Coltello per corso di sopravvivenza e trekking

Ti trovi meglio con un coltello grande o piccolo (bushcraft)?
Questo non lo so. Diciamo che non ho delle mani grandi.
Allora ormai ci siamo sono indeciso fra il kansbol e il condor bushlore. del kansbol trovo ottimo il prezzo invece il bushlore mi piace perchè ha il manico di legno o color legno.
Aiutatemi nella scelta :)
 
Ultima modifica:
ma cosa cambia fra l acciaio al carbonio rispetto all acciaio inox? se ci taglio un panino o una mela con l acciaio al carbonio sento il sapore del ferro quando mangio?
mahhhh guarda.... non penso si arrivi a tanto ( a parte che i nostri vecchi e nonni ci han tagliato salami pane e mele per una vita con i coltelli che arrugginiscono ) , diciamo che richiedono un minimo di manutenzione in più per evitare ossido sulla lama. poi quel che cambia è la tenuta del filo. però con la tua domanda hai sollecitato i maniaci esperti che, dopo di me, ti seppelliranno di informazioni !
 
coldsteel srk anch'io... ne ho già parlato e non mi dilungo. o lui o il vesuvius fox. ma il primo lo preferisco sia per il manico in gomma sia per motivi estetici.
 
....il bushlore mi piace perchè ha il manico di legno o color legno.
Aiutatemi nella scelta :)
scusa, ho dato un occhio ma mi sembra che il fodero non abbia sistemi di ritenuta per non perderlo. forse ci sono più tipi di fodero... comunque se ti piace molto ( ed è bello in effetti ) si fa anche presto a fare una linguetta di cuoio con l'automatico per trattenerlo. oppure usare un cordino di sicurezza attaccato al manico.
 
Questo non lo so. Diciamo che non ho delle mani grandi.
Allora ormai ci siamo sono indeciso fra il kansbol e il condor bushlore. del kansbol trovo ottimo il prezzo invece il bushlore mi piace perchè ha il manico di legno o color legno.
Aiutatemi nella scelta :)
ho visto su un sito : 11 cm di lama, 3,2 mm di spessore. Io per motivi di sicurezza e per non rimanere a bocca aperta quando ti rimane in mano solo il manico, guarderei un 4mm di spessore.
 
Costa il doppio di un mora kansbol ne vale la pena?
il vesuvius ce l'ho. è di una robustezza fuori del normale e quando l'affili bene è un rasoio. i buchi nel manico son comodi per legarlo . per contro il manico , come quasi tutti, non è di materiale che dia un ottimo grip. e il vesuvius non è leggerissimo. Aggiungo che il fodero, di ottima fattura, presenta questo minimo problema : se lo metti alla cintura in verticale, tende lievemente a ruotare perchè la parte di manico fuori dal fodero ha un certo peso e lunghezza
 
scusa, ho dato un occhio ma mi sembra che il fodero non abbia sistemi di ritenuta per non perderlo. forse ci sono più tipi di fodero... comunque se ti piace molto ( ed è bello in effetti ) si fa anche presto a fare una linguetta di cuoio con l'automatico per trattenerlo. oppure usare un cordino di sicurezza attaccato al manico.

Scusa ma ho un po di confusione, di che coltelli parli?
 
Questo non lo so. Diciamo che non ho delle mani grandi.
Allora ormai ci siamo sono indeciso fra il kansbol e il condor bushlore. del kansbol trovo ottimo il prezzo invece il bushlore mi piace perchè ha il manico di legno o color legno.
Aiutatemi nella scelta :)
Tra i due condor tutta la vita, il kansbol secondo me non è stato pensato per quello che vuoi fare tu
 
Secondo me dipende molto da cosa devi fare. Nel senso se è un corso dove non hai nulla a a parte il coltello e devi costruirti riparo con la legna allora è meglio qualcosa di più grosso è pesante come SRK, se invece ti porti dietro anche tarp per il riparo e il coltello lo devi utilizzare colo per il fuoco e tagliare cordino allora meglio qualcosa di più piccolo come Mora Garberg o Condor (Se vuoi uno scandi) oppure se preferisci un flat (più comodo e polivalente secondo me) il Muela Kodiak io lo utilizzo da anni ed è un gran coltello e costa 78 eurro.
 
@Simo91 ma chi ti farà il corso non ti ha fornito qualche suggerimento o qualche linea guida in merito ? O, quantomeno, non è possibile magari chiedere a loro lumi in merito ?

Credo che chi organizza un corso ha le proprie preferenze, o linee guida, in merito a cosa i partecipanti sono tenuti, o consigliati, da portare anche perché sicuramente "loro" sapranno dove, e come, il coltello sarà impiegato, poi, per carità, ognuno ha i suoi gusti e con un coltellino da 7" di lama ci fa di tutto come viceversa per un coltellone da 4" per cui se ne infischia delle "linee guida".

Ciao :si:, Gianluca
 
@Simo91 ma chi ti farà il corso non ti ha fornito qualche suggerimento o qualche linea guida in merito ? O, quantomeno, non è possibile magari chiedere a loro lumi in merito ?

Credo che chi organizza un corso ha le proprie preferenze, o linee guida, in merito a cosa i partecipanti sono tenuti, o consigliati, da portare anche perché sicuramente "loro" sapranno dove, e come, il coltello sarà impiegato, poi, per carità, ognuno ha i suoi gusti e con un coltellino da 7" di lama ci fa di tutto come viceversa per un coltellone da 4" per cui se ne infischia delle "linee guida".

Ciao :si:, Gianluca
Ciao gianluca , guarda sulla lista dei materiali è specificato solo coltello quindi non si capiscile l utilizzo. Eventualmente posso informarmi. La tenda non ce l abbiamo quindi o ci creiamo un riparo noi o ne sfruttiamo uno naturale.
 
..e mi sa che sia proprio vero... ha un po' l'aria del pugnale da assassino ma è proprio comodo
In effetti è proprio quell aria da coltello da guerra che mi stona un po a livello estetico, poi sarà sicuramente più pesante e ingombrante. Diciamo che il coltello lo compro per il corso ma conto di usarlo anche in trekking, quindi forse è più impegnativo l skr
 
Per la mia esperienza, i corsi di survival di queste associazioni sono molto basic, compiendosi in un weekend scarso.
La richiesta per il pax di avere un materiale "obbligatorio", tra cui il coltello è sia di didattica (insegnare già prima della partenza a preparare lo zaino) sia di coreografia (fa molta scena ognuno con il suo coltello).
Il coltello in questi weekend sarà di limitato utilizzo, sia per i tempi che per la oggettiva difficoltà di insegnare a tutti (uno per uno) le tecniche e le astuzie dell'uso di questo attrezzo.
Diciamo che servirà sicuramente per il cibo (allora basterebbe un Opinel) e poi magari per qualche piccola esercitazione (tipo featherstick, o try stick al massimo) e per tagliare cordini. Dubito che in un weekend ci sia il tempo per fare cucchiai, trappole, capanne complesse (e quindi batoning, o anche solo chopping...). Poi comunque spero che ci riferirai attentamente quante volte e come lo hai usato...
E' ovvio che è un pò come in alpinismo, quando si dice NDA (normale dotazione alpinistica) ognuno poi compra la piccozza che vuole ma, in fondo, le piccozze sono come i colteli, sono poi tutte uguali nella funzione basilare, cioè di tagliare...
Sarebbe stato sicuramente invece diverso se il corso fosse stato incentrato sull'uso del coltello, un pò come un approfondimento, ecco qui sì che mi aspetterei attenzione all'attrezzo e quindi una scelta oculata.
Vai tranquillo, io porterei quello che hai in casa, poi magari là vedi cos'hanno gli altri, lo usi, in mano e sul campo, e poi scegli più oculatamente. Non sarai escluso se hai un Opinel o un Vic, credimi...
 
In effetti è proprio quell aria da coltello da guerra che mi stona un po a livello estetico, poi sarà sicuramente più pesante e ingombrante. Diciamo che il coltello lo compro per il corso ma conto di usarlo anche in trekking, quindi forse è più impegnativo l skr
Se vuoi qualcosa di più compatto allora se vuoi inox sono ottimi il Garberg o Muela Kodiak a seconda della geometria che Vuoi, se invece vuoi carbonioso Condor. Secondo me sono coltelli più validi di molti da 150 euro e oltre ( parere personale)
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso