Consiglio Softshell terzo strato

Ciao a tutti, scrivo perchè mi servirebbe un consiglio su chi ne capisce qualcosina in più di me riguardo l'abbigliamento!

Premetto che sono una persona che soffre estremamente il caldo, e che quindi ho sempre evitato qualcosa di super pesante, anche durante le sciate e le salite invernali.

Normalmente uso una maglia termica a manica lunga, un pile/gilet e poi un guscio (hard shell). Questa "formazione" mi risulta un pò scomoda proprio perchè l'hard shell mi fa non ha una performance termica altissima ma allo stesso tempo non lascia traspirare nemmeno facendomi ritrovare con la schiena zuppa, e di conseguenza non appena mi fermo o se si alza il vento mi congelo...

Proprio per questo motivo cercavo una giacca che fosse più termica e magari leggermente protettiva al vento e leggera neve/acqua, da poter abbinare poi insieme al mio guscio nel caso di condizioni meteo più estreme...

i modelli che stavo prendendo in considerazione sono i seguenti!

Karpos lastei questo è il modello che più mi convince (cappuccio, imbottitutra in primaloft, pertex che da la performance contro acqua e vento)

La Sportiva Foehn mi convince perchè comunque per me la sportiva è anche sinonimo di qualità. L'unico dubbio riguarda la parte di imbottitura che è in poliestere

Meru Arapuri di questo modello mi convince giusto il prezzo...so che meru è un brand salewa...mi sembra che l'imbottitura sia sempre in poliestere, ma la cosa che mi "preoccupa" è il tessuto sulle braccia; non vorrei che in caso di neve o pioggia si inzuppi mettendo a rischio anche la performance termica

Voi cosa ne pensate? :D
 
Softshell non serve per il calore mi pare, personalmente ti consiglierei di aggiungere uno o due strati estremamente traspiranti.

L'obiettivo principale è allontanate l'umidità dalla pelle, devi quindi aggiungere strati, anche per avere maggiore flessibilità.

L'aria intrappolata tra gli strati lontano dalla tua pelle sarà inoltre un ottimo isolante.

Faccio quindi un'ipotesi di strati invernali per i -15/-20 a seconda della grammatura e estensione e attività fisica.

1° strato: t-shirt in poliestere
2° strato: maglia leggera a manica lunga poliestere misto lana, grammatura bassa
3° strato: pile sintetico o maglia di lana, grammatura media
4° strato: piumino (gilet o completo) di piuma vera o sintetico per quando fa molto freddo o ti fermi
5° strato: impermeabile (idrorepellente) e antivento, può essere usato anche se non fa troppo freddo levando qualche strato sotto... gore-tex o tipo k-way...

Togliendo strati intermedi andrà bene anche per le altre temperature e stagioni.
 
Ultima modifica:
Softshell non serve per il calore mi pare, personalmente ti consiglierei di aggiungere uno o due strati estremamente traspiranti.

Da quello che ho letto, e da quello che mi hanno detto, il soft shell è praticamente da considerarsi come "ultimo" strato, escludendo l'hard che è prettamente un capo che serve per ripararsi da agenti atmosferici più intensi...solitamente infatti i soft sono solitamente idrorepellenti, mentre invece gli hard sono impermeabili a discapito della traspirazione...

Dal momento che non amo strati su strati, anche perchè provandoli poi mi sento poco libero nel movimento la mia idea era quella di avere...

1- una maglia termica a contatto con la pelle
2- pile tecnico o gilet (in base alla temperatura)
3- un soft shell abbastanza caldo
4- un hard shell da usare come ultimo strato nel caso di una pioggia/neve intensa, o vento forte.

l'unica cosa che non riesco a trovare è la "temperatura di comfort" come sui sacchi a pelo...l'unica idea che riesco a farmi è che il modello della karpos usa il primaloft che dovrebbe avere una performance termica più alta rispetto al classico poliestere...il problema è che non riesco a trovare le grammature usate!
 
Il primaloft esiste in diverse grammature (80,100 gr. forse anche altre),io ho il 100 ed è già abbastanza caldo per attività che comportano poco movimento. Tra l'altro non è che un poliestere di qualità usato dai marchi più famosi sia inferiore al primaloft,penso che se la giochino alla pari. Il metodo che uso io per capire quanto mi scalderà una giacca SINTETICA nel mio caso taglia XL o XXL,e' vedere il peso: se si scende molto sotto il mezzo kg NO BUONO per attività di scarso movimento,sopra invece (550,600,650) BUONO. Se vado nei paesi del Nord Europa non meno di 1 kg. Questo sempre se l'attività per es. è una camminata in pianura in inverno nell'Italia del nord.Se si corre,si arrampica,si fa trekking in salita ecc. a me basta un intimo sintetico e un pile medio,casomai il primaloft lo infilo nelle soste come giacca o gilet. Io sono vecchio e non capisco cosa serva il softshell SOPRA un pile,pur essendo freddoloso in salita con lo zaino sudo come una fontana, preferisco regolarmi scegliendo la pesantezza del pile a seconda delle situazioni oppure aggiungendo un capo leggero tra intimo e pile. L'hardshell lo tengo nello zaino nel caso piova o nevichi o come strato supplementare nelle soste, ma ripeto ho comunque con me una giacca o un gilet in sintetico o piumino.
 
Il softshell di per sé è un prodotto un po' di nicchia, poi c'è confusione coi termini perché pile ibridi imbottiti antivento su busto e maniche vengono spacciati per softshell, così prodotti imbottiti e resistenti all' acqua ma non impermeabili comunque protettivi ma non molto traspiranti sono i comuni softshell da Inverno.
Allora secondo me non si può prescindere da 2 variabili temperatura e livello di attività.
Correre bene a 5 gradi in maniche corte si è ancora in temperatura di confort , alla stessa temperatura da fermo vai in ipotermia.
Ovviamente il vento - una vera peste il windchill ben noto a motociclisti, va bloccato tanto più quanto la temperatura è bassa- e tanto più la temperatura è bassa tanto più bisogna evitare di bagnarsi da fuori ( pioggia o neve ) con capo impermeabile e da dentro ( sudorazione) con intimo polipropilene o al limite misto prolipropilene merino, questo per evitare il raffreddamento da evaporazione.

Capo impermeabile sempre, giacca sintetica calda sempre per le soste. Per il freddo utile giacca sintetica supplementare meno calda ma traspirante da abbinare a pile o usare come unico midlayer. La piuma la userei solo per temperature estreme quando è impossibile che piova se si inumidisce, perde potere isolante drammaticamente.

Il softshell secondo me è il capo che in condizioni fredde o fresche e ventose dovresti usare per gran parte del tempo, e per me deve fare 3 cose traspirare benissimo, essere totalmente o quasi antivento e resistere a pioggia fine o nevicata leggera nevischio, da usare come strato finale in movimento.

Ti consiglio arcteryx Psiphon FL hoody, Occhio alle taglie che sono americane quindi più grandi
 
Grazie a tutti per le risposte...

Domani andrò a vedere in qualche negozio!!

Anche se mi sto orientando più verso ai moderni fleece che hanno la parte su petto e schiena imbottiti e antivento e la parte sulle braccia tipo pile, in modo tale da poterlo usare quando non piove con un pile e maglia termica, e nel caso iniziasse a piovere/nevicare/tirare vento molto forte, metterei come ultimo strato il mio hard che in fatto a termica è pari a zero, ma in quanto a antivento e antipioggia è una bomba :D
 
Se sei orientato su pile ibridi:

A livello Decathlon, prova a vedere anche questo

https://www.decathlon.it/softshell-uomo-sh-900-warm-id_8502547.html

Altrimenti per traspirabilità, ma calore/protezione leggera, questo

https://www.outdoorresearch.com/us/en/mens-deviator-hoody/p/2429050189007

Questi sono simili ma più caldi e protettivi però sono costosi

https://www.rei.com/rei-garage/product/115230/arcteryx-procline-hybrid-hoodie-mens

https://eu.patagonia.com/it/it/product/mens-r1-techface-hoody/83575.html
 
Corso di Orientamento
Alto Basso