Recensione Coltello bushcraft Rick

Ciao a tutti vi presento Rick un coltello bushcraft,lama 11cm full convex in acciaio niolox, guancette in desert wood, spaziatori bianchi e pins in mosaico. Fodero rigorosamente in cuoio brown old steel con varie opzioni di porto. Fatto su mio progetto con l aiuto del nostro Riccardo nazionale che ci ha messo del suo per rendere questo strumento unico e adatto al mio scopo. Il nome Rick l ho dato per ringraziare Riccardo per la sua disponibilità e per il lavoro da lui svolto. Coltello come detto bushcraft abbastanza classico, non mi piacciono disegni troppo complicati e pratico all uso che serve a me. Ho scelto una molatura convex perché mi mancava e perché avendo provato un coltello di un mio amico ne sono rimasto sorpreso. Resistente, tagliente e di facile affilatura. Farò ovviamente dei test "a rate" perché prima lo proverò a casa e alla prossima uscita lo metterò un po' alle corde. Niente batoning disumano alla Dbk(bravissi ragazzi) e chopping da sramatura..per lavori più pesanti ho altro di più congeniale. Intanto vi lascio le foto in anteprima e poi mano a mano che farò i test li descrivero '.Non mancherà il confronto finale con un puukko (grazie ancora Federico) che anche se coltelli diversi un confronto lo si può sempre fare.
 

Allegati

Ciao a tutti vi presento Rick un coltello bushcraft,lama 11cm full convex in acciaio niolox, guancette in desert wood, spaziatori bianchi e pins in mosaico. Fodero rigorosamente in cuoio brown old steel con varie opzioni di porto. Fatto su mio progetto con l aiuto del nostro Riccardo nazionale che ci ha messo del suo per rendere questo strumento unico e adatto al mio scopo. Il nome Rick l ho dato per ringraziare Riccardo per la sua disponibilità e per il lavoro da lui svolto. Coltello come detto bushcraft abbastanza classico, non mi piacciono disegni troppo complicati e pratico all uso che serve a me. Ho scelto una molatura convex perché mi mancava e perché avendo provato un coltello di un mio amico ne sono rimasto sorpreso. Resistente, tagliente e di facile affilatura. Farò ovviamente dei test "a rate" perché prima lo proverò a casa e alla prossima uscita lo metterò un po' alle corde. Niente batoning disumano alla Dbk(bravissi ragazzi) e chopping da sramatura..per lavori più pesanti ho altro di più congeniale. Intanto vi lascio le foto in anteprima e poi mano a mano che farò i test li descrivero '.Non mancherà il confronto finale con un puukko (grazie ancora Federico) che anche se coltelli diversi un confronto lo si può sempre fare.
Complimenti, bellissimo coltello! :si:

Concordo in pieno con te : "Niente batoning disumano alla Dbk (bravissi ragazzi) e chopping da sramatura..per lavori più pesanti ho altro di più congeniale."

Un coltello da buschraft, con 11 cm di lama, serve ad altro.
 
Ultima modifica:
Ieri e oggi ho provato e confrontato il coltello. Di per sé è ottimo, leggero ben bilanciato.. Una cosa mi ha sorpreso :il manico è eccezionale!! Giusto per la mia mano e poi non affatica.. Direi come comodità siamo a livello dei puukko che per guanto mi riguarda vantano i manici più comodi. Al confronto ho aggiunto il famoso helle tema già noto sul forum per la discussione riguardo la lama stortasi durante un minimo di batoning. Ho lavorato dei semplici pezzi di legno i tagliando un bastone e facendo dei ricci. Nell intaglio di precisione il puukko e il temagami gli stanno davanti ma non di molto merito della loro lama più fine e magari della geometria. Gli scandi per me nell intaglio di precisione non li batte nessuno. Però mi ha sorpreso nella creazione dei ricci. Trovato l angolo giusto li fa più fini e ricci del temagami. Morde bene il legno anche se non ha un taglio pulitissimo come gli scandi ma vanta più potenza e tenuta del filo. Ripeto ancora manico perfetto in tutti i sensi. Questo è stato un primo mini test tanto per vedere come può andare e per me lo passa a pieni voti. Alla prossima uscita lo porterò con me e sono convinto che farà benissimo il suo lavoro. I coltelli da me testati hanno usi e disegni diversi. I nordici sono dei bisturi e sono precisissimi nell intaglio ma sono più limitati per quel che riguarda i lavori un po' più hard. Nel senso che mi fido di più di Rick che degli altri due nei lavori più pesanti per diversi motivi. Lama più spessa, full tang e convex grind che sarà meno tagliente e precisa ma sicuramente più resistente agli impatti. Detto questo vedremo le prossime uscite ma ringrazio Riccardo per avermi fatto il coltello che chiedevo. Un tuttofare all around con buone doti di taglio e un ottima ergonomia.
 

Allegati

Gran bel coltello nella sua linearità. Il manico ti dà subito l'idea di essere comodissimo. :si: Sembra proprio uno di quei coltelli che vorresti avere con te come compagno di uscita. In cucina si parla di "confortable food"; il Rick è un "confortable knife"!
 
Ciao a tutti in attesa dell uscita tanto attesa stamattina visto il brutto tempo sono sceso in cantina per fare ancora un test con Rick. Ho portato il cold steel skr( preso l anno scorso dal nostro amico Rocky che ringrazio ancora) come supporto, dopo vi spiego. Ho fatto delle prove di batoning assolutamente leggero perché per lavori pesanti uso altri coltelli. Non che non mi fido di Rick, anzi ma ad ogni lavoro ci vuole il proprio strumento adatto. Ho proseguito con delle prove di intaglio e poi per finire ho fatto un minimo di accensione di un fuoco, ovviamente non essendo all aperto mi sono soffermato a fare dei riccioli e accendere per poi spegnere subito la fiamma. Ho usato se non erro un pezzo di legno di faggio bello stagionato e dei pezzi di legno più freschi e teneri tipo quelli che si usano per stoccare la merce tipo muraletti di legno. Iniziamo a dividere il pezzo di faggio, bello consistente e per questa operazione userò l skr che per me è un carro armato e non teme nulla, ma proprio nulla.Le foto le posterò dopo in ordine di lettura. Pezzo sezionato in listelli più piccoli. Ne lascio un paio di più grossetti per testare Rick, che su questo tipo di legno secco e stagionato, molto duro si è comportato bene nel batoning, nella lavorazione un po' meno ma sfido qualsiasi lama a lavorare bene e di fino su un legno tosto del genere. Usando il legno più fresco credo pino o qualcosa di simile, abbastanza resinoso non ce ne per nessuno. Spacca, taglia che è un piacere. Essendo legno più fresco e meno duro ho osato un po' di più ma mai esagerando. Lo stesso legno, la stessa dimensione del pezzoche poi vedrete mi ha fatto andare in panico il temagami facendo letteralmente piegare la lama(discussione aperta l estate scorsa). Qui ho fatto una bella mazza per fare del batoning e un paio di picchetti uno dei quali con degli intagli per vedere la precisione e la pulizia di taglio del coltello:prova superata con il massimo dei voti, coltello preciso con un affilatura giusta, che morde il legno preciso senza prestare troppa attenzione alla forza che si dà per tagliare, manico come già detto che non stanca(ho lavorato per quasi un ora senza fermarmi) e che io lo impugno benissimo. La lama essendo 4 mm di spessore nel punto più largo non ti impedisce di lavorare di fino, la punta ottima anche se non si può avere una presa avanzata la si riesce a controllare benissimo. Per quel che riguarda la geometria della lama, io ho voluto un full convex per motivi miei personali. Ho sempre usato scandi a zero e mi ci sono sempre trovato benissimo anche nell affilatura che riesco sempre a portare a rasoio. Ho voluto cambiare perché lo scandi essendo un grandissimo bisello è per me croce e delizia :taglia il legno come il burro ma se si trova un minimo di nodo... Ahi ahi ahi.. Bello ma delicato. Il full convex sarà magari meno performante su legno, ma tiene il filo molto di più ed è più resistente. Tra i due cambia molto l angolo di lavoro, infatti all inizio ho avuto un po' di difficoltà a trovare la giusta angolazione per lavorare con Rick, però dopo va che è uno spettacolo. Prova finale i riccioli per accensione fuoco :qui il top. Si appoggia la lama e la si fa andare leggera e fa dei ricciolini fini e lunghi che prendono fuoco solo a vederli. Ho notato che rende meglio nel fare i riccioli tirando per così dire la lama verso il corpo che non spingendola verso l esterno ma magari questo è un discorso di manualità mia. Con l acciarino funziona altrettanto bene generando scintille di tutto rispetto che accendono subito il pezzo di legno con i ricci. All inizio della prova ho fatto la prova taglio su un foglio di carta e alla fine dei lavori ho dato una stroppata con pasta nera e verde ed è tornato come nuovo :il filo tiene benissimo grazie anche al niolox, evoluzione del d2 che Riccardo sa lavorare benissimo. Più lo uso e più lo conosco e al momento non vedo limiti ma solo grandi margini di crescita. Veramente il coltello che volevo. Grande Rick e ancora complimenti a Riccardo.
Qui sotto le foto:
 

Allegati

Ciao a tutti vi presento Rick un coltello bushcraft,lama 11cm full convex in acciaio niolox, guancette in desert wood, spaziatori bianchi e pins in mosaico. Fodero rigorosamente in cuoio brown old steel con varie opzioni di porto. Fatto su mio progetto con l aiuto del nostro Riccardo nazionale che ci ha messo del suo per rendere questo strumento unico e adatto al mio scopo. Il nome Rick l ho dato per ringraziare Riccardo per la sua disponibilità e per il lavoro da lui svolto. Coltello come detto bushcraft abbastanza classico, non mi piacciono disegni troppo complicati e pratico all uso che serve a me. Ho scelto una molatura convex perché mi mancava e perché avendo provato un coltello di un mio amico ne sono rimasto sorpreso. Resistente, tagliente e di facile affilatura. Farò ovviamente dei test "a rate" perché prima lo proverò a casa e alla prossima uscita lo metterò un po' alle corde. Niente batoning disumano alla Dbk(bravissi ragazzi) e chopping da sramatura..per lavori più pesanti ho altro di più congeniale. Intanto vi lascio le foto in anteprima e poi mano a mano che farò i test li descrivero '.Non mancherà il confronto finale con un puukko (grazie ancora Federico) che anche se coltelli diversi un confronto lo si può sempre fare.
Molto simile al mio Bravo della BRK
 
Si in effetti ho preso spunto dai Bark river e fallkniven. Tra i vari profili questo lo trovo il più universale. Non sarà preciso come uno scandi o un flat ma ho molta più potenza e ritenzione del tagliente
 
Bella recensione e bellissimo coltello!! Complimenti;):si:
Mi piace soprattutto il fatto che alcuni maker stiano finalmente tornando al bisello convesso, non la sola affilatura, ma proprio tutto il bisello, che è perfetto quando si parla di legna, rami, chopping ecc. usato da sempre praticamente. Forse dovrei fare un topic parlando del bisello convesso...
 
Bella recensione e bellissimo coltello!! Complimenti;):si:
Mi piace soprattutto il fatto che alcuni maker stiano finalmente tornando al bisello convesso, non la sola affilatura, ma proprio tutto il bisello, che è perfetto quando si parla di legna, rami, chopping ecc. usato da sempre praticamente. Forse dovrei fare un topic parlando del bisello convesso...
Sarebbe una bella idea!! Io ho sempre usato scandi ma questo lo preferisco.. Magari nell intaglio pure non può competere, lo scandi per me resta al momento il punto di riferimento ma per un uso allround sempre a mio parere è il migliore e io cercavo questo.
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto