Consiglio giacca invernale

Capito, quindi o caldissimo ma voluminoso o caldo ma più compatto..mi sono quasi convinto per il simond che alla fine ha caratteristiche simili a molti altri ma costa la metà.Invece di questo che ora è in offerta? https://www.trekkinn.com/montagna/mammut-convey-hooded/136901122/p?tqw=M
Riempito con 120 g 80/20 riciclato da Re: Down (potenza di riempimento di 700 cuin

Materiale Pertex® Quantum estremamente morbido, leggero, resistente al vento e idrorepellente con trattamento DWR privo di PFC, realizzato con filato riciclato

Il simond:

Imbottitura piumino 117 grammi taglia L
Potere gonfiante 800 cuin

Quindi il simond dovrebbe essere un pó più caldo ma con uno shell forse meno protettivo contro il vento soprattutto.
 
Sicuramente un buon piumino e sotto pile Polartec...
Il budget purtroppo non te lo permette, ma io consiglio anche il classico Artic Parka della Woolrich (è da fighetti, lo so...) ma a me ha "salvato la vita" nel gennaio del 2014 a Kiev, dove mi trovavo per lavoro, con un'ondata di freddo gelido che fece raggiungere i -32° C...!!! Con il Woolrich e un maglione pesante stavo benissimo. ...Che avventura: mi sono anche trovato a viaggiare di notte da Kiev a Odessa con un pullman, perchè all'aeroporto di Kiev non riuscivano a deghiacciare la pista, e arrivato a Odessa, il porto era inagibile perchè era ghiacciato pure il mare !!!
 
Prova a dare un occhio alle giacche della museum (heavy zone) , io ho il bomber imbottito da anni ed è ancora perfetto, comodo e caldissimo. Lo presi all' outlet di Thiene ma ora purtroppo il punto vendita ha cambiato marchio.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso