Consiglio upgrade sacco a pelo

Ma veramente x non legare un ccf allo zaino, si spendono fior di €...sono io l'unico che gira con 2 ccf legati allo zaino :woot::woot:....che poi sono i migliori ad isolare.
Ma non è necessario spendere una follia infatti. Il discorso è che legare un ccf fuori dallo zaino significa anche informare chiunque incontri che stai andando a bivaccare da qualche parte...
Questo ad esempio in un parco nazionale potrebbe non essere proprio il massimo
 
Ma non è necessario spendere una follia infatti. Il discorso è che legare un ccf fuori dallo zaino significa anche informare chiunque incontri che stai andando a bivaccare da qualche parte...
Questo ad esempio in un parco nazionale potrebbe non essere proprio il massimo
Non vedo l'ora che me lo vengano a chiedere :biggrin::biggrin::biggrin:
 
È un nuovo sacco sintetico della Ferrino.
È un bel sacco per carità con temperature di confort di qualche grado sotto lo zero.
Purtroppo come tutti i sacchi di termici pesa. Questo 1500.
Secondo me se la uso che ne fai è in ambiente molto umido e spesso lo bagni ci farei un pensierino poiché la piuma se so bagna non tiene più caldo e ci mette molto ad asciugare. Se invece prevedi un uso non sul bagnato con 1500 g compri un sacco in piuma con una temperatura di comfort di -20.
Credo che se vuoi stare sulle temperature di confort di questo ferrino e prendi uno in piuma te la cavi con metà peso ossia sui 700-800 g.
In quanto al costo sicuramente questo sintetico vista un po' meno.
Non so se la sua temperatura di confort è realistica comunque la roba della HL ferrino è di solito ben fatta.
Non conosco nessuno che lo ha
 
Non per me, ma mi riferivo alle esigenze di @Fedex03 . Vuole stare sotto i 150 e vuole quelle caratteristiche. Mi pare che non ci siano tanti Sacchi con quel range. Almeno sulla carta.
--- Aggiornamento ---

E il vaude come ti sembra? Quello interessa a me invece :lol: :lol: :lol:
 
Bisognerebbe avere qualche prova sul campo, ma le caratteristiche sembrano molto buone, non è leggerissimo, ma neanche pesante, se lo trovi sotto 100 €, ci si può fare un pensiero.
555gr.... Per un R4. 6 e uno spessore di 7cm non mi pare ce ne siano tanti altri. Senza cambiare completamente categoria di prezzo
 
Con cosa potremmo paragonarlo? Chiedo perché non capisco perché non venga quasi mai citato nelle varie discussioni sui Sacchi.
Con i soliti Thermarest e Sea to Summit.
È un più pesante del neoair xlite (340 g il regular), ma ha un Rvalue migliore (4,6 contro 4,2). A parità di prezzo prenderei il neoair, ma a 95 €...

Il mio dubbio è che non ho visto molto recensioni del Vaude, ma magari semplicemente me le sono perse
 
Ma non è necessario spendere una follia infatti. Il discorso è che legare un ccf fuori dallo zaino significa anche informare chiunque incontri che stai andando a bivaccare da qualche parte...
Questo ad esempio in un parco nazionale potrebbe non essere proprio il massimo
Se non sono paranoie queste........
 
Se non sono paranoie queste........
Ragionamento non applicabile universalmente e relegato ai confini Italici dove, si sa, le leggi ci sono ma ognuno ne dà libera interpretazione adattandosi alla situazione del momento . In Austria, senza andare troppo lontani, piantare una tenda è vietato tanto quanto in Italia ma se ti beccano ti fanno passare la voglia di rifarlo con una multarella che ti costa uno stipendio..... Ammetto che un paio di settimane fa mi sono fatto le stesse "paranoie" bivaccando a Seceda in Val Gardena visto che stiamo parlando di un Parco Naturale. Alla mia perplessità il gestore di un rifugio mi ha risposto che solo l'anno scorso sono intervenute le autorità quando sono arrivati a contare quasi 50 tende piazzate sulla sommità.....Ma siamo decisamente O.T
 
Ragionamento non applicabile universalmente e relegato ai confini Italici dove, si sa, le leggi ci sono ma ognuno ne dà libera interpretazione adattandosi alla situazione del momento . In Austria, senza andare troppo lontani, piantare una tenda è vietato tanto quanto in Italia ma se ti beccano ti fanno passare la voglia di rifarlo con una multarella che ti costa uno stipendio..... Ammetto che un paio di settimane fa mi sono fatto le stesse "paranoie" bivaccando a Seceda in Val Gardena visto che stiamo parlando di un Parco Naturale. Alla mia perplessità il gestore di un rifugio mi ha risposto che solo l'anno scorso sono intervenute le autorità quando sono arrivati a contare quasi 50 tende piazzate sulla sommità.....Ma siamo decisamente O.T
Dal bivaccare dove vanno tutti e facilmente ti "beccano" a non mettere il materassino fuori dello zaino ne passa parecchio eh....
andiamo proprio da un estremo all'altro.
 
Notoriamente la forestale si mette alle calcagna di quelli con lo stuoino fuori dello zaino :rofl::rofl:
Ma chi ha parlato di essere inseguiti dalla Forestale??
Se releggi i messaggi ho consigliato il materassino al posto del ccf in primis per i vantaggi legati agli ingombri e al peso, aggiungendo solo in risposta a un altro utente che a parità di prezzo finale il materassino nello zaino di da certamente il vantaggio di non essere fermati da nessuno a dare spiegazioni di nulla (e non parlo di forestali! A me rompono le scatole anche quelli che incontri e ti infilano il tarlo nel cervello dicendo: "Ah stai fuori a dormire?... occhio che li hanno fatto 2000€ di multa a inizio stagione").
In un parco nazionale, dove il bivacco non è consentito o deve essere approvato dal comune, a maggior ragione trovo utile prevenire qualsiasi tipo di discussione/colloquio con le autorità locali. Chiedo nuovamente: dove stanno le paranoie? Sono diversi modi di adoperare il ragionamento. C'è chi fa lo spavaldo e poi riporta sul forum le gesta "eroiche" di come ha tenuto a cuccia i forestali e chi invece mantiene un basso profilo perché l'unico interesse che ha è quello di godere della natura senza partire in principio con l'intento di dover provocare, contestare o inveire contro le autorità.
 
Ma chi ha parlato di essere inseguiti dalla Forestale??
Se releggi i messaggi ho consigliato il materassino al posto del ccf in primis per i vantaggi legati agli ingombri e al peso, aggiungendo solo in risposta a un altro utente che a parità di prezzo finale il materassino nello zaino di da certamente il vantaggio di non essere fermati da nessuno a dare spiegazioni di nulla (e non parlo di forestali! A me rompono le scatole anche quelli che incontri e ti infilano il tarlo nel cervello dicendo: "Ah stai fuori a dormire?... occhio che li hanno fatto 2000€ di multa a inizio stagione").
In un parco nazionale, dove il bivacco non è consentito o deve essere approvato dal comune, a maggior ragione trovo utile prevenire qualsiasi tipo di discussione/colloquio con le autorità locali. Chiedo nuovamente: dove stanno le paranoie? Sono diversi modi di adoperare il ragionamento. C'è chi fa lo spavaldo e poi riporta sul forum le gesta "eroiche" di come ha tenuto a cuccia i forestali e chi invece mantiene un basso profilo perché l'unico interesse che ha è quello di godere della natura senza partire in principio con l'intento di dover provocare, contestare o inveire contro le autorità.
E ti pare che qualcuno ti possa fermare a chiederti spiegazioni perchè hai un materassino fuori dello zaino? Saran ben caxxi tuoi di cosa ne vuoi fare, se vuoi dormire fuori o semplicemente farci un picnic sopra. Ad ogni modo credo che i bivacchi, per loro stessa natura, non possano essere vietati, sempre parlando di ore notturne. In caso di contravvenzione ci sarebbero mille modi di far valere le proprie ragioni...Non si tratta di fare i galletti con le autorità, ma neanche di subire ingiustamente. Poi ognuno fa come crede, ma crearsi problemi per lo stuoino.......
 

Discussioni simili



Alto Basso