Cold Steel venduta

...comunque per avere qualche dettaglio in più, la situazione è parecchio malmessa:
pare che Cold Steel avesse partite impagate con fornitori in Japan e Taiwan.
GSM, prima di acquisire Cold Steel, era passata di mano nel 2018 da Huron Capital Partners a Gridiron Capital.
Insomma, tutto questo non fa pensare in bene per la sopravvivenza del marchio e del mantenimento della qualità.

Ma questo mi conferma che, al netto delle "sparate" del personaggio Lynn Thompson, rimane sempre valido il concetto di "business as usual", in pubblico questo soggetto dava l'idea di tenere alla Cold Steel come ad una sua "creatura", alla fine se l'è venduta al primo che ha offerto la cifra che richiesta...
--- Aggiornamento ---

Pare si voglia dedicare alla caccia.
... può darsi, è anche vero che chiuderanno la sede californiana e trasferiranno le operazioni a Irving (Texas), liquidando gli addetti attuali (che torneranno a dedicarsi al surf o formeranno una gang capeggiata da Demko...).
Lynno pensa al SUO di svago, a discapito degli altri, l'importante è prendere "la grana"...
Ho sempre pensato fosse indisponente e vanaglorioso (leggi: stronzo pallone gonfiato), che ha avuto alcune felici intuizioni ed ha trovato chi gliele potesse realizzare (ricordate Camillus?) e qualcun altro con le idee (Andrew Demko).
Ora ne ho la conferma.


La (famiglia) Buck, venti anni addietro, si è comportata molto molto diversamente coi dipendenti quando ha cambiato sede trasferendosi in Idaho...
 
Ultima modifica:
La famiglia Buck e la famiglia Randall, sono esempi fuori dal comune, aziende con una forte impronta familiare e una discendenza all'altezza dei fondatori, che piacciano o meno i coltelli, sono sempre stati dei signori.

La cold steel potrebbe purtroppo prendere una brutta piega, dopo diversi anni di storia... un peccato. Ha fatto (fatto fare a terzi veramente, ma comunque) dei coltelli iconici e dei prodotti con ottimo rapporto qualità prezzo, dalle spade, fino ad utensili come la shovel ecc.. La collaborazione con Demko è stata molto fortunata. Lynn Thompson ha il merito di aver introdotto dei video-marketing iconici e di aver creato la punta tanto americana negli anni 80, facendola addirittura produrre in Giappone.

Sembra comunque che la Gsm outdoor sia a sua volta di proprietà di una multinazionale che si occupa di trader, finanziamenti, marketing ecc. Praticamente la classica matriosca, non a caso la GSM possiede diversi marchi del settore outdoor, caccia, tactical ecc. Risalire a chi è a capo di tutto ora è quasi impossibile, mentre nel bene o nel male Lynn ci ha sempre messo la faccia. Bisognerà aspettare e vedere cosa accadrà.
 
...dal suo discorso (probabilmente anche un po' "cucchiaiato" da GSM che teme perdita potenziale di clientela) emerge chiaramente che Cold Steel non faceva "magazzino" ( e da ciò capisco alcune cose del passato) e che, soprattutto, il Lynno in persona non capisse niente dei processi produttivi industriali.
Insomma, non ci andavano tanto lontano quelli che già 10 anni fa scrivevano che Cold Steel fosse solo un grosso mediatore il cui pregio era pretendere dai produttori un certo livello di qualità generale.
A mio modesto avviso, da quando hanno perso la "stampella" Camillus, le cose han cominciato ad andargli male.
 
La ormai "vecchia" Cold Steel mi piace ricordarla cosí:


Con un wrestler-ninja steroidato, ossigenato ed in completo elasticizzato che come EDC porta un tanto a lama fissa da 5,5" in uno stivale e ci fa vedere come lo usa per devastare suini morti a fendenti.

Inutile dire che dopo questo spot avevo comprato il Kobun Tanto. Sul serio.

Non vedremo più cose del genere, e tutto ciò mi rende un po' triste.
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso