Come scegliere una tenda

Equipaggiamento Come scegliere una tenda

_Manuel_ ha inserito una nuova risorsa:

Come scegliere una tenda - ... ovvero, Tutto quello che avreste voluto sapere sulle tende prima di acquistarne una.

Viste le frequenti domande di richiesta di informazioni finalizzate all'acquisto di questo importante strumento, il seguente tutorial vuole aiutare a riflettere su quale tenda scegliere di acquistare e con quali compromessi ci si troverà a dover combattere.

Premettiamo subito ed in maniera univoca che, come in tutte le cose, lo strumento unico e perfetto non esiste! Qualsiasi scelta noi faremo ci porterà comunque ad accettare determinati compromessi, sta poi a noi scegliere in relazione a...
Leggi di più su questa risorsa...
 
Ultima modifica:
Bravo Manuel, ottimo lavoro.
Condivido tutto quello che hai scritto. Ti faccio notare solo due cose:
- ad un certo punto dici che le monotelo fanno meno condensa. Ma questo dovrebbe essere vero solo per le monotelo tecniche (tipo quelle della Ferrino per l'alta quota), mentre per le monotelo economiche da discount dovrebbe essere vero il contrario, con l'aggravante che ti ritrovi la condensa direttamente nella camera e non nel sovratelo, come doppio tetto standard.
- tra i consigli finali per mantenere e rinnovare la tenda, io suggerirei anche lo spray al silicone. Nel caso che la tenda abbia perso impermeabilità per l'usura, ma abbia ancora i tessuti in buono stato, si può trattare il telo esterno e il catino con il prodotto apposito (uno lo produce la Nikwax, ma ce ne sono altri). Se invece l'acqua passa dalle cuciture perché è saltata la nastratura, si può usare o il SeamGrip per ripassare i giunti, oppure rifare le nastrature con i prodotti appositi che vendono nei negozi di nautica per le mute a tenuta stagna.
 
Ok @Anfisbena
Modifico il post inserendo anche i tuoi consigli per la manutenzione.
Per quello che riguarda le monotelo io mi riferivo proprio a quelle economiche che a mio giudizio sono talmente tanto traspiranti (e poco impermeabili) che appunto la condensa non si forma. A mio giudizio le monotelo sono adatte solo a climi tropicali asciutti, oppure all'estremo opposto, in climi subartici. Messner utilizzò una monotelo per la sua spedizione in Antartide.
 
Ultima modifica:
Sulle monotelo in realtà le mie erano solo supposizioni teoriche, perché non ne ho mai posseduta una. Interessante l'osservazione sulle monotelo economiche: io pensavo che fossero fatte con plastiche pesanti e molto impermeabili (tipo i teli gommati e simili), invece mi dici che è il contrario! Buono a sapersi...
Anch'io so che in Himalaya e in Antartide usano solo le monotelo... ma lì penso che il problema della condensa proprio non sussista, visto che a quelle temperature l'acqua gela fino a diventare quasi polvere. Infatti usano le tute di piuma, i tessuti con trattamenti leggerissimi e così via, tanto l'acqua allo stato solido non la vedranno mai!
 
:woot::woot: Complimenti, veramente un'ottima descrizione, anch'io sapevo del problema della condensa nelle tende monotelo, è per questo che preferisco evitarle
 
complimenti, hai fatto una bella e completa disanima sugli aspetti da considerare in caso di acquisto tenda, però (lo so, sono uno scassa...) non ti sei immedesimato in un neofita prossimo al grande passo.
sapere di dover comprare una 2 posti monotelo con paleria esterna in alluminio sicuramente restringe il campo, ma se apri un catalogo ben fornito diventi matto :)
personalmente mi sarei "leggermente" sbilanciato menzionando qualche modello orientativo di provata qualità.
p.es. tutti i miei acquisti di tende sono frutto di articoli simili :)
doppio telo 2 posti? ormai datata bertoni nordkapp2
monoposto doppiotelo very light? Gelert Solo
monoposto singolo telo very ultralight? Camp Bivak
due posti doppio telo? coleman bedrock (pagata su amazon un piatto di pasta)
esperimento fallimentare? monotelo Lidl
 
@spyrozzo :) è che la mia intenzione voleva proprio dare delle nozioni di base in quanto (sparando baggianate solo per fare degli esempi) io magari con la gelert mi sono trovato malissimo perché sono alto 230 cm, ed invece mi sono trovato benissimo con una ditta canadese che, a mano e su ordinazione, produce tende di nicchia da 1000€ per persona.
La mia disanima voleva in sostanza non tanto dare delle risposte, (gelert no, azienda canadese si) ma spiegare come capire meglio le propri esigenze per trovare la Miglior Tenda possibile in relazione alle proprie personalissime necessità; poi una marca (di qualità!) vale l'altra.
 
In realtà lo strumento unico e perfetto esiste in ogniuno di noi e si trova dentro la scatola cranica (dio ci ha creato come esseri superiori alle bestie), ci permette di scegliere la miglior tenda adatta a stagione, al miglior rapporto qualità/prezzo, materiali, temperature ecc ecc ecc.
 
Quoto in pieno ciò che dici @Joker ma spesso per arrivare a determinate valutazioni c'è necessità di esperienza; di qui l'importanza del forum e del confronto.
Io nel mio piccolo ho cercato di condividere quelle che sono le mie conoscenze e quello che è il MIO modo di approcciare alle cose, poi a prescindere dalla quantità di rotelle che girano o meno in una scatola cranica si possono comunque ottenere due risposte diverse ad una medesima domanda. Per una scelta consapevole è però sempre necessario che determinate domande uno se le ponga, altrimenti il rischio di fare un ottimo affare ma un pessimo acquisto è sempre in agguato.
 
attenzione! non voglio fare il bastian contrario per partito preso, ma cerco di immedesimarmi nel newbie di turno che (esperienza docet) alla fine, dopo mille concetti generici e consigli, dove cerchi di farlo ragionare con le sue meningi, una pizza 4 birre 2 pacchi di patatine, ti guarda negli occhi e ti chiede (p.es. un tema a me caro) "si va bene, ma che coltello devo comprare?"...
 
:)
Ok, allora farò qualche menzione di marche e modelli, ma in maniera molto generica.
E' che di fondo mi piacerebbe molto che le persone ragionassero con la propria testa piuttosto che io/tu/qualcuno fornisse soluzioni asettiche e decontestualizzate. Io sono fermamente convinto che un errore fatto con la propria testa valga molto di più di dieci situazioni risolte con la testa di qualcun altro.
 
Scusami Manuel, intanto ti ringrazio per il lavoro che stai facendo. Organizzalo come meglio credi. Traduco il mio post precedente: consiglio a ogniuno, di pensare alla situazione in cui si troverà e poi valutare l'attrezzatura, infine vedere il material consigliato. Mi vengono in mente le gite del cai nelle quali l'accompagnatore pensa a tutto, ma ogniuno deve saper valutare rischi e attrezzatura da solo. Non metto in dubbio l'utilità di questo forum altrimenti non ne farei parte :si:
 
Manuel, ottimo lavoro, grazie.
Sicuramente avevi immaginato che un argomento come quello trattato avrebbe poi suscitato vari interventi; per cui aggiungo il mio su alcuni punti, con la consapevolezza che si tratta di opinioni e non di verità assolute, del tutto discutibili e rivedibili.
Le FALDE sono necessarie soprattutto se la camera interna per ragioni di leggerezza ha parte della superficie a rete; il peso che si risparmierebbe con l'assenza delle falde viene compensato da quello in più per un saccoletto più pesante con cui doversi riparare dagli spifferi.
Le MONOTELO, a meno che non siano super tecnologiche e traspiranti, fanno condensa. Ho la MTB della Ferrino, regge bene la pioggia, ma si riempe di condensa; poiché è una due posti che uso da solo mi piazzo al centro ed il problema è risolto.
Le DIMENSIONI DA CHIUSA, a parte la paleria che non è riducibile, è un problema che si risolve ripiegando la tenda in modo diverso da quello proposto dalla fabbrica, ovviamente va cambiato il sacchetto.
Di nuovo grazie.
 
