Trekking Corsica wild, 2 settimane: mare a mare centro e Solenzara

Ciao a tutti,

son rientrata da poco da una bella vacanza in Corsica.
Abbiamo percorso il sentiero "mare a mare centro", modificando un po' il percorso, partendo da Porticcio (vicino ad Ajaccio), per arrivare a Solenzara, mettendoci nove giorni di "duro e caldo trekking", e campeggiando "wild" come ci piace fare.
Arrivati a Solenzara l'abbiamo finita di fare gli orsi e ci siamo avvicinati alla società. Ci siamo spostati in un bellissimo campeggio, che conoscevamo già, lungo le rive del Solenzara, per qualche giorno aggiuntivo nella bella Corsica con immancabili tuffate in acque pulitissime, e una breve pescata al mare usando un "hobo fishing kit".

La Corsica è una calamita, magnifica.

Ho un sacco di materiale fotografico da mettere a posto :sorry: :sorry: :sorry:! Però nel frattempo ho montato questo trailer:


Un video più completo con informazioni per chi volesse ripercorrere la tratta e foto arriveranno in futuro.

Stay tuned !!!!!!

:lol:
 
e quindi non ho ancora finito il video :oops: :lol:
Son stata sempre in giro al WE, e alla sera durante la settimana arrivo a casa piatta e con l'ispirazione persa :gover:
Ma arriverà!


In realtà ce l'abbiamo fatta, nonostante genepì e risotti.
Vi dò qualche dettaglio in più, siamo partiti da sotto Ajaccio (Porticcio), percorrendo il mare a mare centro.
Ad un certo punto, dopo aver passato il GR20, abbiamo deviato verso Chisa, e da lì passando per intricati sentieri meno mantenuti abbiamo raggiunto Solenzara. Il mare a mare centro ufficiale sarebbe arrivato a Ghisonaccia.
Abbiamo campeggiato nella "selvaggitudine" per 8 notti, poi ci siamo trasferiti per tre giorni in un campeggio che conoscevamo, carino, per la sbollitura finale prima di ripartire, sulle rive del Solenzara.

E' stato molto bello, la Corsica ha un fascino unico.
Tra l'altro, magari ve lo state chiedendo, perchè non abbiamo scelto il famoso GR20, visto che tocca tantissime mete mozzafiato? Perchè d'estate è imballato di turisti!!!!!! Noi siccome siamo orsi ci siamo defilati. Prima o poi lo faremo, ma fuori stagione.
Per chi volesse la tranquillità il mare a mare centro, o il sud, o sentieri meno famosi (come l'Ile Rousse-Corte che abbiamo fatto l'anno scorso) son migliori.

Cià!!!

:cool:
 
MI-TI-CI...

va beh, a me quando parli di tenda e Corsica divento scemo... spettacolo! Io ho fatto il gr20 nel 2015 e non posso che darti ragione, per il campeggio libero mi son piaciuti molto di più gli altri viaggi che ho fatto in posti meno famosi (ma non per questo meno belli!).

Una curiosità: cibo? eravate autosufficienti? Bello il tarp, io ce l'ho ma per comodità ho sempre usato una tenda...
km e dislivello?

Aspetto con ansia le foto e i video!
 
Ciao! Immagini arriveranno.... non riesco mai a mettermici !!!! :-?

Cibo: si, eravamo autosufficienti. L'unico paese in cui si sarebbe potuta fare spesa più sostenuta era Cozzano. Nelle altre località incontrate si trovava magari un bar, o niente del tutto...
Siamo riusciti a prendere una volta del formaggio e del pane in un alimentari.
Insomma... meglio non contare su rifornimenti in loco....

Per il tarp a noi piace sempre più! :lol:
A questo giro ci siamo portati dietro anche una zanzariera chiusa. L'anno scorso abbiamo incontrato parecchie zecche. In questo giro ci son capitate solo un giorno, però un po' di zanzare, per cui alla fine l'abbiamo usata.
Varie notti abbiamo dormito con solo la zanzariera e no tarp, o solo i dei telini da appoggiare a terra e sacco a pelo, o solo tarp, o una combinazione dei tre! Rispetto alla tenda tutta questa combinazione risulta più flessibile e adattabile al momento. Ho battezzato l'insieme di equipaggiamento per il riparo "grizzly supershelter"

Ecco ho fatto al volo il percorso di massima! Son 100 km (più o meno).
Il dislivello non lo so... ma sto provando a ricreare una mappa più precisa "a posteriori".
Non mi son portata dietro il GPS per evitare peso aggiuntivo di elettronica e batterie!


Schermata 2017-07-14 alle 18.38.03.png



BTW.....
Non so se raccontarvelo o meno.... :roll:
Ad un certo punto stavamo per perdere gli zaini!!!!!!!!!!!!! :gover:
Ci sono stati 10 minuti di "suspense" :eek:
 
AGGIORNAMENTO GR 20 2018
Rientrato il 27 giugno dalla Corsica dopo aver effettuato in solitaria (si fa per dire) la traversata da Nord Ovest a Sud Est dell'isola,180 km per 13000 mt di dislivello in 11 giorni, posto qui per coloro che sono interessati le novità di questo stupendo trekking.
Sono partito da Roma il 14 Giugno e tra bus,metro,treno e nave sono arrivato a Bastia il 15 Giugno alle ore 12:30.Raggiunta la fermata "Fiumeseccu""(Calvi )alle 19:35 con il treno partito alle 16:30 mi sono avviato a Calenzana a mezzo autostop dato che non ci sono corse degli autobus a quell'ora.
Prima di proseguire faccio alcune premesse.
Lungo tutto il Gr20 è vietato campeggiare e bivaccare.Nei rifugi il costo per posare la tenda è di euro 7 che comprende:utilizzo dei fornelli,wc,docce,(fredde!Esclusi i rifugi Ascu e Capannelle)l' uso dei lavelli per lavare stoviglie e vestiti.
Al riguardo è possibile prenotare posti letto o tenda ,personalmente ho portato la mia tenda Ferrino Spectrum 1 e sacco a pelo,al rif Pietra Piana ho visto il gestore collegato al pc e aveva anche il pos per pagamenti con bancomat.Comunque tutti i rifugi mettono a disposizione le tende con materassino,per i costi e altre info ho trovato utile il magazine Montagne e meridiani dove in allegato si trova una carta delle 16 tappe con cartina di ogni tappa,ovvero 16 mini mappe racchiuse nelle due facce della carta che io ho plastificato.Importante sapere che il circo della solitudine è stato chiuso in seguito ad un incidente,ora una variante lo sostituisce.
Altra novità sono i bagni di recente posa,molti sono inavvicinabili ma al rif Ortu di Piobbu e al rif Mangano sono nuovi e utilizzabili,poi ci sono quelli negli edifici che si trovano in stazioni sciistiche Ascu e Capannelle.
A Calenzana ,base di partenza del Gr20 è stata allestita un area con le stesse regole che si incontrano nei rifugi.
Alcune considerazioni che voi potete prendere come riferimento.Ho visto gente partire prima dell'alba e raggiungere all'ora di pranzo il prossimo rifugio tappa,la ragione principale è dovuta ai temporali pomeridiani,qui piazzare la tenda,alcuni pagavano il posto letto in rifugio altri l'affitto della tenda per poi aspettare l'ora di cena ,altri fare un break e ripartire.Se si è allenati si possono fare due tappe al giorno,per cinque giorni ho fatto due tappe camminando oltre 12 ore ,a volte si è obbligati ad aspettare che finisca il temporale che qui dura anche quattro ore quindi al meteo l'ultima parola.Per mia fortuna la prima parte che è la più difficile(presenza di nevai e tratti attrezzati) è stata senza problemi meteo,sempre belle giornate,diversamente nella seconda parte ogni giorno un temporale con ciò che ne consegue,tenda e indumenti bagnati.
Riguardo all'acqua portatevi almeno due borracce da un litro o meglio tre se in periodi estivi,personalmente ho bevuto l'acqua dei torrenti non essendoci pascoli a monte,a volte ho trovato anche sorgenti sui sentieri,i bastoncini utilissimi .Sappiate che nei rifugi trovate molte cose ma i prezzi sono alti anche se giustificati dal fatto che i rifornimenti avvengono via area (elicottero.)
Particolare attenzione va alla scelta delle scarpe, si scende su placconate inclinate di granito,e con pioggia e zaino pesante è difficile tenere l'equilibrio, ovvio che il peso dello zaino dipende dal vostro programma,se andate in autonomia come ho fatto io il peso raggiunge i 18kg più l'acqua,se dormite e mangiate tutti i giorni nei rifugi il peso scende di molto.Non mi dilungo oltre,il percorso Gr20 è stupendo e indimenticabile! Se avete domande sono a vostra disposizione.
Ciao
 
IMG_20180626_170619.jpg
 

Allegati

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso