Consiglio tenda x viaggio in bici a Capo Nord

Buongiorno a tutti,

innanzitutto mi presento, essendomi appena iscritto; sono Andrea, 50 anni, appassionato di MTB/BDC e trekking (soprattutto sulla neve) a bassa/media quota.
Quest'anno (pandemia permettendo.....:sbav: ) ho finalmente le condizioni astrali favorevoli (famiglia, lavoro, impegni) per intraprendere il viaggio in solitaria a Capo Nord che sposto da 3 estati. Lo farò in bicicletta (con borse laterali, non Bike-Packing) e cerco consigli soprattutto su tenda, poi eventualmente anche materassino e sacco a pelo (tutte cose che già ho a casa ma che, visto la meta, sono disposto a rivedere); facendo una ricerca sul web ho trovato molto interessante questo sito e soprattutto l'enorme competenza che hanno in materia (soprattutto trekking/alpinismo) alcuni utenti. Il mio budget per la sola tenda è intorno ai 300 euro, per il resto non ho invece idee chiare a riguardo.
Per le mie esigenze sopra descritte avrei individuato le seguenti tende e le cerco tutte autoportanti a 2 porte con absidi per riporre le borse o zaini e per una migliore ventilazione in caso dovessi trovare caldo in altre occasioni:

- Ferrino Force 2 (tubi esterni, peso 2,7 Kg, credo di ottima qualità, costo elevato, peso un po' alto ma molto robusta)
- Salewa Denali 2 (tubi interni, peso 2,6 kg, credo di buona qualità, dimensioni più grandi, la più economica ma non molto piccola da richiusa)
- Ferrino Nemesi 2 (credo concorrente della Denali, peso 2,4 Kg, la più leggera e piccola ripiegata, costo a metà delle altre)

Le Ferrino sono con un indice di impermeabilità migliore, ma sono ignorante su ciò che riguarda i materiali e i trattamenti abbinati. Ahhh...se posso compro sempre occidentale, se invece le caratteristiche sono LE STESSE o MIGLIORI allora ok...ma solo in questo caso (..si si lo so, le fanno cmq tutte in Asia...ma io le voglio cmq Europee o Americane se possibile) compro cinese (Naturhike per esempio ha un sacco di estimatori e so che fa buone cose...)
Gradirei ricevere suggerimenti da chi ne sa, chi le ha, chi ha amici che le usano, chi ha fatto un viaggio simile e compagnia bella...
Vi riassumo cosa cerco e vi ringrazio per i Vs. consigli.

Utilizzo: Cicloturismo nei mesi estivi nel nord Europa, trekking leggero in futuro non ad alte quote, utilizzo dei miei figli in camping di montagna con qualche amico
Caratteristiche ricercate: leggerezza, facilità di montaggio e ripiego, qualità generale, robustezza, tenuta ad acqua
Attività praticata: Cicloturismo (no bike-packing), trekking non in alta quota (massimo 2.200 mt)
Esperienza e corporatura: Ho viaggiato molti anni in moto in tenda, dall'Irlanda al deserto del Marocco...ma era 25 anni fa! Sono alto 178 cm e peso 78 Kg :)
Budget: 300 Euro circa se rapporto prezzo/qualità buono
Prodotti già individuati: Ferrino Force 2, Ferrino Nemesi 2, Salewa Denali 2, HSR Elixir 2, una Vaude ma non so il modello
 
Ciao, bel viaggio!
Io sono stato da quelle parti principalmente in inverno ed una volta in estate, ma non con viaggio in bici. Onestamente, non ho mai fatto cicloturismo vero e proprio, ma sono un appassionato di mtb, quindi mi viene istintivo fare queste considerazioni: visto il mezzo di spostamento e la durata del viaggio, darei molta importanza a ridurre ragionevolmente il peso, accettando qualche ragionevole compromesso, quindi potresti considerare anche tende che hanno un ingresso solo; inoltre, preferirei un modello a paleria esterna.
Detto questo, in casa Ferrino, oltre alla Nemesi 2, considererei la più leggera lightent 2 (meglio se in versione pro che è a paleria esterna) e ti fermi a 2.10kg massimo.
Spendendo un po' oltre il tuo tetto, mi vengono in mente due soluzioni:
1) Vaude Taurus UL2 (1,94 kg tutto incluso), tenda a paleria esterna, nylon sil/sil, insuperabile per qualità e robustezza, è una 4stagioni, la trovi sul mercato in offerta a 390€ circa in questo momento. Se intendi fare un acquisto versatile da usare in futuro anche in montagna, sono soldi ben investiti!
2) MSR hubba hubba nx2 (1,72kg tutto incluso), ma è una paleria interna, quindi per poterla montare sotto l'acqua senza bagnare la camera devi aggiungere il telo base. La trovi a circa 400 euro, senza telo base.
 
Ultima modifica:
Ciao, bel viaggio!
Io sono stato da quelle parti principalmente in inverno ed una volta in estate, ma non con viaggio in bici. Onestamente, non ho mai fatto cicloturismo vero e proprio, ma sono un appassionato di mtb, quindi mi viene istintivo fare queste considerazioni: visto il mezzo di spostamento e la durata del viaggio, darei molta importanza a ridurre ragionevolmente il peso, accettando qualche ragionevole compromesso, quindi potresti considerare anche tende che hanno un ingresso solo; inoltre, preferirei un modello a paleria esterna.
Detto questo, in casa Ferrino, oltre alla Nemesi 2, considererei la più leggera lightent 2 (meglio se in versione pro che è a paleria esterna) e ti fermi a 2.10kg massimo.
Spendendo un po' oltre il tuo tetto, mi verrebbe in mente in primis la Vaude Taurus UL2 (1,94 kg tutto incluso), tenda a paleria esterna, nylon sil/sil, insuperabile per qualità e robustezza, la trovi sul mercato in offerta a 390€ circa in questo momento.
Intorno ai 400 euro,trovi anche la MSR hubba hubba nx2 (1,72kg tutto incluso), ma è una paleria interna, quindi devi aggiungere il telo base per poterla montare sotto l'acqua senza bagnare la camera.
Grazie 1000 Herr per la gentile risposta, in effetti ne avevo viste altre (sempre di risposte tue) sempre molto competenti e precise.
Allora...si, in effetti ci avevo pensato a qualcosa di più leggerino, ma non dovendo portamelo in spalla come in trekking pensavo che mezzo kg di differenza non fossero così fondamentali...infine ci sono le ruote....:D. Quindi ritenevodi prediligere la qualità costruttiva alla ricerca degli etti in meno...perchè preferisco non trovarmi bagnato piuttosto che risparmiare 10 minuti a tappa
Spendendo un po' oltre il tuo tetto, mi verrebbe in mente in primis la Vaude Taurus UL2 (1,94 kg tutto incluso), tenda a paleria esterna, nylon sil/sil, insuperabile per qualità e robustezza
Interessante, rimane il fatto che è ad una sola porta...non avrò problemi di condensa oppure la qualità che descrivi dei materiali mi permettono di andare tranquillo?...inoltre...nella mia idea Ferrino o Salewa era un marchio più dedicato alla montagna e quindi maggiormente attento alla cura costruttiva, geometrie, qualità...Mi confermi che questa Vaude supera a livello qualitativo la Nemesi o la Lightent?....io avrei pensato al contrario, credevo Ferrino/Salewa maggiormente "specialistiche" e Vaude più "generalista".
Grazie per le tue risposte.
Ahhh...se hai altri modelli su quella cifra (hai citato la Hubba Hubba) ti ringrazio. La hubba Hubba...bella, bellissima ma la credevo molto meno adatta delle ferrino/Salewa ai climi freddini e piovosi...la vedevo più una tenda "tuttofare" ma non troppo specifica.
 
on avrò problemi di condensa oppure la qualità che descrivi dei materiali mi permettono di andare tranquillo?
La condensa l'avrai con qualsiasi tenda, è un fenomeno fisico inevitabile e non dipende dai materiali che usi, bensì dalla struttura costruttiva della tenda. Con tende doppio telo, la condensa non ti darà mai problemi, mentre sulle monotelo è una cosa da considerare molto attentamente e, per il tuo utilizzo, le monotelo le sconsiglierei.
Mi confermi che questa Vaude supera a livello qualitativo la Nemesi o la Lightent?
Vaude è un marchio di alta qualità e che produce modelli molto adatti alla montagna. La qualità dei materiali e delle soluzioni costruttive è al top e la Taurus UL2 è da questo punto di vista enormemente meglio delle due Ferrino.

MSR è un altro marchio molto attento alla qualità, ma da un punto di vista strettamente tecnico i suoi teli sono un po' inferiori a quelli della Vaude Taurus UL2.
Quanto al confronto con i modelli Ferrino, non è che quelli che hai visto siano destinati a chissà quale utilizzo tecnico eh...
Diciamo che nel confronto con quelle che ti ho segnalato, Ferrino è un po' in affanno. Però costa anche meno.
Tutto non si può avere
 
Con tende doppio telo, la condensa non ti darà mai problemi, mentre sulle monotelo è una cosa da considerare molto attentamente e, per il tuo utilizzo, le monotelo le sconsiglierei.
Grazie Herr, ci darò una seria occhiata!
Ho una ultima domanda: il sottotelo serve?...o meglio, me lo consigli?... parlo se non altro per ripiegare la tenda sporca/bagnata nel catino...
 
il telo base ha essenzialmente una funzione meccanica, cioè serve per proteggere il pavimento della tenda da punture e strappi, abrasione e sporco; in secondo luogo aiuta a limitare il contatto con acqua del pavimento.
Non ha quindi a che fare con il ripiegare la tenda.
Secondo me è sempre utile, però diventa indispensabile quando hai il pavimento in tessuto con titolazione dai 30D in giù. Se invece il pavimento ha dai 40D in su il suo impiego diventa discrezionale e puoi anche considerare di lasciarlo a casa se sai che ti pianterai su superfici molto omogenee e lisce.
--- ---

non dovendo portamelo in spalla come in trekking pensavo che mezzo kg di differenza non fossero così fondamentali...infine ci sono le ruote....:D. Quindi ritenevodi prediligere la qualità costruttiva alla ricerca degli etti in meno...perchè preferisco non trovarmi bagnato piuttosto che risparmiare 10 minuti a tappa
E' proprio per aiutarti a stare asciutto che ti consiglio la paleria esterna: in caso di pioggia è molto più pratica.
La qualità costruttiva la vedi da materiale dei teli, titolazione dei teli, trattamenti dei teli, sviluppo e diametro della paleria, accorgimenti nella realizzazione e finiture e su questo MSR e Vaude (tanto per limitarci a quelle già citate) sono sicuramente molto valide!
Il discorso della leggerezza poi va un po' spiegato.
Di mio, non sono un entusiasta sostenitore dell'ultraleggero, ma questo perchè uso la tenda in montagna, anche in quota medio alta o in situazioni talvolta tempestose ed inoltre non la uso mai da solo, quindi il peso lo divido.
Il discorso cambia se usi la tenda da solo, se devi fare davvero moltissima strada e se lo fai in contesti un po' più tranquilli ed antropizzati. In questi casi, l'opzione leggera diventa molto appetibile.
Rispetto a quando ti sposti a piedi, è vero che in bici non hai il peso sullo zaino, ma è anche vero che devi spingere il peso della bici e se si tratta di fare 2000km in bici (Oslo - Capo Nord), alla lunga risparmiare mezzo kilo o più ha la sua importanza.
 
Ultima modifica:
il telo base ha essenzialmente una funzione meccanica, cioè serve per proteggere il pavimento della tenda da punture e strappi, abrasione e sporco; in secondo luogo aiuta a limitare il contatto con acqua del pavimento.
Non ha quindi a che fare con il ripiegare la tenda.
Secondo me è sempre utile, però diventa indispensabile quando hai il pavimento in tessuto con titolazione dai 30D in giù. Se invece il pavimento ha dai 40D in su il suo impiego diventa discrezionale e puoi anche considerare di lasciarlo a casa se sai che ti pianterai su superfici molto omogenee e lisce.
--- ---


E' proprio per aiutarti a stare asciutto che ti consiglio la paleria esterna: in caso di pioggia è molto più pratica.
La qualità costruttiva la vedi da materiale dei teli, titolazione dei teli, trattamenti dei teli, sviluppo e diametro della paleria, accorgimenti nella realizzazione e finiture e su questo MSR e Vaude (tanto per limitarci a quelle già citate) sono sicuramente molto valide!
Il discorso della leggerezza poi va un po' spiegato.
Di mio, non sono un entusiasta sostenitore dell'ultraleggero, ma questo perchè uso la tenda in montagna, anche in quota medio alta o in situazioni talvolta tempestose ed inoltre non la uso mai da solo, quindi il peso lo divido.
Il discorso cambia se usi la tenda da solo, se devi fare davvero moltissima strada e se lo fai in contesti un po' più tranquilli ed antropizzati. In questi casi, l'opzione leggera diventa molto appetibile.
Rispetto a quando ti sposti a piedi, è vero che in bici non hai il peso sullo zaino, ma è anche vero che devi spingere il peso della bici e se si tratta di fare 2000km in bici (Oslo - Capo Nord), alla lunga risparmiare mezzo kilo o più ha la sua importanza.
...Grazie ancora...in ogni caso la distanza è di oltre 4.000 Km perchè parto da casa, e l'idea è di impiegarci circa 30 gg. Ho visto che a soli 40 Euro di differenza c'è la Vaude Hogan SUL2 (trovata senza molta fatica a 420 euro), che pesa ancora mezzo Kg in meno, esattamente 1450 gr ed ha la medesima forma. Dal sito sembra migliore della Taurus 2 che ho trovato a 380 Euro. Secondo te sono soldi spesi bene, sono inutili o sono addirittura controproducenti?...non ho trovato le descrizioni delle colonne d'acqua in entrambi i casi ne tantomeno dettagliate caratteristiche tecniche
 
la distanza è di oltre 4.000 Km perchè parto da casa, e l'idea è di impiegarci circa 30 gg.
Urca! Bravissimo! notevole davvero, perchè 140 km al giorno di media per così tanto tempo non sono pochi. Direi che allora il fattore leggerezza diventa davvero importante.
Vaude Hogan SUL2 (trovata senza molta fatica a 420 euro), che pesa ancora mezzo Kg in meno, esattamente 1450 gr ed ha la medesima forma. Dal sito sembra migliore della Taurus 2
La Hogan SUL non è migliore, è solo diversa sul piano costruttivo (ha la paleria interna) ed ha teli più sottili (della metà per quanto riguarda il sovratelo e la camera, meno per quanto riguarda il pavimento, per questo pesa meno) ed il catino non laminato in TPU, ma spalmato in PU; infine, quindi, anche i valori di impermeabilità sono inferiori.
Secondo te sono soldi spesi bene, sono inutili o sono addirittura controproducenti?
Si tratta di prodotto decisamente votata al superleggero e nel suo genere è fatta bene, con ottimi materiali. E' una tenda che per titolazione dei teli e per valori di impermeabilità è identica alla MSR Hubba Hubba Nx e rispetto a questa è anche 3 etti più leggera ed ha i teli spalmati in silicone su entrambi i lati (quindi un po' migliori della MSR), in cambio di dimensioni ben minori e di un solo ingresso.
Visto il kilometraggio che ti aspetta, ha il suo senso, ma è un pochino meno adatta poi alla montagna rispetto alla taurus UL.
non ho trovato le descrizioni delle colonne d'acqua in entrambi i casi ne tantomeno dettagliate caratteristiche tecniche
Ci sono, ma ahimè non li hanno messi in bella evidenza, chissà perchè. Guarda qui:
1642529988183.png
clicca sulla finestra "Read more" al centro pagina e a dx si apre del tutto la tendina con alcuni dati (comrpeso il diametro della paleria).
Poi scendi e scorri la pagina e supera le immagini che vedi qui:
1642530102257.png

Subito sotto il video, vedi scritto "material overview" in piccolo e neretto (poco furbi quelli che curano il sito, davvero!). Se leggi lì, vedi di cosa sono fatti i teli, che titolazione hanno e che spalmature hanno.
1642530260044.png

Piccola riflessione: se ti stai votando al superleggero e non sai quanto uso ne farai in futuro, puoi considerare una alternativa low cost, cioè la NatureHike Cloud Up 2p, che trovi su amazon a 170 euro anche se pesa 2,5etti in più della Vaude
https://www.amazon.it/Naturehike-Cloud-up- Persona-Aggiornata-Escursioni/dp/B07FP17KW3?th=1
Certo, non hai la qualità e la leggerezza della Vaude, nè lo spazio e la garanzia della MSR (rispetto alla quale pesa uguale), ma il costo è molto inferiore
 
Ciao, do un mio piccolo contributo.
Le ultime 4 estati ho viaggiato per la penisola scandinava in moto, per una 50ina di giorni cada-vacanza. Norvegia in primis, Svezia Finlandia e Danimarca.
Ho visto ed incontrato molti cicloturisti, tanti tedeschi, alcuni anche con carrellino. Molti avevano tenda a tunnel, che non avete tenuto in considerazione nel vostro scambio. Le marche erano principalmente nordiche.. Hilleberg, Husky, Fjällräven, ma anche MSR e Vaude... Vango.
Io ho usato per tre estati la Nordkapp della Bertoni, mentre l'ultima la Avventura 2. Tende economiche, pesanti ed ingombranti x la bici, ma hanno fatto il loro mestiere sotto pioggia e vento per viaggio in moto.
In Scandinavia, almeno per la mia esperienza, condensa se ne forma poca in quanto c'è sempre vento... a meno che ci siano 3/5gradi (temperarura rara però, la trovi se arriva la perturbazione o in quota).
Però preparati a montare e smontare sotto la pioggia, che è raramente intensa, ma abituale (poi magari ti va di culo e la scansi per tutto il mese...).
Senza andare troppo OT, per materassino ho usato il StS UL insulated + CFC del deca come oggetto polifunzionale (aumentare l'R value di notte, proteggere il marerassino gonfiabile, come seduta quando piegato a fisarmonica, come sdraiata riposino pomeridiano sotto il sole...)
Marco
 
Ciao, do un mio piccolo contributo.
Le ultime 4 estati ho viaggiato per la penisola scandinava in moto, per una 50ina di giorni cada-vacanza. Norvegia in primis, Svezia Finlandia e Danimarca.
Ho visto ed incontrato molti cicloturisti, tanti tedeschi, alcuni anche con carrellino. Molti avevano tenda a tunnel, che non avete tenuto in considerazione nel vostro scambio. Le marche erano principalmente nordiche.. Hilleberg, Husky, Fjällräven, ma anche MSR e Vaude... Vango.
Io ho usato per tre estati la Nordkapp della Bertoni, mentre l'ultima la Avventura 2. Tende economiche, pesanti ed ingombranti x la bici, ma hanno fatto il loro mestiere sotto pioggia e vento per viaggio in moto.
In Scandinavia, almeno per la mia esperienza, condensa se ne forma poca in quanto c'è sempre vento... a meno che ci siano 3/5gradi (temperarura rara però, la trovi se arriva la perturbazione o in quota).
Però preparati a montare e smontare sotto la pioggia, che è raramente intensa, ma abituale (poi magari ti va di culo e la scansi per tutto il mese...).
Senza andare troppo OT, per materassino ho usato il StS UL insulated + CFC del deca come oggetto polifunzionale (aumentare l'R value di notte, proteggere il marerassino gonfiabile, come seduta quando piegato a fisarmonica, come sdraiata riposino pomeridiano sotto il sole...)
Marco
Ciao Marco, grazie del tuo interessamento. Wauhhh..50 gg a botta...beato te...davvero!
Allora..si, le tende a tunnel sono leggere e davvero poco ingombranti ma non le ho considerate perché le trovo tipo "loculo" e alla comodità di una tenda più grande scambio volentieri una manciata di etti. Pensa che ho varie borracce di acqua...una sola vuota o piena vale tutta la differenza di peso. Cmq l'informazione che mi hai dato è molto utile, specie sulle Marche di alta qualità che vengono preferite a quelle più economiche dai cicloviaggiatori del nord
Grazie ancora!
PS..ho un vecchio BMW GS del 2002 (faro doppio tondo)e prima ne avevo uno del 1996 (farò rettangolare), prima ancora uno del 1994 stesso tipo. Ero giovane ma mi divertivo tanto, ho girato molto con l'attuale mia moglie....(tra cui ho fatto anche 5 Elefantentreffen invernali, uno con mio papà e mia mamma che mi raggiunsero in auto...era un sogno di gioventù di mio papà (anche lui motociclista) e mi fece una sorpresa/ ma dornirono in hotel e non in tenda a -23°C....)
--- ---

Ciao Alorana e benvenuto
Grazie Charlie, molto gentile!
 
e marche erano principalmente nordiche.. Hilleberg, Husky, Fjällräven,
Si, ma per una Hilleberg o una Fjällräven vai lontanissimo dai 300 euro (poi diventati circa 400) di budget del nostro amico.
Husky invece non è un marchio nordico, ma Ceco, simile a Ferrino per qualità e produce modelli tendenzialmente pesanti e non ha a listino qualcosa di adatto al caso in questione, se ben ricordo.
Tende tunnel ce ne sono, ma se vuoi stare sotto i 2 kg ed entro il budget previsto, non mi vengono in mente su due piedi soluzioni migliori di quelle indicate.
 
Si, ma per una Hilleberg o una Fjällräven vai lontanissimo dai 300 euro (poi diventati circa 400) di budget del nostro amico.
Husky invece non è un marchio nordico, ma Ceco, simile a Ferrino per qualità e produce modelli tendenzialmente pesanti e non ha a listino qualcosa di adatto al caso in questione, se ben ricordo.
Tende tunnel ce ne sono, ma se vuoi stare sotto i 2 kg ed entro il budget previsto, non mi vengono in mente su due piedi soluzioni migliori di quelle indicate.
Certo certo, so che quelle marche sono care... carissime (prr me). Era solo per riportare quello che ho visto :biggrin:
Ok x la Husky, non sapevo.
--- ---

Ciao Marco, grazie del tuo interessamento. Wauhhh..50 gg a botta...beato te...davvero!
Allora..si, le tende a tunnel sono leggere e davvero poco ingombranti ma non le ho considerate perché le trovo tipo "loculo" e alla comodità di una tenda più grande scambio volentieri una manciata di etti. Pensa che ho varie borracce di acqua...una sola vuota o piena vale tutta la differenza di peso. Cmq l'informazione che mi hai dato è molto utile, specie sulle Marche di alta qualità che vengono preferite a quelle più economiche dai cicloviaggiatori del nord
Grazie ancora!
PS..ho un vecchio BMW GS del 2002 (faro doppio tondo)e prima ne avevo uno del 1996 (farò rettangolare), prima ancora uno del 1994 stesso tipo. Ero giovane ma mi divertivo tanto, ho girato molto con l'attuale mia moglie....(tra cui ho fatto anche 5 Elefantentreffen invernali, uno con mio papà e mia mamma che mi raggiunsero in auto...era un sogno di gioventù di mio papà (anche lui motociclista) e mi fece una sorpresa/ ma dornirono in hotel e non in tenda a -23°C....)
--- ---


Grazie Charlie, molto gentile!
52 a dirla tutta :woot:
Con AfricaTwin del "98, 280000km sulle spalle. :roll:
Però Elefantentreffen no grazie, passo... :biggrin:

Capisco bene il discorso del loculo.
 
Ultima modifica:
Scarterei qualsiasi tenda non totalmente autoportante , tutte le tende dove non puoi stare comodamente seduto.
Visto che vuoi una due posti , con
300 euro prenderei la clud up 2 e mi terrei quello che avanzo per un buon materassino.

La Hogan occhio non ha la y dietro, ha lo stesso difetto della Cloud up 1 , se non la fissi o hai sassi o un ramo bastone ti toccano i teli e può entrare la condensa (almeno sulla Cloud 1 succede)

In bici viaggio con la Cloud up 1, ho passato le cento notti , da 30 a -5 vento diluvi universali , mi manca la neve.
Nell' abside ci metto le borse , prima viaggiavo con le grosso da 60 (30+30)+ rollo da 20 , ora due Rolli 40 e 20.
 
Ultima modifica:
Scarterei qualsiasi tenda non totalmente autoportante , tutte le tende dove non puoi stare comodamente seduto.
Visto che vuoi una due posti , con
300 euro prenderei la clud up 2 e mi terrei quello che avanzo per un buon materassino.

La Hogan occhio non ha la y dietro, ha lo stesso difetto della Cloud up 1 , se non la fissi o hai sassi o un ramo bastone ti toccano i teli e può entrare la condensa (almeno sulla Cloud 1 succede)

In bici viaggio con la Cloud up 1, ho passato le cento notti , da 30 a -5 vento diluvi universali , mi manca la neve.
Nell' abside ci metto le borse , prima viaggiavo con le grosso da 60 (30+30)+ rollo da 20 , ora due Rolli 40 e 20.
...Grazie 1000 x il suggerimento, in effetti era una di quelle probabili, visto anche le recensioni molto alte che ha. Grazie, Andrea
 
Corso di Orientamento
Alto Basso