Consiglio su PMR midland g9 e intek 5050

Salve a tutti :)

volevo porvi un quesito sul quale mi sto interrogando da un po, ma senza risposta.

Anni fa comprai una intek 5050, dopo un ballottaggio con la midland g9.
Ora voglio cambiare questa radio per un semplicissimo motivo,
non è impermeabile (anche se non mi ha dato problemi) e sopratutto funziona
con 5 batterie stilo (AA) e io ne voglio una che funzioni esattamente con 4,
perchè ho difficoltà a portarmi 5 stilo di ricambio (tutte le mie confezioni sono da 4).



la midland g9 corrisponde esattamente ai miei desideri, ma è una radio
che veniva consigliata già anni fa... possibile che non è uscito nulla di migliore
in tutto questo periodo???

ps: no radio con batterie diverse dalle stilo, a meno che non siano 18650,
ma non credo ne esistano
 
Ciao,
io delle sopracitate ho solo la intek ma appunto non è impermeabile ecc... ma ultimamente parlano benissimo delle polmar e ci sono anche quelle impermeabili. :)
 
Ho visto ora che la linea skuba e quindi impermeabile costa sui 100€ però... non so le altre polmar se siano impermeabili.

Comunque per quanto riguarda il modello invariato da anni, come dicevo in un altro topic: le radio sono piuttosto di nicchia e comunque non sono elettronica di consumo. La intek fa la mt5050 che è una radio che davvero non ho idea di quanti anni abbia... semplicemente ha fatto sempre il suo dovere e quindi la continuano a produrre così com'è. In quest'ottica sei anche più sicuro del fatto che, se da 10 e passa anni funziona alla grande, probabilmente anche la tua funzionerà senza problemi.
Per la midland stessa cosa. C'è la G7 che gira da un'eternità, poi è arrivata la G8 se non sbaglio ed ha fatto fiasco e adesso la G9 pare che arriverà a rimpiazzare la G7 perché ben riuscita per quel che ne so.

Capito? Non è elettronica di consumo... ogni tanto la brondi, essendo economica, ci comincia a mettere robe tipo radio fm commerciale (che ti succhia la batteria in un attimo) oppure pannellini solari e altre cose che, insomma...
Midland, PolMar e Intek fanno radio che "fanno le radio" e se funzionano non devono appioppartene una l'anno come i cellulari.
 
ciao. grazie mille per le delucidazioni :)

avevo aperto il topic perchè su un qualche sito ho letto che la g9 è uscita di produzione, per questo mi sono interrogato :)


relativamente alla polmar, ottimo il fatto che sia impermeabile,
ma se è senza display come faccio a capire su che frequenza suono?

e secondariamente usa batterie al litio (probabilmente proprietarie),
io la cerco alimentata da 4 stilo :)
 
anche se forse il fuori produzione si riferisce al midland g9, mentre ora c'è in commercio il g9 plus...

sai per cosa in cosa differisce?
 
relativamente alla polmar, ottimo il fatto che sia impermeabile,
ma se è senza display come faccio a capire su che frequenza suono?
C'è una vocina elettronica che ti scassa i ma***i :D
Diciamo che sarebbe il prezzo da pagare per la solidità ulteriore. Come d'altronde per la midland G15 che non ha schermo perché resiste all'acqua e agli urti.

e secondariamente usa batterie al litio (probabilmente proprietarie),
io la cerco alimentata da 4 stilo :)
Eh mi sa che tutte le polmar resistenti all'acqua ti danno la batteria LiOn quindi devi andare sulla G9.

anche se forse il fuori produzione si riferisce al midland g9, mentre ora c'è in commercio il g9 plus...

