per traccia di sentiero verso la parete Qui si procede verso destra cercando sempre di rimanere addossati alla parete. La traccia sale ripida e fangosa,attenzione, sulla destra in basso si intravedono grossi muri di una grande struttura quadrata,forse la mola. Continuando si arriva ad uno strettissimo e basso passaggio tra i massi crollati,tanto stretto che bisogna togliere lo zainetto per passare. Nella parete ci sono molte grotte,forse tombe. Ci si cala aiutandosi con gli alberi davanti ad una grotta allagata.Si tratta di un lungo cunicolo di raccolta delle acque oppure di una sorgente, perchè nel buio in fondo si sente un gocciolio.Ma il piano del cunicolo è molto profondo e fangoso e non mi ha consentito di inoltrarmi molto non ostante indossassi le galosce. Più avanti,sempre aggirando massi e alberi caduti si arriva ad un fontanile dall'acqua limpidissima. che comunque non credo che sia il caso di bere. Poco dopo ci sono i ruderi di una cappella o chiesina. In alcuni punti si intravedono ancora gli affreschi: un volto di Madonna con il nimbo e in basso a destra quello che mi sembra :"L'albero della vita".Gli affreschi sembrerebbero abbastanza antichi ma la struttura invece recente,però tutto è in rovina. A sinistra poi ,sorpresona !! Si apre una alta e lunga tagliata etrusca . A metà di questa un grande masso crollato ne blocca il percorso,ma qualche buon amico a ricavato nella parete dei buchi, così si può superare il sassone a mò di climber ! Niente paura è facilissimo. La tagliata finisce in un campo. Tornando al sentiero continuando dopo poche decine di metri si trova un altra grande tagliata ! Questa presenta nelle pareti vari cunicoli che entrano ed escono dopo pochi metri e altri passaggi scavati che credo siano per il deflusso delle acque oppure delle sedi per le chiuse. Non ho avuto modo di misurare la lunghezza di queste vie cave,ma ad occhio mi sembrano simili alla cava buia di Norchia. Non avrei mai pensato di trovare nulla del genere e non ne avevo mai sentito parlare. Chissà se continuando ci sono altre meraviglie. Per stavolta la mia esplorazione è finita lungo il piacevole e limpido fosso con una piccola cascatina.
 

Allegati

  • IMG_1765.JPG
    IMG_1765.JPG
    98,8 KB · Visite: 47
  • IMG_1766.JPG
    IMG_1766.JPG
    112,1 KB · Visite: 46
  • IMG_1767.JPG
    IMG_1767.JPG
    77,7 KB · Visite: 46
  • IMG_1769.JPG
    IMG_1769.JPG
    106,3 KB · Visite: 45
  • IMG_1770.JPG
    IMG_1770.JPG
    100,5 KB · Visite: 45
  • IMG_1773.JPG
    IMG_1773.JPG
    168,1 KB · Visite: 47
  • IMG_1771.JPG
    IMG_1771.JPG
    107,5 KB · Visite: 45
  • IMG_1775.JPG
    IMG_1775.JPG
    172,1 KB · Visite: 44
  • IMG_1776.JPG
    IMG_1776.JPG
    110,5 KB · Visite: 46
  • IMG_1777.JPG
    IMG_1777.JPG
    192,1 KB · Visite: 48
  • IMG_1779.JPG
    IMG_1779.JPG
    135,4 KB · Visite: 46
  • IMG_1778.JPG
    IMG_1778.JPG
    87,6 KB · Visite: 47
  • IMG_1780.JPG
    IMG_1780.JPG
    109,3 KB · Visite: 49
  • IMG_1782.JPG
    IMG_1782.JPG
    112,8 KB · Visite: 48
  • IMG_1783.JPG
    IMG_1783.JPG
    94,1 KB · Visite: 45
  • IMG_1784.JPG
    IMG_1784.JPG
    94 KB · Visite: 43
  • IMG_1785.JPG
    IMG_1785.JPG
    129,4 KB · Visite: 44
  • IMG_1786.JPG
    IMG_1786.JPG
    97,5 KB · Visite: 43
  • IMG_1787.JPG
    IMG_1787.JPG
    95 KB · Visite: 41
  • IMG_1788.JPG
    IMG_1788.JPG
    113,6 KB · Visite: 42
  • IMG_1789.JPG
    IMG_1789.JPG
    87,1 KB · Visite: 39
  • IMG_1790.JPG
    IMG_1790.JPG
    110,4 KB · Visite: 40
  • IMG_1792.JPG
    IMG_1792.JPG
    193,6 KB · Visite: 39
  • IMG_1791.JPG
    IMG_1791.JPG
    112,7 KB · Visite: 38
  • IMG_1793.JPG
    IMG_1793.JPG
    121,8 KB · Visite: 37
  • IMG_1794.JPG
    IMG_1794.JPG
    191,8 KB · Visite: 39
  • IMG_1795.JPG
    IMG_1795.JPG
    108,7 KB · Visite: 41
  • IMG_1796.JPG
    IMG_1796.JPG
    141,8 KB · Visite: 40
  • IMG_1797.JPG
    IMG_1797.JPG
    204,7 KB · Visite: 45
  • IMG_1798.JPG
    IMG_1798.JPG
    175,1 KB · Visite: 42
  • IMG_1800.JPG
    IMG_1800.JPG
    123,5 KB · Visite: 45
Complimenti per la scoperta, ho provato a cercare su wikiloc, ho trovato una traccia che indica due "tagliate" (o forse due tratti della stessa?) poco più a nord del borgo.

https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/ceri-la-tagliata-e-la-cascata-61455700

altre escursioni fanno riferimento ad una chiesetta di San Felice ma sembra proprio un' altra cosa.

Qui è indicato (con foto) un fontanile piuttosto nascosto (sarà quello?)

https://it.wikiloc.com/percorsi-esc...-cave-e-cascata-del-fosso-della-mola-62033709

La direzione di entrambe queste tracce segue il corso del fosso indicato in mappa come Sanguinara.
 
Dati

Data: 16 12 2021
Regione e provincia: Roma
Località di partenza: Ceri
Località di arrivo: Ceri
Tempo di percorrenza: 3 or circa
Chilometri: 6 /7
Grado di difficoltà: Adulti agili !
Descrizione delle difficoltà: Il sentiero è a tratti esposto e fangoso. Ci sono massi da salire e alberi caduti.Folta vegetazione.
Periodo consigliato: Autunno inverno, non in estate.
Segnaletica: Assente
Dislivello in salita: nullo
Dislivello in discesa:
Quota massima:
Accesso stradale: Via Aurelia al km 32,500 bivio con semaforo per Ceri.
Traccia GPS: [puoi caricare la tua traccia GPS nella Mappa Escursioni ed inserire il link permanente al posto di questo testo]


Descrizione

Il borgo di Ceri è famoso in tutto il Lazio per la sua bellezza ed originalità. E' spesso quinta per matrimoni, comunioni oppure "magnate" selvagge. Non mi sarei mai aspettato che appena sotto alla rupe nelle fittissime forre si celassero luoghi così affascinanti. Un amico,invitato ad una di queste feste parlando con i locali ha saputo che sotto, nella boscaglia c'era "qualcosa di etrusco". Così oggi ho deciso di fare un sopralluogo. Lasciata l'auto nel parcheggio sottostate la rupe,ci si incammina verso il fosso. Si passa un ponticello dalla struttura invisibile perchè completamente coperto da vegetazione e si procede per traccia di sentiero verso la parete Qui si procede verso destra cercando sempre di rimanere addossati alla parete. La traccia sale ripida e fangosa,attenzione, sulla destra in basso si intravedono grossi muri di una grande struttura quadrata,forse la mola. Continuando si arriva ad uno strettissimo e basso passaggio tra i massi crollati,tanto stretto che bisogna togliere lo zainetto per passare. Nella parete ci sono molte grotte,forse tombe. Ci si cala aiutandosi con gli alberi davanti ad una grotta allagata.Si tratta di un lungo cunicolo di raccolta delle acque oppure di una sorgente, perchè nel buio in fondo si sente un gocciolio.Ma il piano del cunicolo è molto profondo e fangoso e non mi ha consentito di inoltrarmi molto non ostante indossassi le galosce. Più avanti,sempre aggirando massi e alberi caduti si arriva ad un fontanile dall'acqua limpidissima. che comunque non credo che sia il caso di bere. Poco dopo ci sono i ruderi di una cappella o chiesina. In alcuni punti si intravedono ancora gli affreschi: un volto di Madonna con il nimbo e in basso a destra quello che mi sembra :"L'albero della vita".Gli affreschi sembrerebbero abbastanza antichi ma la struttura invece recente,però tutto è in rovina. A sinistra poi ,sorpresona !! Si apre una alta e lunga tagliata etrusca . A metà di questa un grande masso crollato ne blocca il percorso,ma qualche buon amico a ricavato nella parete dei buchi, così si può superare il sassone a mò di climber ! Niente paura è facilissimo. La tagliata finisce in un campo. Tornando al sentiero continuando dopo poche decine di metri si trova un altra grande tagliata ! Questa presenta nelle pareti vari cunicoli che entrano ed escono dopo pochi metri e altri passaggi scavati che credo siano per il deflusso delle acque oppure delle sedi per le chiuse. Non ho avuto modo di misurare la lunghezza di queste vie cave,ma ad occhio mi sembrano simili alla cava buia di Norchia. Non avrei mai pensato di trovare nulla del genere e non ne avevo mai sentito parlare. Chissà se continuando ci sono altre meraviglie. Per stavolta la mia esplorazione è finita lungo il piacevole e limpido fosso con una piccola cascatina.

Bellissimo.

Seconde me, dalle vostre parti, tra Romani ed Etruschi dove ti giri c'è qualcosa di affascinante :D
 
Complimenti per la scoperta, ho provato a cercare su wikiloc, ho trovato una traccia che indica due "tagliate" (o forse due tratti della stessa?) poco più a nord del borgo.

https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/ceri-la-tagliata-e-la-cascata-61455700

altre escursioni fanno riferimento ad una chiesetta di San Felice ma sembra proprio un' altra cosa.

Qui è indicato (con foto) un fontanile piuttosto nascosto (sarà quello?)

https://it.wikiloc.com/percorsi-esc...-cave-e-cascata-del-fosso-della-mola-62033709

La direzione di entrambe queste tracce segue il corso del fosso indicato in mappa come Sanguinara.
Grazie ! Confermo che le tagliate sono due ben distinte, quindi di vie cave ce ne sarebbe addirittura una terza! Il fontanile dovrebbe essere quello che ho visto, Purtroppo ho mancato la cascata. In un punto della traccia indica un passaggio con corda: è quello che è stato sostituito con i fori nella parete.Effettivamente avevo visto a terra uno spezzone di vecchia corda. La chiesetta in rovina penso sia proprio quella di S,Felice perchè è indicata molto vicina alle due tagliate. Grazie per le informazioni ci tornerò al più presto !!
--- Aggiornamento ---

https://www.openstreetmap.org/#map=16/41.9954/12.1516

La mappa di OSM indica le due tagliate e la cascata. Però non c'è traccia della terza tagliata indicata nei due link.
 
Ultima modifica:
Oghi cercavo una uscita di gruppo e, aggregandomi ad un gruppo Federtrek per una uscita in "zona Cerbeteri", mi sono casualmente ritrovato sul tuo stesso percorso. Non ripeti quanto hai già detto e mostrato tu. Segnalo silo che, superata la zona dove sei stato tu, si può risalire lungo la collina su un pianoro più alto e si procede per una lunga passeggiata in campagna (foto 1,2,3), che giunge fino alla antica Tomba Torlonia foto 4,5).
Nella stessa zona tua, davanti alla immagine della madonna che hai riportato, se invece di entrare nella tagliata si peocede a destra (cosa che noi abbiamo fatto al ritorno) passi per una diversa tagliata ed una diversa cascata. Suggestivo.
 

Allegati

  • 20211219_154952.jpg
    20211219_154952.jpg
    594,5 KB · Visite: 14
  • 20211219_153652.jpg
    20211219_153652.jpg
    483,9 KB · Visite: 12
  • 20211219_150725.jpg
    20211219_150725.jpg
    678,9 KB · Visite: 14
  • 20211219_130939.jpg
    20211219_130939.jpg
    452,5 KB · Visite: 14
  • 20211219_130939.jpg
    20211219_130939.jpg
    452,5 KB · Visite: 13
  • 20211219_130921.jpg
    20211219_130921.jpg
    632,1 KB · Visite: 12
  • 20211219_105639.jpg
    20211219_105639.jpg
    749 KB · Visite: 15
  • 20211219_105603.jpg
    20211219_105603.jpg
    753,2 KB · Visite: 13
  • 20211219_104126.jpg
    20211219_104126.jpg
    635,8 KB · Visite: 14
Bel giro!! Grazie delle indicazioni Come orientamento non avrei mai detto che si potesse arrivare alla zona della Macchia della Signora dove sta la Torlonia . Peccato che a quanto ricordo la tomba Torlonia è quasi sempre allagata. Ci entrammo da ragazzi con le infradito !! E' un tomba insolita perchè conserva lo stile etrusco ma con il gigantismo egizio,cosi infatti ci spiegarono. L'ambiente è enorme con una navata centrale e dei grandi e alti vani laterali e anche il dromos di accesso ricorda più i corridoi delle piramidi. Si diceva che fu fatta da un ricco mercante etrusco appassionato dell'Egitto.Possibile?
https://www.openstreetmap.org/search?query=tomba torlonia#map=16/41.9902/12.1147
Se dalla Torlonia che sul link (che puoi ingrandire) è quella indicata con la "brocchetta" in alto, scendi sulla sterrata verso la brocchetta in basso, trovi la tomba Campana che purtroppo è chiusa. Questa è una classica tomba a tholos più caratteristicamente etrusca.
 
