Escursione Colle Clapier e Lac de Savine dalla Val Clarea

Dati

Data: 08/06/2019
Regione e provincia: Piemonte, Torino
Località di partenza: Pietra Porchera, Giaglione
Località di arrivo: idem
Tempo di percorrenza: 9 ore fatta con calmissima
Chilometri: 19 o 20
Grado di difficoltà: E, EE con neve
Descrizione delle difficoltà: neve mola, torrenti da attraversare con un po' di attenzione, ponte un po' diroccato
Periodo consigliato: primavera e autunno
Segnaletica: rossa e bianca, sentiero evidente
Dislivello in salita: 1350
Dislivello in discesa: idem
Quota massima: 2480
Accesso stradale: dopo Giaglione, a sx per la Valle Clarea, proseguire sino a S. Giacomo e poi Pietra Porchera



Descrizione

Ottimo meteo per questa facile escursione, con ancora tanta neve inaspettata, nella piccola e graziosa Val Clarea.

Dobbiamo andare lassù, non si vede il colle nè tutta la neve che ci aspetta e il lago è comunque là sopra da qualche parte :D

189581


Molta acqua, in primavera si scioglie tutto

189582


Ecco la Val Clarea alle nostre spalle mentre saliamo

189583


I nostri giovani eroi confubolano :biggrin:

189584


Ecco il ponte mezzo diroccato, mancano molte assi ma le travi di acciaio sembrano ancora reggere benissimo... quindi non è pericoloso è solo scomodo da attraversare

189585


Gambe in spalla, c'è ancora parecchio da salire!

189588


Pieno di stambecchi, che non gradiscono molto la nostra compagnia

189586


Primo nevaio da attraversare e siamo ancora sotto i 2mila metri!!! C'è un sentiero più a destra che, avendolo saputo prima, permetterebbe di evitare i nevai.

189587


Altri nevai

189589


189590


ormai sopra i 2000 slm la neve comincia a farsi più presente, nonostante l'esposizione a sud

189591


189592



la valle è ancora uno spettacolo, verso il resto della Valsusa un po' di nuvole...

189593


nevai quasi continui

189594


189595


Giunti al colle!

189596


Pausa pranzo

189597


Da ste parti ci dovrebbe essere il Lago ma è sotto la neve... quindi occhio! :eek:

189598


buelle montagnuole innevate

189599


siamo sicuri che siamo quasi in estate?

189600


avevo le scarpe estive :cry: tutte bagnate ( @siryo non sono morto :biggrin: ) al colle alle volte si sprofondava fino al ginocchio nella neve

189601


Tocca tornare indietro, ormai le mete sono state raggiunte

189603


189604


189605


Fortuna che si rannuvola un po' così non si schiatta di caldo

189606


189607


189608


189609


189610


189611


che bei colori!

189612


vipera sul sentiero! :help:

189613
 
Ultima modifica:
Scommetto che oltre alle scarpe senza goretex in mezzo alla neve non avevi neppure un capo imbottito di emergenza nello zaino. Che imprudenza:azz:
Fighi i nevai a 2000 con 30 e passa gradi :biggrin:
 
Scommetto che oltre alle scarpe senza goretex in mezzo alla neve non avevi neppure un capo imbottito di emergenza nello zaino. Che imprudenza:azz:
Fighi i nevai a 2000 con 30 e passa gradi :biggrin:
Pensa non avevo neanche un piumino! :help:
Solo un pile leggero che è rimasto nello zaino.
Primi nevai da attraversare a 1800! :D
 
Scommetto che oltre alle scarpe senza goretex in mezzo alla neve non avevi neppure un capo imbottito di emergenza nello zaino. Che imprudenza:azz:
Fighi i nevai a 2000 con 30 e passa gradi :biggrin:
Se sprofondi fino al ginocchio, la neve entra da sopra, goretex o non goretex alla fine avrai le scarpe bagnate.

Con quel caldo altro che strato in più, in pausa ti togli addirittura la maglietta, è più utile la crema solare dello strato in più.
 
Ultima modifica:
Se sprofondi fino al ginocchio, la neve entra da sopra, goretex o non goretex alla fine avrai le scarpe bagnate.

Con quel caldo altro che strato in più, in pausa ti togli addirittura la maglietta, è più utile la crema solare dello stato in più.
Potresti sempre girare con ghette al ginocchio cosi non entra niente ...ma credo che dopo 20 minuti col caldo le scaraventi via :biggrin:
ovviamente stavo scherzando. Con 30 in pianura saranno 22/26 gradi anche a 2000.
Comunque si il tema del colpo di calore/scottature era saltato fuori nella discussione sulla disidratazione. Poi senza fare allarmismi i problemi talvolta saltano fuori dove meno te lo aspetti a sensazione. Vipere? Piuttosto c è da prestare attenzione alle zecche e ai sintomi della malattia di Lyme. I medici possono scambiarla per influenza se aspetti poi è incurabile.
http://m.ilgiornale.it/news/2019/06/13/invalida-dopo-il-morso-di-una-zecca-non-ho-piu-una-vita/1710662/

Cmq belle foto bei posti!
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso