Consigli per neofornellettista

Penso di si. Però ci riesci a rimuovere tutto il tonno dal buchetto? Mi pare che così ti sbatti molto di più e poi non riusciresti a togliere bene l'olio che bruciando puzza molto. E molto più facile incastrare le due lattine poi se vuoi sigillare perfettamente le due parti puoi usare quella pasta che usano i meccanici per le guarnizione e che resiste alle alte temperature.
Per eliminare qualsiasi sia pur minimo residuo direi niente di meglio che un bel formicaio nelle vicinanze.
Cmq ho le due lattine, oggi o domani faccio il presurizzato paiolo
 

ora dico una @zata

Maaaaa se con il trapano faccio un buco qui al centro, tiro via il tonno con gli stuzzicadenti, faccio i forellini sulla corona, non è un pressurizzato senza sbattimenti questo?

Vedi l'allegato 178938
Vìola praticamente tutti i dettami del mio trattato di fornettologia :D :D :D

Altezze e dimensioni a parte, quella scatoletta è di ferro (pesimo conduttore id calore), e non riuscirai mai a fare al centro un foro sufficientemente piccolo da non de-pressurizzare i forellini perimetrali (i vapori usciranno quasi tutti al centro, ed i forellini perimetrali non andranno mai in pressione...)
 
Vìola praticamente tutti i dettami del mio trattato di fornettologia:D:D:D

Altezze e dimensioni a parte, quella scatoletta è di ferro (pesimo conduttore id calore), e non riuscirai mai a fare al centro un foro sufficientemente piccolo da non de-pressurizzare i forellini perimetrali (i vapori usciranno quasi tutti al centro, ed i forellini perimetrali non andranno mai in pressione...)
Ho capito. Quindi il tonno me lo mangio e al limite lo uso come fornello aperto di riserva.
 
Eh no, non ci siamo proprio. :eek:
Le due lattine dovevi scolarle insieme.:biggrin:

Non ci sono più i fornellettari di una volta.
Ma qui si istiga ad un consumo massiccio di alcool!!:rofl:

Certo, però direi minimo 4 lattine, almeno due di backup servono.
Ho appena finito di scrivere peste e corna sul consumismo, ma questo lo considero parte dei beni essenziali.
Poi è parte di importantissima R & D.
Per cui, non sentitevi in colpa! Forza!


Maaaaaa usare le lattine di coca cola ?
Buoni non si tirano le cose :argh: ...... giù quei coltelli :help: ...... và bene non lo dico più :pio:

Ciao :si:, Gianluca
Quella roba è tossica! :gover:
Poi... "eee l'acqua fa male e il vino fa cantarrr !!!! " sing sing sing!


ora dico una @zata

Maaaaa se con il trapano faccio un buco qui al centro, tiro via il tonno con gli stuzzicadenti, faccio i forellini sulla corona, non è un pressurizzato senza sbattimenti questo?

A me sembra sbattimento puro al 100%. Poi le misure non sono rispettate! E il materiale (come si diceva qualche messaggio addietro) pure! Fatica inutile, mi spiace uccidere l'entusiasmo così brutalmente. :p
 
direi ok per ora:

alcool01.jpg


Messo su ora, ora vedo quanto dura a pieno carico, l'alcool è stato assorbito perfettamente dai 4 buchini centrali
 
sto facendo la seconda prova, la prima a pieno carico: 20 minuti
le fiammelle appaiono anche ora dopo circa 60 secondi dall'accensione, quindi direi che sia stabile.
 
Piccolo omaggio a Paiolo che ha ispirato la sperimentazione durante un periodo di riposo forzato: 3 fornelletti realizzati con le diverse misure di lattine disponibili (birra, coca e redbull per intenderci...).

5.JPG

I più grandi esattamente come da sue indicazioni con rispettivamente 16 e 12 fori di 1mm sull'esterno del bordo rialzato. Il più piccolo modificato invece per ottenere una fiamma che rimanesse "raccolta" sotto la moka, forando il bordo interno del rinforzo e creando quella sorta di riduttore/convogliatore. Usate tutte nelle uscite degli ultimi mesi con grande soddisfazione. Paiolo stove +3!!!

6.JPG

1.jpg

2.JPG

3.JPG

Con 8 ml di alcool si fa il caffè nella moka x 2 e brucia ancora un paio di minuti.
 
Tutti molto belli.Ciao.:si: Forse ricordo male, ma l'ultimo mi pare una novità! Ce ne era uno simile di Paiolo ma questo mi pare diverso sul fondo.
Ciao. L'ultimo ha semplicemente il bordo piu alto degli altri come una sorta di riduttore di fiamma ma tagliato in modo da ottenere quelle "alette" che poi ho inclinato verso il centro dandogli anche una leggera torsione. La forma delle alette contribuisce a scaldare il fornello ed aumentare la quantità di combustibile che evapora, questo unitamente ai fori che convergono verso l'interno creano una fiamma unica adatta alla ridotta superfice della moka.
 
Ragà.... In sti giorni con le vostre creazioni mi state regalando soddisfazioni mega.... Bravi tutti! :D
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto