Consiglio su ramponi da escursionismo

Ciao a tutti.
Oggi durante un'escursione ho incontrato un po' di neve, molto poca in realtà, ma in un tratto era bella dura e mista a ghiaccio. Insomma, ci si scivolava facilmente. Per fortuna era in piano e utilizzando dei sassi che sporgevano sono riuscito a superare la difficoltà. Ero senza ramponi perché sapevo che non avrei praticamente incontrato neve, e che in ogni caso non c'erano tratti problematici.
La questione è questa: ho dei ramponi semiautomatici e degli scarponi invernali (semiautomatici anch'essi). Li uso perché ho cominciato da pochissimo a fare qualcosa di alpinismo invernale. Al contempo faccio molte escursioni, nelle quali ho sempre evitato di usare gli scarponi (per quanto relativamente leggeri e comodi, hanno sempre una suola semirigida e sono molto caldi, oltre a essere parecchio alti).
Dopo l'esperienza di oggi, nella quale su 16 km di sentiero ho trovato insidie praticamente in un solo tratto lungo 10 mt (difficoltà che non giustificherebbero in nessun modo l'utilizzo degli scarponi invernali suddetti), stavo facendo un pensierino sull'acquistare dei mini ramponi, giusto per affrontare quegli eventuali tratti di difficoltà come oggi.
Avete consigli?

Perché altrimenti l'alternativa a cui pensavo sarebbe comprare uno scarpone semiramponabile ma più adatto al trekking: questa ipotesi mi convince poco però sia perché ho già 2 paia di calzature per la montagna, sia perché ho speso molti soldi in attrezzatura ultimamente.
Ad ogni modo, avete consigli da darmi anche su questo?

L'ultima cosa: nell'eventualità di acquistare invece uno scarpone da trekking più robusto di quello che uso (in modo da poterci mettere un rampone universale) ma non semiramponabile (in modo da usarlo per i trekking con maggiore comodità), esiste la possibilità di trasformare un rampone semiautomatico in universale? Ho i petzl vasak (leverlock ovviamente).

Grazie.
 
Personalmente mi sono portato dietro scarponi con attacchi semiautomatici e relativi ramponi, quando avevo il dubbio.
Sennò si stringono i denti e si usano gli scarponi per tutto il percorso, ma dipende che temperature ci sono...
Una ventina di Km al giorno con gli scarponi li ho già fatti, ma non deve fare troppo caldo...
 
Ciao a tutti.
Oggi durante un'escursione ho incontrato un po' di neve, molto poca in realtà, ma in un tratto era bella dura e mista a ghiaccio. Insomma, ci si scivolava facilmente. Per fortuna era in piano e utilizzando dei sassi che sporgevano sono riuscito a superare la difficoltà. Ero senza ramponi perché sapevo che non avrei praticamente incontrato neve, e che in ogni caso non c'erano tratti problematici.
La questione è questa: ho dei ramponi semiautomatici e degli scarponi invernali (semiautomatici anch'essi). Li uso perché ho cominciato da pochissimo a fare qualcosa di alpinismo invernale. Al contempo faccio molte escursioni, nelle quali ho sempre evitato di usare gli scarponi (per quanto relativamente leggeri e comodi, hanno sempre una suola semirigida e sono molto caldi, oltre a essere parecchio alti).
Dopo l'esperienza di oggi, nella quale su 16 km di sentiero ho trovato insidie praticamente in un solo tratto lungo 10 mt (difficoltà che non giustificherebbero in nessun modo l'utilizzo degli scarponi invernali suddetti), stavo facendo un pensierino sull'acquistare dei mini ramponi, giusto per affrontare quegli eventuali tratti di difficoltà come oggi.
Avete consigli?

Perché altrimenti l'alternativa a cui pensavo sarebbe comprare uno scarpone semiramponabile ma più adatto al trekking: questa ipotesi mi convince poco però sia perché ho già 2 paia di calzature per la montagna, sia perché ho speso molti soldi in attrezzatura ultimamente.
Ad ogni modo, avete consigli da darmi anche su questo?

L'ultima cosa: nell'eventualità di acquistare invece uno scarpone da trekking più robusto di quello che uso (in modo da poterci mettere un rampone universale) ma non semiramponabile (in modo da usarlo per i trekking con maggiore comodità), esiste la possibilità di trasformare un rampone semiautomatico in universale? Ho i petzl vasak (leverlock ovviamente).

Grazie.
Prendi dei rampioncini da tenere sempre nello zaino....costano poco ma è sempre meglio averlo dietro.....ne trovi anche a 20 euro
 
Personalmente mi sono portato dietro scarponi con attacchi semiautomatici e relativi ramponi, quando avevo il dubbio.
Sennò si stringono i denti e si usano gli scarponi per tutto il percorso, ma dipende che temperature ci sono...
Una ventina di Km al giorno con gli scarponi li ho già fatti, ma non deve fare troppo caldo...
Considera che la vetta era a 1500 m di altezza e la temperatura minima era sopra lo zero. Dopo 1000 m di dislivello fatti con gli scarponi invernali ai piedi non sarebbe stato il massimo. Certo si può fare, ma a quel punto non so se è meno problematico portarsi 3 kg in più di roba (tra scarponi e ramponi).

Prendi dei rampioncini da tenere sempre nello zaino....costano poco ma è sempre meglio averlo dietro.....ne trovi anche a 20 euro
Ne ho visti vari, ma di solito non compro ad occhi chiusi, cercavo un consiglio proprio sul tipo da comprare eventualmente.
 
Dipende da che difficoltà pensi di dover affrontare, se pensi di dover affrontare solo tratti in piano o quasi dove il rischio più grosso è prendere una culata, allora vai pure di ramponcini.

Se invece pensi di affrotnare qualcosa di più complicato allora un paio di ramponi universali in acciaio (10 punte) è meglio.
Ci sono anche in alluminio, ma non mi sento di consigliarli.

Spendi un un po' di più, ti porti dietro circa un kg di peso ma stai tranquillo.
esiste la possibilità di trasformare un rampone semiautomatico in universale?
Che io sappia no
 
Considera che la vetta era a 1500 m di altezza e la temperatura minima era sopra lo zero. Dopo 1000 m di dislivello fatti con gli scarponi invernali ai piedi non sarebbe stato il massimo. Certo si può fare, ma a quel punto non so se è meno problematico portarsi 3 kg in più di roba (tra scarponi e ramponi).
Metto tutto nello zaino, nessun problema.
Sicuro ti pesa meno sulla schiena che ai piedi. Oltretutto con temperature così alte lo zaino è quasi vuoto :biggrin:
 
Se invece pensi di affrotnare qualcosa di più complicato allora un paio di ramponi universali in acciaio (10 punte) è meglio.
Ci sono anche in alluminio, ma non mi sento di consigliarli.

Spendi un un po' di più, ti porti dietro circa un kg di peso ma stai tranquillo.

Che io sappia no
Questo implicherebbe:

1)comprare uno scarpone più robusto di quello che uso per il trekking (come ho scritto sopra)
2)comprare dei ramponi universali, a meno che non ci sia un modo per trasformare i miei semiautomatici in universali. Se così non fosse, dovrei spendere intorno ai 250 euro almeno, e a questo punto forse mi comprerei gli scarponi semi ramponabili più leggeri e comodi che esistano per camminare, e uso quelli.
In ogni caso se devo fare qualcosa di complicato mi metto gli scarponi invernali e i ramponi semiautomatici che già ho.
Parlavo di brevi tratti di neve-ghiaccio con pendenze minime.

Ad ogni modo, qualcuno usa ramponcini da consigliare? Altrimenti va a finire che seguo davvero il consiglio di Andrea, metto tutto nello zaino e passa la paura :)
 
I ramponi in alluminio sono da usare solo con tanta neve fresca, tipicamente infatti li usano gli scialpinisti della powder. Non sono da usare su strade ghiacciatelle o con poca neve o con neve dura... Perché l'alluminio si piega sia col ghiaccio che con la pietra.
 
Ultima modifica:
Perché?
Si chiamano universali perché si possono mettere su (quasi) tutti gli scarponi.

Un paio di discreti ramponi, riesci a trovarli anche sui 60€.
Sugli scarponi che uso per il trekking non posso mettere i ramponi universali. Non reggerebbe. Me lo disse lo stesso negoziante (gente esperta, che va in montagna da una vita).
 
Ciao a tutti.
Oggi durante un'escursione ho incontrato un po' di neve, molto poca in realtà, ma in un tratto era bella dura e mista a ghiaccio. Insomma, ci si scivolava facilmente. Per fortuna era in piano e utilizzando dei sassi che sporgevano sono riuscito a superare la difficoltà. Ero senza ramponi perché sapevo che non avrei praticamente incontrato neve, e che in ogni caso non c'erano tratti problematici.
La questione è questa: ho dei ramponi semiautomatici e degli scarponi invernali (semiautomatici anch'essi). Li uso perché ho cominciato da pochissimo a fare qualcosa di alpinismo invernale. Al contempo faccio molte escursioni, nelle quali ho sempre evitato di usare gli scarponi (per quanto relativamente leggeri e comodi, hanno sempre una suola semirigida e sono molto caldi, oltre a essere parecchio alti).
Dopo l'esperienza di oggi, nella quale su 16 km di sentiero ho trovato insidie praticamente in un solo tratto lungo 10 mt (difficoltà che non giustificherebbero in nessun modo l'utilizzo degli scarponi invernali suddetti), stavo facendo un pensierino sull'acquistare dei mini ramponi, giusto per affrontare quegli eventuali tratti di difficoltà come oggi.
Avete consigli?

