Cosa ne pensate dei prodotti Quechua per la montagna?

Ora non voglio dire che sono i migliori pero' hanno dei prodotti davvero buoni e resistenti! Parlando anche di tende e zaini .. I prezzi sono molto contenuti e bon credo sia dovuto alla scarsa qualità non pensate ? Vorrei sapere delle vostre opinioni che sicuramente siete piu' esperti di me :)
 
I prodotti Quechua io li trovo molto validi all'interno del loro range d'utilizzo: finché si resta su quote non eccessive e su itinerari non troppo impegnativi penso non abbiano rivali come qualità/prezzo (certo che una giacca più blasonata va sicuramente meglio, ma quanto costa??).

Io ho uno zaino di quasi 20 anni fa e mi ci trovo benissimo così come per gli scarponi (molto più recenti), sacco pelo, stuoino, gavetta, borraccia, cappello, berretto ... la giacca che uso in montagna è addirittura "tribord" (la sorella nautica di quechua).

Ma io resto all'interno dei 2500 mt d'estate e più in basso d'inverno.

Secondo me Quechua è la giusta risposta a chi vuole andare in montagna senza "strafare" .... Poi ovvio che, come alzi il livello delle uscite, quechua può iniziare a stare "stretta".
 
Dipende da cosa uno vuole fare: se si ha intenzione di arrivare a 5000 mt (che per chi vive in Italia si tratterebbe comunque di una spedizione che imporrebbe una certa specializzazione, anche se ormai ti portano "in spalla" dappertutto, e che quindi l'attività escursionistica non sarebbe più un semplice "hobby") confermo che Quechua non sarebbe l'ideale ... ma neanche loro dicono che i loro prodotti siano studiati per quelle altitudini.

Quest'estate in trentino ho girato diversi "Sportler" e, dentro di me, ho ringraziato Quechua di mettere in commercio articoli meno "estremi" ma più adatti alle mie tasche senza però rinunciare ad una adeguata qualità.
 
Giustissimo il discorso di seminomade :))

Io mi trovo benissimo con i pantaloni da caccia decathlon, quelli da 35 euro.

Anche gli zaini più costosi non sono affatto male.

Uso da sempre un taschino portaocchiali decathlon
E sj è dimostrato impeccabile...

Le magliette da 5 euro traspirano molto, ma puzzano anche...

Altri prodotti mi piacciono di meno.
Due su tutti, le giacche e i pile.
Non ho provato i più cari, anche perché
Quasi a pari prezzo li prenderei di marche blasonate.


I pile e i gusci non traspirano affatto, vanno bene se si sta fermi
 
Io francamente penso che il rapporto qualità/prezzo sia ottimo, poi, come dice semimonade, dipende cosa ci vuoi fare, Cmq per cose medie (io bazzico gli appennini) vanno più che bene.
Io ti posso fare un paragone: con la nebbia, più o meno a 2500mt.,col piumino quechua ci stavo benone, col Patagonia ci stavo da dio
Ci sono cose però che vale la pena un tot di soldini in più
Saluti a tutti
Mauro&zeta:)
 
Io sono molto titubante sui prezzi, in questi giorni sto valutando l'acquisto di un pantalone da trekking, devo assolutamente comprarne uno ed avevo buttato l'occhio su un forclaiz 900 che sta sui 50 neuri, per 10 eurini in più già si trova qualcosa di più blasonato..
I pile e le magliette varie, per me sono ottime.
A.
 
Parere personale, sui prezzi troppo bassi la qualità è quasi nulla, a livello di cineseria, se si passa ai prezzi di fascia media la qualità aumenta, a parità di prestazioni dai più blasonati è minore rispetto alla differenza di prezzo, io per esempio ho un paio di pantaloni pensati x lo sci-alpinismo che uso da almeno 6 anni, ci faccio sci, gare invernali di tiro con l' arco, trekking invernale e alpinismo, li ho pagati poco più di 50 €, i più blasonati di un mio amico (quelli con l'aquilotto tanto x non fare nomi), che ne fa praticamente lo stesso uso pagati quasi 250€ in saldo in un autlet hanno ceduto prima, sarà un caso ma a parità di qualità e prestazioni certi capi hanno prezzi migliori, certo non vale su tutto, sugli scarponi x esempio non ho riscontrato le stesse caratteristiche.
 
Parere personale, sui prezzi troppo bassi la qualità è quasi nulla, a livello di cineseria, se si passa ai prezzi di fascia media la qualità aumenta, a parità di prestazioni dai più blasonati è minore rispetto alla differenza di prezzo, io per esempio ho un paio di pantaloni pensati x lo sci-alpinismo che uso da almeno 6 anni, ci faccio sci, gare invernali di tiro con l' arco, trekking invernale e alpinismo, li ho pagati poco più di 50 €, i più blasonati di un mio amico (quelli con l'aquilotto tanto x non fare nomi), che ne fa praticamente lo stesso uso pagati quasi 250€ in saldo in un autlet hanno ceduto prima, sarà un caso ma a parità di qualità e prestazioni certi capi hanno prezzi migliori, certo non vale su tutto, sugli scarponi x esempio non ho riscontrato le stesse caratteristiche.


io pure mi sono trovato bene con i pantaloni da sci da 50 euro...
mi sento di consigliarli
 
Sulla durata di un capo non si possono fare paragoni sulla fascia di prezzo, entrano in gioco troppi fattori.
Oltre i materiali stessi, anche la tipologia di lavaggio, sfregamento....
Se devo scegliere tra un forclaiz a 49 e uno con l'aquilotto a 59 prendo l'aquilotto...
 
Sulla durata di un capo non si possono fare paragoni sulla fascia di prezzo, entrano in gioco troppi fattori.
Oltre i materiali stessi, anche la tipologia di lavaggio, sfregamento....
Se devo scegliere tra un forclaiz a 49 e uno con l'aquilotto a 59 prendo l'aquilotto...
Il problema che su quelli che dicevo io la differenza era di 200€ è ovvio che anche io su 10 € di differenza scelgo "l' originale", è che secondo me alcune marche blasonate si fanno pagare un pò troppo la "marca", non tutti comunque, ci sono marche famose e storiche che comunque hanno tenuto una qualità prezzo non indifferente; io ho dei capi da montagna di 10 anni fa che non cambierei con i nuovi modelli che costano di più e non hanno più quella qualità.
 
Dico anche la mia da utente Quechua: ho magliette, pile, calze, intimo tecnico, zaini, pantaloni, gavette, ecc. insomma un po' di roba.

Come già detto anche da altri, finché si fa' un utilizzo 'non estremo' (io comunque mi sono fatto un po' di tremila, che infatti non considero estremi) vanno più che bene.
Qualcosa va meglio di altro, tipo magliette, pantaloni e calze sono meglio di giacche, pile e occhiali e scarpe (anche se stanno migliorando) ma in genere la qualità è discreta/buona soprattutto se rapportata al prezzo. Inoltre si possono vedere i commenti degli utenti sul sito che possono dare indicazioni su cosa prendere e cosa no.

Per cui lo consiglio, è un marchio abbastanza bistrattato a parole, ma poi quando vai in giro per monti almeno la metà delle persone che incontri ha almeno un capo Quechua indosso, alla fine così schifo non deve fare...
 
Mio parere personale: c'è meno tecnologia dietro (anche se Decathlon è sempre all'avanguardia nella ricerca di nuove soluzioni), quindi se si vuole scendere a compromessi come pesi e ingombri, sono ottimi prodotti.
Li consiglierei vivamente ai principianti e per tutti coloro che ne fanno un uso d'intensità medio-bassa (per intensità alta intendo scalare l'himalaya).
 
I pile e qualche pile con zip misto lana sono ottime e di buona fattura, le ho testate in condizioni anche di - 10 in posizione statica ( maglia termica, micropile e pile) .
Gli zaini non mi ho provati, per il lavoro che faccio opto sempre per zaini militari, sbb e defcom, indistruttibili ma pensanti, sui zaini a marchio dechatlon attendo pareri.
:)
A.
 
gli zaini del deca valgono tanto quanto li paghi. Esperienza personale (ce ne ho almeno 3).
Quando al mio compleanno mi hanno regalato uno zaino ferrino ho capito la differenza.
 
S

Speleoalp

Guest
Io penso che la qualità di un oggetto dipenda moltissimo dal tipo di persona che lo utilizza e senza nessun, o pochi nessi con quale attività svolge e dove.
Ovviamente nel limite della logica... che non si smonta o spacca solo a guardarlo.

Stesso discorso di persone che dormono a -15 solo con sacco a pelo e tenda e chi solo con coperta in pile e tarp..... Personale.
(senza arrivare al discorso di spedizioni in luoghi assurdi e fregandosene se danno tempeste ;--)

Io ho pochissimo materiale di questa marca, ma solo perché dove abito io non ci sono rivenditori. Ma quelle poche cose che mi hanno regalato, le trovo fantastiche.
Tutte economiche e usate in ogni ambiente a me disponibile.

I miei paragoni li faccio con materiali Petzl, Mammut, Salewa, Black Diamond, Columbia, Vaude e via dicendo. I più facilmente reperibili dalle mie parti.

In definitiva... Quechua per me vuol dire bella roba, buona roba ;))
 
Come detto sopra dipende dall'uso che ne fai, ma cerca di evitare i colori troppo forti perché scoloriscono tantissimo, specialmente magliette e intimo. Probabilissimo che con la sudorazione il colore viene assorbito dalla pelle e di sicuro non è salutare. Con i prodotti di "marca" questo non succede, perlomeno con Ferrino e Craghoppers.
 
Io personalmente ho un sacco di prodotti Deca e Quechua; li considero un buon compromesso, soprattutto se si va nella fascia medio alta.
Ultimamente però penso che abbiano un po scazzato con gli zaini.
Esempio
Zaino EASYFIT 60 QUECHUA - Zaini Montagna, escursionismo - Decathlon Italia
Vi faccio una domanda : ma a supporto di quell'accesso sul fondo, nei litraggi che vanno da 50 a 70, voi non avreste messo due cinte di compressione (diciamo), con sganci rapidi, come in tutti gli altri zaini di altre marche? Possibile che ci si fida cosi tanto della sola chiusura zip? boh?!
Se si rompe quella zip sotto, ci si perde tutto il contenuto dello zaino!
Ehi poi puo darsi che sia una fissa mia!
 
io della Quechua ho diverso materiale, come molti di voi, che uso nelle mie escursioni/ferrate/scarpinate estive e escursioni/facile alpinismo invernale in Appennino:
-zaino forclaz 40 air: mi ci trovo benissimo, e' resistente ed ergonomico, molto comoda l'apertura di accesso rapido. Grande difetto, e' pesante di suo..e quando fai un trekking dove serve portare tanta roba e tanta acqua, piu' ferraglie e imbraghi, beh, si sente eccome..
-magliette da 5 euro: ne ho 2-3, veramente ottime, si asciugano subito. Non amano molto i rovi :D
-pantaloni escursionismo modulari: sono quelli che volendo si slacciano sotto il ginocchio, non mi danno fastidio e mi ci trovo bene. Un difetto, non sono molto resistenti al cavallo (gia' due volte portati dalla sarta)
-pile vari: la loro funzione la svolgono in maniera onesta
-piccozza simond da 39 euro e ramponi simond a 10 punte universali: per quello che faccio (creste e canalini max difficolta' F/PD-) bastano e avanzano. Per roba piu' difficile (ho fatto un canale PD con tratto a 50 gradi) ovviamente non basta, servono gia' piccozze e ramponi diversi
-tenda 2seconds: non e' da trekking, ma per fare campeggio fisso mi va alla grande, non passa un filo d'acqua e i paletti in dotazione sono piu' che sufficienti
-sacco a pelo 5gradi comfort: per campeggio estivo ad altitudini sotto i 2mila va benissimo, oltre non l'ho provato
-gavette e pentolame vario: nulla da dire di negativo
-imbrago e kit da ferrata simond: spero di non dover mai dire se ha resistito o meno ad una caduta :D

Ricapitolando, ho fatto cose egregie anche con materiale di profilo medio/basso, ma riconosco che su certe cose e per certi tipi di escursione e in determinate condizioni climatiche in determinata altitudine, beh, tocca spendere qualcosa di piu' e prendere roba di marca, per avere quella sicurezza e comfort in piu' che non sempre possono essere compensati dall'esperienza e dalla motivazione.
 
Secondo me non è un problema di marca, blasonata o no ma più di dettagli. Le magliette sintetiche del deca, quelle da 5 euro, sono buone come tessuto ma corte (5 cm e un euro in più e il problema sarebbe risolto). Facilmente si sfilano dai pantaloni e ti si scopre la schiena. Per l'estate nei posti caldi ad esempio sono ottime. I pile li trovo comodi invece. Gli zaini non sono fatti male nel senso dei materiali ma sono molto scomodi, probabilmente per tenere bassi i prezzi c'è stato uno studio approssimativo delle geometrie, posizione degli spallacci ecc. ecc. Il vecchio zaino dell'invicta, tanto per fare un esempio, è molto più comodo anche se non studiato per la montagna.
Avevo anche un paio di scarponcini, che successivamente ho utilizzato per la campagna ma adesso neanche più per quello, con membrana novadry ( impermeabile e traspirante secondo loro) che oltre a far entrare acqua quando li toglievo dai piedi resuscitavano i morti.
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
melbalab Trekking 11
gbianco Trekking 23
Boadicea Trekking 15
M Trekking 9

Discussioni simili



Alto Basso