Consiglio su marche abbigliamento

Ciao, devo completare il mio guardaroba per il trekking visto che per la prima volta farò escursioni invernali e quest'estate sopra i 4000... fin'ora ho preso un po' affidandomi ad alcune marche, ora però vorrei trovarne una che abbia un po' tutto e affidarmi solo a quella. Ho visto che alcuni di voi comprano Norrona, che mi pare molto valida e con un catalogo ampio e la terrò sicuramente in considerazione ma vorrei capire se c'è altro. Mi affiderei a La Sportiva ma ha davvero poca scelta, soprattutto per quello che riguarda l'altra montagna, a meno di affidarsi ai capi da sci alpinismo, Montura non è male e anche Marmot posso considerare. Non mi piace invece Patagonia e Columbia, sono capi troppo seriosi per me. Posso anche comprare solo da internet, se non ci sono negozi fisici dalle mie parti. Avete altre marche da consigliarmi?
 
Per quanto riguarda l'abbigliamento in materiali sintetici, mi sono trovato molto bene con ODLO. Qualità a prezzi ragionevoli, resiste bene ai lavaggi.
I capi intimi poi sono eccezionali, anche se forse potevano essere un po' più lunghi.

Anche Under Armour lavora bene, disponibile in diversi colori visto che ti piacciono i capi meno seriosi.

Se ti piace la lana, per me il top è Rewoolution. seguita da Icebreaker.

Tutti i marchi sono disponibili su internet a prezzi ragionevoli.

Questo è quanto ho provato sulla mia pelle, sicuramente altri saranno più preparati di me.
 
Allora, con il mio gruppo faccio escursioni di vario genere, dalla giornata in Appennino, al weekend a 3500 e da quest'anno escursioni giornaliere invernali sulla neve e estive di 3/4 giorni sul Bianco/Rosa..avendo iniziato praticamente quest'anno, ho pochissimi capi e potrei tranquillamente sostituirli in toto con i nuovi se trovo qualcosa che mi piace. Quindi necessito di abbigliamento per temperature più basse di quelle che ho trovato fino ora (+5 gradi, solo la mattina presto) tipo pantaloni invernali, giacca o piumino, magari qualche maglia manica lunga da portare sopra la termica, anche un buon guscio così da pensionate il mio Berghaus. Insomma, un po' di cose e ancora di più se trovo una bella scelta di capi, punto ad un unico brand un po' per comodità nell'acquisto e un po' perché molte volte i capi vengono creati in funzione degli altri della stessa linea e hanno un taglio "compatibile" tra loro. Faccio anche snowboard e comprando solo abbigliamento Burton ho notato che giacca e pantaloni della stessa linea si adattano meglio tra loro che tra capi di diversi marchi
 
Comunque under armour la compro per quello che riguarda il running e ti dirò che è ottima! Tra l'altro ha qualche capo antivento e pioggia che uso regolarmente in escursione, non ho pensato sinceramente di vedere il resto del catalogo, ci darò un'occhiata
 
Comunque under armour la compro per quello che riguarda il running e ti dirò che è ottima! Tra l'altro ha qualche capo antivento e pioggia che uso regolarmente in escursione, non ho pensato sinceramente di vedere il resto del catalogo, ci darò un'occhiata
ma guarda, la linea CG (cold gear) di under armour è ottima perché calda ma leggera come poche altre.
ad un prezzo concorrenziale.
io la uso davvero spesso.
 
anche io confermo che odlo mi sta piacendo e Loffler è un marchio che produce cose che altri non fanno.
Però anche per me prima c'è da capire cosa vuoi, che capi e che tipo di capo vuoi.
A me piace invece mischiare i marchi probabilmente perchè io ho già ben chiaro cosa cerco in un capo. Poi a volte non esiste quello che vorrei e mi attacco (es i pantaloni da alpinismo in gore come piacciono a me)
Altre volte trovo la maglietta di 1° strato come piace a me:
collo alto con zip parziale, 100% PP sottilissimo e la trovo solo nel catalogo Running di Loffler...

Per dire io sono per le 1° strato molto coprenti, a bassissima termicità che uso da adesso a marzo. Sia a correre che in trekking.
Altri preferiscono le maniche corte e il collo girocollo e poi metterci sopra un pile. Io lo strato termico lo uso solo quando mi fermo...
 
magari qualche maglia manica lunga da portare sopra la termica,
ciao, ho due o tre maglie UnderArmour serie ColdGear da vendere, usate due o tre volte a correre e poi smesse (per me fanno troppo caldo se ci si muove molto...), taglia XL, ma come sai vestono tipo "muta" e quindi M max L, se ti interessano, prezzo modico...
 
ciao. Più che intestardirsi con una marca specifica, punterei piuttosto a capire di cosa necessiti realmente e poi eventualmente valutare la questione Brand....
Mi associo, è difficile che una marca sola ti soddisfi, prima o poi farà il capo sbagliato oppure non avrà proprio quello che cerchi. Se proprio devo consigliartene una completa è The North Face, a cui sono molto affezionato fin dall'origine, che oggi praticamente fa di tutto...(e attenzione ai falsi!).
 
Allora, c'è da dire che io ho un approccio piuttosto grezzo all'abbigliamento...faccio l'idraulico, non quello che va in casa a riparare il lavello ma quello che fa impianti a livello industriale tipo scuole, ospedali ecc..quindi lavoro in cantiere, ho un'ottima resistenza al caldo/freddo. Rispetto ai miei compagni di escursione mi vesto/svesto mai, al max tolgo uno strato dopo la partenza. Quindi tendo ad avere poco addosso, se è freddo ovviamente una termica lunga poi uno strato antivento/pioggia (non guscio) che mantenga un po' di calore e, cosa fondamentale per me, i manicotti se si va attorno ai 5/7 gradi. Ah, capi con cappuccio, sono rasato e non sopporto i cappelli
 
Però fino ad ora siamo rimasti a 3500, con temperature attorno ai 5/10 gradi....le escursioni invernali e i +4000 sono una novità per me, quindi dovrò trovare capi più caldi, ma sempre senza mettere troppi strati. Settimana scorsa a Bologna lavoravo ancora in maniche corte
 
Però fino ad ora siamo rimasti a 3500, con temperature attorno ai 5/10 gradi....le escursioni invernali e i +4000 sono una novità per me, quindi dovrò trovare capi più caldi, ma sempre senza mettere troppi strati. Settimana scorsa a Bologna lavoravo ancora in maniche corte
Guarda, io sono esattamente come te a termicità, quando si entra in attività sto un weekend sì e uno sì in quota e la mia attività alpinistica è al 75% su neve/ghiaccio, quindi ti capisco.
La progressione di vestizione è: una t-shirt a pelle, poi una maglia a maniche lunghe di buona tenuta (uso infatti le UnderArmour di solito), poi se viene freddo un windtsopper tipo laminato (sottile, non più il vecchio pile 300), e solo se piove, gocciola la parete o nevica il guscio (finora quasi mai tirato fuori dallo zaino...).
Sono tutte cose che trovi nel catalogo di ogni ditta ormai.
 
Dipende dal capo che stai cercando, io uso anche roba della Decathlon, ma alcuni capi più tecnici non li prenderei lì.

Poi tutto è relativo ti puoi trovare su un 4.000 sia con temperature relativamente alte (0-5°C), che con condizioni proibitive (-20°C con vento), per cui devi essere pronto ad affrontare il più ampio spettro di condizioni.

Detto questo io uso (in ordine sparso):
Norrona (molto valida ma cara, compra dall'outlet online), Salewa (buon rapporto qualità prezzo), The North Face (sta perdendo qualche colpo negli anni si rivolge più a un pubblico meno "tecnico"), Odlo (Ottimo per l'intimo), e Decathlon (su cose non troppo tecniche, magliette estive, pantaloni, calze).
 
Beh quasi un mese fa ero a Plateau Rosa con -15/-20, direi che per i 4mila invernali si possono prevedere anche temperature più basse... E alla fine è fondamentale la piuma o l'equivalente (che proprio equivalente non è) sintetico sotto certe temperature.
Quindi magari ti serve più un piumino che altro, per arrivare a -30 percepiti.
https://www.decathlon.it/piumino-uomo-trek-100-down-arancione-id_8559957.html
https://www.decathlon.it/piumino-uomo-light-alpi--id_8510080.html

Se sei già stato a -10/-15 dovresti già sapere cosa ti serve sotto, se non ci sei stato ti consiglio di non scoprirlo a 4mila metri... Alcune cose meglio provarle sulla propria pelle, basta andare in qualche fondovalle quando fa freddo o su qualche 3mila col meteo non bello.

