Consiglio zaino 25/30 litri

Buonasera a tutti, volevo un consiglio su uno zaino e dopo aver letto e riletto recensioni e discussioni varie ho deciso di aprire la mia per aver qualche consiglio più mirato.

Utilizzo: lo zaino vorrei usarlo praticamente tutto l’anno, principalmente per trekking vari e vie ferrate, e chissà, appena potró vorrei provare anche un qualcosa che possa farmi avvicinare all’alpinismo. D’estate mi porterei dietro l’attrezzatura da ferrata e di inverno mi porterei dietro ramponi e piccozza.

Caratteristiche ricercate: per le dimensioni starei su 28/32 litri per poterlo sfruttare nei casi elencati precedentemente, per ora per uscite di un giorno. (nel caso in cui facessi più giorni mi arrangerei) Cercherei, nel caso di uno zaino con entrata a sacco, che abbia anche una cerniera per un’apertura laterale. So che chiedo troppo ma se lo schienale fosse traspirante ne sarei felice. Chiaramente vorrei avere gli attacchi per casco e piccozze.

Corporatura: 1,80 x 65 kg

Budget: diciamo che il costo non è un problema

Prodotti già individuati:
-Ortovox peak light 32
-Salewa randonnee 32
-Salewa apex wall 32
-Deuter guide lite 30+
-Deuter trail
Quindi da come potete capire mi piacciono zaini che sono più improntati sull’alpinismo perché vorrei una cosa resistente e con meno tasche e taschine che ritengo superflue nella maggior parte dei casi. Sono molto attratto dall’Ortovox per come è fatto e per le sue caratteristiche tra questi che ho elencato.


Vi chiedo quindi un consiglio su uno di questi zaini se li avete / o se li avete provati, sono aperto anche ad altri zaini se ne avete in mente.
Fatemi sapere se possono essere zaini che vanno incontro alle mie necessità o se sarebbe meglio cercare anche altre cose, grazie mille
 
Ho l'ortovox peak 32, ci ho fatto pure la recensione sul forum, con quello ci puoi fare alpinismo e scialpinismo. La versione light ha la particolarità che puoi rimuovere varie parti per renderlo più leggero, quello che però mi ha convinto è il fatto che ha un sistema dorsale rigido e con la loro tecnologia questo molti zaini da alpinismo non lo hanno. comunque lo puoi trovare a 144€ se cerchi su internet
 
Ho l'ortovox peak 32, ci ho fatto pure la recensione sul forum, con quello ci puoi fare alpinismo e scialpinismo. La versione light ha la particolarità che puoi rimuovere varie parti per renderlo più leggero, quello che però mi ha convinto è il fatto che ha un sistema dorsale rigido e con la loro tecnologia questo molti zaini da alpinismo non lo hanno. comunque lo puoi trovare a 144€ se cerchi su internet
Ho visto la tua recensione e mi sembra che ti piaccia come zaino visto che lo consigli anche in altre discussioni. Giustamente mi dici che è uno zaino da alpinismo e sci alpinismo, io però per ora non faccio niente di tutto questo ma vorrò avvicinarmi all’alpinismo. Quindi lo userei estate e inverno per ferrate e escursioni più o meno difficili anche con presenza di ghiaccio. L’unica cosa che mi blocca un po’ è il fatto che tutti dicano che lo zaino è solo invernale… a te è capitato di usarlo anche in estate? La traspirabilità in estate è pari a zero giusto? Grazie mille
Ferrino Triolet, ha la cerniera frontale.

CAMP M30
Per quanto riguarda il ferrino triolet sembrerebbe un bello zaino, però la cerniera frontale parte dal modello 32+5 in poi. E sinceramente sarebbe un po’ grande come zaino per uscite di una giornata sia di inverno e ancor di più d’estate, però valuterò anche questa opzione.

Il Camp m30 invece non so perché ma ha qualcosa che non mi convince, anche se sembra uno zaino valido. In questo caso ad esempio però il litraggio non sarebbe eccessivo e potrebbe andar bene. Grazie anche a te
 
personalmente, quindi opinabile neh, il deuter sei su un altro pianeta. non mi porrei troppi dubbi.
il triolet, che ho avuto, è bello come idea ma sei un gradino o due sotto come qualità etc. poi l'unica è provarli. fuori tema però una considerazione da "vecio"....se tu hai in programma di fare alpinismo, e dato che gli zaini non li regala nessuno, perchè non prendere subito il guide 34+?-robusto, fatto bene, che puoi caricare..etc (nel tanto ci sta il poco), perchè magari dovere cambiare il 30lt fra un anno? se farai alpinismo , avrai bisogno di spazio x materiale etc...non è così improbabile fare 2/3 gg...
--- ---

ah, dimenticavo, nel guide 34+ è compresa la retina portacasco. trovato su DF a ottimo prezzo
 
Ultima modifica:
Per l'estate (o inverni senza freddo tipo questo), non portando chissà che rumenta (corde ecc...) ho preso un minimalissimo Simond CLIFF
https://www.decathlon.it/p/zaino-cliff-azzurro-20l/_/R-p-7618?mc=8573792&c=BLU

Non pensavo fosse così comodo e invece mi sto trovando bene.

Per quando fa freddo e c'è neve o per le uscite di più giorni (con tenda e sacco a pelo) ho preso il Triolet 48+5.

Prima avevo un CAMP M3... 30L sovente è mezzo vuoto per le uscite di giornata e per le uscite di più giorni in autonomia è poco.
 
nel trekking, alpinismo, sci alpinismo, ferrate, ecc, lo zaino è uno degli elementi importanti per via del fatto, il suo scopo è risolvere un problema all'escursionista e non di creare ulteriori difficolta.
Dopo anni di attività escursionistica, sono giunto a questa esperienza/conclusione, uno zaino grande ma vuoto, spesso è più scomodo di uno zaino piccolo, riempito in maniera corretta. Ciò si traduce in, ogni escursione richiede il suo zaino. Io ho risolto con vari zaini di litraggio diverso, per diverse escursioni.
Essenzialmente la prima caratteristica di uno zaino è quella di scaricare il peso trasportato prevalentemente sui fianchi, perché se scarica il peso esclusivamente sugli spallacci prima o poi ti stacca le spalle, a quel punto la tua escursione e bella che rovinata.
Lo zaino va sempre provato di persona, perché, quello che per me va bene per un'altra persona e scomodo o superfluo.
Comunque dopo queste considerazioni personali, tra gli zaini consigliati, guide 34+, mi sembra quello che corrisponda meglio alle caratteristiche pocanzi citate. Resta il fatto che uno zaino di 30 litri è più che sufficiente per una escursione di una giornata, parti la mattina e la sera sei a casa, per periodi più lunghi serve almeno il doppio di capienza
--- ---

Per l'estate (o inverni senza freddo tipo questo), non portando chissà che rumenta (corde ecc...) ho preso un minimalissimo Simond CLIFF
https://www.decathlon.it/p/zaino-cliff-azzurro-20l/_/R-p-7618?mc=8573792&c=BLU

Non pensavo fosse così comodo e invece mi sto trovando bene.
questo è l'esempio lampante di quanto affermato, per me può essere stupefacente, per un altro può essere più che inutile.
Andrea con uno zaino, che io considero scomodo per il fatto che sia un sacco con delle corde al posto degli spallacci, sostiene di trovarsi bene
 
Ultima modifica:
nel trekking, alpinismo, sci alpinismo, ferrate, ecc, lo zaino è uno degli elementi importanti per via del fatto, il suo scopo è risolvere un problema all'escursionista e non di creare ulteriori difficolta.
Dopo anni di attività escursionistica, sono giunto a questa esperienza/conclusione, uno zaino grande ma vuoto, spesso è più scomodo di uno zaino piccolo, riempito in maniera corretta. Ciò si traduce in, ogni escursione richiede il suo zaino. Io ho risolto con vari zaini di litraggio diverso, per diverse escursioni.
Essenzialmente la prima caratteristica di uno zaino è quella di scaricare il peso trasportato prevalentemente sui fianchi, perché se scarica il peso esclusivamente sugli spallacci prima o poi ti stacca le spalle, a quel punto la tua escursione e bella che rovinata.
Lo zaino va sempre provato di persona, perché, quello che per me va bene per un'altra persona e scomodo o superfluo.
Comunque dopo queste considerazioni personali, tra gli zaini consigliati, guide 34+, mi sembra quello che corrisponda meglio alle caratteristiche pocanzi citate. Resta il fatto che uno zaino di 30 litri è più che sufficiente per una escursione di una giornata, parti la mattina e la sera sei a casa, per periodi più lunghi serve almeno il doppio di capienza
--- ---


questo è l'esempio lampante di quanto affermato, per me può essere stupefacente, per un altro può essere più che inutile.
Andrea con uno zaino, che io considero scomodo per il fatto che sia un sacco con delle corde al posto degli spallacci, sostiene di trovarsi bene
concordo, è tutto molto soggettivo.
alla fine io x le gite di un giorno uso l'Agile25, x quelle di + 2/3 gg anche in autonomia il deuter Guide 34+, e x i trek lunghi in autonomia il deuter Airconctact 55+10.. soggettivamente mi trovo bene.
 
Dipende quanti Kg vuoi portare ovviamente, sopra tot consiglierei comunque uno zaino più strutturato.

La schiena e i muscoli e l'allenamento poi sono diversi da persona a persona.
 
personalmente non pratico alpinismo, sci alpinismo, ciappolate o vie ferrate, facendo un calcolo molto approssimativo, guardando i pesi e gli accessori per questo tipo di attività, si può stimare, 2 litri di acqua, sono 2kg circa, attrezzatura da ferrata circa più o meno altri 2kg casco e piccozza compresi, vari moschettoni, corde ecc altri 2kg, più altri accessori vari come, cibo, fornello, carburante, telefono, ecc, sono circa 7/8kg, alla fine della giornata, per via di varie fattori, a fine dell'escursione questi 7/8kg diventano 40/50kg, ecco perché bisogna prendere in considerazione zaini strutturati per il trasporto comodo
 
Non mi sono mai portato 2 litri d'acqua... massimo che mi sono portato forse la borraccia da 800ml e una bottigliietta da 500, per l'uscita più lunga con 2000m di dislivello positivo in 11 ore ad agosto.

Più che altro ho visto che è meglio se non bevo troppo per evitare troppa perdita di sali.
Anche la reintegrazione di sali comunque è una questione delicata.

Cibo anche di solito non porto molto. Fornello ad alcool solo per uscite di più giorni, d'inverno uso il thermos.
Per le uscite di più giorni non andando in aree desertiche semplicemente ricarico la borraccia da 800ml.

"Alpinismo" tra virgolette nel senso che al massimo ho fatto un po' di ghiacciaio e qualche giro facile.

Ferrate solitamente non sono lunghissime, in mezza giornata ne fai una e indossi l'attrezzatura tutto il tempo, non te la porti nello zaino.

Ciaspolate: ecco può succedere che quando ci sia neve magari ho dietro sia i ramponi (e la picca) che le ciaspole.
Comunque non andrei a fare neve col caldo perchè è pericoloso e inutilmente faticoso, quindi sono comunque giornate fredde. Questo vuol dire portarsi anche vestiario in più.
In questo caso lo zaino da 30 lo riempio, anzi raccomando uno zaino ben strutturato... andrebbe bene anche il Ferrino Triolet da 48 magari togliendo la patella superiore.

Quest'anno poca neve, solo ramponcini per l'escursionismo bastano e avanzano
IMG_20220114_141116.jpg
 
Ultima modifica:
personalmente, quindi opinabile neh, il deuter sei su un altro pianeta. non mi porrei troppi dubbi.
il triolet, che ho avuto, è bello come idea ma sei un gradino o due sotto come qualità etc. poi l'unica è provarli. fuori tema però una considerazione da "vecio"....se tu hai in programma di fare alpinismo, e dato che gli zaini non li regala nessuno, perchè non prendere subito il guide 34+?-robusto, fatto bene, che puoi caricare..etc (nel tanto ci sta il poco), perchè magari dovere cambiare il 30lt fra un anno? se farai alpinismo , avrai bisogno di spazio x materiale etc...non è così improbabile fare 2/3 gg...
--- ---

