Escursione Cima Catinaccio d'Antermoia - primo 3000 in solitaria

Parchi del Trentino-Alto Adige
Dolomiti di Fassa
Dati

Data: 19 luglio 2013
Località di partenza: Pozza di fassa
Località di arrivo: Passo Principe
Dislivello in salita: 1100
Quota massima: 3004 m


Descrizione

Per la mia prima ferrata in solitaria ho deciso di cimentarmi sul Catinaccio d'Antermoia, non volevo andare a ritrovarmi in difficoltà e non poter poi chiamare nessuno (il cellularee non prendeva).
Insomma sveglia presto e partenza da Campitello diretti e Pera d dove parte il pullmino per il gardeccia. Arriviamo che siamo praticamente soli, in breve ci troviamo io il mio ragazzo ed il mio cane al rifuggio Vajolet, breve sosta per bere e si riparte. Il tempo non è dei migliori, il cielo è coperto ma le nuvole sono alte, decido di arrivare a passo princvipe e valutare in loco. Il sentiero è semideserto, in salita incrociamo solo altre due-tre persone. Si cammina tranquilli e l'aria è freddina. Finalmente si arriva a passo principe dove il mio boy rimarrà ad aspettarmi con il cane. Vedo altri ragazzi che si preparano alla dalita della ferrata e penso "Bene...non sarò solissima!!". Mi preparo, respiro..e parto il mio primo 3000 in solitaria via ferrata!!Olè! mi accodo ai tre ragazzi e ne upero subito due, continuo a distanza dal primo. Si sale bene ma l'aria è fredda, la roccia è umida e ci sono un paio di passaggi su neve, dove chiedo al ragazzo avanti a me di aspettarmi per sicurezza. Continuiamo praticamente insieme fino in vetta. La famosa cresta aerea di cui avevo sentito e letto per me si rivela tranquilla (sarò forse abituata alle creste?) procediamo con tranquillità e finalmente conquisto il mio 3000! L'aria è fredda, si fanno due foto, si scrive il libro di vetta e ci si riappresta per la discesa. il programma iniziale era di fre il giro, ma poi valutato il tempo, e considerato l'attraversamento su neve che avrei dovuto fare stavolta in solitaria reale, ripiego sulla via di andata. Si riscende con facilità e velocità fino a Passo Principe, dove il mio ragazzo e gli altri due ragazzi (rigirati al primo nevaio) ci aspettano. Ci si prende da bere e si fa conoscenza, noi in vacanza per due settimne, loro per fare il giro del catinaccio su ferrata e sentieri (BELLOO!!!). Il rifugio si svuota (sono le tre) e con calma e qualche goccia d'acqua ci si separa, noi per il gardeccia, loro dormono li. Contenta e soddisfatta torno a campitello!

La val di fassa con le sue montagne non mi delude mai!
 

Allegati

Grandissima.. poi sono del parere che quando bisogna raggiungere un obbiettivo vada fatto con stile :biggrin: quella zona è spettacolare e sicuramente è stato lo scenario più adatto. Peccato che in ferrata non sia facile mettersi a fare foto =/
 
Grazie a tutti per i complimenti! Belle le Dolomiti, poi la zona del Catinaccio è davvero come piace a me, valloni ghiaiosi, roccia viva, quest'anno con la neve è stato uno spettacolo! si la mia prima ferrata da sola con vetta inclusa..mi ha davvero soddisfatto! e tra una settimana...ghiacciaio del Monte Rosa!!!! Castoreee Lyskamm ARRIVOOOOO!:lol:
 
:) Complimenti, ottima scelta per una prima.
Anche per me il Catinaccio è stata la mia prima solitaria su una ferrata, con un tempo nebbioso e panorama ridotto, ma comunque la soddisfazione fu ugualmente grande.

Ciao
 
... non ho mai fatto quella ferrata ma la zona la conosco benissimo!

Bravissima ...

Ciao ciao, Marco
ciao Marco, la ferrata è molto semplice, le uniche difficoltà che ho trovato sono stati alcuni passaggi un po' esposti, ma non troppo su neve residua. Soprattutto uno era antipatico perchè si camminava su una crestina nevosa lontana dalla parete rocciosa, ma poi per il resto nulla di difficile. La cresta finale di cui si legge nelle relazioni è in effetti sprotetta e non i capisce perchè, ma se si è abituati (via delle creste del corno grande per dirti) si fa senza troppe remore, prestando solo un po più di attenzione. La cosa più bella è farsi il giro salendo da passo principe e scendendo verso la valle di antermoia (bello il lago da sopra!) ma io ho lasciato stare perchè avrei dovuto risalire 300 m su nevaio e riscendere in un punto davvero bruttino per tornare al rifugio Principe. la prossima volta che salgo in val di Fassa saranno obbligatorie la Tridentina, la ferrata delle Mesules e la ferrata dei Finanzieri sul Colac.:biggrin:
 
Per la tridentina accampati a passo gardena e per le 4.30-5.00 metti la sveglia che poi trovi tanta di quella gente che devi fare la coda già dall'attacco :azz:
 
Bravissima e bellissima escursione. Il catinaccio d'Antermoia questo meraviglioso 3000 l'ho fatto quasi 30 anni fa con quello che allora era il mio ragazzo e poi sarebbe diventato mio marito :biggrin: Noi abbiamo fatto l'escursione nel mese di settembre quando ancora si arrivava al Gardeccia con la macchina a patto che si arrivasse su per le 8 del mattino. Al rifugio Principe abbiamo aspettato per oltre 1 ora che l'aria diventasse un po' più calda prima di salire in ferrata. La ferrata l'abbiamo attaccata proprio in faccia al rifugio e una volta arrivati in vetta (la famosa cresta aerea non attrezzata) dopo un po' di cioccolata per riprenderci siamo ridiscesi sul passo con l'altro pezzo di sentiero attrezzato. dal passo siamo rientrati su Gardeccia tenendoci sul lato opposto al sentiero che scende dal Principe e reinserendoci sul sentiero prima di arrivare al Vaiolet.
ho un ricordo di quell'escursione come una delle più belle fatte nella zona :D
 
Quest'anno vorrei provare questa ferrata e sarebbe la prima. Non sono esperta di cengie o creste e a vedere alcune foto con la neve sinceramente non mi sento così sicura. Un vostro parere? Magari prima consigliate di provare la ferrata del Roda di Vael? Grazie
 


Alto Basso