Recensione Comparativa scarpe da trail running

Ciao a tutti!

Arrivato al quarto paio mi sono accorto di aver comprato ogni volta un tipo di scarpa diversa, dato che anche tra le scarpe da trail running (le quali già tra la scarpe da corsa rappresentano un sottoinsieme) vi sono diversi tipi per qualsiasi genere di corsa fuoristrada nei quali ci si andrà ad impelagare.

Le seguenti scarpe sono state inoltre utilizzate per bene, quindi se da un lato le foto non saranno molto invitanti, dall'altro la mia esperienza con esse è stata senz'altro abbastanza approfondita. Pertanto, sperando di far cosa gradita a chi sia indeciso, dato che per nostra fortuna (o sfortuna?) le case produttrici sfornano nuovi modelli con una cadenza quasi fastidiosa, posto questa recensione comparativa.



Adidas Response Trail 19

JWfIPu6.jpg


I crucchi dicono sia stato il primo modello di scarpa da corsa in montagna ad essere stato inventato, agli inizi degli anni 90. Vero o no, questa è la serie 19 (oggi sono alla 20), quindi si può comunque legittimamente sperare che, in tutta questa lunga evoluzione, di possibilità per affinarle ne abbiano avute parecchie.
E infatti, prese su internet senza mai averle provate prima, ne sono molto soddisfatto. Già mi trovo bene con Adidas, avendo come stradali un paio di Boost, ma con queste Response Trail mi sono definitivamente convinto che questo marchio, dagli sportivi fighettoni snobbato perchè ritenuto un po' mainstream, nulla abbia da invidiare ai prodotti dei marchi più specialistici.
Questo modello è posto a metà come pretese, tra le alto di gamma Supernova Riot e le basilari ed economiche Kanadia, ma ha il pregio di condensare le soluzioni più importanti delle prime con l'occhio alla pecunia delle seconde.

Come vanno. Sono relativamente grosse e ben carrozzate, quindi ottime su lunghi percorsi anche molto dissestati. Sul tacco si sono inventati un sistema di ammortizzazione molto efficiente che consente di far correre a lungo chi - come me - ha qualche ginocchio in dismissione. Molto protettive anche sulle punte e sulla caviglia, con una generosa imbottitura sul colletto, possono tranquillamente essere utilizzate come scarponcino leggero da trekking o come scarpa da avvicinamento. Io stesso le ho indossate allo scorso raduno del forum sull'escursione alla Serra Rocca Chiarano (una decina di km di cresta) e non ho minimamente rimpianto i classici scarponi.
Certo queste caratteristiche si pagano in quanto a peso e precisione, ma per i lunghi trail sono perfette!

protezione..7
leggerezza..5
grip...........6
precisione...5
comodità....8
ammortizz...8


La Sportiva Vertical K

IOBVHbP.jpg


Già oggetto di recensione qualche tempo fa http://www.avventurosamente.it/vb/14-calzature/15401-la-sportiva-vertical-k-le-ultraleggere-da-trail-running.html, le ripropongo non per allungare il brodo :) ma perchè ho avuto modo di provarle a lungo e tutto sommato mi sento di consigliarne l'acquisto solo a chi fa gare di km verticale, come del resto dice il nome. In ottica di normale trail running per me sono stati soldi buttati. Tralasciando la scarsa protezione, segnalo il consumo scandaloso della suola, che dopo un'estate sola (di corse normali, senza fare chissà che) già era diventata completamente liscia. Ora le uso come (costose) scarpe di ricambio post escursione.
Nulla da dire invece se impiegate nel ristretto ambito delle gare di km verticale: leggere e precisissime, un prodotto unico nel suo genere.

protezione..4
leggerezza..8
grip...........6
precisione...8
comodità....6
ammortizz...6


Adidas Kanadia Tr4 gtx

OmrtHye.jpg


Il modello di attacco di Adidas per il trail running. Se siete agli inizi e volete andare cauti con il portafogli è il modello che fa per voi. Abbastanza spartano, offre un'ammortizzazione senza effetti speciali e una protezione invece da modelli superiori (per non far abbandonare il trail running al neofita alla prima botta su un sasso :)).
La suola della serie 4, una bella distesa di tacchetti, è ottima e a mio avviso migliore addirittura di quella delle Response, però si vede che all'Adidas se ne sono accorti e sull'attuale serie 5 hanno messo una cosa che non è né carne e né pesce.
Questo modello è in goretex, ma io consiglio tutta la vita di preferire quello in normale mesh. A mio parere il goretex può servire sugli scarponi classici, dove il bagnato è importante che rimanga fuori. Nella corsa, invece, se piove o ci sono guadi, per forza di cose l'acqua entra dall'alto e il goretex ne impedisce l'espulsione. Inoltre, eccetto i mesi invernali, sono tremendamente calde, quindi devo ammettere che dopo un primo entusiasmo iniziale le sto usando abbastanza poco. Serve un trail su neve! :lol:

protezione..7
leggerezza..6
grip...........7
precisione...5
comodità....6
ammortizz...6