sai per cosa in cosa differisce?
Guarda, ti dico che io non l'ho mai avuta la midland quindi onestamente non so perché si sia passati dalla G9 alla G9-plus. Puoi vedere di informarti se ci siano stati eventuali difetti di progettazione o se magari il plus sta per le funzioni accessorie di cui è dotata.
Infatti ha la chiamata di emergenza su tutti i canali e il fatto che può controllare 2 canali contemporaneamente se non sbaglio... cose che non ha la intek mt5050. Magari la G9 non aveva queste funzioni? Non so...
Comunque dal sito della midland non mi dice che è impermeabile... forse è solo resistente agli schizzi? Alla voce waterproof non c'è nulla
http://www.midlandeurope.com/it/prodotto/156879-midland-g9-plus-bibanda-pmr446-lpd-c923-05

EDIT: si, infatti è "splash proof"
 
allora prima la midland g9 normale era data come ip x5,
adesso questa voce è scomparsa dal sito midland.

li ho contattati ma non mi hanno risposto
 
Però ip x5 é protetto da getti d'acqua. Tecnicamente é lo stesso di splash proof. Magari non hanno avuto la certificazione ip ?
Fammi sapere se ti rispondono da Midland
Ciao
 
C'è anche un aggiornamento... il "Midland G9 Plus" che è più recente!

Personalmente consiglio un apparato con queste caratteristiche (per l'uso in montagna):
- antenna di serie lunga (preferisco il G9 all'MT-5050 proprio per questo)
- impermeabilità (protezione livello IPX3, o meglio IPX5 o 7)
- batteria al litio di almeno 1500-1700 mAh, per un'autonomia prolungata
- Senza il display LCD... che non serve a niente... consuma solo batteria. Programmi la radio da PC tramite cavo USB e relativo software, sulla memoria n.1 metti il CANALE 8-16 della RRM, sulle altre (in genere la manopolina te ne fa selezionare 16) gli altri canali PMR-446 con relative combinazioni CH+CTCSS/DCS, e sei apposto. Durante le mia attività, la radio sta sullo spallaccio dello zaino (o proprio dentro una tasca laterale alta) e utilizzo --> QUESTO <-- per parlare, senza sfiorare più la radio.
 
- antenna di serie lunga (preferisco il G9 all'MT-5050 proprio per questo)
Concordo, infatti quando presi la 5050, le radio diffuse erano quella e la G7 che mi sembrava inferiore. La G9 in confronto, ad occhio, mi ispirerebbe buona fiducia.

- batteria al litio di almeno 1500-1700 mAh, per un'autonomia prolungata
Per questo da un po' di tempo sto puntando insistentemente le PolMar: batteria LiOn e antenne (dicono) fatte come Lui comanda. In particolare mi sono letteralmente "stancato" dei problemi delle stilo ricaricabili, compresa una volta che un pacco batterie si era rovinato e, da carica completa, dopo aver premuto il PTT mi sono ritrovato quasi senza radio. Almeno con quelle al litio sai che in media uno o due anni li fai senza scherzi e non devi porre particolari attenzioni alle modalità di ricarica.
Poi ho visto la durata delle Baofeng (e trasmettevano in alta potenza), penso che con le batterie al litio in comunicazione a 500mW si campa davvero a lungo.

Durante le mia attività, la radio sta sullo spallaccio dello zaino (o proprio dentro una tasca laterale alta) e utilizzo --> QUESTO <-- per parlare, senza sfiorare più la radio.
Il mike è uno spettacolo. Per curiosità, che radio hai? (Se hai pmr446 o se usi VHF/UHF HAM)
 
Il mike è uno spettacolo. Per curiosità, che radio hai? (Se hai pmr446 o se usi VHF/UHF HAM)
Io ho 3 apparati, in questo ordine di acquisto:
- Intek MT-5050
- Midland G9 Plus
- Wouxun KG-703E

I primi due non li uso da tanto... Sono ossidati e gracchiano (abito in una zona in cui ci sono sorgenti di acqua solfurea, che ossida tutto... In passato ho già buttato degli ottimi LPD).

L'ultimo è un cinese... Ma un apparato professionale. Ne esistono 3 versioni (UHF - VHF - PMR-446). Ovviamente io ho la versione assolutamente omologata PMR-446, e ci ho speso circa 100 Euro... A cui ho però aggiunto:
- kit di programmazione (cavo USB + software, che trovi online)
- microfono esterno (tipo questo)
- pacco batterie per inserire le classiche alcaline (tipo questo)

La batteria di serie è al Litio da 17000 mAh e ci faccio davvero tanti, tanti, tanti giorni, anche se la lascio accesa H24. Premetto che con il software puoi programmare le 128 memorie come vuoi. Questa è la mia programmazione delle memorie:

- 1 --> 8 : gli 8 canali PMR-446 senza CTCSS
- 9 --> 28 : i primi 20 canali LPD (non sono utilizzabili tutti i 69 canali) senza CTCSS
- 29 --> 40 : varie combinazioni PMR-446 (CH + CTCSS & CH + DCS)
- 100 : CANALE 8-16 della RRM (sul display compare proprio la scritta "RRM")

Grazie al software ho DISATTIVATO l'illuminazione del display LCD (risparmio energetico) e ho disattivato il tasto "MENU" (ora le impostazioni sono modificabili solo tramite PC... Posso solo bloccare i tasti, cambiare canale, regolare il volume e comunicare). C'è un led (rosso se si trasmette, verde se si riceve). Il display può mostrare anche un nome che associ al canale... C'è anche l'S-Meter (scala potenza/qualità del segnale).

Chi volesse programmare questa radio, mi contatti perchè ci sono importanti valori che potrebbero sfuggirvi, ad esempio:

per i canali PMR-446:
- step = 12,5 KHz
- larghezza di banda (imp. BAND) = NARROW (N)

per i canali LPD (433 MHz):
- step = 25 KHz
- larghezza di banda (imp. BAND) = WIDE (W)

In PMR-446 se imposti la BAND = WIDE, quando trasmetti disturbi anche i canali adiacenti, es: se usi il CH 6 viene ascoltato/disturbato anche il CH 5 e il 6.

Se necessario posso inviarvi il file di configurazione, così da inserirlo nella radio per la programmazione automatica (clonazione) con tutte le mie impostazioni.

PS: col software riesci a trasformare la versione PMR-446 in quella UHF (NON AUTORIZZATA), cosa che sconsiglio per le motivazioni riportate in questo post: http://www.avventurosamente.it/xf/posts/773812 (si va sul Penale se vi beccano con tale apparato senza che abbiate la patente da radioamatore, pertanto se decidete di acquistarlo... lasciate la POTENZA sul MINIMO => 0,5 W e le frequenze vanno impostate solo sugli 8 PMR + 20 LPD).

... Sto però per acquistare un POLMAR WET (senza display), meccanicamente migliore del cinesino, che sicuramente lo sostituirà!

PS: non sono un HAM, e pertanto non me la rischio rendendo non omologato questo PMR-446... Occhio anche a voi: --> POST CHE RIPORTA LE SALATE SANZIONI <--http://www.avventurosamente.it/xf/posts/773812
 
D

Derrick

Guest
Io credo di avere una Midland G9 plus. Sul davanti c'è scritto G9, ma sull'etichetta posteriore, vedo ora, c'è scritto G9 plus.

Pregi: 4 batterie AA NiMH, numero comodo. Io non ho problemi di carica batterie perché uso solo caricabatterie intelligenti, ho un Ansmann Powerline 5 LCD e un Technoline BC700. Uso come scorta batterie Sanyo Eneloop oppure le Amazon basics (che sono Sanyo Eneloop) cioè batterie a bassa autoscarica. Trovo le NiMH a bassa autoscarica superiori in tutto alle batterie al Litio salvo che per l'ingombro.
Altro pregio, la resistenza a polvere e pioggia.

La Midland G9 plus che ho ha i suoi difettucci.

1) Il livello di intervento del silenziatore (squelch) non è regolabile o almeno io non ho trovato come si fa;
2) Non è possibile impostare dei canali arbitrari in sequenza, come si fa con le radio per radioamatori. La sequenza è fissa, la radio non è "programmabile" o almeno il manuale d'istruzione non ne fa cenno.
3) L'interfaccia utente è un po' goffa.
- per cambiare canale bisogna prima premere "menu" con pressione breve, poi usare i tasti freccia, quindi due pressioni almeno. Sulle radio normali i tasti Su e Giù cambiano i canali;
- per passare dai canali LPD ai canali PMR-446 e viceversa si tiene premuto a lungo il tasto menu. Da 1P a 8P sono i canali PMR, da 1 a 69 sono i canali LPD.
- Ci sono 24 inutili combinazioni canale-subtono PMR-446 "preprogrammate", di cui si trovano tabelle in rete. Questi "canali" vanno da 1P a 24P (la P segue il numero del canale) e stanno dopo i canali da P1 a P8. Ad esempio il canale 16P corrisponde al canale 8 con subtono 16. Inutile funzione e anzi dannosa.
- le varie opzioni si regolano tutte con il tasto menu, alla lunga la cosa è snervante, il display non aiuta molto a capire - ricordare quale opzione si sta regolando.
4) Non ha un vero tasto "monitor". Per sentire il canale disabilitando il silenziatore bisogna premere simultaneamente i due tasti Su e Giù.

E veniamo alle due cose peggiori:

Se ho impostato ad es. tutti i canali senza subtono salvo il canale 6 col subtono 4 e il canale 8 col subtono 16, quando lancio la scansione lui esegue questa scansione:
Canale 1 senza subtono;
Canale 2 senza subtono;
Canale 3 senza subtono;
Canale 4 senza subtono;
Canale 5 senza subtono;
Canale 6 con subtono 4;
Canale 7 senza subtono;
Canale 18 con subtono 8;

In sostanza la scansione non viene fatta senza i subtono, ma, per ogni canale, sul subtono impostato in quel momento nella radio. Non mi piace e s.t. non è utile.
Per ovviare a questo io parlo con la RRM sul canale pre-impostato 16P (corrispondente al canale 8 + CTCSS16) e tengo i canali da P1 a P8 senza subtono in modo che quando faccio la scansione me la faccia senza subtono.

Altro problema: Se sono sul canale 8 + 16, e qualcuno parla sul canale 8 + 0, o 8 +4, la scritta RX sul visualizzatore non si accende. L'unico modo che ho per sapere se c'è attività sul canale è usare la funzione monitor.

Ciò detto, va detto che sono soddisfatto perché la ricezione mi pare ottima o meglio migliore, sulla stessa frequenza, di quella del mio economico bibanda Baofeng UV-5R, cosa verificata in una circostanza in cui avevo entrambe le radio accese sullo stesso canale, e la Midland prendeva la Baofeng no. L'antenna della G9plus è notevolmente più grande di quella della Baofeng.
 
Solo per curiosità @Simone_91 ......

Se trasmetti sulle frequenze LPD con una potenza di 500 mW non sei fuori norma visto che è prevista sino a 10 mW ?

Relativamente alle sanzioni ho la sensazione che non sia aggiornato, la prima sanzione fa riferimento, ad esempio, ad un articolo di un DPR abbrogato con decreto legislativo agosto 2003, n.259, art. 218 il che mi fa pensare che "forse" c'è qualche cosa che non torna...... questo non vuol dire, ovviamente, che si possa usare un apparato radioamatoriale in trasmissione.

Ciao :si:, Gianluca
 
attenzione che i primi venti canali lpd non sono utilizzabili .
maledizione a quando hanno istituito la banda lpd , i radioamatori hanno dovuto spostare e rovesciare le frequenze di ingresso dei ripetitori.
 
Solo per curiosità @Simone_91 ......

Se trasmetti sulle frequenze LPD con una potenza di 500 mW non sei fuori norma visto che è prevista sino a 10 mW ?

Relativamente alle sanzioni ho la sensazione che non sia aggiornato, la prima sanzione fa riferimento, ad esempio, ad un articolo di un DPR abbrogato con decreto legislativo agosto 2003, n.259, art. 218 il che mi fa pensare che "forse" c'è qualche cosa che non torna...... questo non vuol dire, ovviamente, che si possa usare un apparato radioamatoriale in trasmissione.

Ciao :si:, Gianluca
Grazie Gianluca! Questa è un'immagine che ho trovato in giro qualche tempo fa... Appena potrò cercherò una tabella simile aggiornata, giusto per sapere! Per il resto, sul sito, riportiamo solamente l'iter per regolarizzare l'uso dei PMR-446... Chi non li rispetta si becca la pena prevista, amministrativa o penale che sia, nelle modalità riportate nella tabella (o nella tabella aggiornata)!

Ovvio che in LPD con 0,5 W sei fuorilegge, visto che li si è in regola, per i non-om, solo con 0,01 W! Personalmente li ho memorizzati, ma mai utilizzati!!!

Uso la radio ESCLUSIVAMENTE in montagna, ed è fissa sulla RRM! Sul ch 20 avevo una zona-volo per parapendio... Ma poi ci hanno piazzato un ILLEGALE gateway di quel "Free Radio Network", che ha quanto pare è piazzato lontano dalle mie zone, ma nonostante cio' mi arriva fondo scala (almeno fino a qualche mese fa). I parapendiisti e deltaplanisti ovviamente si sono spostati, ma non so dove!

attenzione che i primi venti canali lpd non sono utilizzabili .
maledizione a quando hanno istituito la banda lpd , i radioamatori hanno dovuto spostare e rovesciare le frequenze di ingresso dei ripetitori.
PURTROPPO sono utilizzabili eccome... PURTROPPO chi li ha regolarizzati in passato ha fatto un bel casino... Per i non-om sono utilizzabili, dei 69, solamente i primi 20 (ovviamente con i 10 mW autorizzati). Quella porzione di banda è condivisa con i radioamatori, ma non è consentito comunicare tra un OM e un NON-OM; @znnglc credo potrà confermare...

So anche del fatto che su alcune frequenze comuni c'erano degli ingressi a dei ponti... Mi pare a 433.200 o 433.600 ... Lessi qualcosa in merito in giro per forum radioamatoriali!

Personalmente mi interessa poco, perchè ho la radio fissa sull'8-16, sia a casa che per montagne =)
 
Ultima modifica:
Stavo leggendo sul sito della Midland (midlandeurope.com) e vedo che ci sono anche diversi modelli PMR446 definiti "semiprofessionali", sigle da G10 a G18, più Alan.

Mi pare di capire che hanno migliori caratteristiche di impermeabilità e sopratutto batterie con amperaggio maggiore.

Qualcuno conosce questi modelli?
Vedo che per quasi tutti i modelli (anche la G9) è disponibile un'antenna in sostituzione a quella in dotazione (G7 Flex) lunga 35 cm. e mi chiedo se possa essere un aiuto valido in tx/rx. E' un antenna "fuorilegge" pur essendo prodotta da Midland stessa?
 
Cambiare antenna, in una PMR446, in sostituzione di un altra più performante è "buona cosa" :) ma non è permesso dalla normativa :(

In altre parole una radio PMR446 per essere omologata, e mantenerla, NON deve avere l'antenna removibile tant'è che alcuni produttori, per non creare linee di produzione parallele (PMR446 e normali UHF) rendono fisse le antenne mediante semplice colla (frena filetti) e modificano il software di gestione limitando la radio ai soli 8 canali PMR ..... la wouxun di @Simone_91 ne è un esempio :) ..... va da sé che il ripristino alla condizione di antenna sostituibile non è una modifica particolarmente complessa.
ma non è consentito comunicare tra un OM e un NON-OM; @znnglc credo potrà confermare...
I primi 20 canali LPD sono anche in banda radioamatoriale, piaccia o non piaccia ma è così. Nessuno dei due ha diritto di "prelazione", quanto meno non mi risulta nessuna direttiva del ministero in tal senso, se a voi vi risulta qualcosa di diverso mi fareste cosa gradita indicarmi gli estremi.