Perché altrimenti l'alternativa a cui pensavo sarebbe comprare uno scarpone semiramponabile ma più adatto al trekking: questa ipotesi mi convince poco però sia perché ho già 2 paia di calzature per la montagna, sia perché ho speso molti soldi in attrezzatura ultimamente.
Ad ogni modo, avete consigli da darmi anche su questo?

L'ultima cosa: nell'eventualità di acquistare invece uno scarpone da trekking più robusto di quello che uso (in modo da poterci mettere un rampone universale) ma non semiramponabile (in modo da usarlo per i trekking con maggiore comodità), esiste la possibilità di trasformare un rampone semiautomatico in universale? Ho i petzl vasak (leverlock ovviamente).

Grazie.
I vasak li trasformi comprando la gabbietta posteriore e diventano universali. Io farei così. Ho dei vasak semi e grivel g12 auto.
Ma che scarponi hai ora a casa?
 
No solo questi. Li ho provati su un canalino qualche settimana fa e sono davvero ottimi.
Sono caldi, hanno una soletta in primaloft. Sono parecchio alti, ma in realtà la parte dietro (più alta del davanti) è fatta in modo da non risultare fastidiosa sul polpaccio.
A questo punto se si possono trasformare i ramponi da semi a universali, valuto se tra un po' comprare uno scarpone non ramponabile con la climbing zone (per fare magari qualche ferrata, o per passaggi di primo e secondo grado durante escursioni più impegnative) e una suola non troppo rigida.

È questo giusto?

https://www.amazon.it/Petzl-T03A-BFL-posteriore-Crampon/dp/B01N9HXRLT/ref=sr_1_1?adgrpid=58316474771&dchild=1&gclid=EAIaIQobChMIlIDS2YuT5wIVlkMYCh0W-AoWEAAYASAAEgINFvD_BwE&hvadid=255246240377&hvdev=c&hvlocphy=1008736&hvnetw=g&hvpos=1t1&hvqmt=e&hvrand=4092356183312448228&hvtargid=kwd-340311451414&hydadcr=29971_1804481&keywords=petzl+back+flex&qid=1579554675&sr=8-1
 
Esatto. I vasak sono i ramponi più versatili che ho avuto. Di serie li vendono con la parte semiautomatica posteriore e davanti con la solita gabbietta. In più dovresti avere un ferretto a parte che c'era nella scatola che permette di farli diventare automatici se hai scarponi dedicati. Io ad esempio ho zamberlan Expert pro GTX RR e zamberlan Baltoro semi.
Il vantaggio della ditta petzl è che hai un sacco di pezzi di ricambio che trovi in giro non solo per i ramponi.
Questa che mostri nel link è proprio la gabbietta posteriore che ti serve.
Per quel che riguarda ciò io alla fine ho preso dei la sportiva trango guide GTX per l estate che hanno attacco semi e che pur non avendo suola rigida permettono attacco per Rampone semi magare in quei pochi metri che magari incontri neve dura o ghiaccio da ramponi. Pur essendo i vasak dei ramponi con i cosiddetti secondo me per piccoli tratti anche con scarponi normali li porti tranquillamente. Inoltre ti segnalo che vendono anche a parte le barrette centrali di allungamento più flessibili se ne hai bisogno.
Capisco perfettamente il tuo problema.
Magari ti trovi in una escursione tranquilla d' inverno ma improvvisamente trovi il tratto ghiacciato o neve dura un po' pendente che ti frega. Magari stai facendo un anello e per non rischiare torni indietro perché i ramponcini come sappiamo tutti non sono sufficienti.
Questo purtroppo è un problema che molti anni fa si verificava molto meno quando anche a quote medio- basse nevicava molto.
Negli ultimi anni la situazione è che certi percorsi innevati a quote medio- basse < 2000m non presentano più manto nevoso abbondante quanto piuttosto poca neve ghiacciata o ghiaccio. Così uno viene ingannato da un percorso che è facile ma si trasforma in difficile solo magari per 100 metri.
Da tempo ormai se faccio giri con neve mi porto ramponcini, ramponi e ciaspole, bastoncini e spesso piccozza. Magari non uso tutto ma a volte mi è capitato di usare tutto perché le condizioni della neve sono molto mutevoli.

Domanda. Ma i garmont in generale hanno calzata stretta? Larga?dove li hai presi?hai già avuto questa marca e come ti sei trovato?
 

Discussioni simili



Alto Basso