Contachilometri GPS - esiste?

salve a tutti!

cercavo un semplice "Contachilometri GPS".

In pratica qualcosa del genere:
un display dove compaiono i metri/km percorsi e un tasto per azzerrare.
nulla più!

esiste qualcosa?
 
Sì, certo.
Direi tutti gli orologi per runner, muniti di GPS.
Guarda ad esempio nel catalogo di Garmin o Suunto.
I prezzi al volo non li conosco. Ma li vende anche Decathlon.
 
salve a tutti!

cercavo un semplice "Contachilometri GPS".

In pratica qualcosa del genere:
un display dove compaiono i metri/km percorsi e un tasto per azzerrare.
nulla più!

esiste qualcosa?
Consiglio un'orologio da polso della marca Sigma; un marchio non troppo conosciuto rispetto a Garmin, Suunto e Polar ma di sicura qualità e a costi un pochino inferiori. Prima che si affermassero gli altri marchi, Sigma aveva praticamente il monopolio dei dispositivi elettronici per sportivi soprattutto per le bici.
 
Sono piuttosto scettico sulla possibilità che i risultati possano essere attendibili in ogni condizione, in particolare in ambiente urbano in strade strette con alti edifici ai lati ed altre situazioni simili.

Chiarisco il mio pensiero: quando ho la traccia posso verificare una volta a casa la correttezza delle rilevazioni, con questi dispositivi si può solo accettare il dato calcolato "sulla fiducia".

Io credo che a volte confidiamo un po' troppo sulla evoluzione tecnologica e ci affidiamo a tecnologie un po' troppo sfidanti dei limiti peraltro ben noti come quello della necessità di lavorare "con una ampia vista del cielo" da parte del GPS.

per non parlare del fatto che un GPS non è una bussola ad ago, che mi segna ugualmente il nord con la stessa precisione sia se è un giocattolo pagato 50 centesimi che se è un oggetto per la navigazione marina pagato decine se non centinaia di euro.
 
Sono piuttosto scettico sulla possibilità che i risultati possano essere attendibili in ogni condizione, in particolare in ambiente urbano in strade strette con alti edifici ai lati ed altre situazioni simili.

Chiarisco il mio pensiero: quando ho la traccia posso verificare una volta a casa la correttezza delle rilevazioni, con questi dispositivi si può solo accettare il dato calcolato "sulla fiducia".

Io credo che a volte confidiamo un po' troppo sulla evoluzione tecnologica e ci affidiamo a tecnologie un po' troppo sfidanti dei limiti peraltro ben noti come quello della necessità di lavorare "con una ampia vista del cielo" da parte del GPS.

per non parlare del fatto che un GPS non è una bussola ad ago, che mi segna ugualmente il nord con la stessa precisione sia se è un giocattolo pagato 50 centesimi che se è un oggetto per la navigazione marina pagato decine se non centinaia di euro.
Comunque ti posso dire che il mio On move del DECA parametrato con il contakm sigma della bici alla fine del giro si discostavano di appena due chilometri su cento. Può andare no?
 
Comunque ti posso dire che il mio On move del DECA parametrato con il contakm sigma della bici alla fine del giro si discostavano di appena due chilometri su cento. Può andare no?

Mi allineo al tuo post. Le case produttrici dei dispositivi GPS dichiarano che i dati raccolti sono suscettibili a tolleranza dei valori. A parte i garmin che ho e vanno benissimo, mi trovo bene anche con il modulo GPS del mio drone (cinese) che sfalla in fase di atterraggio nell'ordine di un metro.
 
Bhè contate che i satelliti GPS hanno un orologio atomico a bordo in grado di trasmettere con precisione il miliardesimo di secondo.
Il dispositivo ricevente stima la posizione con almeno 3 satelliti e in base al tempo che ci mette la luce a percorrere la distanza satellite-dispositivo.... ed è un tempo molto, ma MOLTO, piccolo.
Il problema è che già per farlo nell'ordine dei 10-100 metri dovrebbe avere a sua volta un orologio atomico a bordo, e invece si ritrova un misero orologio al quarzo che in confronto a quello atomico è un po' come cercare di stimare i secondi con una meridiana.:biggrin:

Siccome questo per ovvi motivi non è possibile vengono usati dei "trucchetti" per ridurre l'errore.

Incluso nel prezzo del dispositivo fisico GPS c'è anche il software che riduce l'errore, royality per uso di brevetti, ecc .... direi che se si paga poco è questo un punto in cui vengono tagliati i costi.
 
Bhè contate che i satelliti GPS hanno un orologio atomico a bordo in grado di trasmettere con precisione il miliardesimo di secondo.
Il dispositivo ricevente stima la posizione con almeno 3 satelliti e in base al tempo che ci mette la luce a percorrere la distanza satellite-dispositivo.... ed è un tempo molto, ma MOLTO, piccolo.
Il problema è che già per farlo nell'ordine dei 10-100 metri dovrebbe avere a sua volta un orologio atomico a bordo, e invece si ritrova un misero orologio al quarzo che in confronto a quello atomico è un po' come cercare di stimare i secondi con una meridiana.:biggrin:

Siccome questo per ovvi motivi non è possibile vengono usati dei "trucchetti" per ridurre l'errore.

Incluso nel prezzo del dispositivo fisico GPS c'è anche il software che riduce l'errore, royality per uso di brevetti, ecc .... direi che se si paga poco è questo un punto in cui vengono tagliati i costi.
Concordo ma non vedo dove possa risiedere il problema. Alla fin fine i dati che riceviamo anche se con uno stratagemma vengono aggiustati sono accettabili.
 
...On move del DECA parametrato con il contakm sigma della bici alla fine del giro si discostavano di appena due chilometri su cento. ...
Mi allineo al tuo post....
Bhè contate che i satelliti GPS hanno un orologio atomico a bordo...

Mi rendete confuso: se tre rispondenti su tre ignorano il punto centrale del mio intervento (l'incertezza della misurazione in assenza di una chiara visione del cielo) per parlare d'altro (della precisione in generale, a prescindere da un contesto avverso)... vuol dire che mi sono spiegato male ma non saprei come spiegarmi diversamente...
 
Sono piuttosto scettico sulla possibilità che i risultati possano essere attendibili in ogni condizione, in particolare in ambiente urbano in strade strette con alti edifici ai lati ed altre situazioni simili.

Chiarisco il mio pensiero: quando ho la traccia posso verificare una volta a casa la correttezza delle rilevazioni, con questi dispositivi si può solo accettare il dato calcolato "sulla fiducia".
Provo a seguirti...
In ambiente urbano fra alti edifici (i "canyon urbani”) la tecnologia A-GPS ormai è affidabile. Ce l'hanno moltissimi smartphone e utilizza oltre al modulo GPS anche i dati provenienti dai vari ripetitori delle celle GSM.

Sono assolutamente d'accordo sul fatto che potere valutare a posteriori la precisione di una traccia GPX ti mette al sicuro da grossi errori.

Sulla "porzione di cielo visibile", ti racconto un vero caso limite.
Recentemente ho percorso un canyon largo sul fondo circa tre metri e con delle sponde alte circa 15 metri. Quindi una porzione di cielo visibile veramente minima.
Il Garmin (che tenevo in tasca!) ha segnato la traccia, circa un Km, prendendo solo tre colossali svarioni di circa 30-40 metri rispetto al percorso chiaramente visibile sulla mappa dato che era il letto di un torrente in secca.
È un errore grave? Non lo è?
Naturalmente dipende da quello che ti aspetti dai dati.
Ma questo era veramente un caso limite....
 
Non stai cercando un "Contakm/GPS"!
Stai cercando un odometro o pedometro (ognuno lo chiama a modo suo, anche "contapassi"). E non funziona usando un segnale GPS, ma dei semplici accelerometri, che misurano il numero di passi (la lunghezza va impostata una tantum, all'inserimento della batteria).
I più semplici si allacciano con un nastro con il velcro ad una caviglia. Li trovi nei reparti di articoli per la cura della persona (tipo misuratori della pressione o sfigmomanometri automatici, termometri digitali, ecc.) nei grandi negozi di elettronica. Oppure su internet.
Come ti hanno giustamente fatto notare, se hai un cellulare, magari un Samsung, basta attivare una funzione precaricata su molti modelli (Samsung Health) oppure scaricare qualche app, per avere questa funzione.
 
Veramente io avevo lo stesso desiderio di @sandiego e mi pare che si stiano complicando un pò le cose. Volevo un aggeggio gps che avesse poche funzioni e dall'uso semplicissimo, che mi indicasse solo i km percorsi,ma è difficile trovare un apparato simile con una solo funzione.I pedometri funzionano ad oscillazione e vanno regolati sul passo.La loro valutazione mi pare abbastanza fallace,perchè anche da fermi basta fare un movimento e quello scatta oppure anche camminando a volte non scatta. .Quello con cui mi son trovato bene è appunto quello del Deca che dicevo e le caratteristiche si vedono nel link. L'ho usato in spazi ristretti, dentro a gole tipo quelle del Celano, sotto alberi, con cielo nuvoloso ecc.L'unica volta che ha perso il segnale è stato sotto le gallerie della ferrovia abbandonata,segnale che però ha riagganciato appena all'uscita.Ora non so dire se anche in pieno "fix" le condizioni dell'apertura verso il cielo alterino un pò la lettura ma penso che il margine di errore non sia poi così grave.Sennò bisogna farsene dare uno dalla NASA! :rofl:
 
...la tecnologia A-GPS ormai è affidabile. ...
Lo a-gps è sui telefonini o comunque su device connessi con la rete telefonica o internet, negli ultimi post si parlava di oggetti come orologi low-cost.

Infatti mi esprimevo così:

"quando ho la traccia posso verificare una volta a casa la correttezza delle rilevazioni, con questi dispositivi si può solo accettare il dato calcolato "sulla fiducia".
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
gattodamontagna GPS 6
P GPS 1
V GPS 12
simoniano97 GPS 0
M GPS 3

Discussioni simili



Alto Basso