Consiglio Radio (c'è qualcuno a Pisa e dintorni?)

Salve a tutti, vorrei un consiglio dai più esperti in materia : cerco una ricetrasmittente portatile tipo walkie-talkie da usare nelle escursioni in montagna, sia per rimanere in contatto con chi mi accompagna se per caso ci si allontana oltre la portata della voce, sia per poter utilizzare la radio come mezzo di segnalazione di emergenza in caso di incidente (quindi per comunicare su rete radio montana, ma non solo).

So che esistono le PMR466 che possono svolgere entrambe queste funzioni, ho visto ci sono anche radio tipo UV5-R che sono più avanzate e con più problematiche burocratiche etc.

Ora TRALASCIANDO l'aspetto burocratico/legale, che cosa mi consigliate ? Vi dico subito che l'idea almeno per il primo acquisto è spendere poco. Che caratteristiche deve avere la radio? immagino i CTCSS programmabili ( rete radio montana usa un CTCSS, vero? se non potessi impostarla non riuscirei comunicarci, giusto?)
In tutto questo se ci fosse qualcuno che abita a Pisa o dintorni che ha voglia di perdere un oretta a spiegarmi due cose e farmi vedere che radio utilizza lui mi fareste un grande favore, vi offro il caffe'!
 
Devi cercare pmr 446 omologate.
Uv 5-r non è utilizzabile da utente normale.
Parli di costi bassi ma oramai queste radio costano come alcuni pacchetti di sigarette.
Ripeto se vuoi stare nel legale pmr 446 e basta altrimenti altri tipi di radio possono essere problematiche nel loro possesso se non sei autorizzato a detenerle.
 
Devi cercare pmr 446 omologate.
Uv 5-r non è utilizzabile da utente normale.
Parli di costi bassi ma oramai queste radio costano come alcuni pacchetti di sigarette.
Ripeto se vuoi stare nel legale pmr 446 e basta altrimenti altri tipi di radio possono essere problematiche nel loro possesso se non sei autorizzato a detenerle.
Ti ringrazio della risposta, come ti dicevo però per adesso più che l'aspetto burocratico, vorrei capire i pro e i contro le varie funzioni, poi sono anche disposto ad accollarmi qualche scartoffia in più se ne vale la pena, ma se non so quali sono le possibilità non posso neanche valutare. Ecco sarei curioso di sapere ad esempio con le UV-5r cosa si può fare di più e se qualcuno di voi utilizza queste funzioni o se sono una cosa molto di nicchia poco utili nella pratica. Grazie
 
Non è una questione di scartofie, o burocrazia, ma di legalità.

Le radio, in generis, sono classificate in funzione delle frequenze che possono impiegare, in trasmissione, e della potenza con cui trasmettono; prendi questo a grandi linee in realtà ci sono anche altre specifiche.

Le radio PMR446 come le LPD o i CB operano su frequenze, e con una specifica potenza massima, che si definiscono "libere" ovvero per il loro utilizzo, legale, è sufficiente pagare una semplice tassa annuale (12 euro) o adirittura nulla (LPD).

Le radio, come la Baofeng UV-5R, per essere usate, legalmente, hanno bisogno che l'utilizzatore abbia uno specifico patentino che si ottiene, normalmente, a seguito di un esame.

Detto questo, qual'è la differenza fra una radio PMR446 ed una Baofeng UV-5R ....... in soldoni ? Frequenza e potenza :)

Una PMR446 opera con una potenza sino a 500mW e con antenna non smontabile/non sostituibile, una Baofeng UV-5R sino a 500W (ok la Baofeng non esce con quella potenza ma teoricamente posso collegare un amplificatore sino a giungere a quella potenza) e con antenna sostituibile a piacere, va da sé che maggiore è la potenza e meglio è (entro certi limiti).

Ora il connubio frequenza & potenza & antenna determina, in buona misura, la capacità di essere ascoltata a distanza che è poi lo scopo della radio, ovvero essere ascoltata il più "lontana" possibile, non si tratta di nicchia, o di praticità.

In linea di "principio" una Baofeng UV-5R ha più probabilità (con le radio la certezza è una cosa "rara") di essere ricevuta ad una distanza "maggiore" che una PMR446 o, più specifica per chi sgambetta in montagna, in condizioni orografiche più critiche.

In conclusione ....... PMR446 o la Baofeng UV-5R di turno (c'è ne sono una marea).....
fanno la stessa cosa e sono dotate ambedue delle funzioni principali per i "non" addetti al lavoro, la differenza è sul piano legale e, come detto prima, sulla probabilità di essere "ricevuti".

Dopo di che, in questa sezione del forum, troverai svariate discussioni che trattano i problemi legali e le conseguenze comprese qualche "interpretazioni", sull'argomento, un pò azzardate.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
Salve a tutti, vorrei un consiglio dai più esperti in materia : cerco una ricetrasmittente portatile tipo walkie-talkie da usare nelle escursioni in montagna, sia per rimanere in contatto con chi mi accompagna se per caso ci si allontana oltre la portata della voce, sia per poter utilizzare la radio come mezzo di segnalazione di emergenza in caso di incidente (quindi per comunicare su rete radio montana, ma non solo).

So che esistono le PMR466 che possono svolgere entrambe queste funzioni, ho visto ci sono anche radio tipo UV5-R che sono più avanzate e con più problematiche burocratiche etc.

Ora TRALASCIANDO l'aspetto burocratico/legale, che cosa mi consigliate ? Vi dico subito che l'idea almeno per il primo acquisto è spendere poco. Che caratteristiche deve avere la radio? immagino i CTCSS programmabili ( rete radio montana usa un CTCSS, vero? se non potessi impostarla non riuscirei comunicarci, giusto?)
In tutto questo se ci fosse qualcuno che abita a Pisa o dintorni che ha voglia di perdere un oretta a spiegarmi due cose e farmi vedere che radio utilizza lui mi fareste un grande favore, vi offro il caffe'!
non e' tutto ora quello che luccica ...
ti sei informato sulla portata , comunicazione e ricezione ?
una regolare da 500mW in trasmissione sei "abbastanza" limitato , in ricezione non avrai nessun problema , se fra due radio c'e' una cresta probabilmente non riuscite nel contatto ... detto questo ho una midland g9plus e ne posso parlare solo bene ...
 
Corso di Orientamento
Alto Basso