Coltello bushcraft

Ciao a tutti, da poco sono entrato in questo forum e già vorrei chiedere ai più esperti in materia un consiglio.
Io realizzo coltelli, e mi vorrei cimentare nella realizzazione di un coltello per il bushcraft o un coltello da campo.
Per far questo dunque quale modo migliore di raccogliere informazioni direttamente da chi usa questa tipologia di coltello?
Vorrei capire quale linea, spessore acciaio materiale per il manico e anche materiale del fodero secondo voi sia più efficace e duraturo per un uso stressante.
In più, secondo voi quale sarebbe il prezzo ideale per questo ipotetico coltello?
Grazie a chi mi darà dei consigli
 

No, vorrei solo capire il perché si sceglie un coltello piuttosto che un'altro
E' un pò come chiedere perché scegli una macchina rispetto ad un altra. I motivi che possono starci dietro sono mille più uno, banalmente il primo che risponde a cos'è il bushcraft ?

Comunque, prova a guardare nella sezione del forum che tratta i coltelli poiché la tua domanda è già stata posta.

Ciao :si:, Gianluca
 
mah... secondo me sotto sotto il 70 % è dovuto all'estetica. Questo non significa che sia importante tecnicamente, ma la scelta è correlata a questo 70 %. Parere mio personalissimo, naturalmente.
Guardavo ieri su youtube un video di Mors Kochanski ( o qualcosa di simile ) e mi ha un po' colpito il fatto che esponesse i suoi coltelli di una carriera da bushman : la stragrande maggioranza era classificabile come
" coltellini " con lama fissa , piccola, neanche spessa, lunga si e no 10 cm , dal manico di legno con forma vagamente ovoidale allungata. Insomma... è inutile girarci attorno...questo è un sito di maniaci e si sa che i maniaci guardano il pelo nell'uovo , alla ricerca della perfezione.
 
Vuoi scatenare il putiferio?!
:lol: :biggrin: :lol: :biggrin:
@MatteKimosabe Ti consiglio anche io di cercare trai post vecchi. Troverai risposte a domande che voi umani non pensereste potessero esistere ;)
E dopo avrai molti più dubbi ma alla fine ti realizzerai il coltello come pare e piace a te e nessuno potrà dirti niente.
Salvo te stesso perché troverai un sacco di particolari migliorabili, ma stiamo già parlando del coltello successivo.....
 
Non voglio farti mancare un suggerimento eretico: se non lo hai già fatto procurati una piccola collezione di coltelli(ni) cinesi (full tang) senza disdegnare le odiatissime copie di ben più nobili marchi, in particolare per il bushcraft. Portai così manovrare i vari tipi di utensile e capire quale è più agile per gli impieghi che ti intrigano di più.

Ho la sensazione però (correggetemi se sbaglio) che un un grande coltello non sia mai un "coltello grande" e che molti al "coltellone" preferiscano una piccola accetta da affiancare ad un agile coltellino.
 
per me un coltello bushcraft deve innanzi tutto essere un...coltello, che sembra una cosa scontata ma non lo è...mi spiego, secondo me ogni attrezzo ha la sua destinazione d'uso e le sue specifiche d'utilizzo, quindi penserei ad un coltello che serva per lavori di carpenteria, intaglio e processamento del cibo, lasciando i lavori pesanti ad un attrezzo dedicato come l'accetta; non amo i coltelloni, almeno in ambito bush appunto. Classicamente consiglierei un coltello di facile affilatura ed elastico quindi carbonioso, magari con profilo scandi, con lama non superiore ai 10 cm e non troppo spesso così da avere una utensile versatile sia per l'intaglio che per lavorare incastri e cibo (non trovo che il carbonio lasci particolari sapori sulle pietanze), leggero per non stancare durante gli utilizzi prolungati. Qualcuno ha citato i video di Kochanski dove si vedono spesso coltelli simili o comunque che seguono la stesa filosofia, parliamo di bushcraft e non di survival (qualunque cosa sia), ricordiamolo.
Personalmente sono scontato ed utilizzo da anni un Mora classic1 affiancato da un accetta e una sega.
Non credo troppo nei coltelli all round o meglio non li trovo adeguati alle mie attività ma certo è anche una questione di filosofia personale.
 
Ok ragazzi non pensavo di rischiare di scatenare il putiferio
Ma da maker cercavo linee guida per approcciarmi alla tipologoa di coltello..ho già capito che la maggior parte non si esalta con coltelli grandi, ho già un elemento importante per iniziare..una misura
Intanto vi ringrazio tutti per aver espresso la vostra opinione a riguardo
 
Condor bushcraft basic carbonioso geometria scandi.
Però con un manico più ergonomico
Regge più o meno tutto ma
Per lavori pesanti meglio o acetta o coltellone con bisello convesso.
 
Il coltellone non c'entra niente con il bushcraft. Qualsiasi coltello che passi i quattro pollici/ o 4 pollici e mezzo è tutt'altra categoria.
Siam ben d'accordo che con un coltello di 10 pollici ci puoì fare una statua, pur sempre in una categoria differente.....
Ma siamo ben d'accordo che il più balordo bushcrafter avra con sè il trio. Coltello/sega/ accetta. Per quanto sia grande sia il tuo coltello no sarà mai efficente come il trio!
 
Il coltellone non c'entra niente con il bushcraft. Qualsiasi coltello che passi i quattro pollici/ o 4 pollici e mezzo è tutt'altra categoria.
Siam ben d'accordo che con un coltello di 10 pollici ci puoì fare una statua, pur sempre in una categoria differente.....
Ma siamo ben d'accordo che il più balordo bushcrafter avra con sè il trio. Coltello/sega/ accetta. Per quanto sia grande sia il tuo coltello no sarà mai efficente come il trio!
Bu io so poco di teoria e poco e nulla di pratica. Obiettivamrnte a logica hai ragione tu se hai il seghetto per rami e alberelli nin ti serve il coltellone per chopping e se hai l acetta non ti serve il coltellone per batoning.
Se ti piace il coltellone ti porti solo quello (e meno peso) e sostituisce un po' tutto MA IHMO nin sarà mai efficace né efficiente come il trio.
Però se vuoi anche fare altro oltre a processare legno tipo ricoprirti di fango e cacciare meglio il coltellone:poke:
Almeno questo è quello che credo :biggrin:
 
Ultima modifica:
Senza entrare in discorsi filosofici, abitudini varie e quant'altro, provo a rispondere direttamente alle tue richieste in base a quelle che sono le mie esperienze.

Vorrei capire quale linea, spessore acciaio materiale per il manico e anche materiale del fodero
Di norma, in generale, la maggior parte dei bushcrafter predilige materiali tradizionali e naturali, e forme semplici e funzionali, niente guardia o solo un accenno, punta drop più o meno acuta.
Acciaio carbonioso, profilo scandi o convesso, spessore dai 3 ai 4,5cm, impugnatura in legno e fodero in cuoio. Ci sono certamente molte eccezioni, ma se chiedi in generale qual'è il trend che va per la maggiore ti direi appunto così.

sia più efficace e duraturo per un uso stressante.
Questa domanda va un po' in contrasto con la precedente, ad esempio credo che un fodero in kydex sia più robusto e pratico per diversi motivi rispetto ad uno in cuoio, ma io preferisco il cuoio. Stesso discorso per un impugnatura in micarta rispetto al legno, ma ancora preferisco quest'ultimo.
quale sarebbe il prezzo ideale per questo ipotetico coltello?
Impossibile risponderti :)
Dipende da troppi fattori, materiali, tipo di costruzione, fama del maker e altro ancora...

Potresti dare un occhiata ai coltelli tbs o di Ray mears che vengono considerati ottimi esempi di coltelli bushcraft "all'inglese, oppure anche i coltelli pathfinder knife shop che hanno uno stile che prediligono gli americani.
 
in un mondo come questo, dove tutto è già stato inventato e sperimentato, è molto difficile proporre qualcosa di nuovo.

Il consiglio più semplice è quello di prendere spunto da un prodotto valido, aggiungendo la qualità e la personalizzazione che solo un maker sa dare.

Il condor Buschcraft basic è un prodotto riuscitissimo. si potrebbe prendere spunto da lui, migliorando l'ergonomia del manico.

la misura ideale la vedo tra i 10 ed i 12 cm di tagliente, con un piccolo ricasso che aiuta sempre.
Lo spessore intorno ai 3.5 massimo 4.
Il manico spesso è troppo corto e lavorato sui coltelli moderni, meglio un disgno semplice ed un paio di centimetri in più per agevolare chi ha le mani grandi o usa i guanti.

come materiali consiglio un semplice k720 e la micarta o il legno.
come profilo lo scandi va sempre bene come anche il full flat.

sul fodero direi che il cuoio riscuote sempre favori. deve essere comodo da mettere alla cintura e sufficientemente contenitivo, proprio come capita sui Condor. non escluderei il Dangel che aiuta sempre ed è gradito.
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto