Cosa vi mangiate?

Buongiorno!

Faccio trekking poco impegnativi...mai più di 7 ore di camminata, mai più di 1000 metri di dislivello, mai di più giorni...sempre in solitaria, a parte rare occasioni.
Non faccio colazione, al mattino bevo solo acqua.
A metà mattinata faccio una pausa e mangio una banana e 3 o 4 biscotti ai cereali.
A pranzo due panini, spesso con sopressa e formaggio, qualche biscotto ai cereali e una mela.
Al ritorno faccio una breve pausa e mangio un altra mela.
In estate bevo 3 litri d'acqua, nelle stagioni più fredde meno.

Suggerimenti per migliorare?
Voi cosa vi mangiate?
 
Faccio prevalentemente quello che fai tu, salvo qualche rara occasione in cui organizzo qualcosa con altre persone (in compagnia a volte ci si diverte di più).
Però alla mattina faccio colazione eccome, e anche abbastanza (fette biscottate, marmellata, biscotti, frutta fresca, formaggio a volte).
Questo in genere mi basta per le prime 3/4 ore di escursione: se dura di più, allora integro con frutta secca/biscotti, oppure mi fermo a qualche rifugio e mangio qualcosa li (torta, pasta, quello che trovo).
Acqua circa 1/2 litro ogni ora e mezza/2 (non sudo molto).
Questo perchè preferisco non portarmi via troppo peso in acqua/cibo (zaino leggero).
 
Buongiorno!

Faccio trekking poco impegnativi...mai più di 7 ore di camminata, mai più di 1000 metri di dislivello, mai di più giorni...sempre in solitaria, a parte rare occasioni.
Non faccio colazione, al mattino bevo solo acqua.
A metà mattinata faccio una pausa e mangio una banana e 3 o 4 biscotti ai cereali.
A pranzo due panini, spesso con sopressa e formaggio, qualche biscotto ai cereali e una mela.
Al ritorno faccio una breve pausa e mangio un altra mela.
In estate bevo 3 litri d'acqua, nelle stagioni più fredde meno.

Suggerimenti per migliorare?
Voi cosa vi mangiate?
Per migliorare cosa?

Con questo regime alimentare non ti trovi bene? Oppure avverti delle problematiche?

L'unica cosa che trovo strana è il non fare colazione la mattina, soprattutto se si parte per un'escursione...
 
Buongiorno!

Faccio trekking poco impegnativi...mai più di 7 ore di camminata, mai più di 1000 metri di dislivello, mai di più giorni...sempre in solitaria, a parte rare occasioni.
Non faccio colazione, al mattino bevo solo acqua.
A metà mattinata faccio una pausa e mangio una banana e 3 o 4 biscotti ai cereali.
A pranzo due panini, spesso con sopressa e formaggio, qualche biscotto ai cereali e una mela.
Al ritorno faccio una breve pausa e mangio un altra mela.
In estate bevo 3 litri d'acqua, nelle stagioni più fredde meno.

Suggerimenti per migliorare?
Voi cosa vi mangiate?
Sembra quasi ok, ma vedo un grosso problema :help:: non fai colazione.

Non voglio rubare il lavoro ai nutrizionisti, e c'è gente più preparata di me, ma la colazione è il pasto più importante della giornata, dovresti fare il pieno di energia (carboidrati in primis), diventa importante soprattutto se pensi di fare uno sforzo intenso.

Se non fai colazione, tutta la prima parte dell'escursione la fai in riserva, non è una buona cosa.

Dovresti fare una colazione abbondante con cereali o fette biscottate e marmellata o qualcosa di simile, per il resto non vedo problemi.

Io faccio escursioni sulle 10 ore di camminata con 1500 o più metri di dislivello e di solito faccio così:

colazione abbondante caffellatte + cereali.
dopo 3-4 ore dalla colazione spuntino: biscotti e /o frutta secca con te zuccherato
prima dei tratti più impegnativi o finali, mangio una barretta
pranzo: panino con il prosciutto abbastanza grande + succo di frutta + un po' di cioccolato (prendo anche una bustina di magnesio-potassio)
ritorno: birra :biggrin: (questa non è ortodossa, ma ci vuole) + finisco quello che ho avanzato o un altro snack

Nelle varie micropause se ho fame mangio una manciata di frutta secca (anacardi e frutta rossa della Lidl).

Ricordati che quando senti fame è tardi, sei già in riserva, dovresti anticipare lo stimolo della fame, mangiare poco ma spesso, e soprattutto in montagna cose facilmente digeribili.
 
Ultima modifica:
Veramente pane soppressa e formaggio mi sembra un abbinamento abbastanza hard, per poi riprendere a camminare. Però se ti trovi bene così e non avverti cali importanti...tanto ognuno è fatto a modo suo.
 
Colazione molto abbondante, quando non mi fermo a fare campo (cosa rara) mi porto pane salumi, pomodori, cioccolata, frutta.

Discorso diverso quando mi fermo a fare un minimo di campo, li ho un menù bello variegato
 
Sottoscrivo in tutto e per tutto Phantom, aggiungo solo che passare direttamente dalla sola acqua (argh !!!) al "pane soppressa e formaggio" (arghh... opposto :biggrin:) mi sembra veramente acrobatico (per lo stomaco) :p
 
Grazie a tutti.

Pultroppo ho problemi alimentari e sono in sovrappeso...colazione non la faccio da quando avevo 2 anni, ora ne ho 25...non mi mancano le forze e non ho giramenti di testa...salto colazione perchè si mangiano principalmente cibi dolci e uno dei motivi per cui vado a camminare è quello di cercare di perdere peso...
Una volta ho mangiato un cornetto prima di iniziare il sentiero che dal Bedole porta al Mandrone e l'ho rimessa dopo 20 min...è una cosa pscicologica....
A pranzo faccio pure fatica a mangiare i panini, non ho fame e li mangio a forza...vorrei sostituire questi ultimi con altro, ma sono troppo comodi da preparare e portarsi dietro...
 
salto colazione perchè si mangiano principalmente cibi dolci e uno dei motivi per cui vado a camminare è quello di cercare di perdere peso...
Prova qualcosa di alternativo, non dolce.
Fai fatica a cambiare perché ormai il tuo organismo si è abituato così, c'è una certa inerzia da superare.

A maggior ragione se sei in sovrappeso devi fare il possibile ad accelerare il metabolismo, tipo il mangiare spesso e poco, ma per questo è meglio se chiedi aiuto a persone competenti e non a persone che scrivono sui forum come me.

Tornando alla colazione ti consiglio di forzarti un pochino e iniziare a mangiare qualcosa anche poco tipo una fetta biscottata con marmellata e una tazza di caffé, vedrai che piano piano le cose miglioreranno e potrai mangiare qualcosina in più.

Anch'io quand'ero adolescente non facevo colazione, bevevo solo il caffellatte, poi mi sono sforzato a mangiare i cereali, che come gusto non sono il massimo, però poi ho visto notevoli miglioramenti, sia come energia al mattino che come metabolismo in generale.
 
Buongiorno!

Faccio trekking poco impegnativi...mai più di 7 ore di camminata, mai più di 1000 metri di dislivello, mai di più giorni...sempre in solitaria, a parte rare occasioni.
Non faccio colazione, al mattino bevo solo acqua.
A metà mattinata faccio una pausa e mangio una banana e 3 o 4 biscotti ai cereali.
A pranzo due panini, spesso con sopressa e formaggio, qualche biscotto ai cereali e una mela.
Al ritorno faccio una breve pausa e mangio un altra mela.
In estate bevo 3 litri d'acqua, nelle stagioni più fredde meno.

Suggerimenti per migliorare?
Voi cosa vi mangiate?
Allora io che non facevo colazione.non mangiavo mai durante le escursioni e facevo molto moto...rimanevo sempre un bel ciccione! Quindi qualche consiglio te lo potrei dare proprio per esperienza personale.Innanzi tutto scordati di perdere peso con l'attività fisica.Perchè tutto dipende dal tipo di sforzo: se giochi a tennis quindi con strappi e scatti consumi solo zuccheri e glicogeno che poi ti fanno venire più fame. Se fai uno sforzo a bassa intensità ma prolungato,tipo pedalata lenta,dopo un pò cominci ad usare i grassi,ma attenzione!! Alla minima salita,al minimo strappo il "commutatore" gira sugli zuccheri carburante pregiato.La soluzione sembrerebbe: fare delle lunghe ammazzate digiunando,ma è una soluzione folle. Quindi bilanciare! A colazione, ripudiando ogni prodotto da bar ,che sono solo bombe caloriche schifose, prendere un caffè con poco normalissimo zucchero e thè,non cappuccino perchè latte e caffè non vanno mischiati,infatt è anche un discorso di accoppiamenti.Puoi mangiare delle gallette di riso oppure del pane semplice niente craker fette biscottate.A metà mattina una mela,considerando che frutta come le pesche sono ricche di fruttosio e quindi zuccheraccio! Se non senti fame come dici puoi pure far slittare il pranzo più avanti nel pomeriggio,pranzo che puoi anche consumare con una scatoletta di carne in scatola con il pane oppure un affettato ma MAI unito al formaggio o altre "miscele" tipo mortadella e provolone. La sera,coprifiuoco dei carboidrati! Carne o pesce e legumi e ,molto importante verdura cotta o cruda.Certo sarebbero da evitare alcolici,ma una birretta...A proposito ho letto che in una birra piccola ci sono come sei
zollette di zucchero...e che caz****! Io feci così e da un peso pauroso di 95 kili per 1.76 di altezza sono passato a 75 kg. Certo fatico a tenere basso il peso,perchè chi tende ad ingrassare porterà la croce sempre,ma tantè! Scusate la lungaggine ma questo argomento mi appassiona molto.:azz:
 
salto colazione perchè si mangiano principalmente cibi dolci e uno dei motivi per cui vado a camminare è quello di cercare di perdere peso...
[edit]
A 25 anni, quasi tutto è concesso :) a maggior ragione se per un giorno, anche non fare colazione ma non è una buona pratica perché di fatto si è a digiuno da almeno 10/12 ore e qualsiasi attività che seguirebbe sarebbe in sofferenza.

Se non ti piacciono i dolci, a colazione, mangia semplicemente "salato" ovvero un panino con prosciutto crudo :) è pur sempre meglio che niente.

Per il pranzo ci sono cibi più idonei nel senso che sopressa e formaggio, buona pappa :si:, non è proprio equilibrata ma se sta bene a te, sta bene a tutti :) ...... secondo me, se cerchi alternative ve ne sono per tutti i gusti, come ad esempio le busta di cibo disidratato (per alcune basta solo un pò di acqua bollente e puoi avere un primo o un secondo o anche un dolce senza cuocere) o barrette energetiche di tutti i tipi (a me non piacciono ma i gusti son gusti).

Personalmente mangio di tutto e, nel limite del possibile, prediligo qualcosa di caldo.

Dopo di che se uno ha esigenze specifiche io mi rivolgerei a professionisti del settore, nutrizionisti, che, almeno sulla carta, hanno tutti i titoli per dare consigli più mirati.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
la classica colazione da sportivo in allenamento sarebbe un po' di carboidrati (esempio: pane) con una dose abbondante di proteine (prosciutto cotto, pollo, tacchino...), pertanto un paninello come colazione salata ci starebbe anche

ottimo per risvegliare il metabolismo

non sottovaluterei comunque i benefici un corretto apporto pre-sforzo di sali minerali e vitamine, quindi un frutto, una spremuta, roba del genere
 
Son d'accordo con quelli che hanno detto che per dimagrire è meglio rivolgersi ad un professionista del settore (nutrizionista, dietologo), se hai sempre avuto problemi con il peso.
Cosa che però non ho fatto mai, mi sono sempre auto-regolato.
Da giovane ho avuto sempre un metabolismo veloce: mangiavo quasi di tutto e ingrassavo pochissimo.
Però sono ingrassato anch'io fino a 90 kg circa (sono 1,73) quando avevo 34-35 anni, perchè il metabolismo è rallentato abbastanza e quindi non potevo più mantenere questo regime.
Ho ridotto le porzioni, cambiato il tipo di cibi (ora più frutta-verdura, cereali/pane integrale, pochi carne/salumi/formaggi, quasi zero alcool) e soprattutto spostato la parte importante del pasto verso l'inizio della giornata (quindi colazione più sostanziosa, pranzo ad apporto intermedio, cena ridotta e qualche volta la salto pure).
Tutto questo ha contribuito a mantenere il peso intorno ai 69-70kg (come sono ora).
Ovvio, questo è andato bene per me, non è detto che valga altrettanto per altri.
Dipende dal metabolismo basale, che è purtroppo diverso da persona a persona.
Mio fratello ha invece avuto sempre problemi con il peso: si è rivolto ad un nutrizionista-dietologo, ha provato prima una dieta (pasti di un certo tipo per giorno della settimana) e ora ne sta facendo un'altra (piccoli pasti ma frequenti), e poi fa anche palestra, e comunque ora riesce a mantenere abbastanza bene il peso.
 
Le costituzioni fisiche incidono in modo determinante : l'endomorfo - che ha facilità a metter muscoli ma anche grasso - se dimagrisce deve stare a stecchetto perché appena sgarra torna su. Viceversa l'ectomorfo è quello secco che in genere ha metabolismo migliore ma in compenso deve fare una fatica boia per mettere 2 etti di muscoli. In mezzo i fortunati equilibrati, i mesomorfi. Ovviamente la maggior parte delle persone non saranno ecto/meso/endo morfi "puri", ma rientreranno in gradazioni intermedie tra l'una e l'altra costituzione.
Questo per dire che la dieta conta fino a un certo punto.
E però conta, tanto più per chi ne ha maggior bisogno. Io stesso son sempre stato secco con un regime alimentare sballato (complice il fatto d'esser celiaco), dove mangiavo sì poco e spesso, mangiavo sì molto a colazione e molto meno dopo, ma in quello che mangiavo c'erano quantità spropositate di zuccheri (biscotti, dolci, soft drink, cioccolata, ecc.). Fino a pochi mesi fa, per dire, quasi una cioccolata al giorno era la regola. Ci ho dato un taglio un po' a tutto, e devo dire che meglio sto sotto tanti profili, anzi paradossalmente peso pure qualche etto più di prima (ma forse per la palestra :biggrin:).
Insomma, non è solo questione di peso/statura nuda e cruda, ma di benessere generale anche in rapporto - come dicevo all'inizio - alla propria costituzione.
 
Io ho notato una cosa: quando sono all'estero spesso faccio colazione salata (uova strapazzate, formaggio, fagioli, una volta aringa affumicata... :biggrin:) e noto che non mi appesantisce, arrivando all'ora di pranzo senza fame.

Raramente ho provato anche a casa, ottenendo le stesse sensazioni, ma non riesco a farne una routine e quindi normalmente faccio una colazione ricca di carboidrati che però sento mi appesantisce.
 
Le costituzioni fisiche incidono in modo determinante : l'endomorfo - che ha facilità a metter muscoli ma anche grasso - se dimagrisce deve stare a stecchetto perché appena sgarra torna su. Viceversa l'ectomorfo è quello secco che in genere ha metabolismo migliore ma in compenso deve fare una fatica boia per mettere 2 etti di muscoli. In mezzo i fortunati equilibrati, i mesomorfi. Ovviamente la maggior parte delle persone non saranno ecto/meso/endo morfi "puri", ma rientreranno in gradazioni intermedie tra l'una e l'altra costituzione.
È vero che molto lo fa la genetica, ma anche i nostri comportamenti influiscono sul metabolismo:
le nostre abitudini e quello che mangiamo contano eccome.
Facendo esempi un po' banali: più massa magra avrò, più brucerò a parità di attività; alcune sostanze aiutano ad accelerare il metabolismo; più tempo tempo passa tra un pasto e l'altro più il metabolismo tende a rallentare; etc.
 

Discussioni simili



Alto Basso