Salomon Fellraiser

hqn0cPE.jpg


Mi pare non ci siano da molto nel listino Salomon. Comunque le ho prese esclusivamente per le gare. Sono stati necessari una cinquantina di km di rodaggio dato che al primo utilizzo mi hanno fatto di lato una piccola vescica e da quest'episodio ho capito che tipo di scarpe abbiano congegnato.
Più simili a scarpini da calcio che a scarpette da corsa, le Fellraiser hanno pochi compromessi. La suola è la stessa - ottima - delle Speedcross, quindi la tenuta è garantita anche sul fango di Mai dire banzai. Inoltre sono molto leggere ed essenziali nella struttura. Ciò ha diverse implicazioni: innzanzitutto l'ammortizzazione è davvero ridotta all'osso, il che la rende - a mio avviso - non adatta alle lunghe distanze. Inoltre l'aver puntato sulla leggerezza comporta che anche la protezione rimane alquanto rustica. Di buono invece c'è che con questi presupposti abbiamo una precisione chirurgica nell'appoggio, quasi ai livelli delle Vertical K: se correndo vedi un appoggio di 30 cm e la scarpa è 29... ci va! :)
Insomma, il loro terreno ideale sono le gare trail veloci, massimo 15-20 km, magari belle infangate! :D Ecco, lì hanno pochi rivali, mi viene da pensare giusto le Speedcross (che costano una trentina di euro in più) o alcune Inov8 con la suola artigliata.

protezione..6
leggerezza..7
grip...........9
precisione...7
comodità....5
ammortizz...5


Buone corse a tutti!

:)
 
Ultima modifica di un moderatore:
interessantissimo thread...mi piacerebbe avvicinarmi al mondo del trail running, ma abitando a Bologna il massimo dislivello che trovo è il colle di San Luca!! :( Quando sono dai miei suoceri in Abruzzo, nel Parco Nazionale della Majella, invece, la mia voglia di corsa si riversa dalla strada alle montagne e mi piacerebbe avere la preparazione e la scarpa giusta per poterlo fare...su strada ho autonomia x una mezza maratona, (se il tendine rotuleo non si fa sentire) ma in montagna cambia tutto...cmq ci provo un po, ma ho visto che le mie scarpe da corsa non sono idonee, non tanto per l ammortizzazione, quanto soprattutto per la protezione (uso le brooks ghost di solito), quindi grazie per i consigli...una cortesia...la voce "Precisione" a cosa è riferita? ciauz!
 
Più che la protezione secondo me la prima caratteristica da guardare in una scarpa da trail running è la suola, perchè se è semi-stradale e poi si vanno a fare percorsi con molte discese veloci, si rischia lo scivolone e mai come nella corsa in montagna lo scivolone si paga caro.
Per contro, se la suola è molto tassellata bisogna fare attenzione ad andarci il meno possibile su asfalto sennò si consuma subito.

Per precisione intendo appunto la facilità con cui si può indirizzare la scarpa sull'appoggio che vogliamo centrare, chiaramente più la scarpa è grande e pesante e meno sarà precisa e devo dire che quando si va veloci su un tratto accidentato, magari con un po' di stanchezza, non è così scontato far eseguire ai piedi esattamente ciò che si vuole! :biggrin:
 
Comparativa molto interessante e per di piu' basata da tue esperienze dirette in vari usi e condizioni meteo dopo svariati km!!!:si:

Dovresti fare il collaudatore di scarpe da trail running!!

Tra i modelli da te citati spero che avrai modo di provare prima o poi anche le Brooks Cascadia, sarei molto curioso di leggere una tua recensione in merito a quel modello!

Bravissimo Francesco e grazie per il topic! :abbraccio:
 
Wow che bella recensione! Io sono al terzo paio di Salomon XA Pro, due paia in mesh e uno GTX, e mi sono trovato benissimo, anche perché più che per correre le uso per camminarci sia in montagna che quotidianamente e per andare in mtb (con i pedali flat).

Pensavo di rimanere fedele al marchio ma magari le prossime saranno Adidas, chissà...o magari Asics (dicono che le Fuji Trabuco siano ottime e molto comode)
 
anche se con un po' di ritardo mi sono accorto di questa bella recensione....adesso,(non so se si può)vorrei sapere dove acquisti questi modelli,visto che, anche io, vorrei iniziare con questa disciplina. vendono salomon, la sportiva e Adidas nello stesso negozio?
 
Interessante. Aggiornamenti?
Per le misure come ti sei trovato? Sono tutte della stessa taglia?
Ho visto le fellriser a 70€ ed avrei intenzione di prenderle per correre su sterrati (mai ripidi), magari infangati, come scarpa di transizione verso drop zero e minimal.
Di scarpe "civili" in genere porto 41,running 42. Con il 42 di queste vado tranquillo?
 

Discussioni simili



Alto Basso