Un radioamatore non può, durante la sua attività, rispondere ad una chiamata di un non radioamatore e può instaurare una comunicazione solo con un altro "sperimentatore" come lui :), ovviamente nulla gli vieta di cambiare apparato e instaurare una comunicazione con chi che sia rispettando, di conseguenza, i dettami previsti per una trasmissione LPD libera (10 mW non 50 W ;)).

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
D

Derrick

Guest
I primi 20 canali LPD sono anche in banda radioamatoriale, piaccia o non piaccia ma è così. Nessuno dei due ha diritto di "prelazione", quanto meno non mi risulta nessuna direttiva del ministero in tal senso, se a voi vi risulta qualcosa di diverso mi fareste cosa gradita indicarmi gli estremi.
Se ho ben capito, sui canali LPD che sono condivisi tra la banda universale e l'attività radioamatoriale, i non radioamatori sono tenuti a rispettare la potenza d'emissione stabilita per la banda LPD e cioè 0,01W mentre i radioamatori possono, nella loro attività radioamatoriale, usare quella banda alle potenze loro consentite, che mi pare arrivino addirittura a 100W, in teoria, ma che in pratica normalmente penso siano contenute tra 1 e 10 W, cioè tra 100 volte e 1000 volte la potenza emessa da un dispositivo LPD.

Questo significherebbe che, in pratica, i radioamatori hanno un diritto di prelazione de facto perché le frequenze da loro utilizzate diverrebbero, in caso di compresenza in frequenza, ben difficilmente utilizzabili per utenti LPD "comuni mortali". Giusto? (Mai usato le frequenze LPD).

Personalmente penso che vi sia, qui, una evidente svista o goffaggine legislativa. Se abiliti una frequenza all'utilizzo LPD e vuoi fare le cose per bene devi al contempo levare quelle frequenze ai radioamatori vista la differenza di potenze in gioco.
 
D

Derrick

Guest
Un radioamatore non può, durante la sua attività, rispondere ad una chiamata di un non radioamatore e può instaurare una comunicazione solo con un altro "sperimentatore" come lui :), ovviamente nulla gli vieta di cambiare apparato e instaurare una comunicazione con chi che sia rispettando, di conseguenza, i dettami previsti per una trasmissione LPD libera (10 mW non 50 W ;)).
Questa non l'ho capita, hai riferimenti normativi? Un giorno potrei decidere di dare 'st'esame da radioamatore e su questi dettagli (chi può parlare con chi, identificandosi come) mi pare che vi sia un tot capita, tot sententiae.

Io ho capito questo. Un radioamatore non può interagire con gli "abusivi" nelle frequenze radioamatoriali. Le frequenze radioamatoriali sono riservate alla "sperimentazione" e quindi non si può, sempre in teoria, parlare del più e del meno, e questo in teoria. Quindi se c'è una chiamata senza identificativo (che non sia d'emergenza, s'intende) il radioamatore, in teoria, la ignora. La ignora perché quello è abusivo e perché la conversazione è di tipo "sperimentativo" con gente abilitata a sperimentare, in teoria. (La pratica mi pare differisca, da quello che ascolto).

Nelle frequenze libere, però, il radioamatore mi sembra possa interagire con chiunque, perché l'altro non è "abusivo" e la frequenza, che è di libero uso, è aperta a qualsiasi tipo di comunicazione. Quindi sulla frequenza LPD il radioamatore mi pare comunque abilitato a interagire, se non ci sono norme che negano questa possibilità specificamente. Lo farà senza annotare nel registro collegamenti la conversazione. Forse intendiamo la stessa cosa!
 

Discussioni simili



Alto Basso