Recensione Consiglio su acquisto zaino

Salve! sono un nuovo iscritto.......trovo veramente interessante questo sito. Sono in procinto di acquistare uno zaino...il primo di buon livello per effettuare il Cammino di Santiago a giugno.....dopo un primo studio approfondito sul web sono giunto a scegliere tra due zaini: Osprey Atmos AG 65 e Deuter Futura Vario 50+10 ........almeno fino a questa mattina.....infatti ora si è aggiunto il Thule Versant 60 ......marca di cui non avevo mai sentito parlare ma che a quanto pare sembra ottima. Purtroppo per me visionare e provare fisicamente questi tre modelli non sarà facile (soprattutto ora che vivo in Abruzzo) ma dovrò farlo in qualche modo prima di procedere all'acquisto.....mi farebbe intanto piacere raccogliere un vostro suggerimento o consiglio.
Grazie anticipatamente
https://www.thule.com/it-it/it/back...vel-backpacks/thule-versant-60l-mens-_-211204
 
Ciao io non sono un esperto del Cammino ma mi sembra che 60 litri siano "quasi" esagerati se dormi in struttura tipo ostelli o alberghi...diverso il discorso se vuoi portarti anche la tenda e gli inevitabili annessi...
Oltretutto vedo che chi vuole fare il Cammino cerca sempre zaini con misure di ingombro che possano passare come bagaglio a mano sull'aereo...altrimenti dovrai farlo viaggiare in stiva eventualmente dentro una sacca di trasporto perchè le varie fettucce dello zaino non vanno d'accordo con i nastri trasportatori della movimentazione bagagli degli aereoporti...hai valutato questi aspetti?ah la sacca di trasporto,a meno di non buttarla via te la dovrai scarrozzare per tutto il viaggio...
La Thule è un marchio famoso e ormai storico per accessori auto specialmente,scopro ora che si sono messi anche a fare zaini...
il versant sembra interessante così ad un primo sguardo,e probabilmente ci sarà anche la qualità tipica del marchio, ma alla fine ci sono tanti produttori storici di zaini che forse,secondo me,sarebbero da prediligere...
 
Grazie Nuvolo! Si in effetti pernotterò presso pensioncine e case rural.....ed anche io comincio a pensare che un 60 l è esagerato....ma comunque neanche vorrei andare troppo "risicato" forse potrebbe bastare un 40+10 o un 50 pulito....vedrò di rifarmi due calcoli.....per quanto riguarda il trasporto avevo trovato delle sacche apposite per caricare lo zaino in stiva.....sono resistenti è totalmente ripiegabili....ma vanno comunque ad incidere sul peso da portare in zaino durante il cammino, quella che avevo adocchiato io pesa sui 500 grammi. In effetti anche io conoscevo la Thule per i portapacchi e portabici delle macchine.....ho chiesto a degli amici svedesi ed anche loro sono caduti dalle nuvole quando gli ho detto che questa azienda svedese produce anche zaini.....beh forse sarà meglio depennarla ed optare per produttori specifici di zaini.....ora cercherò di quantificare ciò che dovrò mettere nello zaino ed in base a quello mi orienterò anche sul litraggio......a questo punto comunque credo che opterò comunque per un modello della Osprey o della Deuter........ho visto dal vivo dei Ferrino, dei North Face e dei Millet che non mi sono sembrati affatto male....ma per quello che ho letto credo che Osprey è Deuter offrono qualcosina di più. Grazie ancora per i tuoi suggerimenti
 
Figurati mi piace sempre disquisire in merito.
Il thule offre un sacco di funzionalità per il peso che ha e come ho detto l'ho subito trovato interessante per il genere di utilizzo per il quale viene proposto.
Per il resto io,vedendo in rete l'infinita mole di discussioni in merito,penso che un 40 lt(si magari con estensione da usare lungo il viaggio)possa bastare...conclusione alla quale giungo anche facendo le mie considerazioni personali.
 
l'Osprey Atmos e' un ottimo zaino, leggi la recensione di maxfontana qui sul forum.
Leggi anche i commenti di coloro che hanno fatto il cammino qui nella sezione zaini e vedrai che 50 lt sono sufficienti.
Vero che ognuno ha le proprie esigenze ma secondo me meno volume, meno peso, meno problemi.
I km non sono pochi e tutti i giorni, a meno di non avere limiti di tempo, si deve camminare.
Come Maxfontana io ho un Osprey AG50 e dentro ci sta tutto l'occorrente per un cammino in inverno. Non porto la tenda.
Per adesso ottimo.
Come osservato da molti lo zaino va provato ti ci devi sentire bene.
Buon Cammino
 
Ultima modifica:
Dai uno sguardo anche ai modelli della Haglofs. Io ho il Matrix 40+10. Si fa torturare da due anni in ogni tipo di uscita: dal trekking di più giorni fino alle salite in invernale. Mai dato segni di cedimento. Sono l'ideale per i lunghi spostamenti. Resistenti e comodi.
 
Grazie! Appena torno a Roma andrò a visionare l'Osprey AG50....intanto ho potuto toccare con mano il Deuter Futura Vario 50+10 e mi è piaciuto molto....tra l'altro ad un buon prezzo
 
Ciao,
ti consiglio vivamente di scendere con il litraggio.
Ho fatto il cammino francese dai Pirenei a Finistere con un 30 litri di 850 grammi di peso, dove all'interno mettevo anche svariato cibo con cui pranzavo e cucinavo la sera.
Al limite puoi optare per un 40 litri, ma non di più.
La scelta di avere lo zaino piccolo ti obbliga a portarti poche cose, ed il tuo corpo ringrazierà. Nel cammino ti serve veramente l'essenziale, tutto il resto è superfluo.
Come marche, la Deuter e Osprey sono al top di gamma e devo dire anche le più utilizzate dai pellegrini.
 
