COSTO ZERO batterie 18650

Io ho preso anni fa un 20000Ah per un campo in quota, marca Anker, dalla Germania, pagato un fottio, ma ancora eccezionale.
Anch'io sto verificando delle 18650 per "restaurare" un pacco batteria dell'avvitatore Hilti, che nuovo costa oltre 45 euri...
--- Aggiornamento ---

inoltre se a qualcuno serve si trova anche il nastro di nichel per unire oppure per fare spessori
https://www.ebay.it/itm/3M-8mm-x-0-15-Pure-Ni-plate-nickel-strip-tape-for-Li-18650-battery-spot-weld-TO/122985651107?hash=item1ca2841ba3:g:tfYAAOSwJLJZig0F
Non esageriamo con le capacità.
 
Grazie, a me serve solo una pila per la torcia a led.
Attualmente, quella in dotazione é di 3800mAh.
Non sarebbe meglio prenderne qualcuna con qualche mAh in più?
 
Non so quanto sia affidabile quel marchio, i valori dichiarati dai marchi economici sono spesso farlocchi, la 3400 che ti hanno consigliato potrebbe durare di più.
 
Grazie, a me serve solo una pila per la torcia a led.
Attualmente, quella in dotazione é di 3800mAh.
Non sarebbe meglio prenderne qualcuna con qualche mAh in più?
Guarda che a scrivere è facile come ti ha già detto qualcuno prima di me.
Se guardi i listini vedrai che ci sono 18650 anche a poco più di 1 euro ma se ad interessarti sono le prestazioni (capacità - protezione - C piu alti possibile ) vedrai che il prezzo lievita e ti avvicini se non si superano i 20 euro.
 
Venditori seri ed affidabili sono a mio avviso Nkon e Liitokala. Oltre alla capacità (espressa in mAh) controllate la corrente di scarica massima se l'uso che dovete farne è in torce particolarmente luminose che magari prevedono la funzione turbo. Diffidate di chi dichiara capacità oltre i 3500mAh e dei prezzi troppo bassi. Le 18650 fornite in bundle con delle frontali a meno di 4€ (torcia e batteria) al banco di prova non arrivano a 600mAh.
 
Non esageriamo con le capacità.
Si riferisce non ah una singola batteria ma ad un powerbank. Con 6 elementi 18650 di qualità non ci sono problemi. Personalmente uso da circa un anno un aukey da 20A e dalle misure effettuate le capacità dichiarate sono veritiere (tenendo ovviamente in conto le "furbate" di marketing che riferiscono le capacità non a 5V ma a 3,6V e un rendimento ottimistico del 85% nelle varie conversioni di tensione.
 
Si riferisce non ah una singola batteria ma ad un powerbank. Con 6 elementi 18650 di qualità non ci sono problemi. Personalmente uso da circa un anno un aukey da 20A e dalle misure effettuate le capacità dichiarate sono veritiere (tenendo ovviamente in conto le "furbate" di marketing che riferiscono le capacità non a 5V ma a 3,6V e un rendimento ottimistico del 85% nelle varie conversioni di tensione.

Ma ha scritto Ah invece di mAh, quindi troppi ;)
 
Si riferisce non ah una singola batteria ma ad un powerbank. Con 6 elementi 18650 di qualità non ci sono problemi. Personalmente uso da circa un anno un aukey da 20A e dalle misure effettuate le capacità dichiarate sono veritiere (tenendo ovviamente in conto le "furbate" di marketing che riferiscono le capacità non a 5V ma a 3,6V e un rendimento ottimistico del 85% nelle varie conversioni di tensione.
Per la capacità ti ha già risposto stefanoa mentre per le "furbate" non sono furbate è la verità la capacità è quella della batteria che ha 3.6 o 3.7 V nominali.
 
Una resa del 85% per una conversione da 3.7V a 5V è oltre l'ottimismo, solo passare da 3.7V a 5V si perde il 25%, rispetto alla tensione di partenza, aggiungici la perdita derivante dal circuito di conversione e dal fatto che non scaricherai mai le batterie completamente (salvo buttarle), quando hai una resa del 65/70% è già cosa buona.

Ciao :si:, Gianluca
 
Una resa del 85% per una conversione da 3.7V a 5V è oltre l'ottimismo, solo passare da 3.7V a 5V si perde il 25%, rispetto alla tensione di partenza, aggiungici la perdita derivante dal circuito di conversione e dal fatto che non scaricherai mai le batterie completamente (salvo buttarle), quando hai una resa del 65/70% è già cosa buona.

Ciao :si:, Gianluca
Intendevo il rendimento dei vari convertitori stepup/stepdown coinvolti nel ciclo. Tu ti riferisci ad un semplice calcolo della potenza dove Wh=VxIh. Ovvio che all'aumentare della tensione la capacità diminuisce. Il problema è invece che con il powerbank da 20000mAh qualcuno pensa di caricare 8 volte il suo telefono da 2500mAh...ma la prima conversione da 3,7V a 5V operata dal powerbank e la successiva da 5V ai 3,7V del telefono per caricare la batteria dissipano in calore fino al 15% ciascuna...
Quindi partendo da un powerbank da 20000mAh (a 3,7V) avremo una potenza disponibile pari a 3.7x20000=74000mWh che a 5V ci danno 74000/5=14800 mAh di capacità. Ma questa prima conversione si è portata via a causa del rendimento dello stepup un buon 15%...per cui la capacità del nostro powerbank diventa di circa 12600mAh. Ora coleghiamolo ad uno smartphone con batteria a 3,7V...il telefono opera una nuova conversione per cui 12600x5/3.7=17000 mAh. Ma anche il convertitore del telefono non lo fa "a gratis" quindi anche lui chiede il suo obolo del 15%...che fa 14500mAh. Quindi in tutto questo gioco di alza/abbassa la tensione ci siamo persi un buon 25% della capacità di targa. E... giusto per esser chiari, son tornato ai 3,7V delle batterie del powerbank ai 3,7V della batteria del cellulare.
--- Aggiornamento ---

Ma ha scritto Ah invece di mAh, quindi troppi ;)
Giusto...mi era sfuggito quel particolare. Sorry.;):);)
--- Aggiornamento ---

Per la capacità ti ha già risposto stefanoa mentre per le "furbate" non sono furbate è la verità la capacità è quella della batteria che ha 3.6 o 3.7 V nominali.
Ormai è uso comune indicare sui powerbank la capacità relativa alle singole celle che li compongono e non a quella disponibile effettivamente sulla loro uscita che è sempre di 5V (a meno che non si parli di QC 2.0 o QC 3.0 ....). Quindi, a mio avviso, indicare nel promuovere un prodotto " uscita USB 5V, capacità 20000mAh" è un po da "furbetti". Pensi che se commercializzassero un powerbank che utilizzasse una batteria da 12V 7A parlerebbero di 7000mAh o preferirebbero indicare i 16800mAh teoricamente disponibili a 5V?;)
 
Ultima modifica:
Intendevo il rendimento dei vari convertitori stepup/stepdown coinvolti nel ciclo. Tu ti riferisci ad un semplice calcolo della potenza dove Wh=VxIh. Ovvio che all'aumentare della tensione la capacità diminuisce. Il problema è invece che con il powerbank da 20000mAh qualcuno pensa di caricare 8 volte il suo telefono da 2500mAh...ma la prima conversione da 3,7V a 5V operata dal powerbank e la successiva da 5V ai 3,7V del telefono per caricare la batteria dissipano in calore fino al 15% ciascuna...
Quindi partendo da un powerbank da 20000mAh (a 3,7V) avremo una potenza disponibile pari a 3.7x20000=74000mWh che a 5V ci danno 74000/5=14800 mAh di capacità. Ma questa prima conversione si è portata via a causa del rendimento dello stepup un buon 15%...per cui la capacità del nostro powerbank diventa di circa 12600mAh. Ora coleghiamolo ad uno smartphone con batteria a 3,7V...il telefono opera una nuova conversione per cui 12600x5/3.7=17000 mAh. Ma anche il convertitore del telefono non lo fa "a gratis" quindi anche lui chiede il suo obolo del 15%...che fa 14500mAh. Quindi in tutto questo gioco di alza/abbassa la tensione ci siamo persi un buon 25% della capacità di targa. E... giusto per esser chiari, son tornato ai 3,7V delle batterie del powerbank ai 3,7V della batteria del cellulare.
--- Aggiornamento ---


Giusto...mi era sfuggito quel particolare. Sorry.;):);)
--- Aggiornamento ---


Ormai è uso comune indicare sui powerbank la capacità relativa alle singole celle che li compongono e non a quella disponibile effettivamente sulla loro uscita che è sempre di 5V (a meno che non si parli di QC 2.0 o QC 3.0 ....). Quindi, a mio avviso, indicare nel promuovere un prodotto " uscita USB 5V, capacità 20000mAh" è un po da "furbetti". Pensi che se commercializzassero un powerbank che utilizzasse una batteria da 12V 7A parlerebbero di 7000mAh o preferirebbero indicare i 16800mAh teoricamente disponibili a 5V?;)
L'unica vera unità di misura sono i Wh.
 
L'unica vera unità di misura sono i Wh.
Appunto. Quello che dicevo. E giusto per confermarlo, queste sono le misure della ricarica del mio powerbank Aukey da 20A (non ho fatto misure in fase di scarica ma poco cambia):

203638


Quasi 87,970Wh che divisi per i 3,7V delle celle danno 23,77Ah. Al netto di quel 15% (dissipato normalmente in calore) "disperso" tra cavi e stepdown (5V--->3,7V) fanno 20210mAh. Direi che non fa una grinza e che Aukey non bara sulla reale capacità dei suoi powerbank.
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
scarponcino Illuminazione 8

Discussioni simili



Alto Basso