Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Consiglio Scarpone Alpinismo

Utilizzo:50% trekking invernale 50% ferrate/alpinismo
Caratteristiche ricercate: punta con zona climbing, suola vibram con tacco pronunciato protezione plastica a 360 gradi compatibili con ramponi semiautomatico massimo 900 gr l'una (taglia riferimento 42)
Attività praticata:
Esperienza e corporatura:media, 80 kg
Budget:300 euro
Prodotti già individuati: Garmont Pinnacle Gtx TG. 46 , scarpa Rebel Tg 45 e 1/2
In attesa di provare:
La sportiva Trango alp Evo gtx
Zamberlan 2040 dufur GTX
Salewa Trainer Mid GTX

Le Garmont mi sono sembrate troppo pesanti e troppo bloccanti per le caviglie al punto da impedirmi un tacco punta decente, bella la vestibilità fasciante ottimi i materiali e le suole... Ma purtroppo non ci siamo

Le Scarpa oltre a sforare un bel po' il budget hanno una vestibilità larga che mi da la sensazione di scivolamento in avanti del piede facendolo battere fastidiosamente, per leggerezza davvero incredibili.

Qualcuno ha esperienze su gli altri modelli da me citati?
 
All'ultimo corso di Alpinismo che ho diretto al CAI molti allievi avevano il La Sportiva e si sono trovati molto bene, sia come termicità, che come attacco per i ramponi (purtroppo qui da noi Zamberlan e Salewa non arrivano).
Poi se non ti offendi ;) ti consiglio di vedere anche la marca Kayland, che io utilizzo personalmente dal 2002, e li trovo più leggeri dei Trango e più "sensibili" nell'arrampicata.
 
All'ultimo corso di Alpinismo che ho diretto al CAI molti allievi avevano il La Sportiva e si sono trovati molto bene, sia come termicità, che come attacco per i ramponi (purtroppo qui da noi Zamberlan e Salewa non arrivano).
Poi se non ti offendi ;) ti consiglio di vedere anche la marca Kayland, che io utilizzo personalmente dal 2002, e li trovo più leggeri dei Trango e più "sensibili" nell'arrampicata.
Ti ringrazio moltissimo per il tuo consiglio. Guardo le Kayland al più presto!!
 
carissimo io abito a 3km dall'azienda zamberlan e la figlia del padrone è mia amica dai tempi degli scout quando ero ragazzo
Ho sempre acquistato scarponi zambelan dall'età di 8 anni ed ora ne ho 45.
Sono zaini fatti per durare.
Attualmente posseggo un paio di Zamberlan expert pro GTX RR, un paio di Zambelan Baltoro in pelle (da 7 anni) ormai non sono più in produzione da 2 anni e da 2 anni ho un paio di Zambelan baltoro.
I Dufur li conosco sono i classici scarponi semirigidi tipo i la sportiva Trango Tower. I baltoro invece sono sì dei semirigidi ma non propriamente detti ossia pur avendo l'attacco per rampone semiautomatico che uso sono un po più morbidi dei dufur (in precedenza facevano in fiz roy).
I baltoro sono ottimi per trekking invernale, ciaspole e ferrata ma non presentano fascione gommato a 360gradi.
I Dufur dal canto loro sono più rigidi ma un po più freddini come i trango tower.
Ultimamente hanno prodotto un nuovo modello molto interessante che ti consiglieri di provare in quanto la termicità è migliore:
https://www.zamberlan.com/product/18544380/2092-mountain-trek-gtx-rr-scarponi-alpinismo-graphite-orange
Certamente pesano un po di più: 920g l'uno. ma mi sembra uno scarpone ideale fra baltoro e dufur ma non è così rigido o altto di caviglia e pesante come l'expert pro o il mountain pro.
certamente tiene più caldo del Dufur.
 
Ultima modifica:
carissimo io abito a 3km dall'azienda zamberlan e la figlia del padrone è mia amica dai tempi degli scout quando ero ragazzo
Ho sempre acquistato scarponi zambelan dall'età di 8 anni ed ora ne ho 45.
Sono zaini fatti per durare.
Attualmente posseggo un paio di Zamberlan expert pro GTX RR, un paio di Zambelan Baltoro in pelle (da 7 anni) ormai non sono più in produzione da 2 anni e da 2 anni ho un paio di Zambelan baltoro.
I Dufur li conosco sono i classici scarponi semirigidi tipo i la sportiva Trango Tower. I baltoro invece sono sì dei semirigidi ma non propriamente detti ossia pur avendo l'attacco per rampone semiautomatico che uso sono un po più morbidi dei dufur (in precedenza facevano in fiz roy).
I baltoro sono ottimi per trekking invernale, ciaspole e ferrata ma non presentano fascione gommato a 360gradi.
I Dufur dal canto loro sono più rigidi ma un po più freddini come i trango tower.
Ultimamente hanno prodotto un nuovo modello molto interessante che ti consiglieri di provare in quanto la termicità è migliore:
https://www.zamberlan.com/product/18544380/2092-mountain-trek-gtx-rr-scarponi-alpinismo-graphite-orange
Certamente pesano un po di più: 920g l'uno. ma mi sembra uno scarpone ideale fra baltoro e dufur ma non è così rigido o altto di caviglia e pesante come l'expert pro o il mountain pro.
certamente tiene più caldo del Dufur.
Ciao Francesco, guarda vengo da dei semplicissimi Zamberlan Leopard che mi hanno accompagnato a spasso per Alpi e Appennini, devo ammettere che sono scarpe assolutamente sottodimensionate sotto vari aspetti per le Attività cui le ho sottoposte... Pertanto in soli 2 anni li ho un po' rovinati... Ma sono stato molto comodo e mi piacerebbe averne un altro paio più specifico. Tra la tenuta termica e il peso prediligerei il peso non avendo mai avuto freddo ai piedi... Mi piacerebbe provarli... Attualmente porto un 45 ma non saprei se potesse occorrere una mezza misura in più!! Che dici?
 
Allora zamberlan fa scarponi da molti anni. Tendenzialmente a pianta larga ma su quelli diciamo alpinistici ha secondo me una pianta più stretta di scarpa e un po' più larga di la sportiva. Diciamo un giusto compromesso. Io mi trovo da dio con i Baltoro però se vuoi fascione a 360 gradi o provi i dufur che producono in 2 versioni forse è meglio quello in pelle oppure quelli lì nuovi che ti ho detto che sono un po' più pesanti
 
Fra quelli citati posso portare la mia esperienza recente con un paio di Trango de La Sportiva, modello Tower gtx, abbastanza simili agli Alp Evo.
Sono belli e comodissimi, tuttavia non mi sento di consigliarli. Dopo un anno di uso saltuario nei fine settimana per escursioni, alpinismo e qualche ferrata ho dovuto farli risuolare perchè la climbing zone della suola era completamente consumata. Personalmente non ritengo accettabile che un paio di scarponi di quel costo durino così poco.
 
Fra quelli citati posso portare la mia esperienza recente con un paio di Trango de La Sportiva, modello Tower gtx, abbastanza simili agli Alp Evo.
Sono belli e comodissimi, tuttavia non mi sento di consigliarli. Dopo un anno di uso saltuario nei fine settimana per escursioni, alpinismo e qualche ferrata ho dovuto farli risuolare perchè la climbing zone della suola era completamente consumata. Personalmente non ritengo accettabile che un paio di scarponi di quel costo durino così poco.
Concordo con te, e ti ringrazio per aver condiviso la tua esperienza.
Credo che la suola sia di gomma tenera grippante che per ovvie ragioni si consumerà prima di qualsiasi suola non grippante, nel senso che se una suola si consuma molto non per forza è un segno negativo secondo me, se pensiamo alle scarpette da arrampicata è uguale... Certo è che i prezzi di queste attrezzature stanno andando davvero alle stelle...
 
Concordo con le vostre impressioni. Purtroppo Oh per fortuna si sta andando verso suole sempre più performanti e quindi più tenere e anche scarponi sempre più leggeri è chiaro che questi vanno incontro ad un consumo molto più rapido il che fa bene alla parte commerciale direi anche.
fin da bambino ho sempre comprato scarponi zamberlan visto che l' azienda si trova vicino a casa mia. Ma volevo cambiare marchio per cambiare e guardarmi un po' attorno. Ho comprato quindi questa primavera un paio di La sportiva trango guide GTX uno scarponcino leggero. Questo tipo di scarponi ha un costo di circa €240 a meno che non li si trovi in sconto. non ho fatto molte uscite ma la suola risulta già un po' consumata.è un uso settimanale non credo che questi scarponi dureranno più di 2-3 stagioni considerando che li uso solo in estate è primavera inoltrata.
Questa cosa non la ho mai riscontrata con gli scarponi zamberlan almeno quelli che ho avuto io. Comunque ho notato che anche nel tempo gli zamberlan hanno delle suole più tenere e più performanti e rispetto a quelli di 20-30 anni fa durano un po' meno.considera che posseggo da 20 anni un paio di scarponi zamberlan che erano molto duri e ci ho messo parecchio tempo smmollarli li ho risuolati solo una volta finora sono ancora integri. un altro paio in pelle acquistati 7 anni fa li ho già risuolati una volta sarebbero già da risuolare ( e considera che li ho usati per tutte le stagioni)ma questo ci sta . Quello che non ci sta è Dover risuolare un paio di scarponi solo dopo due stagioni estive mi sembra una esagerazione senza contare che gli scarponi sono anche più leggeri per quel che riguarda la tomaia che a volte risulta essere più debole e quindi anche meno duratura.
Starei molto lontano dai Salewa posseduti da alcuni miei amici non c'è stato bisogno di risuolare lì perché una volta finita la prima suola anche la tomaia aveva ceduto e quindi erano da buttare.
ora questo degli scarponi più teneri in generale secondo me può essere anche un pregio infatti gli scarponi di molti anni fa erano troppo duri e rigidi però non è ammissibile che un paio di scarponi da 250 a €300 durino solo 2 anni facendone un uso medio una volta alla settimana.
 
Scarpa triolet : pesanti ma comodissime , pianta larga
scarpa zodiac : leggere , pianta larga
scarpa rebel : leggere , pianta larga , molto rigide
salewa rapace : leggere , pianta media
la sportiva Trango : leggere , pianta stretta
queste sono tutte con attacco semiautomatico

e tante tante altre .

ps: la scarpa perfetta non esiste
 
Triolet è un modello storico e vendutissimo, tant'è che la trovi anche al Decathlon... Per alpinismo classico direi una scelta di default.
Pesano un po' meno delle Simond Alpinism così ad occhio prendendole in mano, che sono oltre il tuo limite di peso.

Vero che non sono leggere, ma su roccia e ghiaccio tutto sommato un po' di materiale in più ti fa durare lo scarpone ben di più, oltre a farti sentire meno le basse temperature, per esempio se conti di usarla in neve.

Per risuolare lo scarpone siamo sui 50 euro, la tomaia però bisogna vedere quanto dura...
 
Ultima modifica:
Io peró mi trovo molto bene con le Zamberlan, in effetti credo che alla fine terrò fede a questo.
Per quanto riguarda il freddo ai piedi... ripeto le uscite in quota le faccio in estate e la neve sotto i 2000m non mi preoccupa in inverno. (in inverno non supero mai questa quota per ragioni organizzative sono di Firenze... Non di Merano...)
Quindi per ora properrei sulle dufur 2040...ma. Dove sarebbe la fabbrica Zamberlan???
 
Concordo con te, e ti ringrazio per aver condiviso la tua esperienza.
Credo che la suola sia di gomma tenera grippante che per ovvie ragioni si consumerà prima di qualsiasi suola non grippante, nel senso che se una suola si consuma molto non per forza è un segno negativo secondo me, se pensiamo alle scarpette da arrampicata è uguale... Certo è che i prezzi di queste attrezzature stanno andando davvero alle stelle...
Concordo con te e Valca... Al giorno d oggi ci sono scarponi molto performanti, leggeri, con tomaie sintetiche e suole altamente grippanti però a discapito della longevità del prodotto... D estate per camminate e ferrate uso le fitwell big wall grip che è uno scarponcino leggero, da avvicinamento con climbing zone, molto performante e dopo nemmeno tre anni di utilizzo la suola si sta consumando e la punta pure.. Si può paragonare il tutto ai pneumatici della macchine che hanno supermescole che ti tengono incollato all asfalto ma se sfruttati durano un niente.. Vabbè torniamo al topic. Sabato scorso sono andato a provare la scarpa ribelle ot lite:scarponi da alpinismo veloce e tecnico, molto leggeri (mezzo paio n 45 sei sotto i 700 gr) molto comodo per essere uno scarpone da alpinismo, semiramponabile, pianta larga ottima termicita' e tenuta sulla neve e a camminare non è male nel senso che rispetto al altri scarponi della stessa categoria la suola è meno rigida. Premetto che il titolare di questo negozio è anche una guida alpina, quindi chi meglio di lui mi potrebbe consigliare.. Alla fine mi ha fatto provare la sportiva tx top gtx, che è in ibrido, uno stivaletto da avvicinamento, leggero, impermeabile e termico, molto leggero però non è da alpinismo perché non è ramponabile.. Ho scelto questo ultimo per la comodità e la sfruttabilita' anche perché io non faccio alpinismo in inverno. Cmq se hai la possibilità vai a provare le ribelle come prezzo sei sotto i 300.Buona fortuna che il mercato offre talmente tanto che a volte non si sa cosa scegliere.
 

Discussioni simili



Alto Basso