Io porto un 40 litri durante le uscite invernali. Dentro ci faccio entrare sacco a pelo invernale, tenda, abbigliamento pesante, attrezzatura da neve/ghiccio ecc. 60 litri sono davvero tanti...
 
ciao,

non sono un espertoo, non ho esperienza di molti zaini ma dell'ultimo sono, cosa insolita, entusiasta: Exped Lightning 60L http://www.exped.com/international/en/product-category/backpacks/lightning-60-lichen-green

ti fornisco alcune indicazioni:
nonostante sia da 60l pesa 1120g e cosa comodissima ha un sistena di cinghie di compressione che facilmente, veramente, ed efficacemente nè riduce il litraggio ed ovviamente uno zaino grande porta un carico inferiore ma non il contrario...
è un zaino che può sopportare carichi notevoli e superiori a quelli miei abituali 12/16kg
ha un sistema di sospensione regolabile in altezza che non aderisce alla schiena, lasciandola respirare, ed una una cintura lombare veramente efficace che ti scorderai di indossarlo
le tasche sulla cintura si aprono con una mano senza impuntature

difetti: di tanto in tanto 'cigola' credo a causa della sopsensione regolabile
 
Bello zaino sicuramente l'exped ma pur pesando poco con le misure del bastino probabilmente non rientra nelle misure del bagaglio a mano di molte compagnie aeree...
per il cigolio benvenuto nel club...lo fa anche un mio deuter...ma tiene conpagnia quando cammini da solo...
 
Confermo la bonta' dell'Exped, superlight, ma ancora di tessuto resistente, e scarica il peso molto bene.
Va riempito "intelligentemente" perche' parte dello schienale non ha imbottitura.

E' da poco che ne uso uno, ho appena provato il Thunder 70 per un trekking invernale di 4 giorni, ed era ottimo. Non ha il coprizaino ma e' anche meglio. E' piu' efficace un sacco dell'immondizia all'interno, come liner. Le chiusure son un po' "strane" ma va be', scelta... il mio non cigola.
Anche se grosso puo' essere compresso facilmente. Probabilmente il lightning e' anche meglio. Per il cammino pero' 60 litri li vedo veramente troppi, a meno di non portarsi appresso anche tenda, materassino...
 
DEUTER tutta la vita! ho un Aircontact Pro 70+15 ed è veramente immenso, caricato abbestia per campeggi di oltre 20 giorni cibo compreso per 2 persone, mai tradito mai saltata una cucitura niente!
 

Allegati

  • 900x600-7565--aircontact-pro-70l-plus-15-black-grey.jpg
    900x600-7565--aircontact-pro-70l-plus-15-black-grey.jpg
    57,9 KB · Visite: 265
Altro gran bello zaino l'aircontact...ho avuto il 60 e con il suo schienale sembrava proprio di stare seduti sul divano...io l'ho venduto per il peso che comunque ritenevo adeguato per la sua zona di carico ideale...che non coincideva con la mia...eh eh eh...
Purtroppo però non è uno zaino adatto al Cammino...
 
ovviamente questo zaino non è per niente adatto all'urbano, bensi a spedizioni nella natura ben organizzate e soprattutto per piu di 3 giorni.
altri modelli di litraggio inferiore e diciamo "meno impegnativi" possono essere piu sfruttati nella vita di tutti i giorni.
 
Ciao io non sono un esperto del Cammino ma mi sembra che 60 litri siano "quasi" esagerati se dormi in struttura tipo ostelli o alberghi...diverso il discorso se vuoi portarti anche la tenda e gli inevitabili annessi...
Oltretutto vedo che chi vuole fare il Cammino cerca sempre zaini con misure di ingombro che possano passare come bagaglio a mano sull'aereo...altrimenti dovrai farlo viaggiare in stiva eventualmente dentro una sacca di trasporto perchè le varie fettucce dello zaino non vanno d'accordo con i nastri trasportatori della movimentazione bagagli degli aereoporti...hai valutato questi aspetti?ah la sacca di trasporto,a meno di non buttarla via te la dovrai scarrozzare per tutto il viaggio...
La Thule è un marchio famoso e ormai storico per accessori auto specialmente,scopro ora che si sono messi anche a fare zaini...
il versant sembra interessante così ad un primo sguardo,e probabilmente ci sarà anche la qualità tipica del marchio, ma alla fine ci sono tanti produttori storici di zaini che forse,secondo me,sarebbero da prediligere...
Come te anche io non sono un esperto del cammino di Santiago.
Di zaini non è che è abbia cambiati tanti ed a dirla tutta, non mi son mai fatto troppe menate con schienali, imbottiture ecc. Così come per gli scarponi, compro ed uso... Tra l'altro non è che ci vado leggero, si tratta di 65l+... È quasi sempre carichi, anche soprattutto per più giorni. Sarà che ero abituato alle gerle e bastini con spallacci fatti di salice... L'imbottitura era date da un gilet di velluto molto spesso... :no::puah:
(Ma perché mi perdo sempre in chiacchiere e vado sempre OT) :-x:p
Comunque anche io ti consiglio vivamente un 40l, in fin dei conti pernotterai negli ostelli, ma se proprio non vorrai rinunciare ai 65 quindi con conseguente stivaggio, per ovviare al problema cui si riferiva nuvolo, fattelo impacchettare con la pellicola in aeroporto. Se vuoi puoi fartela anche tu a casa. Così non correrai il rischio che si impiglino le cinghie nei rulli ed un minimo sarà anche protetto.
Scusate la lungaggine, ma la sintesi non fa proprio per me :p
 
Alto Basso