Recensione Cold Steel Special Forces Shovel, la pala tuttofare

Ciao Gentaglia,

Ho spuntato un'altra casella dalla wish list, questa voce era lì da anni, la pala della cold steel!
01.jpg

Ho fatto una manciata di foto, e vi riporto al volo qualche considerazione dopo averla utilizzata un po’.

Questa pala è un must have per molti, grazie alla sua robustezza, praticità e capacità di taglio si è guadagnata la fama di oggetto tuttofare in grado di andare ben oltre la semplice buca scavata.

Ma andiamo per gradi, Cold Steel Special forces Shovel, che centrano le forze speciali? Presto detto, la pala cold steel tra fortemente ispirazione dalle pale militari in dotazione all’URSS durante e dopo la seconda guerra mondiale.

Ecco un paio di foto delle originali pale russe, la somiglianza è netta.
02.jpg

03.jpg


La pala russa era, come la cold steel, affilata su ambo i lati in modo da offrire una superficie tagliente che all’occorrenza trasformava la pala in uno strumento simile ad un accetta o un machete, ma non era certo solamente per questi lavori che la pala era affilata, guardate qua:
04.jpg



Una foto di reenactor impegnati in un corpo a corpo.

05.jpg


Una miniatura per collezionisti.

06.jpg


E se per caso il malcapitato dovesse sfuggirvi, potrete sempre cercare di lanciargli la pala, quella cold steel è molto apprezzata come arma da lancio, e utilizzarla in questo modo è molto più semplice e divertente che lanciare un coltello o accetta.

07.jpg


Una pala in un contesto bushcraft o di semplice campo in natura è una cosa, a detta di molti, inutile, spesso ho sentito dire “a che ti serve fare una buca? Non puoi farla con un bastone?”, a parte i tempi biblici di scavare con un bastone rispetto ad una pala, avere con se uno strumento del genere apre moltissime possibilità e comodità, insomma chi è scettico solo avendo con se una pala scoprirà quante cose è possibile farci.

In questi anni ho avuto tre pale tattiche militari chiudibili, due si sono rotte durante normalissimi usi, un’altra era talmente piccola che davvero si poteva farne a meno in favore di un bel bastone.

Il problema delle pale pieghevoli è proprio la loro costruzione che per natura è debole, la testa della pala si ripiega sul resto del corpo avendo quindi un raccordo e punto debole laddove andremo a sforzare di più la pala durante l’uso; se non sono di qualità e ben fatte si romperanno facilmente a meno di non prestare molta molta attenzione durante l’uso, ma anche con quelle di qualità, se pieghevoli, dovremo comunque avere un occhio di riguardo rispetto ad una pala non pieghevole come questa della cold steel.

Prima ho provato a scavare una buca

08.jpg

09.jpg

10.jpg


Non ci ho messo che un paio di minuti, il terreno era abbastanza tenero, ma essendo vicino ad un fiume ho trovato molti sassi, grazie alla robustezza di questa pala ho potuto fare leva per toglierli.



Poi ho tagliato questa canna, sono bastati un paio di colpi.

11.jpg

12.jpg


Una volta tagliata ho provato a sfrondarla, compito molto facile.
13.jpg

14.jpg



Ecco un legno stagionato sul ceppo.

15.jpg


Ho provato a spaccarlo colpendolo con la pala CS come fosse un accetta.

16.jpg


Compito svolto senza grossi problemi ma ovviamente peggio che con un accetta.

In particolare bisogna prestare attenzione alla parte terminale in legno del manico che arriva a metà della pala, se colpiremo il legno col centro della pala impatteremo anche col legno del manico, credo che comunque lo smusserò e levigherò un pochino per migliorare questa cosa.



Infine ho provato l’affilatura del bordo della pala. Il filo sembrava molto ruvido, lavorato con un nastro abrasivo a grana grossa e nient’altro, eppure si riescono a fare riccioli abbastanza accettabili.

17.jpg




Al momento sono molto contento di questo acquisto e credo che la utilizzerò molto spesso e con grande soddisfazione.