In quota potrebbe incidere molto il vento, percui con un hardshell o equivalente paravento dovresti aumentare molto la termicitá del capo.
 
Ultima modifica:
Io ho provato con enorme soddisfazione l' intimo in lana merino della Nørrona e non proverò mai nient'altro, per i gusci c'è il Trollveggen ace down 950 con temperature comfort -10 a -30 in condizioni di bassa attività. Io dico Nørrona, me ne sono innamorato per qualità e funzionalità e ne consiglierò sempre l'acquisto.
 
In escursione non sono mai sceso sotto lo 0, ma come ho detto ho praticamente iniziato quest'anno da marzo a ottobre e max sui 3500... però faccio snowboard e mi è capitato di arrivare a -15. Ovvio che è un'attività molto diversa, però stavo con maglietta corta, felpa e giacca da neve. Cmq si, punterei alla combinazione dello sherpa alternando guscio ad una giacca/piumino in caso di molto vento/molto freddo. Sui 4000 per ora è previsto di andarci a luglio, in questi mesi freddi staremo molto più bassi
 
Beh carissimo sono pienamente d'accordo con Andrea.
Non devi trovarti a 3000m per scoprire che sei nella c...a.
Dovresti provare l'inverno freddo vero , il vento freddo e forte dei 2000m e poi capisci. Ocio ai guanti ad esempio che sono un articolo non tanto considerato. Mi trovai in passato sull'altopiano di Asiago vicino a casa mia per una semplice escursione priva di difficoltà oggettive sul monte Zebio con la neve a -15 con un po di vento....beh senza guanti e scarpe adeguate l'avrei pagata molto cara e non ero certo in quota.
Ci sono persone che conosco che a 3000-3500 sono stati sollevati letteralmente da terra con il vento.
Io personalmente ritengo che il mix va bene.
Ho roba della decathlon, montura, hard wear, Loffler, cmp, gm, trango world, black diamond ecc. Come scarponi la sportiva, Zamberlan. Ma quel che va bene a me non è detto che vada bene a te.
In ogni caso ci sono ditte specializzate a fare una cosa e altre che si sono spacciate nel tempo in grado di fare tutto.
La Sportiva ad es ha sempre fatto bene gli scarponi ma non comprerei mai abbigliamento.
Zamberlan ha sempre e solo fatto scarponi e in 35 anni non mi hanno mai tradito una sola volta.
Salewa pare faccia tutto..... ma gli scarponi ...oddio nooooooo.
Scarpa fa solo scarpe.
GM calze ad es sono specialisti solo di quello ed effettivamente mi sono trovato molto bene.
Bisogna anche sapere come è la tua termoregolazione , se sei un freddoloso, se sei uno che suda tanto, quanto pesi ecc.
Patagonia ha fatto sempre ottimi piumini.
Montura che è vicino a casa mia e di cui conosco l'ex amministratore delegato. In passato non facevano tanto, specie pantaloni. Io ho pantaloni da tanti anni e sono sempre stati ottimi. Poi si sono messi a fare di tutto.....beh anche qui tante cose meglio evitarle....
Ci sono ditte che per sopravvivere si sono buttate a fare di tutto e come diceva mio nonno non tutto si riesce a fare bene purtroppo.
Certo è che proverei i -15-30 prima in un ambiente non troppo ostile come la cresta di una montagna a 3500 con il vento. Da lì poi vedi.
 
4mila estivi se è una bella giornata di solito la minima sarà poco sotto lo zero (magari -8 o -10), percui i guanti non troppo pesanti comunque servono... più o meno è come fare i 3mila in autunno e primavera, alle volte tira un po' di vento in più...
 
Facevo il tuo stesso lavoro e sono abituato al freddo e ai giri d aria....ma in montagna è tutta un altrra cosa meglio avere sempre qualcosa in più...io personalmente come indumenti intimi e calze uso Mico e x il resto Karpos....mi sono sempre trovato da dio....
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
Crostina Abbigliamento 5
Simon797 Abbigliamento 3
Wall86 Abbigliamento 4
Alberto93 Abbigliamento 1
F Abbigliamento 1

Discussioni simili



Alto Basso