Sicuramente avevi immaginato che un argomento come quello trattato avrebbe poi suscitato vari interventi; per cui aggiungo il mio su alcuni punti, con la consapevolezza che si tratta di opinioni e non di verità assolute, del tutto discutibili e rivedibili.
Certamente, quindi ogni commento critico o aggiunta è chiaramente preso come un cercare di tendere al miglioramento più che una critica alla persona.

Le FALDE sono necessarie soprattutto se la camera interna per ragioni di leggerezza ha parte della superficie a rete; il peso che si risparmierebbe con l'assenza delle falde viene compensato da quello in più per un saccoletto più pesante con cui doversi riparare dagli spifferi.
La mia esperienza è che gli spifferi servano, sempre e comunque. Aiutano la ventilazione forzata, e se tu in qualche modo cerchi di bloccarla il problema che se ne ottiene è il pesante aumento dell'effetto condensa. Secondo me le aperture nella parte alta (regolabili, cernierate, con la manichetta, con la linguetta ecc), unite alla mancanza di falde costituiscono l'ottimale sistema di ventilazione della tenda.

Le MONOTELO, a meno che non siano super tecnologiche e traspiranti, fanno condensa. Ho la MTB della Ferrino, regge bene la pioggia, ma si riempe di condensa; poiché è una due posti che uso da solo mi piazzo al centro ed il problema è risolto.
Sai, sei la seconda persona che mi dice questo, inizio quindi a dubitare che le mie informazioni/impressioni siano corrette. La mia impressione è che la monotelo provata da me (e poi scartata immediatamente) è che fosse talmente tanto traspirante che la condensa non si verificava in quanto era un colabrodo e non teneva assolutamente l'acqua. Credevo quindi che questa fosse una peculiarità costitutiva di queste tende. L'unica altra monotelo con cui ho avuto a che fare è stata quella con cui Messner andò in Antartide; quella era spessa e pesante come uno zaino, ma li chiaramente il fatto che non fosse traspirante non era un problema viste poi le effettive e reali temperature di utilizzo per cui era pensata

Quindi tu ed @Anfisbena dite che le vostre esperienze con tali oggetti sono state, contrariamente alle mie, piene di condense perché il telo era impermeabile e stagno come un bustone dell'immondizia?

Le DIMENSIONI DA CHIUSA, a parte la paleria che non è riducibile, è un problema che si risolve ripiegando la tenda in modo diverso da quello proposto dalla fabbrica, ovviamente va cambiato il sacchetto.
Hai pienamente ragione sotto questo punto di vista, io tendo difatti a considerare non tanto le dimensioni in se ma proprio la lunghezza della paleria. Questo mi serviva perché nei miei viaggi in moto mi interessava che potesse entrare all'interno delle borse rigide in modo sia da rimanere asciutta che lontana dalle mani di eventuali malintenzionati.
 
Sai, sei la seconda persona che mi dice questo, inizio quindi a dubitare che le mie informazioni/impressioni siano corrette. La mia impressione è che la monotelo provata da me (e poi scartata immediatamente) è che fosse talmente tanto traspirante che la condensa non si verificava in quanto era un colabrodo e non teneva assolutamente l'acqua. Credevo quindi che questa fosse una peculiarità costitutiva di queste tende. L'unica altra monotelo con cui ho avuto a che fare è stata quella con cui Messner andò in Antartide; quella era spessa e pesante come uno zaino, ma li chiaramente il fatto che non fosse traspirante non era un problema viste poi le effettive e reali temperature di utilizzo per cui era pensata

Quindi tu ed @Anfisbena dite che le vostre esperienze con tali oggetti sono state, contrariamente alle mie, piene di condense perché il telo era impermeabile e stagno come un bustone dell'immondizia?
Si, per quanto riguarda la MTB Ferrino il telo è ben impermeabilizzato e non traspirante; aggiungo che la tenda ha ampie feritoie che si possono tenere aperte per cui si può ovviare in parte al problema condensa a fronte di qualche spiffero d'aria in più.
 
Grazie alle vostre considerazioni ho fatto delle modifiche, sono apertissimo a modificare qualsiasi cosa. Fatemi sapere se così va meglio.
 
X manuel, ben accetto il contributo di tutti.
Ho messo benzina sul fuoco per spronarvi a fare alcune considerazioni.
 

Discussioni simili



Alto Basso