Spettacolo! La Tolfa non smette mai di stupire. Un territorio che sembra sempre uguale a se stesso e invece nasconde per ogni dove tesori come questo.
 
Ieri sono tornato a Ceri con un programma ambiziosissimo, subito calmierato da una pioggerellina fastidiosa e una grande quantità di fango. Almeno mi sono chiarito l'enigma delle tre tagliate,che sono appunto tre vicinissime tra loro e non due. Seguendo il percorso del post si arriva alla chiesetta crollata, San Felice appunto come poi mi sono documentato... altro che scoperta !! Da notare che sotto alla cappella c'è una grotta o forse una cripta, ma dentro ci sono solo delle tegole rotte,questo comunque può aver determinato il crollo. Davanti al piccolo abside ci sono tre massi che introducono alla prima tagliata,meno evidente della seconda più a destra che salta subito al'occhio.Questa prima passa molto alta sulla seconda e in un punto si apre con un piccola finestra da cui si vede molto in basso la seconda, Quindi in effetti sono un pò comunicanti come diceva @appenninocentrale . Allora sono salito dalla prima, all'uscita ho preso a destra e sono ridisceso per la seconda, quella con il sassone incastrato, poi alla fine di questa dopo poche decine di metri a sinistra sono risalito per la terza fino al campo. In somma ho fatto su e giù per le tagliate!! E' stato emozionante percorrere queste strade in disinvoltura come se fosse il corridoio di casa! Tornato nella gola ho poi raggiunto la cascata di @C2C7 . Tre percorsi imponenti come questi che scendevano al torrente indicano una attività intensissima, probabilmente di macinatura del grano. Poi tornato alla chiesetta mi sono seduto vicino al'abside al riparo della pioggia per uno spuntino ed un caffè. Così nel bosco brumoso e nebbioso è stato proprio un momento ... intenso.
 

Allegati

  • IMG_1803.JPG
    IMG_1803.JPG
    130,8 KB · Visite: 13
  • IMG_1801.JPG
    IMG_1801.JPG
    139,6 KB · Visite: 13
  • IMG_1812.JPG
    IMG_1812.JPG
    104 KB · Visite: 13
  • IMG_1811.JPG
    IMG_1811.JPG
    115 KB · Visite: 13
  • IMG_1810.JPG
    IMG_1810.JPG
    114,8 KB · Visite: 13
Comunque, tanto per dire, allego la mappa oms che mostra alcune delle cose che ci sono. Io personalmente ho trobato una seconda cascata e Lanfranco parla di una terza tagliata.
 

Allegati

  • Screenshot_20220105-143233_Mapycz.jpg
    Screenshot_20220105-143233_Mapycz.jpg
    96,2 KB · Visite: 10
L'ingresso delle prime due tagliate é vicinissimo. Si vede subito il secondo perchè è un taglio evidentissimo nella parete.Ma poco a sinistra c'è il primo ingresso. Proseguendo poi oltre il secondo dopo poche decine di metri c'è il terzo.E questa è una tagliata interessantissima con vari cunicoli laterali. forse opere di canalizzazione. Ma nel link di @appenninocentrale si parla di una quarta via cava che si troverebbe sul lato sinistro orografico e sale verso le mura del paese. Ma nel mio progetto di Lunedì volevo risalire il fosso e vedere se riuscivo a dare almeno un occhiata al famoso Ponte Coperto,perchè mi pare che l'acqua del fosso esce proprio di lì. Comunque al Ponte Coperto ci si dovrebbe avvicinare più facilmente seguendo la via Doganale dietro Ceri,
https://www.openstreetmap.org/directions#map=17/42.02279/12.16483
 
Questa è una di quelle cose che i mappatori seriali di OMS vorrebbero integrare nelle mappe che ho postato sopra...ma forse si perderebbe il gusto di queste piccole esplorazioni, comunque possibili in autonomia una volta che si è sul terreno.. :)
 
Alto Basso