Consigli equipaggiamento per notte a 2700 metri

Salve a tutti ;)
Spero di essere nella sezione giusta ma potrei sbagliare, nel caso scusatemi.
Scrivo perchè sto per affrontare (a fine agosto) una escursione di 2 giorni nella zona di Fanes con pernotto al bivacco della pace.
Il bivacco è situato a 2700 metri, senza acqua nelle vicinanze e senza camino o riscaldamento di qualunque sorta.
Saremo in due, io e la mia morosa.

Per noi è la prima volta che dormiamo in un bivacco a questa altezza quindi vorrei ridurre al minimo qualunque rischio. :wall:
Allora, noi abbiamo entrambi un sacco a pelo invernale con un confort a 5 gradi e limite a 0, sintetico. (Non è un gran sacco a pelo però fa il suo dovere.
Io l'ho usato a 8 gradi e ci ho dormito bene).
Secondo voi può andare bene? Ho visto sul sito dell'arpav che lo 0 termico dovrebbe essere intorno ai 3500 metri quindi noi dentro
al bivacco dovremmo stare qualche grado sopra lo 0. Correggetemi perche sono tutte ipotesi fatte sui numeri e non sull'esperienza.

In oltre mi preme chiedervi se si rischiano dei problemi legati all'altezza tipo mal di montagna o altro. Io ho 24 anni e lei 22.
Andiamo spesso a camminare negli appennini e tutto sommato siamo abbastanza sportivi.
In più se vi viene in mente qualche consiglio o qualche equipaggiamento must have da dirci è ben accetto!
Grazie mille in anticipo :)
 
Per l'altitudine non dovrebbero esserci problemi di mal montagna, è ancora bassa.
Per il bivacco porta oltre al sacco a pelo, una termica, una felpa, pantaloni lunghi e doppie calze, meglio abbondare perchè il tempo in quota cambia radicalmente (anche se le app meteo danno sole o variabile, la loro affidabilità è al 50%) e il vento crea l'effetto wind chill.

Acqua sicuro che non c'è nelle vicinanze? anche nel raggio di 30 o 40 minuti? Altrimenti devi portarti su un bel po' d'acqua, ghiacciai? Torrenti? Laghi? (io bevo da queste 3 fonti d'acqua quando sono in quota)
 
Salve a tutti ;)
Spero di essere nella sezione giusta ma potrei sbagliare, nel caso scusatemi.
Scrivo perchè sto per affrontare (a fine agosto) una escursione di 2 giorni nella zona di Fanes con pernotto al bivacco della pace.
Il bivacco è situato a 2700 metri, senza acqua nelle vicinanze e senza camino o riscaldamento di qualunque sorta.
Saremo in due, io e la mia morosa.

Per noi è la prima volta che dormiamo in un bivacco a questa altezza quindi vorrei ridurre al minimo qualunque rischio. :wall:
Allora, noi abbiamo entrambi un sacco a pelo invernale con un confort a 5 gradi e limite a 0, sintetico. (Non è un gran sacco a pelo però fa il suo dovere.
Io l'ho usato a 8 gradi e ci ho dormito bene).
Secondo voi può andare bene? Ho visto sul sito dell'arpav che lo 0 termico dovrebbe essere intorno ai 3500 metri quindi noi dentro
al bivacco dovremmo stare qualche grado sopra lo 0. Correggetemi perche sono tutte ipotesi fatte sui numeri e non sull'esperienza.

In oltre mi preme chiedervi se si rischiano dei problemi legati all'altezza tipo mal di montagna o altro. Io ho 24 anni e lei 22.
Andiamo spesso a camminare negli appennini e tutto sommato siamo abbastanza sportivi.
In più se vi viene in mente qualche consiglio o qualche equipaggiamento must have da dirci è ben accetto!
Grazie mille in anticipo :)
Il meteo guardarlo adesso per sapere fra 1 settimana non serve, puoi trovare 10° come la neve.
Oltre al cambio più pesante nello zaino, io porto sempre un sacco termico d'emergenza arancio(pochi euro) pesa nulla e può aiutare se sei al limite.
Porto sempre anche un paio di guanti.
Ho trovato utile anche gli scaldamani, per ora ho usato quelli usa e getta ma ci sono anche ricaricabili a batteria, da mettere nel sacco soprattutto nei piedi.
Se non c'è elettricità qualche candela, sia per illuminare che al limite scaldare(può valere anche per il fornellino)
 
Acqua sicuro che non c'è nelle vicinanze? anche nel raggio di 30 o 40 minuti? Altrimenti devi portarti su un bel po' d'acqua, ghiacciai? Torrenti? Laghi? (io bevo da queste 3 fonti d'acqua quando sono in quota)
L'acqua non c'è. Ho controllato su internet e sulla cartina tobacco n°3 nuovissima e non ne segnala, la fonte o sorgente più vicina è a un paio di chilometri in forte discesa (500 metri). Però sono di strada quindi venendo su possiamo ricaricare li e poi il giorno dopo scendere e ricaricare. (comunque penso che porterò 3 litri io e 2 lei) Mi consigli di comprare o portare qualcosa per depurare l'acqua o la bevi direttamente così?

Il meteo guardarlo adesso per sapere fra 1 settimana non serve, puoi trovare 10° come la neve.
Oltre al cambio più pesante nello zaino, io porto sempre un sacco termico d'emergenza arancio(pochi euro) pesa nulla e può aiutare se sei al limite.
Porto sempre anche un paio di guanti.
Ho trovato utile anche gli scaldamani, per ora ho usato quelli usa e getta ma ci sono anche ricaricabili a batteria, da mettere nel sacco soprattutto nei piedi.
Se non c'è elettricità qualche candela, sia per illuminare che al limite scaldare(può valere anche per il fornellino)
Ottima l'idea di una coperta termica e qualla degli scaldamani.

Vi ringrazio ancora. Se vi viene in mente altro integrate pure!!
Grazie mille :)
 
L'acqua non c'è. Ho controllato su internet e sulla cartina tobacco n°3 nuovissima e non ne segnala, la fonte o sorgente più vicina è a un paio di chilometri in forte discesa (500 metri). Però sono di strada quindi venendo su possiamo ricaricare li e poi il giorno dopo scendere e ricaricare. (comunque penso che porterò 3 litri io e 2 lei) Mi consigli di comprare o portare qualcosa per depurare l'acqua o la bevi direttamente così?



Ottima l'idea di una coperta termica e qualla degli scaldamani.

Vi ringrazio ancora. Se vi viene in mente altro integrate pure!!
Grazie mille :)
Se la trovi rapida io ti consiglio quella fatta a sacco a pelo aperta sopra, é più comoda della classica soprattutto se devi dormirci dentro.
Per l'acqua io uso da un po' queste se serve, sanno si di cloro, ma almeno io ci ho fatto l'abitudine.(di solito costano 5 euro)
Pastiglie
 
Ho visto sul sito dell'arpav che lo 0 termico dovrebbe essere intorno ai 3500 metri quindi noi dentro
al bivacco dovremmo stare qualche grado sopra lo 0. Correggetemi perche sono tutte ipotesi fatte sui numeri e non sull'esperienza.
Vedo ad esempio che in questi giorni la minima sulle Dolomiti a 3.000 metri è di 7 gradi (c'è bel tempo). Dentro al bivacco mi aspetto almeno 3 gradi in più, quindi col sacco confort 5 sei tranquillo ed hai un buon margine di sicurezza.
Importante comunque portarsi, più che scaldamani, calzettoni caldi per la notte, berrettino in pile e guantini sempre in pile... nel sacco è facile avere freddo alle estremità, e son cose che possono servire anche di giorno se il tempo cambia
 
Il bivacco ha le coperte?
È molto frequentato oppure no?
Se non è molto frequentato e ci sono le coperte potreste andare anche con il solo sacco lenzuolo, il rischio è che il bivacco sia pieno e/o non ci siano coperte disponibili, in quel caso il sacco a pelo che avete è sufficiente, al massimo dormite vestiti.

Io ho dormito in bivacchi a oltre 4.000 metri (Balmenhorn) con il solo sacco lenzuolo più una o due coperte.

In questo periodo le minime potrebbero scendere fino intorno allo zero.

Per il mal di montagna non dovrebbero esserci problemi a quelle altezze, in ogni caso se capitasse basta scendere finché non passa, e inoltre di solito arriva mentre stai salendo.
Se siete già stati intorno a quelle quote e non avete avuto problemi siete a posto.
 
Se il bivacco ha le coperte (di norma è così) non vedo proprio l'utilità di portarsi il sacco a pelo. Nei bivacchi di solito non fa così freddo: in quelli nuovi in legno ci sono di solito 15-20 gradi e in caso di sovraffollamento si soffre pure il caldo, mentre effettivamente quelli in lamiera sono ben più freddi.
H
Appena una settimana fa ho dormito a due bivacchi in lamiera freddi (2900 m circa), durante due notti fredde (la seconda sotto zero), faceva decisamente freddo anche dentro (6-7 gradi) ma con 2/3 coperte stai bene.

Per farti capire meglio, anche io ho dormito al Balmenhorn a quasi 4200 metri con una sola coperta, se ricordo bene, e anche al Rocciamelone a 3500 non ho avuto problemi a farmi bastare le coperte. Al massimo, puoi portare il sacco lenzuolo per non stare a diretto contatto con le coperte.

Per quanto riguarda l'acqua, se la prendi dai torrenti (acqua corrente e non stagnante) e non ci sono elementi che possano cambiare la valutazione (rifugi o mandrie) il filtro non serve. Puoi magari comprare delle economiche pastiglie potabilizzatrici da usare quando avessi qualche dubbio sulla presenza di questi ma sei in 'emergenza'
 
Ultima modifica:
Io per l’acqua sarei prudente, anzitutto cercherei di essere autonomo partendo con una buona scorta,non farei poi troppo affidamento sulle fonti segnate sulle cartine,che dipendono anche da quanto è piovuto o meno nella stagione, vi ricorrerei solo in caso di necessità. Se continuerai a far trekking,ti consiglio inoltre di dotarti di un filtro portatile per poter bere in sicurezza da fonti,ruscelli,laghi ecc.
 

Discussioni simili



Alto Basso