Informazione Consiglio itinerario invernale sui Sibillini

Parchi delle Marche
  1. Parco Nazionale dei Monti Sibillini
ciao a tutti! è da molto tempo che vi leggo e ho finalmente deciso di iscrivermi e presentarmi

sono un ragazzo di 22 anni, abito ad Assisi e fin da piccolo ho avuto la passione della montagna, ma veniamo a noi:
ho intenzione di iniziare la mia carriera invernale, sono in possesso di ramponi e piccozza (e tutto il necessario) e volevo sapere da voi esperti conoscitori della zona dove poter muovere i primi passi con questi strumenti...ho pensato a qualche percorso di quelli che ho spesso frequentato in estate nella zona dei sibillini (monte bove, infernaccio, ecc)

ritengo di avere una sufficiente esperienza dal punto vista delle tratte estive, (quest'estate abbiamo fatto in 7 giorni l'alta via dell'Adamello in tenda, percorso a volte esposto e impegnativo), insomma diciamo che è arrivata l'ora di iniziare la carriera innevata :biggrin:

Io pensavo di iniziare con qualche percorso non troppo impegnativo visto che ho iniziato da poco a utilizzare piccozza e ramponi (ovviamente sono a conoscenza dei giusti metodi di salita, discesa, auto-arresto ecc)

Ascoltero' con attenzione tutti i vostri consigli!

grazie, Gabriele

p.s. allego qualche foto della vacanza estiva!

11880531_10205728620289270_4840982283310843619_n.jpg

11873731_10205728623089340_2550410005558970159_n.jpg

11220054_10205728616489175_7177094675950861948_n.jpg
11826006_10205728624369372_517059960017086469_n.jpg
 
Ciao Gabriele, complimenti per lo spirito le belle fotografie :si:

Io non sono esperto di ramponi (i miei li ho inaugurati circa una settimana fa...) però secondo me l'approccio è giusto ;) più che altro, io bazzico il Gran Sasso e di neve un po' (ma proprio un po') se ne trova...ma ho visto foto dei Sibillini (Vettore da Forca di Presta, un paio di giorni fa) che sembrano tardo estive.....

Al di là dell'aver studiato o altro, se conosci qualcuno più esperto che ti può accompagnare le prime volte, è certamente un modo per imparare prima e meglio. Se non si affrontano pendenze eccessive usare i ramponi non è eccessivamente complicato ma bisogna tenere a mente che in caso di imprevisto anche banale si rischia davvero di farsi male perché sono delle "armi improprie"...

La mia piccolissima esperienza ha avuto anche un risvolto fantozziano (sicuramente complice anche questo meteo strano): mi si è aperta una specie di voragine sotto entrambi i piedi, il destro è affondato fino alla coscia, il sinistro meno e questo mi ha sbilanciato in avanti.. cadendo, con il rampone sinistro, ho strisciato l'interno coscia destro (10 cm sopra il ginocchio): un bel foro nel pantalone ed un gran bel graffio profondo sulla coscia, ma poteva andare peggio. E dire che eravamo alla fine della passeggiata ed era andato tutto benone.... :azz:

Questo per dirti, ma dalle tue parole intuisco che sei posato, che nei primi step non si tratta di nulla di trascendentale, ma non è mai da sottovalutare ;)

Buon proseguimento e buona ricerca di un po' di ghiaccio ;)
 
grazie delle info, il giro è programmato per febbraio causa esami...spero che per quel periodo ci sarà un po piu' di neve! purtroppo non conosco nessuno di esperto in materia, quindi con molta calma e attenzione cercherò di imparare da solo come ho sempre fatto

@Ciccio74 purtroppo in montagna non bisogna mai sottovalutare nulla, anche l'errore piu' banale puo' portare delle conseguenze gravi, ma forse è proprio questo senso di pericolosità/adrenalina che alimenta la nostra passione ;)

riflettevo tra me e me che anche il monte catria e il monte acuto potrebbero essere 2 belle mete per iniziare! che ne dite?
 
Corso di Orientamento
Alto Basso