consiglio nuovo kayak lago/mare (più lago)

Buonasera a tutti e ben trovati.

Sono un poaio di anni che mi divero al lago con un kayak in polietilene NOVA ARTIC 1 ed una pagaia presa da Ozone (Ozone Force alu) da pochi euro.

Il kayak è molto comodo (larghezza 65 cm), in acqua piatta vado benino, ma appena si forma un minimo di "ondina" la velocità di crocera seppur già bassa (3,5-4 km/h) si riduce ancora di molto (si percepisce come se il kayak venisse eccessivamente rallentato diminuendo la sua capacità di tagliare l'acqua) e questo non mi permette di allargare il mio raggio di escurzione per raggiungere nuovi luoghi.

Sicuramente è un mix kayak eccessivamente largo e pesante + pagaia economica che nessi insieme sono micidiali!!!

Per questo stò pensando di rinnovarmi passando magari anche ad un kayak in fibra di vetro più filante (meglio se usato per contenere il budget): non credo che sostituire la pagaia mi porti grandi benefici.

Cosa mi consigliate per iniziare ad orientarmi?

Grazie per il vostro aiuto
 

Allegati

Bexwiller,
visto che sei di Terni fai una visita al "Gruppo Canoe Terni",ci sono canoisti molto preparati che sapranno senz'altro consigliarti.
E' vero che la loro attività è per lo più fluviale ma la svolgono anche sul lago.
Può anche darsi che abbiano in vendita qualcosa di usato,di più performante, che, poi è quello che stai cercando.
Senza scendere in dettagli tecnici mi sento di dirti che il tuo Kayak è si molto comodo,ma purtroppo è troppo largo,è chiaro che non puoi pretendere che sia anche veloce.
Dai dopo tutto che ti importa di correre.
Saluti
 
Ultima modifica:
Sostituire la pagaia porta molti più benefici di quello che credi. Ma non vi è dubbio che tutti i kayak hanno dei limiti, e sicuramente la velocità non è certo tra le caratteristiche a cui hanno pensato i progettisti del tuo che hanno privilegiato altre caratteristiche.

La tua pagaia non so che grip faccia in acqua (non ci sono indicazioni riguardo la superficie della pala ne sul peso, ma per 29€ non si possono pretendere certo tecnicismi) ma immagino comunque sia piuttosto pesante. Cosa che non aiuta certo sopratutto sulle lunghe distanze, immagina di voler scalare una montagna con degli scarponi antinfortunistica.

Prima di cambiarla "alla cieca" ti consiglio di frequentare qualcuno che ti faccia provare vari tipi di pagaia high angle, low angle e groenlandese. Così come ti conviene provare qualche kayak prima di scegliere.

Comunque è possibile farsi un'idea di base rispetto a che tipologia di barca orientarsi chiarendo innanzitutto che cosa ci vuoi fare principalmente ed in che tipo di ambiente per poi orientarti tra i kayak che rispondono alle tue esigenze:
uscite brevi giornaliere prettamente turitiche/amatoriali
uscite giornaliere su lunghe distanze stile fitnes
trekking nautico con tenda
gioco tra le onde
rockhoping/rock gardening
manovre greenland

in base a quello che fai poi puoi scegliere tra i kayak che coprono i campi di maggior interesse (ad esempio è inutile prendere un kayak da spedizione, che è studiato per essere stabile e dare il massimo delle performance a pieno carico, se poi non stai mai in giro con tenda ed attrezzatura pesante. Ti ritroveresti un kayak che da scarico è nervoso e più difficilmente governabile...)

Poi è fondamentale sapere quali sono le tue "dimensioni". Il kayak è come un vestito, sopra una certa altezza/peso ed oltre un determinato numero di piede in alcuni ottimi scafi (ad es. Kaylhoa, Kitiwek, Aretusa che si trovano facilmente usati) semplicemente non ci si sta, il altri più ad alto volume se non si ha una corporatura robusta viene a mancare il contatto tra scafo e gambe/bacino per cui risulta poi difficile, se non impossibile, gestirlo.

Sull'usato c'è parecchio mercato, se ti interessa cercare usato fammi sapere che ti mando in privato i link ai principali siti da tenere d'occhio. Il consiglio è comunque quello di chiarire che cosa vuoi e poi pazientare di trovarlo. Tieni conto che generalmente sull'usato in Italia si vedono principalmente kayak Qajaq, SKD e Mannino, per barche inglesi o altri marchi italiani quali CSCanoe, Artfiber sono relativamente più rari.
 
buongiorno e grazie per l'aiuto.
la mia attività è principalmente giornaliera e concentrata nei we. faccio uscite di 2-4 ore con lo scopo sia di godere della natura sia di fare del movimento (in pratica vivo seduto in ufficio o auto)
ciao
 
all'elenco dei parametri fatto da nolby aggiungo il fattore trasportabilità, in parole povere: se hai un pandino e non vuoi cambiarlo, se esci da solo e nessuno ti aiuta nel carico/scarico/ammaraggio, sei automaticamente vincolato nelle dimensioni e nel peso.
Ma presumo che questo ragionamento l'hai già fatto.
Comunque il kayak è come la bici o la macchina, le variabili sono enormi e bisogna partire da esigenze personali, possibilità (soldi e tempo), capacità fisica e territorio.
 
Giusto @Federicodi , anche se volendo esistono ottimi divisibili Qajaq e CSCanoe.
Tempo fa un amico ha venduto un viking divisibile in 3 che si infilavain auto, neanche sul tetto.
 
proviamo a sintetizzare :

uso principale in lago
periodo utilizzo estate-autunno
uscite giornaliere di 2-4 ore occasionali uscite max 2 giorni
budget 400/500 euro
trasporto con auto media
altezza 1.80 mt peso 80kg
preparazione fisica media

grazie
 
Con quel budget non è facile.

Ci puoi trovare degli iceberg della Resinvetro, ottime performance, kayak molto marino ma secondo me non ci stai dentro fisicamente.
Se ti capita di vedere un vecchio Qajaq Endurance prova quantomeno ad entrarci e vedere come te lo senti. Sono 4,60 x 65... sicuramente sarà un po' meglio del tuo ma non mi aspetterei chissà cosa (anche se quelli che conosco che l'hanno o l'hanno avuto ne parlano gran bene).
Di più performante come velocità puoi trovare qualche vecchio Mannino serie Daytona. Hanno la fama di essere molto poco manovrabili ma discretamente veloci.

Cercando tra le cose vecchiotte magari trovi qualche Janautica. Si trovano a poche centinaia di €.


Tornando al polietilene potresti cercare Rainbow Laser sia nella versione 5.15 che in quella 5.50 (quest'ultimo difficilissimo da vedere usato, è molto performante ed è la "copia" in plastica del Qajaq Sea Wolf).

Valutandoli tieni comunque sempre in considerazione, oltre al controllo dello scafo di valutare la presenza di cime perimetrali, lo stato dei boccaporti dei gavoni e quello del puntapiedi.
Altrimenti devi mettere in cantiere qualche soldo per i pezzi (ed a quel punto valutare magari altro) e tante ore di fai da te se vuoi risparmiare sulla manodopera.
Valutando l'acquisto del polietilene tieni conto che quelli vecchi vecchi saranno quasi sicuramente deformati ( a parte i Prijon :ph34r::si: ) e che a causa di questo probabilmente le paratie non saranno più perfettamente stagne... il venditore se onesto magari te lo dice anche. Se tutto il resto è in buono stato fregatene perchè è normale e si risolve con dell'ottimo silicone e pochi minuti di lavoro.
 
ho fatto un po' di ricerche dell'usato ed effettivamente su quella fascia di prezzo non trovo niente.
nel fine settimana ho fatto un'uscita ed ho notato che con vento contrario il kayak sembra scorrere bene . con vento laterale sembra perdere la sua capacità di tagliare l'acqua.
ciao
 
un kyk in vtr vs polietilene ,migliora solo il peso e lo sforzo per muoverlo,oltre ai vantaggi carici/scarico.per contro è leggermente + delicato agli urti anche se facilmente riparabile.
La pagaia ,come lo scafo,và scelte in base alla tua statura e peso.il piùleggera possibile.
Evitare kayak senza chiglia o totalmente piatti e sotto i 4 metri di lunghezza.

Detto questo è indispensabile una buona tecnica di pagaiata e prescindere dal natante, questo fà davvero la differenza e conoscere venti e cambiamenti climatici per non partire sul calmo e rientrare con forte vento_Oltre che calcolare forze/ distanze per tornare alla base in forze, a vlte è meglio due piccoli itinerari che uno troppo lungo.
 
con vento laterale sembra perdere la sua capacità di tagliare l'acqua.
è una sensazione dovuta al fatto che il vento o la corrente preme sulla poppa facendo deviare la rotta ,così da dover correggere la stessa . Si fatica di più per andare dove si vorrebbe ma il kyk non perde niente.

Se vai in bici in salita e controvento, non è che cambiando la bici migliori la situazione;)
 
Ultima modifica:
è una sensazione dovuta al fatto che il vento o la corrente preme sulla poppa facendo deviare la rotta ,così da dover correggere la stessa . Si fatica di più per andare dove si vorrebbe ma il kyk non perde niente.

Se vai in bici in salita e controvento, non è che cambiando la bici migliori la situazione;)
Nel nuovo mi attira molto Il marine 420/Tom 420 della Mannino.(1.000 euro)
Nell'usato pensavo a uno scafo in vetroresina tipo questo.
Di più recenti a prezzi accettabili ne trovo. Che ne pensi di questo modello è quale potrebbe essere il suo prezzo? Grazie
baa4738b-2ff6-4a2f-859b-0800bf0783d8.jpg
 
Ultima modifica:
http://www.resinvetro.it/Pagine/Canoe_kayak/main_kayak.htm
Se capiti sul lago di Bracciano, a Trevignano per l'esattezza c'è un rimessaggio canoe che aveva molte imbarcazioni Resinvetro.Se trovi un Artide penso che faccia proprio al caso tuo.Io l'ho usato molto in mare e moltissimo al lago e mi sono trovato benissimo.Pozzetto comodo per salire e scendere spesso,ottima direzionalità veloce con le onde ravvicinate tante che anche con mare o lago formato non ho mai sentito la necessita di usare il grembiule perchè non si ingavona mai.
 
Mannino fà ottimi kyk ,ma 1000 euri hanno le gambe lunghe... quello in foto dovrebbe essere un Nova ,anchessi buoni per iniziare io a questo gli darei 250/350 con pagaia e sacchi di riempimento e paraspruzzi in perfette condizioni ,ottima la chiglia x mare,se non hai fretta a fine estate dovrebbero presentarsi delle occasioni tieni d'occhio Subito.it o Marketplace su facebook.
anche le resinvetro che ti ha consigliato Lanfranco sono buone
 
Ultima modifica:
http://www.resinvetro.it/Pagine/Canoe_kayak/main_kayak.htm
Se capiti sul lago di Bracciano, a Trevignano per l'esattezza c'è un rimessaggio canoe che aveva molte imbarcazioni Resinvetro.Se trovi un Artide penso che faccia proprio al caso tuo.Io l'ho usato molto in mare e moltissimo al lago e mi sono trovato benissimo.Pozzetto comodo per salire e scendere spesso,ottima direzionalità veloce con le onde ravvicinate tante che anche con mare o lago formato non ho mai sentito la necessita di usare il grembiule perchè non si ingavona mai.

Su quali cifre gira l'Artide?
Grazie
 
Se ti interessa un Mannino Joy conosco uno che lo vende. Non so quanto chiede ma so per certo che il kayak è nuovo, usato solo due volte (è Lombardo ma ha una casa in Sicilia dove lo tiene).
Vedo però che sei di Terni, che non è vicino ne a Lombardia ne a Sicilia.
 
Salve, sono nuovo del forum, mi collego a questo post per evitare di farne un altro, vorrei dei consigli per acquisto kayak rigido uso mare, io e mia moglie siamo neofiti e vorremmo un kayak aperto per escursioni di breve tratta (abbiamo la fortuna di abitare abbastanza vicino alla costiera Amalfitana) avevamo visto da Decathlon in offerta un kayak della bic, il Tobago, ripeto non vorremmo spendere una cifra blu! Grazie.
 
Ciao, In realtà in questa discussione si parla di singoli sit-in.. se cerchi trovi parecchie discussioni in cui si parla di sit-on-top

https://www.avventurosamente.it/xf/threads/consiglio-acquisto-kayak-sit-on-top.49725/

https://www.avventurosamente.it/xf/threads/consiglio-kayak-sit-on-top.47953/


Comunque oltre ai Bic puoi cercare anche tra i modelli della Rainbow e della EXO che sono due marchi made in Italy. Guarda i prezzi e gli accessori in dotazione. Quei tipi di kayak sono più o meno tutti uguali, se cerchi tra l'usato trovi ottime occasioni da chi li acquista, li usa un paio di volte e si stufa.
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
lode Nautica 33
C Nautica 7
M Nautica 14
M Nautica 0
T Nautica 1

Discussioni simili


Alto Basso