• Informiamo tutti gli utenti che attualmente abbiamo un problema sul server che non ci permette di inviare e ricevere e-mail. Pertanto momentaneamente non è possibile effettuare nuove registrazioni e ricevere notifiche via mail. Stiamo provvedendo per risolvere il malfunzionamento nel più breve tempo possibile.

Coltello di backup

Stefanobi è uno che lo pratica il survival anche se ride di noi.
LOL! Non più, ho fatto un bel po' di esperimenti una volta (e un paio di volte ne ho avuto bisogno davvero), ma avevo 20 anni, adesso sono troppo anziano, non ho nè il fisico nè l'attitudine mentale, e onestamente adesso preferisco un morbido giaciglio di piumino coperto e caldo, un bel caffè bollente e un bel po' di Hendrix :p Comunque si, ho fatto parecchie cose, compreso mangiare insetti, scoiattoli e altro, dormire all'addiaccio, bere acqua putrida, imparare a orientarmi usando il sole e la luna, ho imparato a sopportare il freddo e il caldo, gli insetti e la sporcizia, ho portato via il Ka Bar e anche una piccola accetta... Tutto per curiosità, per noia, per voglia di provare e di imparare cose nuove, perchè avevo tempo in abbondanza, anche per sboroneria e machismo, lo ammetto.

Ma non rido di chi si pone le stesse domande, di chi ha la vivacità di imparare, di sperimentare, sarebbe come ridere di me una volta. Se uno prende il survival come uno sport, e lo pratica con intelligenza, curiosità, sperimentazione, non posso che essere contento, ho fatto le stesse cose a suo tempo, vuol dire che non sono così fuori dal tempo. Poi con gli anni che avanzano tutti si rendono conto che la montagna è migliore se vissuta con calma, attrezzature adeguate, comfort. Allora si lascia a casa l'ascia e si porta via la moka :p Ma c'è tempo, siete quasi tutti molto giovani.

Però mi fanno ridere i rambetti, quelli si. E credo che non facciano ridere solo me, ma tutte le persone normali, non montate, non esaltate.
 
io ho fatto 5 giorni di sciopero della fame, pensi possa contare?
conoscere una cosa (la privazione del cibo, nel nostro caso) aiuta senz'altro a convivere con il problema quindi sono tentato a dire di si. Dipende come hai retto alla fame, io le prime due volte pensavo solo al mangiare da verso le 11 di mattina finchè non andavo a letto. poi andando avanti ci ho pensato sempre meno ed adesso reggo la fame piuttosto bene. questo è il terzo anno che faccio questa cosa
 
Però mi fanno ridere i rambetti, quelli si. E credo che non facciano ridere solo me, ma tutte le persone normali, non montate, non esaltate.
Aggiungerei che mi fanno ridere le persone che arrivano e dicono di voler "sopravvivere", che sono appassionate di sopravvivenza, chiedono informazioni su seghe e coltelli, su mimetiche, su manuali militari, su cose assurde, tutti iniziano a fare a gara a chi da il consiglio più macho, e nessuno si rende conto che la persona a cui stanno dando consigli non sa neanche come sia fatta una bussola, non sa come leggere i sentieri, non sa niente di meteorologia, non ha molto probabilmente mai passato più di 3 ore consecutive su un costone di roccia. Bisogna studiare e provare parecchio, prima di iniziare seriamente a sperimentare tecniche più estreme e dure, si deve prima essere sei più che buoni escursionisti, e solo dopo si può pensare a giocare alla sopravvivenza. E una volta che sei un escursionista completo ed esperto non hai più bisogno di venire qui a chiedere info sui coltelli, sui fornelli, sulle tende, sui nodi, perchè nel tempo li hai imparati da solo e hai acquisito le conoscenze per sapere da solo cosa va e cosa no, cosa ti serve e cosa no, senza dover chiedere niente a nessuno, e senza rendertene conto hai già dentro il germe di tutte le tecniche di sopravvivenza base, che sono il riparo, l'orientamento e l'acqua. Perchè imparando l'escursionismo non puoi fare a meno di diventare, in un certo senso, un survivor. Non sono cose che si imparano sui manuali, o nei forum, o nei video di youtube spesso messi li da ragazzini, si imparano man mano che ti capitano e le pratichi. Ma pochi se ne rendono conto. Ecco, questo non mi fa ridere, mi fa sbellicare dalle risate :p
 
Ciao a tutti! Avendo gia acquistato un coltello principale a lama fissa, ho deciso di prenderne uno piu piccolo da tenere per i lavori piu duri e mi è capitato di vedere uno Smith & Wesson Extreme Urban - CGK103S, mi è capitato di vederlo su ebay, me lo consigliate o ne conoscete di migliori (stando comunque piu o meno sullo stesso prezzo)?
Visto che probabilmente il coltello più piccolo diventerà il pricipale, fossi in te cercherei qualcosa di sensato (evitando i fili seghettati e le punte "tanto") puntando su marche affidabili, dai un'occhiata al Victorinox Trailmaster:



A mio avviso è un ottimo coltello, magari non ha l'aspetto "tattico" dello S&W ma di certo non ha nulla da invidiargli... e non è fatto in Cina (come molti S&W).
 

Discussioni simili



Alto Basso