Consigli su una bussola

Salve a tutti. Cerco consigli sull'acquisto di una bussola per fare un po' di tutto tra orientamento, carteggio, triangolazione della posizione, direzione...

Ho trovato questa bussola Geonaute https://www.decathlon.it/bussola-explorer-900-id_8539932.html#v2835706 , ma non ho idee sulla sua reale qualità. Di recensioni se ne trovano veramente poche e scarne. A prima vista però mi piace per le funzioni ed accessori che ha (capsula rotante a doppio anello, specchietto, lente ingrandimento, quadrante con linee dei meridiani, sagome forate, righello, scala di declinazione, tre scale di dimensione 1:10000 e 1:25000 e 1:50000 ecc). Pensavo di prendere un tipo di bussola come questa. Mi piacciono anche quelle piatte e semplici, ma penso che cosí sia un minimo piú riparabile dagli strapazzamenti in montagna, senza andare sul metallo: questa è chiudibile ma pur sempre con base trasparente. Ha anche comodità del mirino per poter inquadrare punti di riferimento ed eventualmente usare lo specchietto anche per segnali. Sembrerebbe tutto perfetto, ma all'atto pratico funzionava bene, con precisione ed affidabilità?
Ho visto anche qualcosa della Silva e Suunto, ma a meno di offerte, il prezzo sale abbastanza. Come vi sembra questa Geonaute? C'è di meglio in questa fascia di prezzo?

In allegato le immagini

Grazie in anticipo per il vostro contributo
 

Allegati

A vederla, non sembra male, mi piace... Ma non ho mai avuto quella marca, quindi non la conosco.
Riguardo le altre marche che hai citato, io ho una Suunto e mi ci trovo bene.
 
Premessa: tutte le bussole funzionano, o meglio se l'ago è magnetizzato, basterebbe una ciotola d'acqua ed un sughero per sapere dov'è il nord...
Detto questo, la stragrande maggioranza delle bussole da cartografia (come quella scelta) sono comunque fabbricate in Cina (o Taiwan, o comunque di là...) per cui le plastiche sono omologhe.
Io questa bussola ce l'ho, l'ho presa tre anni fa e data a mia figlia nei lupetti (scout) e da allora sta attaccata penzolante al suo zaino (metodo migliore per non perderla), dove viene strattonata ogni uscita.
Segna ancora il nord e non ha perso nessun "accessorio".
Anch'io preferisco però quella piatta, per intenderci il modello senza "coperchio", che tengo in un EDC da cartografia, perchè alla fine il traguardo per l'azimuth o l'autodeterminazione del punto (la famosa "triangolazione") se sei avvezzo la fai anche senza il mirino.
Se ne fai un uso campale e di ausilio alla navigazione, va benissimo. La base trasparente è essenziale per l'uso con la carta.
Sulla precisione un appunto. Non è che le bussole di maggior costo sono più "precise": il quadrante è stampato allo stesso modo, la grandezza dei trattini di riferimento del goniometro girevole è la stessa, per cui non è che quando fai un azimuth con una bussola da 150 €, sei sicuro di non sbagliare valle o crinale. Sono il tuo occhio e la tua mano che contano. Solo quello. Anche con la bussolina da 10 cent dell'ALiexpress che si mette al cinturino dlel'orologio...
Non stiamo parlando di GPS e di sotfware o hardware, qui siamo ancora (come millenni fa) alla pura e semplice meccanica. E quello sei in grado benissimo anche tu di valutare come è messa. Tranquillo.
 
Beh dai non sembra troppo male, pare un clone delle svizzere più semplici

Guarda anche le recta, che è il produttore per eccellenza e le fa anche per suunto.

Io ho il modello fatto a cassettino, la serie DP per intenderci
 
Se la trovi.....anche la recta ds 40. Completamente trasparente, comodamente lunga da aperta e compatta da chiusa e non eccessivamente costosa.
 


Alto Basso