ah, dimenticavo, nel guide 34+ è compresa la retina portacasco. trovato su DF a ottimo prezzo
Eh però per me una cosa da 34 sarebbe troppo grande, perché sto usando un ferrino da 28 litri e d’estate ha ancora spazio mentre d’inverno lo zaino è quasi pieno. Considerando che devo prendere tra poco le cose necessarie per la ferrata pensavo ad un 30/32 al massimo perché di più mi darebbe noia, cioè sarebbe troppo grande secondo me. Ora non considererei l’alpinismo come prima cosa visto che vorrei avvicinarmi e penso che un 30 litri conoscendomi mi basterebbe per una giornata
nel trekking, alpinismo, sci alpinismo, ferrate, ecc, lo zaino è uno degli elementi importanti per via del fatto, il suo scopo è risolvere un problema all'escursionista e non di creare ulteriori difficolta.
Dopo anni di attività escursionistica, sono giunto a questa esperienza/conclusione, uno zaino grande ma vuoto, spesso è più scomodo di uno zaino piccolo, riempito in maniera corretta. Ciò si traduce in, ogni escursione richiede il suo zaino. Io ho risolto con vari zaini di litraggio diverso, per diverse escursioni.
Essenzialmente la prima caratteristica di uno zaino è quella di scaricare il peso trasportato prevalentemente sui fianchi, perché se scarica il peso esclusivamente sugli spallacci prima o poi ti stacca le spalle, a quel punto la tua escursione e bella che rovinata.
Lo zaino va sempre provato di persona, perché, quello che per me va bene per un'altra persona e scomodo o superfluo.
Comunque dopo queste considerazioni personali, tra gli zaini consigliati, guide 34+, mi sembra quello che corrisponda meglio alle caratteristiche pocanzi citate. Resta il fatto che uno zaino di 30 litri è più che sufficiente per una escursione di una giornata, parti la mattina e la sera sei a casa, per periodi più lunghi serve almeno il doppio di capienza
--- ---


questo è l'esempio lampante di quanto affermato, per me può essere stupefacente, per un altro può essere più che inutile.
Andrea con uno zaino, che io considero scomodo per il fatto che sia un sacco con delle corde al posto degli spallacci, sostiene di trovarsi bene
Sono d’accordo sul fatto che è meglio avere uno zaino di un litraggio corretto e non uno zaino grande e quasi sempre con molto spazio disponibile. Li vorró provare di persona, per ora ho trovato e provato il deuter guide 30 e l’ortovox traverse (che dovrebbe essere molto simile al peak come vestibilità diciamo) e quest’ultimo mi piaceva molto.



Rispondendo a tutte le altre cose è chiaro che sarebbe meglio avere più zaini di varie dimensioni per poter usare il più opportuno per ogni situazione, però intanto vorrei prendere uno zaino sui 32 al massimo per poter fare quanto elencato. Se poi d’estate lo trovo troppo grande e scomodo diciamo ne valuterò uno più piccolo, anche se a casa ho già uno zaino da un 15 l penso; nel caso di più giorni potrei usare il 30 litri o se necessario mi organizzerei anche più in là, tanto per ora non penso di fare escursioni troppo lunghe in totale autonomia.
 
attrezzatura da ferrata circa più o meno altri 2kg casco e piccozza compresi
Non sapevo si usasse la piccozza in ferrata, non si finisce mai di imparare :rofl::lol::rofl:
È fantastico, hai esordito dicendo che non pratichi alpinismo e poi hai iniziato a pontificare su pesi e attrezzature.
Senza offesa, ma sarebbe meglio scrivere solo su cose di cui si è competenti.

Tornando in topic, come primo zaino polivalente un 30 litri è l’ideale, non è ottimo per tutto, ma va bene nella maggior parte delle situazioni.
Per esperienza su litraggi medio bassi (20-30 litri), non c’è tutta questa differenza tra uno zaino del Deca e un top di gamma, nel senso che i top di gamma sono sicuramente meglio, ma la differenza nella qualità e nelle dotazioni non giustifica tutta la differenza di prezzo, che a volte è abissale, 20-30€ contro 100-150 €.
Più sale il litraggio e il peso che ti porti dietro, più è consigliato spendere un po’ di più per qualcosa di meglio.

Fai attenzione che gli zaini da alpinismo non hanno lo schienale aerato come quelli da hiking/trekking, quest’ultimi però non hanno gli agganci per le piccole e/o per gli sci.

Uno buono zaino da aggiungere alla tua lista è l’Osprey Talon 33, non è prettamente alpinistico, ma ha comunque il porta piccozza.
 
Ultima modifica:
Rispondendo a tutte le altre cose è chiaro che sarebbe meglio avere più zaini di varie dimensioni per poter usare il più opportuno per ogni situazione, però intanto vorrei prendere uno zaino sui 32 al massimo per poter fare quanto elencato. Se poi d’estate lo trovo troppo grande e scomodo diciamo ne valuterò uno più piccolo, anche se a casa ho già uno zaino da un 15 l penso; nel caso di più giorni potrei usare il 30 litri o se necessario mi organizzerei anche più in là, tanto per ora non penso di fare escursioni troppo lunghe in totale autonomia.
dalle tue parole si intuisce una certa incertezza sul da farsi, allora mi sento di consigliarti un zaino decathlon, https://www.decathlon.it/p/zaino-trekking-nh100-30-litri/_/R-p-301675?mc=8550766&c=NERO

spendendo poco, in modo da provare di persona, di cosa hai bisogno effettivamente, una volta fatta esperienza, rivolgere la tua attenzione su modelli e marche come:

-Ortovox peak light 32
-Salewa randonnee 32
-Salewa apex wall 32
-Deuter guide lite 30+
-Deuter trail
-Agile25
-Deuter Guide 34+
-Ferrino
ecc............

buttarsi su uno zaino da 150euro per poi non essere soddisfatti ritengo sia solo uno sperpero di denaro
--- ---

Non sapevo si usasse la piccozza in ferrata, non si finisce mai di imparare :rofl::lol::rofl:
È fantastico, hai esordito dicendo che non pratichi alpinismo e poi hai iniziato a pontificare su pesi e attrezzature.
Senza offesa, ma sarebbe meglio scrivere solo su cose di cui si è competenti.
sono pienamente d'accordo con la tua affermazione, ma hai tralasciato la prima parte della frase, cito testualmente: facendo un calcolo molto approssimativo, in cui non ho avuto nessuna presunzione, per una semplice supposizione, dove il mio discorso era basato sul trasporto di pesi.
Adesso che si pratichi trekking, alpinismo, sci alpinismo, ferrate, ecc, se lo zaino non ha alcune caratteristiche, a fine giornata il peso si comincia a sentire
 
Ultima modifica:
Tornando in topic, come primo zaino polivalente un 30 litri è l’ideale, non è ottimo per tutto, ma va bene nella maggior parte delle situazioni.
Per esperienza su litraggi medio bassi (20-30 litri), non c’è tutta questa differenza tra uno zaino del Deca e un top di gamma, nel senso che i top di gamma sono sicuramente meglio, ma la differenza nella qualità e nelle direzioni non giustifica tutta la differenza di prezzo, che a volte è abissale, 20-30€ contro 100-150 €.
Più sale il litraggio e il peso che ti porti dietro, più è consigliato spendere un po’ di più per qualcosa di meglio.

Fai attenzione che gli zaini da alpinismo non hanno lo schienale aerato come quelli da hiking/trekking, quest’ultimi però non hanno gli agganci per le piccole e/o per gli sci.

Uno buono zaino da aggiungere alla tua lista è l’Osprey Talon 33, non è prettamente alpinistico, ma ha comunque il porta piccozza.
Grazie per i consigli, difatti anche io pensavo a un 30 litri per poter andare in contro a varie cose e che fosse quindi polivalente.
Per quanto riguarda lo schienale è proprio quello il mio dubbio più grande, perché di base andrei sull’ortovox peak 32 per le sue caratteristiche che sono precisamente quello che per ora sto cercando e poi mi piace tanto anche a livello estetico. Però mi blocca un po’ il discorso del discorso schienale, anche se andando su zaini su questo stile penso che più o meno siano uguali in quanto a traspirabilità e aerazione. L’osprey talon mi piace e non mi piace, voglio vederlo dal vivo e provarlo però.
 
Per quanto riguarda lo schienale è proprio quello il mio dubbio più grande,
sono diversi post che tento di spiegarti che il problema principale è quello dello schienale, che tradotto in maniera semplice è il trasporto dei pesi

nel caso di una via ferrata sicuramente tutta la tua attrezzatura e riposto nello zaino, almeno che non prepari ed indossi attrezzatura quando scendi dalla macchina, comunque il problema non cambia
 
dalle tue parole si intuisce una certa incertezza sul da farsi, allora mi sento di consigliarti un zaino decathlon, https://www.decathlon.it/p/zaino-trekking-nh100-30-litri/_/R-p-301675?mc=8550766&c=NERO

spendendo poco, in modo da provare di persona, di cosa hai bisogno effettivamente, una volta fatta esperienza, rivolgere la tua attenzione su modelli e marche come:

-Ortovox peak light 32
-Salewa randonnee 32
-Salewa apex wall 32
-Deuter guide lite 30+
-Deuter trail
-Agile25
-Deuter Guide 34+
-Ferrino
ecc............

buttarsi su uno zaino da 150euro per poi non essere soddisfatti ritengo sia solo uno sperpero di denaro
--- ---
Mi sbaglierò, però non è incertezza, ma voglia di una cosa polivalente che so che posso usare nel 90% dei casi.
Perché a casa ho già un Jack Wolfskin che ho visto ora ed è 12 litri che posso usare per uscite estive e veloci dove non devo portare praticamente niente, ho un Ferrino latom 28 che mi era stato regalato molti anni fa che sto usando sempre.
Quindi facendo un resoconto di quello che dicevo volevo uno zaino su quelle dimensioni da poter usare in inverno con ramponi e piccozze e in estate e negli altri periodi per trekking e per ferrate varie. Poi visto che mi piacerebbe avvicinarmi all’alpinismo ho detto anche di quello, di sicuro scrivendo ho lasciato fraintendere alcune cose
--- ---

sono diversi post che tento di spiegarti che il problema principale è quello dello schienale, che tradotto in maniera semplice è il trasporto dei pesi

nel caso di una via ferrata sicuramente tutta la tua attrezzatura e riposto nello zaino, almeno che non prepari ed indossi attrezzatura quando scendi dalla macchina, comunque il problema non cambia
Ed è proprio per questo che avendo uno zaino diciamo di buona qualità e studiato per quello dovrei risolvere il trasporto pesi (anche se non penso che sia così grande nel mio caso). Con uno zaino base (decathlon per dire) di sicuro non avrei le caratteristiche che posso trovare negli altri sia per quanto riguarda la robustezza, sia per quanto riguarda i vari attacchi e sia per quanto riguarda lo schienale e la comodità (questo ovviamente è solamente un mio parere)
E prendendo anche uno zaino tipo quello del tuo link so già di per certo che butterei via dei soldi che avrei potuto investire in uno zaino migliore.
Poi sono quello che ne sa meno di tutti qui dentro, quindi sono contento dei consigli e delle considerazioni che state facendo
 
Ultima modifica:
Ho l'ortovox peak 32, ci ho fatto pure la recensione sul forum, con quello ci puoi fare alpinismo e scialpinismo. La versione light ha la particolarità che puoi rimuovere varie parti per renderlo più leggero, quello che però mi ha convinto è il fatto che ha un sistema dorsale rigido e con la loro tecnologia questo molti zaini da alpinismo non lo hanno. comunque lo puoi trovare a 144€ se cerchi su internet
mettendo in conto che non sono un esperto ed è il mio primo zaino da alpinismo che ho preso questo inverno..anch'io ce l'ho e mi trovo bene. la cintura alla vita mi è parsa più imbottita e portante rispetto ad altri zaini di alpinismo che avevo adocchiato che avevano delle cinture molto inconsistenti, per questo l'ho preso - soprattutto per il fatto che sono di corporatura esile quindi volevo qualcosa di strutturato. quando fa piu caldo e non ho bisogno di troppa capienza tolgo anche la parte sopra per renderlo piu leggero. Ha una zip che ti fa accedere anche alla parte bassa dello zaino, cosa che anch'io cercavo. L'unica pecca almeno per me è che per fissare bastoncini pieghevoli non è il massimo, in qualche modo riesco ma avrei preferito un sistema piu stabile (è stato progettato per bastoncini ad estensione). C'ho fatto anche canali (massimo 55 gradi) con le ciaspole attaccate dietro e si è comportato bene, poi ripeto non ho termini di paragone. Inclusa c'e' anche la retina portacasco. Come capienza l'ho trovato perfetto (per uscite in giornata).

Detto questo non so come si comporta in estate e se fa al caso tuo. Ho un amico con un Osprey (non ricordo il modello) da escursionismo che ha anche l'attacco piccozza e le strap per ciaspole con schienale staccato. Se non pensi di fare canali di neve con certe pendenze e se ti da fastidio sudare penso che uno zaino con schienale staccato sia meglio.. poi quando verrà il momento ne prenderai un altro piu adatto. Se invece hai gia uno zaino da escursionismo allora magari una da alpinismo come il peak light avrebbe piu senso. Di ferrate non ho esperienza quindi non saprei dirti.

ps: se ti interessa un parente mio dovrebbe avere un Peak Light ancora imbustato che forse non usa, se vuoi posso chiedere, in caso mandami un messaggio.
 
Ultima modifica:
Poi sono quello che ne sa meno di tutti qui dentro, quindi sono contento dei consigli e delle considerazioni che state facendo
sulla base delle tue considerazioni mi sento di escludere il Deuter Guide 34, se guardi le foto sul sito del produttore si vede che la fascia lombare che deve scaricare il peso sui fianchi non è solidale alla struttura dello zaino
https://www.deuter.com/int-en/shop/backpacks/p225870-mountaineering-backpack-guide-34

ti porto 2 esempi pratici

WhatsApp Image 2022-02-05 at 14.29.07.jpeg


WhatsApp Image 2022-02-05 at 14.36.18.jpeg

questo zaino ha lo schienale modulare, può essere regolato in base all'altezza della persona.
In entrambi i casi scaricano la maggior parte del peso sulla fascia lombare
 
mettendo in conto che non sono un esperto ed è il mio primo zaino da alpinismo che ho preso questo inverno..anch'io ce l'ho e mi trovo bene. la cintura alla vita mi è parsa più imbottita e portante rispetto ad altri zaini di alpinismo che avevo adocchiato che avevano delle cinture molto inconsistenti, per questo l'ho preso - soprattutto per il fatto che sono di corporatura esile quindi volevo qualcosa di strutturato. quando fa piu caldo e non ho bisogno di troppa capienza tolgo anche la parte sopra per renderlo piu leggero. Ha una zip che ti fa accedere anche alla parte bassa dello zaino, cosa che anch'io cercavo. L'unica pecca almeno per me è che per fissare bastoncini pieghevoli non è il massimo, in qualche modo riesco ma avrei preferito un sistema piu stabile (è stato progettato per bastoncini ad estensione). C'ho fatto anche canali (massimo 55 gradi) con le ciaspole attaccate dietro e si è comportato bene, poi ripeto non ho termini di paragone. Inclusa c'e' anche la retina portacasco. Come capienza l'ho trovato perfetto (per uscite in giornata).

Detto questo non so come si comporta in estate e se fa al caso tuo. Ho un amico con un Osprey (non ricordo il modello) da escursionismo che ha anche l'attacco piccozza e le strap per ciaspole con schienale staccato. Se non pensi di fare canali di neve con certe pendenze e se ti da fastidio sudare penso che uno zaino con schienale staccato sia meglio.. poi quando verrà il momento ne prenderai un altro piu adatto. Se invece hai gia uno zaino da escursionismo allora magari una da alpinismo come il peak light avrebbe piu senso. Di ferrate non ho esperienza quindi non saprei dirti.

ps: se ti interessa un parente mio dovrebbe avere un Peak Light ancora imbustato che forse non usa, se vuoi posso chiedere, in caso mandami un messaggio.
Grazie, mi sembra quindi di capire che può fare, come pensavo, al caso mio. Dico questo per le varie cose che hai detto, anche non facendo canali di neve come fai tu però lo zaino sarebbe ben attaccato al corpo e quindi adatto anche a ferrate per il mio parere
--- ---

sulla base delle tue considerazioni mi sento di escludere il Deuter Guide 34, se guardi le foto sul sito del produttore si vede che la fascia lombare che deve scaricare il peso sui fianchi non è solidale alla struttura dello zaino
https://www.deuter.com/int-en/shop/backpacks/p225870-mountaineering-backpack-guide-34

ti porto 2 esempi pratici

Vedi l'allegato 232088

Vedi l'allegato 232089
questo zaino ha lo schienale modulare, può essere regolato in base all'altezza della persona.
In entrambi i casi scaricano la maggior parte del peso sulla fascia lombare
Dirò di sicuro una cosa non vera, ma non sarebbe meglio che scaricassero il peso sulla fascia lombare e di conseguenza sulle gambe invece che sulle spalle? Cioè tipo per avere un 70% sulle gambe e il restante sulle spalle o sbaglio?
 
Ultima modifica:
Corso di Orientamento
Alto Basso