Ciao
:si:
 

bell'attrezzo, sicuramente da utilizzare senza remore, unico difetto secondo me il manico scivoloso soprattutto se usato senza guanti. con un bel giro di nastro per tennisti la situazione si risolve facilmente :)
 
Eh se tu avessi un WP4.. :D
Io ho una di quelle pieghevoli confesso che anche io avevo pensato a questa Pala soprattutto quando come adesso c'è neve con il rischio di trovare ghiacciato.
 
È sicuramente un oggetto utile e polivalente grazie ai bordi affilati.. la pala però, ad essere sincero, la uso solo quando c'è neve mentre nel resto delle occasioni non ne sento una particolare esigenza.. qualche volta ho provato a fare dei fuochi particolari, tipo il Dakota, oppure ho arginato il fuoco con terra per mancanza di pietre, in quelle situazioni sicuramente una piccola vanga avrebbe fatto la differenza! Me la vedo però da portare per campi lunghi per piantare saldamente pali, buttare la cenere del fuoco, per ragioni "fisiologiche", togliere radici fastidiose, eccetera eccetera..
 
Come no, la conoscevo, sembra robusta e ben fatta, ma davvero non ho trovato ragioni per la forma di quella punta. In un video su YouTube, quando la vidi per la prima volta , ero convinto che al tizio si fosse rotta la punta, capirei se fosse almeno piatta, ma così com'è non mi piace molto. Dai su, magari funziona, ma se non esistono e mai sono esistiti attrezzi da scavo fatti in quel modo, significa che non è la soluzione più funzionale:)(però è molto figa)

unico difetto secondo me il manico scivoloso soprattutto se usato senza guanti
Infatti, credo darò una passata di carta vetrata e poi magari una mano di olio di lino o impregnante

Bravo Gabri, mantieni il segreto sul cadavere che hai seppellito, mi raccomando!
È stata una faticaccia, il bastardo era 1mt e 90, ma almeno ora mi sento in pari coi soldi che mi doveva (oh, 20 euro son 20 euro...)

Eh se tu avessi un WP4.. :D
Azzo, addirittura vuoi declassare il wp4 a misera pala?! Se ti sentissero quelli del wolfpack!

È sicuramente un oggetto utile e polivalente grazie ai bordi affilati.. la pala però, ad essere sincero, la uso solo quando c'è neve mentre nel resto delle occasioni non ne sento una particolare esigenza.. qualche volta ho provato a fare dei fuochi particolari, tipo il Dakota, oppure ho arginato il fuoco con terra per mancanza di pietre, in quelle situazioni sicuramente una piccola vanga avrebbe fatto la differenza! Me la vedo però da portare per campi lunghi per piantare saldamente pali, buttare la cenere del fuoco, per ragioni "fisiologiche", togliere radici fastidiose, eccetera eccetera..
Si infatti chiariamo, per un uscita normale di uno o due giorni, magari a primavera o estate non è che sia indispensabile, anzi. Però in un contesto con neve o di campo di più giorni trova sicuramente il suo spazio fra gli attrezzi utili da portare.
Oltre ciò che già hai menzionato aggiungerei anche la possibilità di pianeggiare il terreno per quando si costruisce un rifugio o monta la tenda e usare la pala per ripulire l'area del campo da sterpaglie laddove un accetta non sarebbe così pratica.
 
Ultima modifica:
Zachary Fowler, il vincitore di alone season 3 ne parla molto bene di questa pala ,quasi indispensabile.....nesto stesso tempo ha avuto una montagna di critiche negative, cioè,come se la scelta della Shovel/pala era sbagliata.



mark 9:00
 
Zachary Fowler, il vincitore di alone season 3
Ma porca di quella cagna appestata tubercolosa....
Lo sapevo cazzo, volevo proprio scriverlo, volevo scrivere che la cosa che mi ha convinto ad acquistare la pala è stata proprio quella di vederla in mano a fowler di alone, che tanto la sta utilizzando ed elogiando nel programma..... Programma che qui da noi, @Coltello1, attualmente viene trasmesso in 1°tv e siamo a 60g con 5 persone rimaste...... Grazie per lo spoiler! :-x:wall::azz:

@Coltello1
@Crafter
@madmax
@vinman

E tutti gli altri amici che vivono negli states o Canada, qua da noi i nuovi programmi arrivano come novità quando da voi sono già roba vecchia, siate buoni, occhio agli spoiler :pio:
(da femminista convinto speravo con tutto me stesso che potesse vincere la ragazzina dell'alaska :cry: )
 
Mi spiace ma usare un coltello come pala o leva, a parte cose molto soft, è contro la mia religione :p e non per il valore economico ma proprio perché mi dispiace, mai fatto neppure con una roncola o con un coltellaccio cinese.. mi è capitato di fare palette di legno o di dissodare il terreno con un bastone per poi scavare con le mani, ma con il coltello proprio no.. :biggrin:
Però , in inverno, con la neve ghiacciata o proprio con il ghiaccio, quelle pale da alpinismo, nel bosco, non mi hanno mai soddisfatto: flettono, si torcono, come c'è un rametto sotto la neve o un sasso devi andarci con le mani.. sono pale, ci vuole qualcosa che assomigli più ad una vanga, un po' come questa qui sopra..
 
La pala usata come arma non nasce come invenzione di chissà quale stratega ma dal semplice fatto che i poveri contadini sbattuti nelle trincee della prima guerra mondiale avevano anni di dimestichezza con gli attrezzi da lavoro a fronte dei pochi giorni nei quali gli era stato mostrato l'uso della baionetta. Nella grande guerra nei corpo a corpo in trincea la pala, affilata artigianalmente, aveva purtroppo una sua utilità.
 
Una pala ha la sua utilità, su questo non ho dubbi, preferisco però che il manico finisca a T o che abbia una qualche maniglia
non ne ho mai usate a memoria.
Anzi no, una volta a fare off-road, ma poca roba
Mi viene da pensare che la T o maniglia sia molto comoda se si deve spalare molto e pesante, cioè sollevare terra, mentre nell'uso come vanga credo sia più comoda così.
 
La pala usata come arma non nasce come invenzione di chissà quale stratega ma dal semplice fatto che i poveri contadini sbattuti nelle trincee della prima guerra mondiale avevano anni di dimestichezza con gli attrezzi da lavoro a fronte dei pochi giorni nei quali gli era stato mostrato l'uso della baionetta. Nella grande guerra nei corpo a corpo in trincea la pala, affilata artigianalmente, aveva purtroppo una sua utilità.
spero di non andare troppo O.T. con questo post, ma ricordo di aver letto "Niente di nuovo sul fronte Occidentale" dove si spiegava per bene il motivo dell'uso della vanga al posto della baionetta. Non entro nei particolari ma lo scrittore avendo partecipato alla Grande Guerra presumo abbia "toccato con mano" i pro e i contro dell'attrezzo.
 
@GreenGabri mi hai fatto tornare alla mente uno dei miei primi campeggi di 15 anni fa... senza nessuna esperienza nè attrezzi mi son portato via un vanghetto col manico accorciato per scavare buche e livellare il terreno. Poi al pomeriggio rilassandoci ci siamo accorti che mancavano gli spiedi per la grigliata e li abbiamo fatti con del canniccio di fiume tagliato con... la vanga ovviamente!!!
 
E tutti gli altri amici che vivono negli states o Canada, qua da noi i nuovi programmi arrivano come novità quando da voi sono già roba vecchia, siate buoni, occhio agli spoiler :pio:
Non so da dove hai preso l'idea che io abiti all'estero:no:
Comunque, linformazione o come la chiami tu spoiler, è nelle punta delle ditta di tutti.:p:biggrin:
Per curiosità come la trasporti la pala...nello zaino, fuori zaino, sul fianco della gamba:roll:
 
Non so da dove hai preso l'idea che io abiti all'estero:no:
Dal tuo italiano un po' arrugginito :D:p


Per curiosità come la trasporti la pala...nello zaino, fuori zaino, sul fianco della gamba:roll:
Non so, ancora non sono andato in escursione con questo attrezzo, penso lo metterò dentro lo zaino oppure appeso fuori fissato nel fianco dello zaino.
Quando sono andato l'altro giorno a provarlo non ho camminato molto, ero vicino a casa e l'ho infilato in una borsa a tracolla in una tasca porta accetta.
Questa:

IMG_20171120_144545.jpg
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto