Corso di affilatura cercasi

Ciao @Scala, ho letto molto bene della DC4. Sicuramente sarà la mia prossima pietra da campo, quando (e se) migliorerà la mia mano ;)
Adesso ho acquistato una pietra di minor qualità, ma di dimensioni più generose, proprio per fare esperienza. Ho optato per quella di Amazon, ma con grit 1000/3000 come consigliato da @Jk74.
Ho anche recuperato un vecchio pezzo di cuoio spesso circa 3 mm. da un calzolaio. Ma ora mi è venuto un dubbio: devo utilizzare la parte esterna liscia o quella interna più ruvida? Io ero convinto servisse quella liscia, ma nella discussione Affilatore portatile fai da te Spartano mi sembra di capire che @MisterNo utilizzi il lato più grezzo, anzi che vada addirittura ad "ingrezzirlo" ancora di più prima di impregnarlo con la pasta lucidante.
Rimanendo in tema di pasta lucidante, dite che questa potrebbe andare bene?
Grazie mille come sempre,
Lorenzo
Pasta per coramella



Coramella x affilatura . doppia fascia . pelle

 
Ciao @Scala, ho letto molto bene della DC4. Sicuramente sarà la mia prossima pietra da campo, quando (e se) migliorerà la mia mano ;)
Adesso ho acquistato una pietra di minor qualità, ma di dimensioni più generose, proprio per fare esperienza. Ho optato per quella di Amazon, ma con grit 1000/3000 come consigliato da @Jk74.
Ho anche recuperato un vecchio pezzo di cuoio spesso circa 3 mm. da un calzolaio. Ma ora mi è venuto un dubbio: devo utilizzare la parte esterna liscia o quella interna più ruvida? Io ero convinto servisse quella liscia, ma nella discussione Affilatore portatile fai da te Spartano mi sembra di capire che @MisterNo utilizzi il lato più grezzo, anzi che vada addirittura ad "ingrezzirlo" ancora di più prima di impregnarlo con la pasta lucidante.
Rimanendo in tema di pasta lucidante, dite che questa potrebbe andare bene?
Grazie mille come sempre,
Lorenzo
Allora io spesso uso la cintura che indosso e lo faccio sul lato grezzo, a secco senza nulla.
La coramella che ho comprato io la parte grezza è molto ruvida e IMHO non pensata per essere usata. Dopo una anche molto ruvida non è che sia come la carta vetrata: rimane un materiale più tenero di quello da abradere, solo con la pasta ne rimarrà di più dentro il cuoio (mi pare una buona idea)
quella pasta lucidante la puoi provare per me.
Tieni presente che lo strop, al massimo riesce a riportare alla carta un filo che è quasi alla carta, o come si fa di solito portare dalla carta al pelo. Non strofinare sulla coramella un coltello che manco inizia a tagliare la carta
 
per la coramella.

devi prendere un pezzo di cuoio che sia abbastanza duro, una volta incollato su un pezzo di legno, marmo, plastica (basta che sia piatto) devi premere con il dito e il cuoio non deve "affondare".

io la uso sulla parte grezza, dopo svariati utilizzi il cuoio si appiattisce, a quel punto va "rettificato" andando a togliere il primissimo strato riportando il cuoio più grezzo.

facendo così ottengo buoni risultati per il mio utilizzo.
 
Si va SEMPRE dalla superficie piú ruvida a quella più liscia.
Quindi stroppa sulla pelle scamosciata e poi su quella liscia.
Naturalmente se ti serve a qualcosa...
La stroppatura è una rifinitura per togliere la bava...dal filo
 
Grazie mille a tutti.
Ma anche la pasta si utilizza su entrambi i lati quindi?
Ormai con la pietra a tagliare la carta abbastanza bene ci arrivo. Ora volevo provare a stoppare per fare esercizio.
Grazie,
Lorenzo
 
Grazie mille a tutti.
Ma anche la pasta si utilizza su entrambi i lati quindi?
Ormai con la pietra a tagliare la carta abbastanza bene ci arrivo. Ora volevo provare a stoppare per fare esercizio.
Grazie,
Lorenzo
Io ti consiglio di insistere prima con la pietra.
Perché è lei che dà la forma e su quello (e con diversi tipi di bisllo) devi fare affidamento.
Lo strop va a lavorare a livello di millesimi di millimetro... un filo che taglia la carta è 1/100 di mm, tu se stai a 1.5/100 non è che se lo passi a 1.498/100mm ottieni molto, mi spiego?
Quando invece ti taglia la carta bene (devi imparare a dosare la pressione, fare le passate lunghe senza variare inclinazione) allora da lì impari lo strop, che se lo fai male poi non ti taglia più benissimo la carta e mancopo'caz i peli.
 
Ho provato la pietra economica acquistata su Amazon... non so se sia la pietra di bassa qualità (ho passato il dorso del coltello tre volte sulla pietra e sono rimasti dei piccolissimi solchi) oppure se molto semplicemente sono io ad essere veramente scarso, ma il Vic taglia meno rispetto a quando avevo usato la pietra della Bahco... sono veramente deluso... mi sembra inutile usare un coltello come EDC o in escursione se deve essere poco più di un usa e getta...
 
Ho provato la pietra economica acquistata su Amazon... non so se sia la pietra di bassa qualità (ho passato il dorso del coltello tre volte sulla pietra e sono rimasti dei piccolissimi solchi) oppure se molto semplicemente sono io ad essere veramente scarso, ma il Vic taglia meno rispetto a quando avevo usato la pietra della Bahco... sono veramente deluso... mi sembra inutile usare un coltello come EDC o in escursione se deve essere poco più di un usa e getta...
Prima dicevi che sei arrivato ha tagliare la carta, affilando con la pietra. Adesso prova a confrontare le petre. Forse questa che hai adesso è più grossa. Comunque già ti hanno detto che prima di coramella devi passare sulla pietra di 8000-10000 grit. A questa pietra arrivi passando su altre pietre o carta, gradualmente.
 
Prima dicevi che sei arrivato ha tagliare la carta, affilando con la pietra.
Infatti PRIMA la carta la tagliava... ADESSO la strappa e basta...
Prima avevo usato la Bahco LS Combiness. La confezione riportava 180/cm2 - 500/cm2.
Adesso ho utilizzato una 1000/4000 sul lato da 4000.

??
Ma xkè? Proprio non capisco di cosa parli
Perché un coltello, per sua natura, prima o poi l'affilatura la perde. Se non sono in grado di sistemarlo da solo, allora ho solo buttato i soldi dell'acquisto...
 
Prendi un coltello economico, colora con un pennarello tutto il bisello del coltello, devi fare la passate sulla pietra finché con una passata non riesci a togliere tutta la parte da te colorata.

Devi fare questa operazione con qualsiasi pietra tu abbia, qui serve solo la tecnica.. una volta che hai acquisito la tecnica corretta, vai dalla pietra più grossa a quella più sottile
 
Infatti PRIMA la carta la tagliava... ADESSO la strappa e basta...
Prima avevo usato la Bahco LS Combiness. La confezione riportava 180/cm2 - 500/cm2.
Adesso ho utilizzato una 1000/4000 sul lato da 4000.



Perché un coltello, per sua natura, prima o poi l'affilatura la perde. Se non sono in grado di sistemarlo da solo, allora ho solo buttato i soldi dell'acquisto...
Veramente non so dove stai sbagliando, però posso consigliarti di fare più pratica, anche con un semplice coltello da bistecca solo cosi imparerai.
 
L'unica spiegazione che mi sono dato è che sia una questione di acciaio visto che i primi tentativi riusciti erano stati fatti con due Opinel, mentre quelli falliti su un Victorinox. Comunque oggi ho utilizzato l'affilatore a penna della Victorinox come se fosse un acciaino, quindi appoggiando la punta su un piano. Sono abbastanza soddisfatto del risultato, considerando quelle che sono le mie necessità.
 
Ultima modifica:
ecco un video dove viene mostrato il sistema dell'affilatura con carta abrasiva


nel video il tizio ci affila una pialla, ma il concetto è identico per i coltelli, io lo sto usando con soddisfazione, anche perché si risparmia notevolmente, anche se a lungo andare magari può costare di più, ma alla fine con 10€ hai un sistema di affilatura che ti permette di arrivare a grana 7000 (la più alta trovata) invece che spendere 300€ di pietre, certo la carta abrasiva va cambiata, ma con 300€ sai quanta carta compri?
 
...questo è il mio kit...e il coltellino l'ho preso stamattina in ferramenta....
20190810_125319.jpg

20190810_124959.jpg

20190810_124646.jpg
...anche con la carta abrasiva è ottimo,per il fatto di non dover "lappare" le pietre,essendo sempre perfettamente in piano!...ma...preferisco le pietre!
 
...prova a dare un'occhiata a questo video, mi pare eloquente...
Ciao a tutti sono nuovo del forum e spero di utilizzare correttamente gli strumenti proposti.
Ho visto il video, bello, tecnico e il tizio usa pietre importanti, mi permetto una riflessione e una critica: è importante sapere l'uso finale della lama da affilare per sapere come affilare e quali pietre adoperare.
Ho diverse pietre e mole che, per passione, e saltuariamente per lavoro, mi capita di usare. Nel video proposto, e premetto di non aver sentito l'audio, vedo l'affilatura di un coltello da caccia come se fosse un rasoio. A che uso è destinato questo coltello? ci si taglia il formaggio, ci si disossano gli animali, ci si raccolgono funghi, ci si fa la barba?
Il procedimento impiegato con tanto di passaggio finale su cuoio è, a mio avviso, corretto se si affila un rasoio da barba completamente senza filo (personalmente però non faccio mai uscire la lama dalla superficie abrasiva ma mi fermo prima), ma del tutto superfluo per un coltello destinato a un uso comune.
A mio avviso, se si affila una falce o cmq un utensile da giardinaggio, basta una comune pietra di arenaria naturale o sintetica a grana grossa o media e un poco di olio di gomito. Ad esempio quelle grigie che il nonnno teneva nel corno della vacca vanno benissimo.
Per un coltello da cucina, o cmq di uso generico, evitiamo la grana molto grossa, meglio utilizzare qualcosa tra i 400 e 600, ed evitiamo anche il passaggio con le pietre fini. Ho trovato in uno dei miei viaggi una pietra sintetica di fabbricazione sovietica con tanto di scheda tecnica (http://docs.cntd.ru/document/gost-2456-82) che affila ottimamente e con rapidità eccezzionale, ma è un filo un po grossolano che va benissimo per il taglio di carni e vegetali ma di breve durata.
Pietre con grana dai 10000 in su, generalmente sintetiche, assai costose, dovrebbero essere impiegate per rasoi bisturi (oggetti che praticamente non si usano più) e forse scalpelli, e forbici da sarto. Queste ultime sono destinate alla affilatura finissima e alla lucidatura a specchio dei metalli.
 
Pietre con grana dai 10000 in su, generalmente sintetiche, assai costose, dovrebbero essere impiegate per rasoi bisturi (oggetti che praticamente non si usano più) e forse scalpelli, e forbici da sarto. Queste ultime sono destinate alla affilatura finissima e alla lucidatura a specchio dei metalli.
sono d'accordo, per i coltelli di uso comune, io mi fermo alla 1000, qualche stroppata su cuoio la fo comunque, lasciate perdere quelle a telaio piccole ma usate delle belle striscie di cuoio o coramelle di qualità sui 60cm. La pasta su coramella va usata solo sulla parte ruvida, di solito di tela, ma non la userei su coramelle buone, perchè di solito non porta nessun vantaggio. Se invece si vuole affilare un coltello a rasoio, già arrivare ad una 4000 è tanto, quello che conta non è tanto la grana, ma la mano che affila sempre allo stesso angolo. Io i coltelli li affilo con la mola ad acqua, molto pratico e veloce, mentre per i rasoi a mano su pietre giappo naturali e coramelle di qualità, ne ho 3 tipi che si usano in successione...
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso