Corda di emergenza.

Salve, mi serve un aiuto, vorrei acquistare una corda da portare nei miei trekking come emergenza o sicurezza, purtroppo non capisco nulla di corde e del loro uso. Potete consigliarmi? Grazie
 
S

Speleoalp

Guest
Ciao....stai pronto a ricevere qualche "commento non proprio amichevole e non corrispondente a quello che chiedi", del tipo. Non intendo da parte mia, ahahah (Tipo: "se non sai nulla di corde..." , "se non sai usarle..." "...allora non dovresti, non devi..." ecc) Questo per prepararti, ahahah

Io personalmente ti consiglio di valutare che trekking fai, potenzialmente pensi che ti servirebbe per delle calate o anche per arrampicare?

Ma in ogni caso, forse sarebbe il caso di valutarne una dinamica, che vuol semplicemente dire che ha un determinato "%" di elasticità che dissipa la forza di caduta... in caso di cadute ovviamente ah

Ogni corda ha la sua specifica % di elasticità... ma questo valore è spesso valutato e differenziato per scelte personali, agonismo, ecc... ma non è indispensabile in molte situazioni e attività. Basta che sia dinamica.

Come minimo di consiglio una 30mt... consapevole che potrebbe essere abbastanza, come troppo lunga o troppo corta. Ma pensando ai pesi... più lunga potrebbe essere scomoda da portarsi sempre appresso.

Diametro, io personalmente se devo farci qualcosa del genere... non vado mai sotto i 9 mm.

Poi ovviamente questo per comprarti la corda.

Per il resto è solo un consiglio, prima di portarla con te... informati sui nodi, tecniche e utilizzo della stessa. Con un po' di passione, interesse, pazienza puoi imparare moltissime cose valide e funzionali, sicure... anche da guide, libri, web, ecc

ma parti dal presupposto che serve una tua grande prudenza, buonsenso e nessuna fretta. Con clama, provare e riprovare in ambienti sicuri e controllati.
 
Ultima modifica di un moderatore:
S

Speleoalp

Guest
Vorrei chiedere a che serve una corda per fare un trekking :si:
A tante cose ;)
Anche solo realizzare una barella d'emergenza. Spezzarla per fare una steccatura. Oppure per calarsi, risalire anche solo per voler vedere un luogo raggiungibile solo con corda (con le dovute conoscenze), magari perché ci posso andare solo una volta in quel luogo e quindi con testa, sfrutto la possibilità di vedere qualcosa di particolare ma discosto.

Per auto-soccorrermi o per aiutare qualcuno in difficoltà, che non serve essere chissà quale intervento... ma anche per piccole cose in cui una corda può essere utile.

Se incontro un tratto non menzionato dalle guide, non ritenuto esposto per altri, ma in cui io forse potrei assicurarmi con la corda. Per sicurezza... tanto non devo fare atti eroici per orgoglio...

o altro....

Poi chiaramente non sono discorsi assolutistici, in quanto ognuno giudica utile o non utile, valido o meno valido quello che personalmente preferisce.
 
Ultima modifica di un moderatore:
A tante cose ;)
Anche solo realizzare una barella d'emergenza. Spezzarla per fare una steccatura. Oppure per calarsi, risalire anche solo per voler vedere un luogo raggiungibile solo con corda (con le dovute conoscenze), magari perché ci posso andare solo una volta in quel luogo e quindi con testa, sfrutto la possibilità di vedere qualcosa di particolare ma discosto.

Per auto-soccorrermi o per aiutare qualcuno in difficoltà, che non serve essere chissà quale intervento... ma anche per piccole cose in cui una corda può essere utile.

Se incontro un tratto non menzionato dalle guide, non ritenuto esposto per altri, ma in cui io forse potrei assicurarmi con la corda. Per sicurezza... tanto non devo fare atti eroici per orgoglio...

o altro....
Grazie Speleoalp, hai colto il succo del mio pensiero, io faccio fotografia e molto spesso mi capita di scendere ai lati di sentieri con pendenze magari non proprio agevoli, e risalire arrampicandosi a cespugli può diventare pericoloso. Allora pensando sempre alla sicurezza avere il compagno che con una corda ti aiuta e ti assicura può fare la differenza. Certo questi discorsi fanno storcere il naso a molti, ma visto che faccio solo trekking portare 1/2 kg in più non mi interessa mi fasta stare tranquillo e fare quello che mi propongo ad ogni uscita senza mettere in pericolo ne la mia persona ne altri
 
S

Speleoalp

Guest
Ottimo, quindi ti basterebbe apprendere quelle tecniche che sono utili e necessarie per usare il materiale in sicurezza per fare ciò che ti serve.

Negli esempi che hai elencato, basterebbero anche dei buoni ancoraggi, alberi, massi, ecc dove fissare la corda fissa e un sistema di calata e risalita. Così puoi farlo in tutta sicurezza anche da solo. Soprattutto se parli di fotografia, passione condivisa da molti anche su questo forum. Anche perché con il solo compagno, in situazioni del genere, potrebbe essere pericoloso per entrambi. Caso mai il compgno prenda uno strattone e ti segue, oppure si stanca, ecc... Ogni tanto far foto richiede molto tempo, ahah

Inoltre per la risalita è meglio avere un punto fisso. Ovviamente adesso m'immagino un punto molto ripido, quasi verticale. Per scarpate e simili non sarebbe così estremo, ma penso siano comunque da preferire ancoraggi fissi.

Ovviamente non andare a calarti subito, ahahah prendi confidenza con attrezzature, nodi e tecniche, ahah che non sono chissà cosa e non servono Master o simili... ma consapevolezza, prudenza e soprattutto in quelle poche cose, sicurezza nel loro svolgimento.
 
Al mio primo trekking "serio" in un negozio tecnico mi consigliarono di portarmi dietro almeno 15 m. di corda da 8mm.,non ne ho mai avuto bisogno e dopo qualche anno soprattutto per il peso non l'ho piu' portata con me. Quando avevo il figlio piccolo pero' mi son sempre portato degli spezzoni di corda da 9 mm. e un paio di moschettoni per assicurarlo in qualche passaggio pericoloso e comunque mi porto sempre con me nel survival kit 10 m. di cordino da 3 mm. per gli usi piu' svariati. Un esempio? Mio figlio,nel frattempo cresciuto, al suo primo trekking con un amico si e' trovato in una situazione pericolosa da cui poteva uscire solo arrampicandosi su una parete molto scoscesa,ma non ce l'avrebbe fatta con uno zaino pesante in spalla, il suo amico(piu' agile) e' salito per primo e col suddetto cordino ha tirato su gli zaini e poi e' salito mio figlio.
Per dire: a me la corda non mi ha mai tratto d'impaccio in 25 anni di trekking, a lui ha risolto un problema alla sua prima uscita in autonomia!!!
Quindi io consiglio di portarsi dietro sempre qualcosa del genere.
 
Ultima modifica:
S

Speleoalp

Guest
...comunque per il discorso solo per fotografie in luoghi "impervi" (pareti, scarpate, canyon,...) eseguendo il discorso che non cambia nulla qualche Kg in più (discorso che seguo pure io).... non è male come attrezzo il Petzl Id-s per calarsi e bloccarsi in tutta sicurezza. Poi con poche altre cosine, puoi risalire tranquillamente da dove sei sceso. ovviamente avendo una corda fissa...

Imbraghino?

Presumo che cercando una corda, cerchi anche i sistemi per usarla nei contesti che frequenti....
 
S

Speleoalp

Guest
...pura realtà, esperienze e pure tendenze,... ahah
Spesso le discussioni prendono una brutta piega, in quanto molti vogliono per forza di cose partecipare e far conoscere il proprio pensiero e non per dare consigli, info e risposte in base a quello che uno cerca specificatamente... ma per "criticare" o dare "giudizi" non richiesti. Praticamente partecipare senza condividere l'argomento principale....
Per esempio qui: non viene chiesto "se è consigliato, se è logico, ecc portare una corda" ma è una richiesta d'informazione su "...io vorrei prendere una corda, che tipo consigliate..?"

Tutto il resto sono informazioni specifiche sulla sua persona, sul suo modo di fare, ecc a cui giustamente potrebbero andare dei consigli su come comportarsi, ecc

Altrimenti uno chiede "... meglio portare la corda o no ? trovate che sia utile o no? ecc"...
mentre qui "...io vorrei prendere una corda, potete consigliarmi quale?". Il perché, il per come, ecc son poi fatti miei.... non stò chiedendo quello.

Addirittura lui avrebbe giustamente potuto dirmi "... non son fatti tuoi per cosa la uso nello specifico, con cosa, se sono capace o meno, ecc... io ho chiesto info su che corda, punto".

Questo chiaramente è un mio punto di vista e come ritengo potrebbero funzionare meglio le discussioni....
 
Ultima modifica di un moderatore:
S

Speleoalp

Guest
OK, credo di aver capito, cercherò qualcosa di non molto pesante, che mi permetta anche di poter scendere o risalire, per fare qualche foto particolare. Grazie per i consigli.
Certo, puoi usare anche dei semplici discensori e per le risalita con dei semplici cordini (nodi:prusik, bellunese o simili).

Poi dipende, avresti intenzione di muoverti anche sul verticale o simile ? O zone ripide, ma non estreme? Altrimenti, con la pratica e degli accorgimenti ...puoi fare anche il tutto con solo i nodi.
 
Ragazzi approfitto, sperando di fare cosa gradita anche a @unmaredibolle :
@Speleoalp @znnglc o chiunque abbia esperienza, approfittando anche del thread, vi va di fare una minima descrizione basilare degli strumenti necessari, nodi, consigli per una discesa o salita in sicurezza? Io sono proprio ignorante in materia e non credo mi servirà mai per quello che faccio, ma se si può imparare, perchè no? Grazie.
 
S

Speleoalp

Guest
Ti faccio gli esempi in base a come affronto io la questione specifica e a quello che ho appreso. Per attività in parete.

Ancoraggio su tre punti singoli, se l'ancoraggio è certamente solido... anche tutti su di lui. Altrimenti tre punti separati tra loro.

Moschettone centrale a cui piazzare un altro moschettone per la corda fissa. Quello centrale serve in caso di problemi, si possono aggiungere altri moschettoni per realizzare paranchi, ecc...
Discensore a scelta, "otto", "secchiello", "piastrina"... ma anche "gri-gri" o simili. Per quello tipo "otto", servirebbe un nodo autobloccante per sicurezza.
Risalita, dipende da dove. Su scarpata basta avere una maniglia Jumar o nodo autobloccante/unidirezionale, che ovviamente và collegata/o all'imbrago.

In verticale sarebbe molto utile e comodo, la parte alta dell'imbrago, anche improvvisata. Tra questa e l'anello di servizio và posizionato un bloccante unidirezionale, Croll, Microcender o simili. Si possono usare anche i nodi, ma senza la parte sopra dell'imbrago.

Poi una o due maniglie o uno o due nodi, come sopra. Con la staffa in cui inserire i piedi per "pedalare" e procedere.

Ovviamente ci vuole pratica, prudenza.
Con la pratica si possono anche usare altri sistemi meno "complessi" (per modo di dire)... ma sono più pericolosi se non si conoscono bene tutte le cosine varie.

Nella teoria sono purtroppo stupido e mi spiego piuttosto male, ahahah
 
S

Speleoalp

Guest
Grazie ragazzi siete troppo buoni, opto per la corda da 8/9mm e per i nodi in risalita, il mio peso non mi permette stupide esagerazioni :rofl::rofl::lol::rofl:
Cordino morbido da 6 mm... essendo già abbastanza fini le 8/9, non andrei comunque su cordini più fini. Poi, Prusik o Bachmann
 
Allora potete anche consigliarmi dove acquistarlo on-line, dalle mie parti non esistono negozi specializzati, devo spostarmi almeno di 150km, e direi che sono troppi.
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
A Trekking 27
Matt03 Trekking 14
Fireflower Trekking 46

Discussioni simili



Alto Basso