Consiglio su ramponi da escursionismo

Leggendo della alpin tour , impugnatura ergonomica ... ma dove ? Le mie cassin sull'impugnatura hanno i ganci antiscivolo , quello alto spostabile per un impugnatura alta per la progressione in canale come fanno a dichiarare ergonomica quella della alpin ?
 

Allegati

@Mauro S effettivamente confrontandole il manico forse si può definire soft grip cioè antiscivolo più che ergonomico
Se hai intenzione di fare canali diciamo seri , l'impugnatura con i ganci ti semplificano la vita , prendi paletta e martello , col martello non ci pianti normalmente i chiodi ma solo in emergenza ... diciamo che se devi calarti da qualche posto potrebbe venir comodo . Io giro spesso da solo e qualche volta la situazione ho dovuto ragionarci su un po' sul cosa fare , calcola che anche da solo giro con un cordino da 30 metri nello zaino , qualche chiodo e un paio di moschettoni ;)
 
non credo che girerò mai da solo anzi qualcuno mi dovra fare da tutor ... almeno all'inizio giusto per insegnarmi qualcosina di base poi probabilmente farò il corso A1 o simili con qualche guida per imparare un pò

intanto in questi giorni mi sono imparato alcuni nodi
il nodo copiato, il barcaiolo, il doppio inglese, e qualche altro :D
 
non credo che girerò mai da solo anzi qualcuno mi dovra fare da tutor ... almeno all'inizio giusto per insegnarmi qualcosina di base poi probabilmente farò il corso A1 o simili con qualche guida per imparare un pò

intanto in questi giorni mi sono imparato alcuni nodi
il nodo copiato, il barcaiolo, il doppio inglese, e qualche altro :D
Coi nodi potrai sbizzarrirti, machard , prusik ,mezzo barcaiolo e 8 inseguito :) ....
 
una domanda che non centra nulla ma per tenersi un cordino nello zaino che potrebbe sempre far comodo... come si usa millimetri e tipologia (statico-semidinamico) ?
mentre ad esempio la corda che porti te @Mauro S che tipo è ?
 
Qua va a esperienza e uso , io ho nello zaino un cordino da 5.5 mm in kewlar , 30 mt ,( pesa niente ) , sono sufficienti per una calata d'emergenza... ci sono anche altri materiali , dynema o nylon ... il nylon ha fusione bassa ( al contrario del kewlar che è ignifugo ) e si usa per assicurazioni senza scorrimento, il kewlar ha di contro che non è molto annodabile data la sua rigidità, o che ne so , non va usato in pulegge ... ci sono un sacco di cose da tener conto sulle corde ..
 
Anch'io cercavo dei ramponi semiautomatici, ma coi buoni consigli che avete dato adesso sono indeciso tra G12, Vasak e Nuptse Evo! Mi servono per il Corno Grande, ho letto che in certi punti la pendenza supera i 30 gradi, però li userei soprattutto per alpinismo classico sotto i 30 gradi e non so quali di questi è meno scomodo in quei casi (dove sarebbe più adatto un 10 punte). Con quale vi siete trovati bene anche su pendenze minori?
 
Anch'io cercavo dei ramponi semiautomatici, ma coi buoni consigli che avete dato adesso sono indeciso tra G12, Vasak e Nuptse Evo! Mi servono per il Corno Grande, ho letto che in certi punti la pendenza supera i 30 gradi, però li userei soprattutto per alpinismo classico sotto i 30 gradi e non so quali di questi è meno scomodo in quei casi (dove sarebbe più adatto un 10 punte). Con quale vi siete trovati bene anche su pendenze minori?
Ramponi 10 punte mai avuti :) ... se hai intenzione di passare agli automatici a breve ( ma da quanto scrivi non penso ) prendi i vaasak modulabili , altrimenti il mio consiglio va sui nuptse evo della CT , li ho e ne posso dire solo bene , ditta italiana , produzione italiana e prezzo onesto ...
 
Coi 12 punte ci fai canali senza problemi anche con pendenze elevate, e allo stesso tempo ci cammini benissimo anche su creste o tratti con pendenza lieve e neve dura o ghiaccio. Insomma, ci fai un po' tutto, quindi non perdere tempo tra 10 e 12 punte, ma decidi il modello.

Io ho i vasak della petzl e mi ci trovo una meraviglia, ma sono certo che i CT nuptse evo sono comunque ottimi, sia in base ai commenti precedenti, che in base all'opinione di conoscenze personali, e oltretutto costano meno dei vasak e dei g12, sui quali non ho informazioni da persone che conosco, ma insomma, anche quelli credo siano una garanzia.

Per quel che riguarda il Corno Grande, a meno che non saliate dal bissolati, i canali hanno tutti pendenza ben oltre i 30°. La direttissima, che è il più facile di questi, in alcuni tratti arriva anche a 50°.
 
Ah ok. Prima di andare consultate meteomont perché ha fatto veramente tanta neve e si deve un minimo assestare.
Vai con qualcuno esperto?
 
Anch'io cercavo dei ramponi semiautomatici, ma coi buoni consigli che avete dato adesso sono indeciso tra G12, Vasak e Nuptse Evo! Mi servono per il Corno Grande, ho letto che in certi punti la pendenza supera i 30 gradi, però li userei soprattutto per alpinismo classico sotto i 30 gradi e non so quali di questi è meno scomodo in quei casi (dove sarebbe più adatto un 10 punte). Con quale vi siete trovati bene anche su pendenze minori?
Ma i ramponi universali li possiedi già? Perchè io li trovo utilissimi in determinate situazioni.
Ho i petzl vasak con entrambe i moduli posteriori: il modulo "back flex" (universale) lo monto quando faccio un' escursione lunga con un ultimo tratto per raggiungere la vetta "alpinistico" ,in pratica sto parlando di un escursione alpinistica F con un avvicinamento molto lungo , una semplice "svettata" dove serve del ferro sotto i piedi . Così facendo posso usare uno scarponcino mid non rigido che mi da grande comfort nella camminata, in alternativa dovrei portarmi una scarpa da avvicinamento nello zaino oppure usare dei ramponcini ( li ho provati e subito accantonati perché dopo nemmeno 50 metri già avevano formato uno zoccolo quanto quello di un cavallo adulto , a questo punto meglio senza niente, la formazione dello zoccolo ovviamenete dipende dalla consistenza della neve) .
Perô considera che come scarpa da alpinismo ho le Scarpa triolet che sono molto "toste" come semiramponabili; altri modelli, pur appartenendo alla stessa categoria semiramponabili forse sono leggermente meno rigidi e permettono una camminata piû fluida rispetto ai miei.
 
Ultima modifica:
Ah ok. Prima di andare consultate meteomont perché ha fatto veramente tanta neve e si deve un minimo assestare.
Vai con qualcuno esperto?
Ci vado ad aprile quando la neve è meno imprevedibile, prima volevo provarli sul Monte Velino, meteomont permettendo. Sul Corno Grande non vado con qualcuno più esperto di me, ho solo visto che il canale bissolati non sembra più ripido di altri posti dove sono stato e che non richiede particolare attrezzatura tipo corde che non saprei usare

Ma i ramponi universali li possiedi già? Perchè io li trovo utilissimi in determinate situazioni.
Finora ho usato i ramponcini fino a 30º di pendenza, inutili con la neve alta in effetti
 
In condizioni di neve buona non c'è bisogno di attrezzatura particolare certo. Ti posso dire che in assoluto però quando fai un canale, anche non particolarmente impegnativo, gli imbraghi e uno spezzone di corda fanno sempre comodo, specie quando si va le prime volte. Non si sa mai. Se la neve è ghiacciata anche 40° di pendenza diventano difficili e pericolosi da risalire (e da riscendere se non si hanno alternative come nel caso del corno grande, visto che la normale estiva innevata è più pericolosa dei canali facili).
Non ti servirà per il Bissolati ad aprile, ma in generale se ti affascinano queste cose magari fatti insegnare da qualcuno che conosci o fai qualche uscita con guida alpina o un corso cai, così puoi fare tutto in consapevolezza e tranquillità.
 

Discussioni simili



Alto Basso