Come difendersi in un luogo sconosciuto, abbandonato, o poco frequentato.

Allora tralasciamo gli arsenali dell'immagine, in un forum dove si contano i grammi da portare a spasso, se non avete un addestramento come si deve ed un fisico più che adeguato, tralasciando i problemi legali, siete nei guai a partire dalla seconda mezz'ora. Sono scomodissimi, pesano l'ira di Dio e poi ci sono le munizioni. Per capirci mi è capitato di vedere un lungo filmato su YouTube sull'arruolamento dei Gurka nepalesi. A metà delle prove attitudinali i ragazzi, Dai 17anni e mezzo ai 21, si caricano una gerla decisamente pesante, penso alme 15/20 kg, e si fanno una corsa in salita di una mezz'ora. Poi ci stupiamo se fanno quello che fanno molti militari di corpi di élite.
Passiamo al trio di utensili proposti da wwcat, coltelli, bisogna saperli usare, sembra facile ma bisogna avvicinare o far avvicinare e molto l'avversario, e se quello è cattivo bisogna essere pronti a fare malissimo, quindi immenso problema psicologico per una persona normale.
Accetta, vedere quanto sopra con il problema che si rischia di sbilanciarsi se si esagera con la forza ed il colpo va a vuoto.
Il bastone permette di tenere una distanza utile se l'avversario ha una lama, se cominciate a menare può fare male ma non in modo irreversibile, almeno se non si esagera, non necessita di un addestramento esagerato, ma il bastone deve essere lungo, abbastanza grosso e si legno abbastanza duro. Colpire alle gambe alle braccia, meglio mirando alle articolazioni è abbastanza scoraggiante per l'attaccante ma resta sempre un fatto che in quasi tutti al giorno d'oggi manca alle persone perbene la capacità di fare del male al prossimo anche quando si e sotto attacco.
 
Per capirci mi è capitato di vedere un lungo filmato su YouTube sull'arruolamento dei Gurka nepalesi. A metà delle prove attitudinali i ragazzi, Dai 17anni e mezzo ai 21, si caricano una gerla decisamente pesante, penso alme 15/20 kg, e si fanno una corsa in salita di una mezz'ora.
e allora guardati questa esercitazione della Norwegian Long Range Reconnaissance Squadron :biggrin:

 
....resta sempre un fatto che in quasi tutti al giorno d'oggi manca alle persone perbene la capacità di fare del male al prossimo anche quando si e sotto attacco.
he questo è un punto molto critico.... infatti se noti io scritto ..
"possono essere un buon deterrente" e credo sia l'unico modo in cui siano utili appunto facendo da deterrente.

Se le armi potenziali che porti sono sufficientemente minacciose possono indurre l'eventuale aggressore a non rischiare ... e così il successo è massimo.

No perché anche ad essere pronti e preparati ad usare quello di cui si dispone, quando puoi sentirti di colpire? quando davvero puoi ritenere che la minaccia è effettiva e davvero pericolosa?

Se l'agressore ha già provato a spaccarti la testa e ti ha mancato, oppure ha colpito quello appena davanti a te e hai visto tutto allora ok ...è anche evidente che si dispone di una buona dose di kulo,
ma altrimenti ?....
se si viaggia con queste ossessioni è assai più facile ritrovarsi a colpire un innocente che si stava facendo i fatti suoi malinterpretando qualche suo gesto.
 
Per fortuna Salvini ha contribuito a cambiare 'sto ****o di legge sulla legittima difesa, era in aula il tabaccaio inculato dal giudice Bergamasco (trasferita a Mantova)
 
Il deterrente diventa tale se è chiaro che non solo hai un grosso coltello (per esempio) ma se il linguaggio del corpo e tutto l'atteggiamento dicono che sei pronto a usarlo, ricordate la scena di Crocodile Dundee nella tentata rapina a NY? Ecco quello intendo.
 
Effetto Covid: le paure e le fobie dilagano! :D
E' normale. Gli strizzacervelli la chiamano eccitazione dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene.
Predispone inizialmente alla risposta fight-fly, ma alla lunga danneggia memoria e sistema immunitario. Non so se avete notato il declino cognitivo in parenti con una certa età, questi 20 mesi sono stati terribili.

Il tema è sicurezza è... scivoloso.
Se quattro amici vanno a camminare la domenica nel nord Italia devono stare solo attenti a non cadere dal sentiero (gli elicotteri si alzano tutti i fine settimana) o a non prendere un fulmine su di una cresta durante un temporale.
E' più facile inciampino in una pentola d'oro che vengano aggrediti (anche se a me un pastore, figlia e genero mi inseguirono, che mi sentivo in un tranquillo week end di paura...)

Ma se una ragazza si intrippa di escursionismo solitario nei Balcani o nella Turchia rurale (basta la Grecia dell'interno), il problema se lo deve porre, eccome.
--- Aggiornamento ---

Quoto comunque quello che scriveva Federicodi.
Scappare e nascondersi.
Resistenza, freddezza, tenere la concentrazione a lungo, e capacità di navigazione terrestre in notturna.
 
Ultima modifica:
E' normale. Gli strizzacervelli la chiamano eccitazione dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene.
Predispone inizialmente alla risposta fight-fly, ma alla lunga danneggia memoria e sistema immunitario. Non so se avete notato il declino cognitivo in parenti con una certa età, questi 20 mesi sono stati terribili.

Ma se una ragazza si intrippa di escursionismo solitario nei Balcani o nella Turchia rurale (basta la Grecia dell'interno), il problema se lo deve porre, eccome.
--- Aggiornamento ---

Quoto comunque quello che scriveva Federicodi.
Scappare e nascondersi.
Resistenza, freddezza, tenere la concentrazione a lungo, e capacità di navigazione terrestre in notturna.
Solo quelli di una certa eta' dici??! Io lo vedo nei miei coetanei (30-40 anni) e piu giovani anche....oltre che un aumento dell'aggressivita'.
Esatto scappare e nascondersi. Oltre che arrampicarsi sugli alberi....vieni a prendermi lassu!!! :D
 
Ecco, mi state facendo venire la voglia di non scaricare il fucile al prossimo controllo di volontari estranei ai cc forestali o alla polizia provinciale, ossia gente senza divisa!

Ma continuerò come ho sempre fatto, prima la sicurezza, poi se esagerano chiamare i Carabinieri. Che se prende il cellulare li chiamo anche per i balordi pseudo satanisti.
 
Il deterrente diventa tale se è chiaro che non solo hai un grosso coltello (per esempio) ma se il linguaggio del corpo e tutto l'atteggiamento dicono che sei pronto a usarlo, ricordate la scena di Crocodile Dundee nella tentata rapina a NY? Ecco quello intendo.
Bisogna tenere presente che quello è un film...
io porto un coltello che più o meno fa a gara con l'outback di Dundee ma secondo me va semplicemente portato con la massima naturalezza, non va ostentato,
l'ostentazione indica insicurezza
 
Era un esempio noto a tutti, wwc, ma chiarissimo direi, la ragazza di NY mollerebbe il portafogli, lui abituato ai coccodrilli di mare, di un coltello a scatto piccoletto gestito da un bulletto se ne frega ed estrae il suo Bowie parlando con l'atteggiamento ed il corpo. Ed il messaggio che manda è nei colpo chiarissimo al bulletto che se la da a gambe
 
Era un esempio noto a tutti, wwc, ma chiarissimo direi, la ragazza di NY mollerebbe il portafogli, lui abituato ai coccodrilli di mare, di un coltello a scatto piccoletto gestito da un bulletto se ne frega ed estrae il suo Bowie parlando con l'atteggiamento ed il corpo. Ed il messaggio che manda è nei colpo chiarissimo al bulletto che se la da a gambe
per me la parte cruciale e anche la più divertente, è quando in risposta a lei che gli dice
"dagli il portafogli ... ha un coltello " lui con aria sbalordita fa:
"cos'è quello ? questo è un coltello " lo estrae e passandolo sulla giacca dell'aggressore la taglia
senza alcuno sforzo .
--- Aggiornamento ---

Il tema è sicurezza è... scivoloso.
Se quattro amici vanno a camminare la domenica nel nord Italia devono stare solo attenti a non cadere dal sentiero (gli elicotteri si alzano tutti i fine settimana) o a non prendere un fulmine su di una cresta durante un temporale.
E' più facile inciampino in una pentola d'oro che vengano aggrediti (anche se a me un pastore, figlia e genero mi inseguirono, che mi sentivo in un tranquillo week end di paura...)
giustissimo
aggiungerei che il vero pericolo per chi ha delle fobie ... è lui stesso.

chi vive terrorizzato dall'idea di essere aggredito o attaccato da animali ecc.
sarebbe meglio stesse a casa perché diventa lui un pericolo per se e per chi ha vicino.
 
Ultima modifica:
Ragazzi, tutte le risposte date sin'ora mi stupiscono non poco!

Se qualcuno avesse scritto "vorrei capire come fare una discesa in corda doppia senza imbrago" oppure "mi spiegate come suturare una ferita con il filo interdentale" si sarebbe scatenata la gara a rispondere che esistono i corsi CAI o CRI e prima di avventurarsi in simili prodezze è meglio imparare le basi da personale preparato.

Dov'è la differenza con il quesito che ci è stato posto qui?

La sola risposta utile è: "cercati un corso serio di autodifesa, frequentalo e trai le tue conclusioni".

L'unico problema è che se per CAI e CRI, non serve verificare la serietà dell'istruttore che possiamo dare per scontato, nel business dell'autodifesa c'è di tutto e di più.

Io per motivi sportivi ho frequentato quegli ambienti sia ascoltando cosa aveva da dire gente "eperta in armi" (ero in squadra sportiva al TSN e ho fatto diverse volte da direttore di tiro durante le prove di idoneità per esempio di guardie giurate, ne ho viste di cose...) sia "marzialisti" vari negli anni che praticavo sport da combattimento. Quindi posso spiegare come riconoscere l'istruttore di autodifesa di cui ci si può fidare: sarà quello che insegna come evitare e prevenire, poi, "menare" è sempre la conseguenza di errori già fatti...
 
Se qualcuno avesse scritto "vorrei capire come fare una discesa in corda doppia senza imbrago"

Dov'è la differenza con il quesito che ci è stato posto qui?
Secondo me
la differenza sostanziale è che ... se uno vuol andare a fare arrampicata deve necessariamente imparare alcune tecniche di base e altro. ...
Invece per andare in escursione non c'è una reale necessità di imparare l'autodifesa (salvo particolari casi e luoghi).

cioè ... in un caso c'è una probabilità alta di avere necessità di usare le tecniche imparate,
nell'altro è davvero raro aver bisogno di tecniche di autodifesa.

anche perché ... per l'escursionismo a quali tecniche difensive devi arrivare ?
difesa da pastorella incaxxata,
difesa da lupi,
difesa da orsi
difesa da Rambo uscito di senno addestrato dagli israeliani ?
:D
 
Anch'io reputo che non serva difendersi in escursione, infatti la domanda non l'ho fatta io, ma chi si sente di farla potrà solo che giovarsi della "visione d'insieme" che un corso tenuto da un bravo ed onesto istruttore potrà dargli.

Anche, magari, per arrivare alle stesse considerazioni esposte qui.

Un corso serio di autodifesa, ripeto, serve comunque a vedere più cose, notare dettagli, scoprire una nuova padronanza del corpo in termini di equilibrio e studio del movimento. Serve a prestare attenzione a quello che ci circonda ed a relazionarsi con l'ambiente. Ripeto, NON serve a menare...

Sicuri che come qualsiasi altro arricchimento personale non possa essere un vantaggio anche in escursione, ma pure al supermercato, mentre si guida e via dicendo?
 
Per fortuna Salvini ha contribuito a cambiare 'sto ****o di legge sulla legittima difesa, era in aula il tabaccaio inculato dal giudice Bergamasco (trasferita a Mantova)


Spoiler: non è cambiato nulla, praticamente solo il nome

E comunque un cavolo il tabaccaio, se si crede che sparare al ladro in fuga e girato di spalle è legittima difesa forse ci si dovrebbe un po' schiarire le idee.

In sintesi, non c'entra nulla con l'oggetto del topic.
 
Alto Basso