Che tipo di avventuroso sei?

Quale tipo di avventuroso sei?

  • Sedere piombato. Sono avventuroso solo al pc. :)

    Voti: 20 2,6%
  • Campeggiatore. Poco cammino e poi via di tenda e bbq

    Voti: 106 13,8%
  • Escursionista. Cerco sempre la vetta/meta

    Voti: 456 59,5%
  • Alpinista. Non sto mai sotto i 3000m

    Voti: 37 4,8%
  • Camminatore. Non impora dove vado basta che cammino

    Voti: 368 48,0%
  • Motorizzato. Non importa dove vado, basta che ci posso arrivare col mio mezzo

    Voti: 50 6,5%

  • Votatori totali
    766
quando si dice la saggezza dell'età o.. l'età della saggezza...:wall:[/quote]

che stai a piglià pe'l cu.o ??

:biggrin:

no dai, volevo semplicemente dire che ritornerei volentieri,
- fare una qualche ferrata
- arrivare a saper accendere un fuoco provare per la prima volta a prepararsi una cenetta all'aperto
- rispolverare la vecchia tenda, oppure prendere quella singola che ho visto al decathlon per pochi eurini, e provare a vedere se ancora mi sento di entrarci [/quote]

Si si, ti prendevo in giro:p, si ssssì, prendevo in giro me...:cool:!!!!
Veramente, piacerebbe anche a me, ma la "saggezza" è arrivata perchè ho perso quel piacere delle cose che non consideravano i "pericoli" che vedo ora. ES : e se mi slogo una caviglia:-x e nessuno sa dove sono ? Facevo così, e non c'era il cellulare, non ci pensavo, ma sai che gusto quelle camminate ? Mai più, ero veramente libera, ma in testa !
 
Condivido quanto ha appena scritto Lazorze.
Io ero escursionista-camminatore e mi stanno facendo diventare -sedere piombato. :-x
 
Condivido quanto ha appena scritto Lazorze.
Io ero escursionista-camminatore e mi stanno facendo diventare -sedere piombato. :-x
qualcunaltro ha detto: ero libera di testa e ora non più anche perchè ora vedo pericoli che prima non ritenevo tali...e altro: saggezza dell'età....

condivido a pieno e partecipo al Vs. "sconforto":-x, e se posso permettermelo scrivo un pò della mia storia per avallare quanto letto....

Ho seguito un pò gli scout da 12 a 14 anni, poi motorino da fuoristrada e vai per boschi...a 15 crasch da solo(soccorso dopo ore e per fortuna) bacino incrinato ahiaiaiai una volta rimesso ho imparato a sciare e vaiii...a 21 ho fatto il militare nei para'(18 lanci e due campi, uno sballo) a 23 sono diventato babbo (mmm un pò troppo presto!!!) a 25 sono andato in africa in moto con altri 7 mattarelli seguiti da un furgone che si usava come appoggio per tende e provviste (10 giorni indimenticabili fra tunisia e algeria 1980) l'anno dopo mi sono lussato l'anca per una caduta dagli sci (e non è bello). per farla breve da allora ho ricominciato ad andare in moto ma solo su strada a volte con la tenda(sempre più di rado data la famiglia)negli anni 80 mi sono sdato: ho conosciuto gente giusta e ho fatto esperienze(a volte molto brevi, purtroppo)di tutti i tipi: ho imparato ad andare sul windsurf non benissimo ma mela cavavo sia a cecinamare che sul garda, poi ho provato di tutto o quasi: torrentismo, arrampicata, sci nautico,moto da acqua, parakai, motoslitta, garette di sopravvivenza mod. renato pozzetto e montesano;), ho iniziao un corso di deltaplano che ho sospeso dopo i primi voletti per distruzione dell'ala in seguito ad un crash, nell'86 ho seguito uno dei primi corsi di parapendio a castelluccio di norcia, mai perfezionato, dopo mi sono dato alla subacquea e ho conseguito tutti i brevetti PADI eccetto DIVEMASTER comprese tutte le specializzazioni(salvamento, notturne, recuperi, grotte, profonda -65 e sotto ghiaccio nel lago CEI sopra trento, ultima nel mar rosso pochi anni fa) in un flash ho anche acquistato con un amico un deltaplano a motore usato e abbiamo volato, sempre con un esperto, sia al mare che a pistoia.
Poi nel 92 ho avuto un pò di problemi con il lavoro e quindi ho sospeso tutto o quasi, solo escursioni a piedi, qualche rifugio e stop perchè dovevo lavorare sabato e domenica. nel 2004 avevo praticamente risolto i miei problemi(smesso di lavorare anche sab e dom) e avrei potuto fare
qualcosa di carino nel mondo dell'avventura che mi piace tanto...mai abbassare la guardia...nell'estate del 2005 mio figlio ha fatto un grave incidente in moto ed è vivo per miracolo, rimasto plessoleso(perso uso totale braccio destro)ma VIVO, solo che abbiamo passato tre anni per gli ospedali, e poi terapie riabilitative di tutti i tipi fra cui l'ippoterapia e da qui
riparte la mia vecchia passione per i cavalli, lui si rimette abbastanza bene e cominciamo a fare piccole escursioni a cavallo(noleggiandoli presso una struttura adeguata e seguiti da una guida), grande conquista per lui e grande soddisfazione per me!!! attenzione!!! ad aprile 2008 trovo una occasionissima e compro un cavallino(avelignese-arabo), GALU', lo porto
a casa di un amico che ha una cavalla puledra in calore che per attirare
le attenzioni del mio castrone si mette a fare di tutto di più e morale della favola per una serie di circostanze sfigate mi becco un calcio nella testa.
Secondo miracolato in famiglia... frattura del cranio emorragia cerebrale...
sei mesi fermo, mal di testa fisso perdita parziale dell'udito, ma VIVO...
manco a dirlo ho perso anche il lavoro(facevo il padroncino) e a 54 anni e di questi tempi non è facile riciclarsi... rimessomi in forze e ritrovato un lavoro part-time e qualcosa al nero per sopravvivere, mio figlio di cavalli non ne vuole più sapere; ma galu' è rimasto e ha fatto amicizia con la cavalla che nel frattempo si è calmata e anche la voglia di fare escursioni
in me non è scemata, quindi ci siamo associati ai CAVALIERI del MONTALBANO(gruppo di amatori no profit) e ci stiamo cimentando in un progetto di ippovia (IPPOVIA SAN JACOPO) sull'appenino toscoemiliano. siamo aumentati di numero e ora abbiamo una stalla con 4 cavalli e 5 box.
la scorsa estate abbiamo fatto una settimana in sella dormendo in tenda da casa a Maresca,Doganaccia,Abetone,Monte Cimone,Ospitale,Lago Scaffaiolo, Maresca, casa... poi altre escursioni fra cui a ottobre 2009 tre
giorni sull'Argentario(cavalli portati in zona con i trailer)unendo monte alle spiagge di Orbetello... poi in questo lungo inverno, a parte qualche uscita anche sulla neve, e la benedizione dei cavalli il 17 gennaio, mi ero un pò assopito e quasi pensavo di mollare tutto, anche per problemi economici, poi ho conosciuto Voi e il Vs sito(per caso su you tube ho inciampato un trailer di STEFANOBI) e mi si è riaccesa la voglia di avventure e di escursioni ma , come dire, con "una testa meno libera" per
usare le parole dell'amica Lazorze... Ora, che dire, non vedo l'ora di essere a maggio al raduno per conoscere qualcuno di Voi dal vivo e scambiare due chiacchiere(che non mi scomoda)con una birra o un buon vino.... Vi ringrazio di esistere e di avermi dato la possibilita' di raccontarmi, cosa che non facevo da tempo, e di ripercorrere episodi della mia esistenza sia piacevoli che tristissimi; questa è la vita, tanto per usare una frase detta
da Lazorze, se non erro, e quindi dobbiamo viverla nel bene e nel male....

...saluto tutti, ma proprio tutti con sincero affetto, mi scuso per la lungaggine e rinnovo la mia stima per il "capostipite ADB". ciao a presto
 
....Che tipo di avventuroso sono??? valutatelo Voi, per come mi sento io in questo momento storico(afflitto da lombosciatalgia) mi si addice benissimo "PANTOFOLAIO"
inoltre questo stato di parziale immobilita' mi ha permesso, sempre grazie a Voi e ai Vs rimandi a siti vari o a you tube, di prendere confidenza col pc e conoscere nuove cose tipo tarp e amache o fornelli a alcool e gavette strane(subito comprate) e il metodo per me sconosciuto di fare acquisti via internet e su e.bay... pure questo è un modo per evolversi anche se ho molti problemi con questo "coso"(computer) e soprattutto con la lingua inglese... pazienza...
 
Condivido quanto ha appena scritto Lazorze.
Io ero escursionista-camminatore e mi stanno facendo diventare -sedere piombato. :-x
qualcunaltro ha detto: ero libera di testa e ora non più anche perchè ora vedo pericoli che prima non ritenevo tali...e altro: saggezza dell'età....

condivido a pieno e partecipo al Vs. "sconforto":-x, e se posso permettermelo scrivo un pò della mia storia per avallare quanto letto....

Ho seguito un pò gli scout da 12 a 14 anni, poi motorino da fuoristrada e vai per boschi...a 15 crasch da solo(soccorso dopo ore e per fortuna) bacino incrinato ahiaiaiai una volta rimesso ho imparato a sciare e vaiii...a 21 ho fatto il militare nei para'(18 lanci e due campi, uno sballo) a 23 sono diventato babbo (mmm un pò troppo presto!!!) a 25 sono andato in africa in moto con altri 7 mattarelli seguiti da un furgone che si usava come appoggio per tende e provviste (10 giorni indimenticabili fra tunisia e algeria 1980) l'anno dopo mi sono lussato l'anca per una caduta dagli sci (e non è bello). per farla breve da allora ho ricominciato ad andare in moto ma solo su strada a volte con la tenda(sempre più di rado data la famiglia)negli anni 80 mi sono sdato: ho conosciuto gente giusta e ho fatto esperienze(a volte molto brevi, purtroppo)di tutti i tipi: ho imparato ad andare sul windsurf non benissimo ma mela cavavo sia a cecinamare che sul garda, poi ho provato di tutto o quasi: torrentismo, arrampicata, sci nautico,moto da acqua, parakai, motoslitta, garette di sopravvivenza mod. renato pozzetto e montesano;), ho iniziao un corso di deltaplano che ho sospeso dopo i primi voletti per distruzione dell'ala in seguito ad un crash, nell'86 ho seguito uno dei primi corsi di parapendio a castelluccio di norcia, mai perfezionato, dopo mi sono dato alla subacquea e ho conseguito tutti i brevetti PADI eccetto DIVEMASTER comprese tutte le specializzazioni(salvamento, notturne, recuperi, grotte, profonda -65 e sotto ghiaccio nel lago CEI sopra trento, ultima nel mar rosso pochi anni fa) in un flash ho anche acquistato con un amico un deltaplano a motore usato e abbiamo volato, sempre con un esperto, sia al mare che a pistoia.
Poi nel 92 ho avuto un pò di problemi con il lavoro e quindi ho sospeso tutto o quasi, solo escursioni a piedi, qualche rifugio e stop perchè dovevo lavorare sabato e domenica. nel 2004 avevo praticamente risolto i miei problemi(smesso di lavorare anche sab e dom) e avrei potuto fare
qualcosa di carino nel mondo dell'avventura che mi piace tanto...mai abbassare la guardia...nell'estate del 2005 mio figlio ha fatto un grave incidente in moto ed è vivo per miracolo, rimasto plessoleso(perso uso totale braccio destro)ma VIVO, solo che abbiamo passato tre anni per gli ospedali, e poi terapie riabilitative di tutti i tipi fra cui l'ippoterapia e da qui
riparte la mia vecchia passione per i cavalli, lui si rimette abbastanza bene e cominciamo a fare piccole escursioni a cavallo(noleggiandoli presso una struttura adeguata e seguiti da una guida), grande conquista per lui e grande soddisfazione per me!!! attenzione!!! ad aprile 2008 trovo una occasionissima e compro un cavallino(avelignese-arabo), GALU', lo porto
a casa di un amico che ha una cavalla puledra in calore che per attirare
le attenzioni del mio castrone si mette a fare di tutto di più e morale della favola per una serie di circostanze sfigate mi becco un calcio nella testa.
Secondo miracolato in famiglia... frattura del cranio emorragia cerebrale...
sei mesi fermo, mal di testa fisso perdita parziale dell'udito, ma VIVO...
manco a dirlo ho perso anche il lavoro(facevo il padroncino) e a 54 anni e di questi tempi non è facile riciclarsi... rimessomi in forze e ritrovato un lavoro part-time e qualcosa al nero per sopravvivere, mio figlio di cavalli non ne vuole più sapere; ma galu' è rimasto e ha fatto amicizia con la cavalla che nel frattempo si è calmata e anche la voglia di fare escursioni
in me non è scemata, quindi ci siamo associati ai CAVALIERI del MONTALBANO(gruppo di amatori no profit) e ci stiamo cimentando in un progetto di ippovia (IPPOVIA SAN JACOPO) sull'appenino toscoemiliano. siamo aumentati di numero e ora abbiamo una stalla con 4 cavalli e 5 box.
la scorsa estate abbiamo fatto una settimana in sella dormendo in tenda da casa a Maresca,Doganaccia,Abetone,Monte Cimone,Ospitale,Lago Scaffaiolo, Maresca, casa... poi altre escursioni fra cui a ottobre 2009 tre
giorni sull'Argentario(cavalli portati in zona con i trailer)unendo monte alle spiagge di Orbetello... poi in questo lungo inverno, a parte qualche uscita anche sulla neve, e la benedizione dei cavalli il 17 gennaio, mi ero un pò assopito e quasi pensavo di mollare tutto, anche per problemi economici, poi ho conosciuto Voi e il Vs sito(per caso su you tube ho inciampato un trailer di STEFANOBI) e mi si è riaccesa la voglia di avventure e di escursioni ma , come dire, con "una testa meno libera" per
usare le parole dell'amica Lazorze... Ora, che dire, non vedo l'ora di essere a maggio al raduno per conoscere qualcuno di Voi dal vivo e scambiare due chiacchiere(che non mi scomoda)con una birra o un buon vino.... Vi ringrazio di esistere e di avermi dato la possibilita' di raccontarmi, cosa che non facevo da tempo, e di ripercorrere episodi della mia esistenza sia piacevoli che tristissimi; questa è la vita, tanto per usare una frase detta
da Lazorze, se non erro, e quindi dobbiamo viverla nel bene e nel male....

...saluto tutti, ma proprio tutti con sincero affetto, mi scuso per la lungaggine e rinnovo la mia stima per il "capostipite ADB". ciao a presto
Grazie per questa panoramica di una vita veramente "avventurosa" e complimenti!:si:
 
mi scuso per la lungaggine e rinnovo la mia stima per il "capostipite ADB". ciao a presto[/quote]

Oloapota, allora adesso io ho un problema : come si fa ad abbracciare un sito ?

Si, va bene, non è il sito o il computer, è chi riesce a tenere il bandolo di un sito di grande interesse senza che per questo diventi patinato o nozionistico.. Ecco, vorrei abbracciare questo/i "chi", perchè finchè una storia come quella raccontata, accade e trova qui un guizzo, il motivo, il modo per un colpo di coda..be' lo dico a modo mio per minimizzare l'emozione che provo davanti al dolore degli altri e allora dico : MA CHE FIGATA 'STO SITO ! :D
 
Ciao e grazie a Paolo, Giovanna e Elisabetta; non volevo rattristare nessuno, avevo solo desiderio di parlare con qlcuno che ha qlcosa in comune con me ma che per i tempi della vita non ci siamo ancora frequentati, anche se il raduno è alle porte...Vi abbraccio
 

Mais

Guest
ammappate o, non ti sei risparmiato nulla a quanto vedo !
se solo solo stavi un pelino più lontano dai pericoli ...
 
ammappate o, non ti sei risparmiato nulla a quanto vedo !
se solo solo stavi un pelino più lontano dai pericoli ...
:) ottima riflessione, ma potevi dirmelo qualche anno fa :) , scherzo è verissimo ciò che dici, ma se devo essere sincero anche se ho versato tante lacrime , ma tante, una vita diversa non me la so immaginare per come sono anche se ho tanti rimpianti di occasioni perse o scelte errate.
Va bè, ne farò tesoro per la prossima(vita), Tiringrazio di cuore. ciao
 
Condivido quanto ha appena scritto Lazorze.
Io ero escursionista-camminatore e mi stanno facendo diventare -sedere piombato. :-x
qualcunaltro ha detto: ero libera di testa e ora non più anche perchè ora vedo pericoli che prima non ritenevo tali...e altro: saggezza dell'età....

condivido a pieno e partecipo al Vs. "sconforto":-x, e se posso permettermelo scrivo un pò della mia storia per avallare quanto letto....

Ho seguito un pò gli scout da 12 a 14 anni, poi motorino da fuoristrada e vai per boschi...a 15 crasch da solo(soccorso dopo ore e per fortuna) bacino incrinato ahiaiaiai una volta rimesso ho imparato a sciare e vaiii...a 21 ho fatto il militare nei para'(18 lanci e due campi, uno sballo) a 23 sono diventato babbo (mmm un pò troppo presto!!!) a 25 sono andato in africa in moto con altri 7 mattarelli seguiti da un furgone che si usava come appoggio per tende e provviste (10 giorni indimenticabili fra tunisia e algeria 1980) l'anno dopo mi sono lussato l'anca per una caduta dagli sci (e non è bello). per farla breve da allora ho ricominciato ad andare in moto ma solo su strada a volte con la tenda(sempre più di rado data la famiglia)negli anni 80 mi sono sdato: ho conosciuto gente giusta e ho fatto esperienze(a volte molto brevi, purtroppo)di tutti i tipi: ho imparato ad andare sul windsurf non benissimo ma mela cavavo sia a cecinamare che sul garda, poi ho provato di tutto o quasi: torrentismo, arrampicata, sci nautico,moto da acqua, parakai, motoslitta, garette di sopravvivenza mod. renato pozzetto e montesano;), ho iniziao un corso di deltaplano che ho sospeso dopo i primi voletti per distruzione dell'ala in seguito ad un crash, nell'86 ho seguito uno dei primi corsi di parapendio a castelluccio di norcia, mai perfezionato, dopo mi sono dato alla subacquea e ho conseguito tutti i brevetti PADI eccetto DIVEMASTER comprese tutte le specializzazioni(salvamento, notturne, recuperi, grotte, profonda -65 e sotto ghiaccio nel lago CEI sopra trento, ultima nel mar rosso pochi anni fa) in un flash ho anche acquistato con un amico un deltaplano a motore usato e abbiamo volato, sempre con un esperto, sia al mare che a pistoia.
Poi nel 92 ho avuto un pò di problemi con il lavoro e quindi ho sospeso tutto o quasi, solo escursioni a piedi, qualche rifugio e stop perchè dovevo lavorare sabato e domenica. nel 2004 avevo praticamente risolto i miei problemi(smesso di lavorare anche sab e dom) e avrei potuto fare
qualcosa di carino nel mondo dell'avventura che mi piace tanto...mai abbassare la guardia...nell'estate del 2005 mio figlio ha fatto un grave incidente in moto ed è vivo per miracolo, rimasto plessoleso(perso uso totale braccio destro)ma VIVO, solo che abbiamo passato tre anni per gli ospedali, e poi terapie riabilitative di tutti i tipi fra cui l'ippoterapia e da qui
riparte la mia vecchia passione per i cavalli, lui si rimette abbastanza bene e cominciamo a fare piccole escursioni a cavallo(noleggiandoli presso una struttura adeguata e seguiti da una guida), grande conquista per lui e grande soddisfazione per me!!! attenzione!!! ad aprile 2008 trovo una occasionissima e compro un cavallino(avelignese-arabo), GALU', lo porto
a casa di un amico che ha una cavalla puledra in calore che per attirare
le attenzioni del mio castrone si mette a fare di tutto di più e morale della favola per una serie di circostanze sfigate mi becco un calcio nella testa.
Secondo miracolato in famiglia... frattura del cranio emorragia cerebrale...
sei mesi fermo, mal di testa fisso perdita parziale dell'udito, ma VIVO...
manco a dirlo ho perso anche il lavoro(facevo il padroncino) e a 54 anni e di questi tempi non è facile riciclarsi... rimessomi in forze e ritrovato un lavoro part-time e qualcosa al nero per sopravvivere, mio figlio di cavalli non ne vuole più sapere; ma galu' è rimasto e ha fatto amicizia con la cavalla che nel frattempo si è calmata e anche la voglia di fare escursioni
in me non è scemata, quindi ci siamo associati ai CAVALIERI del MONTALBANO(gruppo di amatori no profit) e ci stiamo cimentando in un progetto di ippovia (IPPOVIA SAN JACOPO) sull'appenino toscoemiliano. siamo aumentati di numero e ora abbiamo una stalla con 4 cavalli e 5 box.
la scorsa estate abbiamo fatto una settimana in sella dormendo in tenda da casa a Maresca,Doganaccia,Abetone,Monte Cimone,Ospitale,Lago Scaffaiolo, Maresca, casa... poi altre escursioni fra cui a ottobre 2009 tre
giorni sull'Argentario(cavalli portati in zona con i trailer)unendo monte alle spiagge di Orbetello... poi in questo lungo inverno, a parte qualche uscita anche sulla neve, e la benedizione dei cavalli il 17 gennaio, mi ero un pò assopito e quasi pensavo di mollare tutto, anche per problemi economici, poi ho conosciuto Voi e il Vs sito(per caso su you tube ho inciampato un trailer di STEFANOBI) e mi si è riaccesa la voglia di avventure e di escursioni ma , come dire, con "una testa meno libera" per
usare le parole dell'amica Lazorze... Ora, che dire, non vedo l'ora di essere a maggio al raduno per conoscere qualcuno di Voi dal vivo e scambiare due chiacchiere(che non mi scomoda)con una birra o un buon vino.... Vi ringrazio di esistere e di avermi dato la possibilita' di raccontarmi, cosa che non facevo da tempo, e di ripercorrere episodi della mia esistenza sia piacevoli che tristissimi; questa è la vita, tanto per usare una frase detta
da Lazorze, se non erro, e quindi dobbiamo viverla nel bene e nel male....

...saluto tutti, ma proprio tutti con sincero affetto, mi scuso per la lungaggine e rinnovo la mia stima per il "capostipite ADB". ciao a presto
Grazie per questa panoramica di una vita veramente "avventurosa" e complimenti!:si:

Il coraggio e il carattere fanno un vero uomo, non è un complimento ma è quello che penso di te. Il coraggio di andare avanti e buttarsi in nuove esperienze arrichiscono la nostra vita e la nostra mente, tu questo coraggio l'hai avuto, ed è una cosa che tutti noi dobbiamo ammirare.

Un in bocca al lupo per tutte le mille altre avventure che vi capiteranno.
 
ma si perchè no, mi ero proposto a non scrivere quì perchè in fondo, credo che siamo tutti sedentari e tutti avventurosi, basta un nulla per cambiare le abitudini, una catastrofe, una donna, una lotteria, un'illuminazione...in fondo siamo tutti eguali e la preparazione fisica serve solamente per arrivare più lontano e prima, per il resto...ciò che conta è ciò che si ha in testa...e lì, in testa di cose ce ne sono tante e sempre ci sarà spazio per cose nuove.
Quindi eccomi qui a dire che amo camminare tanto ma non amo avere mete da raggiungere. Anche solamente il piacere di staccare la spina e trovarmi in mezzo ad un bosco, su un prato, in riva al mare su un'isola, in mezzo al deserto, in una città lontana, in mezzo a culture diverse.
Per dire che amo qualsiasi posto che non sia banale o quotidiano, mi piace pensare agli avventurosi dell'ottocento, quando tutto era ancora da vedere, catalogare, scoprire.
Ora quando sono in montagna, difficilmente e a malavoglia seguo sentieri segnati, il più delle volte mi inerpico in antiche mulattiere e tratturi, carrarecce e anfratti e allora scopro quel qualche cosa di diverso, ciò che mi fa pensare di aver scoperto qualche cosa di antico, di perduto.
Mi piace camminare ma anche viaggiare in moto o in camper o in aereo perchè poi il tempo è sempre di meno e le cose da scoprire sono sempre più lontane.

Le sfighe della vita le ho avute anche io come credo tutti, rimpianti, come quelli di tutti, aspettative di vita...bè in fondo rifarei quasi tutto come ho fatto e quindi evidentemente non mi aspetto più di un tanto.
Il mio sogno...quello vero che sogno anche ad occhi aperti...ben sapendo che mai verrà esaudito o riuscirò a coronare, è salire su una astronave ed esplorare un nuovo pianeta o anche rimanere fluttuante nello spazio infinito a rimirar comete e costellazioni.
 
Per ora (e non è da molto) le mie gitarelle pedestri sono guidate ancora da un moto ossessivo- compulsivo, essendo la meta fondamentale. Le uniche esplorazioni libere che mi permetto sono in mtb, ma non troppo lontano.
 
Grande esploratore di questa incredibile avventura che si chiama Vita......
gran camminatore senza meta, ma ogni tanto mi fermo per immortalare qualche millesimo di secondo che mi appare davanti agli occhi su un pezzo di pellicola, con la speranza di fermare l'emozione e poterla poi custodire e riprovarla quando ne ho bisogno.

Ciao
Luca
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso