• Informiamo tutti gli utenti che attualmente abbiamo un problema sul server che non ci permette di inviare e ricevere e-mail. Pertanto momentaneamente non è possibile effettuare nuove registrazioni e ricevere notifiche via mail. Stiamo provvedendo per risolvere il malfunzionamento nel più breve tempo possibile.

Cosa posso aggiungere a questo kit di pronto soccorso?

Ciao a tutti ho acquistato questo kit di pronto soccorso della Gelert (a dir la verita 2, ne tengo uno nel cosciale che porto sempre dietro e uno nello zaino,non si sa mai), vi elenco i vari componenti e vi chiedo cosa potrei aggiungere, per il trekking e per le escursioni nei boschi.
Il kit e composto da questi elementi:

1 x nastro adesivo elastico spogliatoio 6cm x 1m
10 x cerotti waterproof 7,2 x 1,9 centimetri
3 x salviette antisettiche
1 x 15g tubo cetrimide (crema antisettica)
1 x garza non aderente 5cm x 5cm
1 x garza non aderente 7.5cm x 7,5 centimetri
2 x salviettine repellente per insetti
1 x burn-bustina gel Soluzione rapida (scottature)
2 x benda per dito
2 x scotch medico da 1,25 centimetri x 1m
1 x benda per occhi
1 x garza 5cm x 4m
1 x coppia di guanti in lattice
6 x spille di sicurezza
1 x coppia di forbici
6 x spille di sicurezza
1 x fischietto
1 x manualetto di primo soccorso

Voi cosa consigliate di aggiungere?
grazie in anticipo per le vostre risposte:D
 
Aggiungerei sicuramente un laccio emostatico, una siringa per aspirare il veleno di vipera (esiste un modello apposito), oppure un siero anti vipera. Ma per questo devi andare prima in farmacia a fare un test..inoltre ha una scadenza piuttosto breve, quindi ti conviene prenderlo prima di partire.
 
:no:
Aggiungerei sicuramente un laccio emostatico, una siringa per aspirare il veleno di vipera (esiste un modello apposito), oppure un siero anti vipera. Ma per questo devi andare prima in farmacia a fare un test..inoltre ha una scadenza piuttosto breve, quindi ti conviene prenderlo prima di partire.
:no::no::no::no::no::no:
Dovresti leggerti alcuni vecchi post.
 
:no:
:no::no::no::no::no::no:
Dovresti leggerti alcuni vecchi post.
Ok, li ho letti. Tuttavia, per completezza di informazione bisogna dire che il siero anti-vipera non è una soluzione del tutto malvagia. Il problema è la potenziale allergia agli antigeni dei cavalli contenuti nel siero. Per questo in Farmacia, prima di venderti il siero ti fanno un test. Il siero comunque se si può è meglio farselo fare in ospedale, il morso di un viperide (dipende ovviamente dove ci ha morsi e di che viperide si tratta) ci dà comunque alcune ore di buono prima di iniettar il siero, quindi se è possibile, è meglio raggiungere il pronto soccorso.
In caso ci si trovasse soli, impossibilitati a chiamare i soccorsi, lontanissimi dalla civiltà e senza aver fatto il test per il siero (possibilità remota ma non da escludere), si può utilizzare il metodo Besredka che consiste nell'iniezione sottocutanea di 0,1 ml, poi in assenza di reazioni allergiche dopo 10/15 minuti, il resto della dose alla base dell'arto morso.
Il laccio ci da un'ora di buono per aspettare i socorsi, secondo me il suo impiego non è da escludere in situazioni estreme di sopravvivenza (non esistono solo le vipere). Ovviamente bisogna saperlo usare in modo che blocchi la circolazione venosa e linfatica ma non quella arteriosa...quindi non troppo stretto, poi come detto dopo un'ora va tolto.
E' vero che potrebbe favorire l'edema o la necrosi, ma in situazioni estreme, meglio perdere un arto che morire.
 
Il laccio ci da un'ora di buono per aspettare i socorsi, secondo me il suo impiego non è da escludere in situazioni estreme di sopravvivenza (non esistono solo le vipere). Ovviamente bisogna saperlo usare in modo che blocchi la circolazione venosa e linfatica ma non quella arteriosa...quindi non troppo stretto, poi come detto dopo un'ora va tolto.
E' vero che potrebbe favorire l'edema o la necrosi, ma in situazioni estreme, meglio perdere un arto che morire.
Esiste un'apposita fasciatura per rallentare la diffusione del veleno... se non sbaglio si chiama fasciatura linfatica.

Al kit di primo soccorso aggiungerei garze a volontà, acqua ossigenata, Betadine e Citrosil.
 
Io metterei anche della tintura di iodio, del cicatrene e un analgesico. Il laccio emostatico eviterei se non si è fatto un corso di pronto soccorso.
 
Aggiungerei sicuramente un laccio emostatico, una siringa per aspirare il veleno di vipera (esiste un modello apposito), oppure un siero anti vipera. Ma per questo devi andare prima in farmacia a fare un test..inoltre ha una scadenza piuttosto breve, quindi ti conviene prenderlo prima di partire.
Nessuna di queste tre cose è da consigliare o inserire, secondo la letteratura scientifica.

Questo riguardo il siero antiofidico:

http://www.agenziafarmaco.it/wscs_render_attachment_by_id/111.50605.1150379508479c29f.pdf?id=111.50610.1150379508587

Riguardo alla siringa aspira veleno sono state postate sul forum le ricerche cliniche che ne hanno dimostrato l'assoluta totale inefficacia. Serve invece una fasciatura linfatica apposita, anche di questo si è parlato molto, riportando link competenti.

E sul laccio emostatico si è detto tutto fino alla nausea, al limite può servire come cannuccia aspirante. L'uso va fatto in maniera particolare, ed evidentemente in questo forum non c'è molta gente in grado di farlo (e chi lo sa fare non viene certo a chiedere informazioni sul pronto soccorso), quindi evitiamo di consigliare cose che poi la gente non è in grado di utilizzare correttamente.
 
Ultima modifica:
Io ho anche una lente per le spine, che spesso sono difficili da togliere, e una pinzetta di ottima qualità.

Comunque di kit di pronto soccorso se n'è parlato fino alla nausea, basta fare una breve ricerca nel forum.

Teniamo presente poi che qui non ci sono medici, quindi non c'è nessuno competente in materia.

La cosa migliore da fare, a parte mettere le solite cose come cerotti e garze, è di andare dal proprio medico e chiedere a lui. I medici di famiglia fanno anche questo, non servono solo quando si è malati, anzi. Il mio quando ci sono andato la prima volta per chiedergli consigli in merito mi ha ringraziato, ha detto che si è sentito gratificato dal fatto che un paziente si fosse rivolto a lui per avere informazioni, e non solo per farsi ordinare un farmaco. Da allora il nostro rapporto è cambiato, non è più una persona estranea ma un amico.

Un conto è spiegare come affardellare uno zaino, un altro come fare un kit medico senza essere medici. Evitiamo di andare fuori da quella che è la nostra competenza, specialmente in materie importanti e delicate come la salute. Limitiamoci a cerotti e disinfettanti, perchè solo un medico qualificato può esprimersi in maniera competente. I sentito dire o "io faccio così" o "ho letto che" lasciamoli stare.
 
io metterei anche:

farmaci antidiarroici (loperamide)
nimesulide

pesano pochi grammi, ingombrano poco e potrebbero servire
 
Esiste un'apposita fasciatura per rallentare la diffusione del veleno... se non sbaglio si chiama fasciatura linfatica.
confermo, si chiama anche fasciatura linfostatica. Occorre saperla fare (in primis) e bisogna prevedere nel kit diversi metri di garza, diciamo 5m di garza da 6cm (per le gambe servirebbe di piú).


Al kit di primo soccorso aggiungerei garze a volontà, acqua ossigenata, Betadine e Citrosil.
si, io riempio gli spazi vuoti con garze fino ad esaurire tutto lo spazio del kit ed impedire che gli oggetti sbatacchino tra loro


Dopo anni di esperienza, ho trovato utile due buste di plastica tipo "verdure" del supermercato: sono piccole, costano niente e non ingombrano. Ma sono utilissime perché vengono comode per appoggiarci il materiale sanitario senza farlo sporcare. É evidente che queste buste dovrebbero essere disponibili come primo item del kit. Il secondo item disponibile dovrebbero essere i guanti.


Se non l'hai giá in un kit di sopravvivenza includerei la coperta isotermica in alluminio.
 
ma una volta si parlava sempre di kit di sopravvivenza come mai ora si è passati ai kit di primo soccorso??? ma ci state proprio in fissa :rofl:
Guarda è semplice....hai conoscenze in campo medico e/o infermieristico? se la risposta è no le uniche cose che puoi fare è toglierti una spina o pulire la ferita (in caso di scivolone e quindi di abrasione superficiale) e metterci un bel cerottone sopra.

Se la risposta è si, sai perfettamente cosa portare e cosa fare ;)

comunque l'argomento "kit di sopravvivenza" è più carino! ;)
 
Qui c'è qualche indicazione sulla fasciatura, che è l'unica cosa che si può fare se succede di essere morsicati. Un bel rotolo di garza larga è molto utile (e serve anche come esca, e per altre cose utili).

Morsi – Serpenti, vipere

Come farla, beh, non mi sembra sia poi così difficile, si tratta in fondo di rallentare la circolazione linfatica per qualche ora. Anche qui comunque, se qualcuno avesse dubbi o volesse un'informazione completa e competente, basta chiedere al proprio medico, che può farci vedere in pochi attimi. Il mio mi ha detto di cominciare da monte e andare a valle (per esempio se morde sul polpaccio, iniziare a fasciare dalla coscia e arrivare fino alla caviglia). Mi ha fatto vedere che premendo un dito sul dorso della mano, o del piede, la pelle diventa bianca, e poi poco a poco torna rosa. E' la circolazione periferica che viene momentaneamente bloccata e poi riprende. Mi ha fatto vedere che se la fasciatura è corretta il tempo che ci mette a tornare bianca la pelle dell'arto fasciato, dopo essere stata compressa, è diverso (ma non vi dico i tempi, proprio perchè credo che siano cose che ognuno deve farsi dire da un professionista).

Comunque ripeto, andare a farsi spiegare dal medico è meglio, ed è gratis.
 
Ultima modifica:
:p Beh, qui dipende dalla professionalità del medico. Se invece di darti informazioni ti dice così cambialo e fai una relazione all'Ordine dei Medici.
 
come dicevi prima, mentre il tuo è stato contento perchè non lo hai usato solo per i certificati o prescrizioni il mio lo uso proprio per quello ;)
per il resto c'è my sister :si:
 
Grazie mille per i consigli:D...penso che inseriro delle garze extra(molte), degli antidiarroici (ne e un esmpio mio fratello ogni volta che viene con me gli viene la cagetta:azz:) e poi qualcosa contro il mal di testa e dolori vari e poi pensavo un antibiotico tipo amoxicillina, voi che ne dite?...puo servire in un trekking di piu giorni?...grazie ancora questo forum e fantastico:woot:
 
Consigliare cosa mettere come giustamente qualcuno ha detto e' un rischio non essendo un medico.

Per chi fosse interessato ho inserito un sezione riguardante il mio first aid e trauma kit personale sul mio sito proprio ieri l'altro, per ora e' solo una lista o poco piu', appena avro' un po' di tempo faro' un video di presentazione

Questo e' il link diretto
http://trekkingtips.xoom.it/trekking_survival_tips/Attrezzature/Voci/2010/1/27_First_aid_e_trauma_kit.html

P.S. So che su questo sito ci sono persone sicuramente piu' ferrate di me a riguardo, per cui...i consigli sono sempre ben accetti.
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso