Coltelli inutilmente grossi e cattivi

S

Speleoalp

Guest
...condivido, anche se uno é libero di approcciarsi come meglio crede ;)
Anche se personalmente ritengo spesso inutile abbattere alberi di quelle dimensioni.... a meno che non si intenda costruire un capanno "serio" per viverci a medio-lungo termine ;)
Oppure semplicemente per esibizione, prove, etc.... Di sicuro non per necessità ;)

Come dici, si potrebbe pensare che se uno frequenta determinati ambienti in cui "casualmente" non esistono alberi più piccoli o già caduti.... penso si possa organizzare diversamente ;) Con attrezzi appropriati.
Certo, ammetto che questo non é tanto un mio ragionamento.... ma basato su quando a me dicono queste cose per "contraddire" determinati modi di fare ;)
 
Ah sicuramente ognuno usa il ferro che sente meglio :) che coltelloni avete ? E voi utilizzatori di coltelli grandi che pensate di un frist Blood per esempio ? Non credo avete coltelli come il suddetto coltello di Rambo ...che utilizzo reale fate in un campo con le vostre lame che vi fa sentire il bisogno di navere una lama così grande? Ripeto non prendete quello che dico come provocazione o altro è solo curiosità :)
Il concetto, per quanto mi riguarda, non è quello che faccio che mi fa sentire il bisogno di avere una lama lunga ma quanto già espresso.

Detto questo un paio di considerazioni.

Uno può processare un legno, per esempio, con quello che ritiene più opportuno, da un Victorinox ad un First Blood, e in base alle proprie capacità potrà effettivamente farlo, non ho difficoltà a credere che ci sia chi possa trovarsi bene sia con un Victorinox come con un Parang, ma credo che sia innegabile che una lama da 5 mm sia più resistente che una da 2 mm per tanto possa essere usata, la prima, con maggior disinvoltura senza per questo togliere nulla a quella da 2 mm, ora una lama generosa non vuol dire necessariamente uno spessore 5 mm, ci sono anche lame più contenute con analoghi spessori, per cui non è una "regola", al limite si potrebbe parlare di fiducia che si ha nel coltello, ovviamente, questo è un aspetto molto personale. Per il mio "gusto", soggettivo ed opinabile, ho più fiducia in un coltello di un certo tipo rispetto ad altri, questo non vuol dire che il mio sia meglio di altri, anzi, ma se mi trovo più a mio agio, mi dà più fiducia ect ect alla fine per quale motivo dovrei prenderne un altro ?

Quando questi discorsi portano inevitabilmente a "non c'è bisogno di abbattere un albero o con una accetta si fà meglio", le volte in cui ho partecipato a queste discussioni, porto l'esempio della ruota di scorta dell'auto, ho venduto auto con la ruota di scorta intonsa eppure sono convinto che il giorno in cui la togliessi ...... bucherei :)

Una accetta sicuramente lavora meglio che un coltello(ne), nulla da dire :), ma una lama da dieci cm. e una lama da venti cm., anche a parità di spessore, possono essere usate in egual modo come accetta ? Secondo me no, in base alla mia esperienza mi trovo meglio con una da venti. C'è bisogno di usare il coltello come accetta ? No, indubbiamente se si può trovare legna già pronta, o quasi, in fin dei conti per terra, cercando, se ne trova quasi sempre, nulla da eccepire, ma se non c'è ? Probabilmente basta allargare il "raggio" d'azione, ma se non si ha tempo o più semplicemente voglia ? Ripeto una accetta è meglio di un coltello, per certi lavori, sapendolo prima non ha senso porsi il problema ...... basta portarsela ...... ma se non c'è ? Inoltre se la portate a prescindere, bhè fra accetta e coltello, a livello di peso, credo che si superi un coltello(ne).

Quanti di noi portano qualcosa come primo soccorso, un fischietto e una coperta isotermica ? Non sò voi ma io sì, eppure non è che li uso tutte le volte, anzi, eppure mi troverei a disagio a non averli. Idem un qualcosa per la pioggia.

Chi ha la borraccia di alluminio, o comunque di metallo, molte volte c'è l'ha anche perché può essere messa sul fuoco, vuoi per cucinare, vuoi per sterilizzare l'acqua ...... io sono uno di questi ..... lo faccio sempre ? No, se ho anche la gamella (che si trova sotto ad esempio nel mio porta borraccia), sterilizzo l'acqua tutte le volte ? No, anzi ...... però non m'interessa cambiare metodo.

Infine, guardate i coltelli che avete in casa, non dico nel ceppo o nel cassetto del tavolo in cucina, ma quelli che usate come posate, spesso sono lunghi (non come un First Blood), eppure alla fine si usano per tagliare la carne (cotta), pelare un frutto, tagliare il salame, il pane ect ect ma se guardate quanta lama impegnate, in lunghezza, vedrete che è poca in proporzione, eppure :)

Quante nozioni impariamo, o cerchiamo di fare, quando magari non serviranno mai oppure una volta ogni morte di papa ...... eppure :)

Poi, intendiamoci, ognuno è libero di fare ciò che ritiene opportuno.

Ciao :si:, Gianluca
 
Il concetto, per quanto mi riguarda, non è quello che faccio che mi fa sentire il bisogno di avere una lama lunga ma quanto già espresso.

Detto questo un paio di considerazioni.

Uno può processare un legno, per esempio, con quello che ritiene più opportuno, da un Victorinox ad un First Blood, e in base alle proprie capacità potrà effettivamente farlo, non ho difficoltà a credere che ci sia chi possa trovarsi bene sia con un Victorinox come con un Parang, ma credo che sia innegabile che una lama da 5 mm sia più resistente che una da 2 mm per tanto possa essere usata, la prima, con maggior disinvoltura senza per questo togliere nulla a quella da 2 mm, ora una lama generosa non vuol dire necessariamente uno spessore 5 mm, ci sono anche lame più contenute con analoghi spessori, per cui non è una "regola", al limite si potrebbe parlare di fiducia che si ha nel coltello, ovviamente, questo è un aspetto molto personale. Per il mio "gusto", soggettivo ed opinabile, ho più fiducia in un coltello di un certo tipo rispetto ad altri, questo non vuol dire che il mio sia meglio di altri, anzi, ma se mi trovo più a mio agio, mi dà più fiducia ect ect alla fine per quale motivo dovrei prenderne un altro ?

Quando questi discorsi portano inevitabilmente a "non c'è bisogno di abbattere un albero o con una accetta si fà meglio", le volte in cui ho partecipato a queste discussioni, porto l'esempio della ruota di scorta dell'auto, ho venduto auto con la ruota di scorta intonsa eppure sono convinto che il giorno in cui la togliessi ...... bucherei :)

Una accetta sicuramente lavora meglio che un coltello(ne), nulla da dire :), ma una lama da dieci cm. e una lama da venti cm., anche a parità di spessore, possono essere usate in egual modo come accetta ? Secondo me no, in base alla mia esperienza mi trovo meglio con una da venti. C'è bisogno di usare il coltello come accetta ? No, indubbiamente se si può trovare legna già pronta, o quasi, in fin dei conti per terra, cercando, se ne trova quasi sempre, nulla da eccepire, ma se non c'è ? Probabilmente basta allargare il "raggio" d'azione, ma se non si ha tempo o più semplicemente voglia ? Ripeto una accetta è meglio di un coltello, per certi lavori, sapendolo prima non ha senso porsi il problema ...... basta portarsela ...... ma se non c'è ? Inoltre se la portate a prescindere, bhè fra accetta e coltello, a livello di peso, credo che si superi un coltello(ne).

Quanti di noi portano qualcosa come primo soccorso, un fischietto e una coperta isotermica ? Non sò voi ma io sì, eppure non è che li uso tutte le volte, anzi, eppure mi troverei a disagio a non averli. Idem un qualcosa per la pioggia.

Chi ha la borraccia di alluminio, o comunque di metallo, molte volte c'è l'ha anche perché può essere messa sul fuoco, vuoi per cucinare, vuoi per sterilizzare l'acqua ...... io sono uno di questi ..... lo faccio sempre ? No, se ho anche la gamella (che si trova sotto ad esempio nel mio porta borraccia), sterilizzo l'acqua tutte le volte ? No, anzi ...... però non m'interessa cambiare metodo.

Infine, guardate i coltelli che avete in casa, non dico nel ceppo o nel cassetto del tavolo in cucina, ma quelli che usate come posate, spesso sono lunghi (non come un First Blood), eppure alla fine si usano per tagliare la carne (cotta), pelare un frutto, tagliare il salame, il pane ect ect ma se guardate quanta lama impegnate, in lunghezza, vedrete che è poca in proporzione, eppure :)

Quante nozioni impariamo, o cerchiamo di fare, quando magari non serviranno mai oppure una volta ogni morte di papa ...... eppure :)

Poi, intendiamoci, ognuno è libero di fare ciò che ritiene opportuno.

Ciao :si:, Gianluca
È per risposte articolate come queste che ho aperto la discussione :) comunque si alla fine devo darti ragione ma per curiosità che coltelli porti in campo?
 
S

Speleoalp

Guest
Il concetto, per quanto mi riguarda, non è quello che faccio che mi fa sentire il bisogno di avere una lama lunga ma quanto già espresso.

Detto questo un paio di considerazioni.

Uno può processare un legno, per esempio, con quello che ritiene più opportuno, da un Victorinox ad un First Blood, e in base alle proprie capacità potrà effettivamente farlo, non ho difficoltà a credere che ci sia chi possa trovarsi bene sia con un Victorinox come con un Parang, ma credo che sia innegabile che una lama da 5 mm sia più resistente che una da 2 mm per tanto possa essere usata, la prima, con maggior disinvoltura senza per questo togliere nulla a quella da 2 mm, ora una lama generosa non vuol dire necessariamente uno spessore 5 mm, ci sono anche lame più contenute con analoghi spessori, per cui non è una "regola", al limite si potrebbe parlare di fiducia che si ha nel coltello, ovviamente, questo è un aspetto molto personale. Per il mio "gusto", soggettivo ed opinabile, ho più fiducia in un coltello di un certo tipo rispetto ad altri, questo non vuol dire che il mio sia meglio di altri, anzi, ma se mi trovo più a mio agio, mi dà più fiducia ect ect alla fine per quale motivo dovrei prenderne un altro ?

Quando questi discorsi portano inevitabilmente a "non c'è bisogno di abbattere un albero o con una accetta si fà meglio", le volte in cui ho partecipato a queste discussioni, porto l'esempio della ruota di scorta dell'auto, ho venduto auto con la ruota di scorta intonsa eppure sono convinto che il giorno in cui la togliessi ...... bucherei :)

Una accetta sicuramente lavora meglio che un coltello(ne), nulla da dire :), ma una lama da dieci cm. e una lama da venti cm., anche a parità di spessore, possono essere usate in egual modo come accetta ? Secondo me no, in base alla mia esperienza mi trovo meglio con una da venti. C'è bisogno di usare il coltello come accetta ? No, indubbiamente se si può trovare legna già pronta, o quasi, in fin dei conti per terra, cercando, se ne trova quasi sempre, nulla da eccepire, ma se non c'è ? Probabilmente basta allargare il "raggio" d'azione, ma se non si ha tempo o più semplicemente voglia ? Ripeto una accetta è meglio di un coltello, per certi lavori, sapendolo prima non ha senso porsi il problema ...... basta portarsela ...... ma se non c'è ? Inoltre se la portate a prescindere, bhè fra accetta e coltello, a livello di peso, credo che si superi un coltello(ne).

Quanti di noi portano qualcosa come primo soccorso, un fischietto e una coperta isotermica ? Non sò voi ma io sì, eppure non è che li uso tutte le volte, anzi, eppure mi troverei a disagio a non averli. Idem un qualcosa per la pioggia.

Chi ha la borraccia di alluminio, o comunque di metallo, molte volte c'è l'ha anche perché può essere messa sul fuoco, vuoi per cucinare, vuoi per sterilizzare l'acqua ...... io sono uno di questi ..... lo faccio sempre ? No, se ho anche la gamella (che si trova sotto ad esempio nel mio porta borraccia), sterilizzo l'acqua tutte le volte ? No, anzi ...... però non m'interessa cambiare metodo.

Infine, guardate i coltelli che avete in casa, non dico nel ceppo o nel cassetto del tavolo in cucina, ma quelli che usate come posate, spesso sono lunghi (non come un First Blood), eppure alla fine si usano per tagliare la carne (cotta), pelare un frutto, tagliare il salame, il pane ect ect ma se guardate quanta lama impegnate, in lunghezza, vedrete che è poca in proporzione, eppure :)

Quante nozioni impariamo, o cerchiamo di fare, quando magari non serviranno mai oppure una volta ogni morte di papa ...... eppure :)

Poi, intendiamoci, ognuno è libero di fare ciò che ritiene opportuno.

Ciao :si:, Gianluca

Condivido il discorso,.. ma mi riporta alla semplice conclusione, "non c'é una regola... il tutto và in base alle proprie preferenze. Le quali, presumo, siano frutto delle proprie esperienze, competenze... senza ovviamente dimenticare le proprie filosofie e approcci ;) Per certi altri aspetti e "discorsi".... dipende anche da come uno conosce il modo che ha di organizzare un'uscita ;) Se prevedere determinati esiti, situazioni ;)"

OT... scherzoso... "... ma che razza di coltelli usi in cucina ...?", ahah Sono corso di là a fare una prova e devo dire che le dimensioni sono piuttosto proporzionate al tipo di coltello e lavoro che devono fare, AHAHAH

Ripeto.... scherzoso ;)
 
Beh x l intaglio di precisione, corto è meglio.
L' accetta è pesante ed ha pure i suoi limiti, è un attrezzo molto specifico.
Basta leggere la recensione del wp4 o del Tahoma per capire il senso di una lama lunga.
Ovviamente quelli da film non sono coltelli ben fatti
 
Beh x l intaglio di precisione, corto è meglio.
L' accetta è pesante ed ha pure i suoi limiti, è un attrezzo molto specifico.
Basta leggere la recensione del wp4 o del Tahoma per capire il senso di una lama lunga.
Ovviamente quelli da film non sono coltelli ben fatti
Dici che non sono buoni come costruzione? Ne ho visti alcuni sui 2000 euro D: penso per valore di esposizione ma con quei soldi ne compri di lame buone Ahahahhaha
 
Znnglc , concordo in toto e non dico che in certe occasioni una lama da 20 cm non mi avrebbe fatto più comodo di una da 10 , sicuramente, dico che dal primo corso di sopravvivenza nell'esercito in poi mi sono abituato con lame sui 10/12 cm e come per te con lame più importanti quello è il mio modo di operare e lo strumento da avere, per il resto fai bene e concordo, la volta che non hai la cosa che ti porti sempre è la volta che ti serve davvero.:si:
 
S

Speleoalp

Guest
Io devo ammettere che mi piacciono parecchio i coltelli "grandi" e "grossi" e di un certo tipo, esteticamente. Mentre non amo particolarmente quelli "piccoli" di un altro tipo ;)

Ma ho scoperto che in nessuna situazione e in nessun caso mi potrebbero servire necessariamente per fare quello che faccio, o ho fatto in natura, delle lame grandi.

Spesse e robuste sì ;)

Inoltre, nonostante abbia fatto le mie spese "assurde", mi sono accorto di sentirmi a disagio a stare in giro con delle lame esageratamente grandi. Avevo la sensazione di essere un "esaltato di guerra", cioé... non in senso negativo o offensivo verso coloro che invece le preferiscono... ma é il modo più semplice di spiegare la sensazione.

Mentre ho scoperto che con lame da 10 cm, più o meno ovviamente, posso praticamente svolgere tutto ciò di cui necessito, sempre nelle stesse attività. Non riuscirei a intravvedere situazioni a rischio... ad averne uno del genere e basta. Oppure con una piccola accetta....

Ma che tratta il proprio "bowie" come in "Full Metal Jacket" devono trattare il fucile ;) Con amore e fedeltà ;)
 
S

Speleoalp

Guest
ma non riesco a capire perché la gente si fa il culo a vuoto
Le cose sono tre.... almeno per la mia vista scarsa...
- deve dimostrare che lui e il coltello sono "duri e forti", inventandosi poi il metodo per sfruttare quell'esagerazione
- semplicemente ha piacere ad usare quel coltello, desiderava fare quella cosa e riuscirci, senza particolari motivazioni
- si stava accingendo a realizzare uno "chalet" o iniziava a fare scorta di legna per un periodo della sua vita da trascorrere nei boschi, ma avendo a disposizione solo quell'attrezzo ;) (non qualche giorno)

AHAH
 
Le cose sono tre.... almeno per la mia vista scarsa...
- deve dimostrare che lui e il coltello sono "duri e forti", inventandosi poi il metodo per sfruttare quell'esagerazione
- semplicemente ha piacere ad usare quel coltello, desiderava fare quella cosa e riuscirci, senza particolari motivazioni
- si stava accingendo a realizzare uno "chalet" o iniziava a fare scorta di legna per un periodo della sua vita da trascorrere nei boschi, ma avendo a disposizione solo quell'attrezzo ;) (non qualche giorno)

AHAH
Una sola risposta per tutte e tre le opzioni: comprati un'accetta!:ph34r:
 
S

Speleoalp

Guest
Una sola risposta per tutte e tre le opzioni: comprati un'accetta!:ph34r:
ahah, magari non la vuole.... magari si trova bene così ;)
C'é gente che prende la macchina o la bici per recarsi in palestra a fare ciclette, tapis roulant, etc ;) Mi fà meno strano il tipo col coltello ;) Anche se non mi mai capitato di dover per forza di cose tirar giù degli alberi così grossi... tranne un periodo specifico o situazioni che esulano dall'andar per boschi per "piacere", ahah
 
Ultima modifica di un moderatore:
per curiosità che coltelli porti in campo?
Oggi un KaBar USMC da 7" accompagnato, qualche volta, da un pieghevole senza particolari pretese o prestazioni, un Boker piuttosto che un multiuso USMC surplus (costavano poco).
OT... scherzoso... "... ma che razza di coltelli usi in cucina ...?", ahah Sono corso di là a fare una prova e devo dire che le dimensioni sono piuttosto proporzionate al tipo di coltello e lavoro che devono fare, AHAHAH
Questi sono dei coltelli da supermercato, 5€ per 6, la lama è lunga 11cm.


se però fai mente a come li usi, di fatto, molte volte è solo per una breve porzione della lama



per cui, teoricamente, potrebbero essere molto più corti a livello di lama, però, raramente lo sono, se escludiamo, ad esempio, i coltelli ad hoc cioè quelli che nascono ad esempio per il pesce.

Anologamente il coltello da pane ha una lama da oltre venti centimetri :)

Ciao :si:, Gianluca
 
Per il discorso chopping e batoning capisco che un coltellone vi faccia sentire più sicuri ma con il mio fisso da 12 centimetri si lama totale e 4mm di spessore ho fatto entrambi senza problemi poi ovviamente se vogliamo tagliare rami grossi o anche tronchi perché no nello zaino porto una piccola accetta autocostruita in k720 che pesa 250 grammi con il manico oppure per rimanere leggero una sega a catena da 100 grammi anche perché seguendo la filosofia del " il mio coltellone è l'unico strumento che ho e può fare tutto" non è molto saggio choppare e stressare inutilmente il filo dell'unico strumento che hai , la prima regola che mi hanno insegnato al campo è " avere sempre cura Dei tuoi attrezzi e non fare lavori inutili" e " meno tagli fai meglio è" quindi non capisco il senso di usare un coltellone per tagliare un albero con il rischio che se lo danneggio durante il resto del soggiorno se ne avrò bisogno sarà un problema
 
S

Speleoalp

Guest
la prima regola che mi hanno insegnato al campo è " avere sempre cura Dei tuoi attrezzi e non fare lavori inutili" e " meno tagli fai meglio è"
... la mia primissima é stata quella di "...non essere dipendente dagli attrezzi, ma saper provvedere a ciò che serve con le sole proprie forze e le risorse sul terreno, tutto il resto é un di più..." e non meno importante "...fare tutto in una misura proporzionata a ciò che si stà facendo, il perché e per quanto... senza ghirigori...". Ma partendo dal presupposto che nonostante tante volte le cose siano fatte per volontà e divertimento, un'altra base é quella di non farlo per "cazzeggio" o tanto per "fare", giusto seguendo il discorso dell'evitare "lavori inutili".

Non potrei supportare differentemente, dal momento che sono convinto anche dell'opposto.... come qualcuno accennava, visto che sono convinto e consapevole che si può provvedere al necessario anche con un solo Vic. Ma lungi da me motivare queste scelte come spesso viene fatto per i coltelloni, lame e balle varie.... del tipo "...si deve, bisogna, per forza, non si può..." etc.

Il tutto sono semplicemente delle scelte personali che reputo RISPETTABILISSIME, quindi se uno vuole usare il coltellone.... ben venga, non deve sicuramente avere l'approvazione degli altri, per risultare una decisione giusta per se stesso e non fà niente di male a nessuno. Poi chiaramente un'altra base di tutti i discorsi, approcci e la realtà.... bisogna poi saper fare quello che serve/si vuole con quello che si é scelto, altrimenti é solo un "bla-bla" e non dovrebbero nemmeno essere scelte basate esclusivamente sul "...ho letto così, mi hanno detto, ho visto un video, etc...", ma su esperienze personali ;)

Alla fin della fiera, personalmente, se le persone che ho di fianco usano per scelta un coltellone, un'accetta, un coltellino, una motosega o altro.... e fanno il loro dovere, lo fanno con piacere, passione e competenza... non vedo il motivo per cui farne un problema o portare tutto su dei piani "...discutibili...". Mentre fà molto peggio il contrario.... "predicare bene e razzolare male".

Ma alla fine.... per fortuna, se tutto và bene, ognuno faccia quel che preferisce.
Quello che lo fà stare bene, lo rende a proprio agio e gli faccia fare quello che per lui/lei é necessario ;)
 
Ultima modifica di un moderatore:
... la mia primissima é stata quella di "...non essere dipendente dagli attrezzi, ma saper provvedere a ciò che serve con le sole proprie forze e le risorse sul terreno, tutto il resto é un di più..." e non meno importante "...fare tutto in una misura proporzionata a ciò che si stà facendo, il perché e per quanto... senza ghirigori...". Ma partendo dal presupposto che nonostante tante volte le cose siano fatte per volontà e divertimento, un'altra base é quella di non farlo per "cazzeggio" o tanto per "fare", giusto seguendo il discorso dell'evitare "lavori inutili".

Non potrei supportare differentemente, dal momento che sono convinto anche dell'opposto.... come qualcuno accennava, visto che sono convinto e consapevole che si può provvedere al necessario anche con un solo Vic. Ma lungi da me motivare queste scelte come spesso viene fatto per i coltelloni, lame e balle varie.... del tipo "...si deve, bisogna, per forza, non si può..." etc.

Il tutto sono semplicemente delle scelte personali che reputo RISPETTABILISSIME, quindi se uno vuole usare il coltellone.... ben venga, non deve sicuramente avere l'approvazione degli altri, per risultare una decisione giusta per se stesso e non fà niente di male a nessuno. Poi chiaramente un'altra base di tutti i discorsi, approcci e la realtà.... bisogna poi saper fare quello che serve/si vuole con quello che si é scelto, altrimenti é solo un "bla-bla" e non dovrebbero nemmeno essere scelte basate esclusivamente sul "...ho letto così, mi hanno detto, ho visto un video, etc...", ma su esperienze personali ;)

Alla fin della fiera, personalmente, se le persone che ho di fianco usano per scelta un coltellone, un'accetta, un coltellino, una motosega o altro.... e fanno il loro dovere, lo fanno con piacere, passione e competenza... non vedo il motivo per cui farne un problema o portare tutto su dei piani "...discutibili...". Mentre fà molto peggio il contrario.... "predicare bene e razzolare male".

Ma alla fine.... per fortuna, se tutto và bene, ognuno faccia quel che preferisce.
Quello che lo fà stare bene, lo rende a proprio agio e gli faccia fare quello che per lui/lei é necessario ;)
Nessuno si sta permettendo di criticare chi porta determinati coltelli ma si discute su quale sia il suo utilizzo reale che altre lame più piccole non possono fare :)
 
non porto coltelloni perchè purtroppo non ho il tempo per fare escursioni di grande lunghezza. Per la classica scampagnata l'opinel basta e avanza, certo se dovessi fare qualcosa di più serio una lama lunga è innegabilmente più utile, Penso che per la macchia mediterranea mi porterei un pennatino o un piccolo machete, niente di troppo appariscente perchè stupidamente mi faccio degli scrupoli in caso ci siano altre persone nei dintorni, sono vittima della mentalità borghese ormai...
 
S

Speleoalp

Guest
Certamente ;)
Erano delle considerazioni.... l'utilizzo "reale" deriva da ciò che uno desidera fare ;)
Non esiste un' "inutile", "esagerato", "etc"... a livello universale... perché "cambia la persona" - "cambia tutto" ;)
Quindi gli utilizzi penso siano i soliti.... tralasciando grandi "fantasie", ahah
Legna, Riparo, Oggetti, Cibo ;)


Però potrei capire il senso, ahah
Ho qualche difficoltà ad immedesimarmi in certi discorsi, ahah
Vi lascio tranquilli, AHAHAH
 
Ultima modifica di un moderatore:
Io vivo in Sicilia ti assicuro che non serve un machete Ahahahhaha anzi posso dirti che dei vari capanni ecc che ho fatto da appostamento per caccia e altro non ho mai sentito il bisogno di nulla che non sia accetta leatherman surge e fisso da 10 centimetri...Fatto su misura per quello che dovevo
 
Questo per capirci è il full tang che mi sono fatto realizzare da un amico utente del forum si chiama Mattia del vecchio ...Per pochissimo mi ha realizzato questo in 4mm a 58-60hrc in acciaio inox e vi assicuro che con la metà dei soldi di un industriale ho un coltello di dimensioni discrete non appariscente ( non mi va di farmi prendere per un invasato) e della forma e colore che ho voluto io che non teme nulla e non mi fa rimpiangere un coltello più grande per nessun tipo di lavoro
IMG-20170409-WA0013.jpg
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso