Recensione Costruzione di riparo con tecniche primitive

Viene il lupo, soffia forte... e la casetta non c'e' piu'...ahahah :)
Lavorone dimostrativo, ma con quell'impegno, si fa pure altro... comunque bravo e paziente...
Noni piace l'alimentazione esterna della stufa... avrei fatto un camino sulla parete di fondo, pure per cucinarci... e una bella finestra, che cmq si puo' chiudere...
 
S

Speleoalp

Guest
In quel luogo, ipoteticamente usando solo le sue mani e poco altro (come sembra che sia), si potrebbe fare pure altro con gli stessi risultati, impegno ? (non è una battuta o qualcosa di offensivo, son serio).
Se si, complimenti, seriamente. Io ritengo che sia un ragazzo/uomo veramente in gamba, in quanto non è evidente fare quello che ha fatto.
Per tutto, estetica, lavoro pratico, manualità, organizzazione e capacità in generale.

Inoltre come spiegava lui stesso, non ricordo dove e se ricordo bene, ha la passione nello studiare e informarsi su sistemi che venivano usati in passato o che vengono usati ancora in certe "popolazioni". Quindi sicuramente hanno un loro senso, reale e sicuro. Poi magari noi ne vediamo solo una parte in base alle nostre abitudini e li riteniamo "un po' così.
 
S

Speleoalp

Guest
Sicuro, mi sembra che diceva anche che non viveva in quei luoghi, che lo faceva solo per interesse e passione. Quello sicuro... lo fa a mò di "rievocazione"....
Intendevo dire che ciò che realizza, nella realtà son cose che sono state o vengono usate seriamente e per sussistenza, da altri ;)

Lui sicuro lo fà per il motivo che hai descritto ;)
 
La cosa che piu' mi e' piaciuta e' il gorno fi cottura... quello val la pena realizzarlo se uno ha un campo stanziale...in gruppo intendo... ci giochi un pomeriggio e poi lo usi comodamente...a volte ho partecipato a farli.
 
da quello che ho capito io l'alimentazione esterna non era per una stufa ma per il cosiddetto "letto caldo" ossia i fumi erano convogliati in un camino sotto il livello di pavimentazione fatto di lastre di pietra e di fangoe paglia (o qualcosa del genere) per avere un giaciglio asciutto e caldo
 
S

Speleoalp

Guest
...vuoi mettere... ahahah "nà cagata a confronto" (anche se la differenza la faceva).....
 

Allegati

  • 5a.JPG
    5a.JPG
    657 KB · Visite: 228
S

Speleoalp

Guest
...in realtà basta poco, qui - 17°.... fatto alla "cxxo di cani", ma tanto alla "cxxo"..... e stavo bene comunque, normale.
Il fuocherello è un compagno vivo, dinamico.....
 

Allegati

  • IMG_6307.JPG
    IMG_6307.JPG
    394,6 KB · Visite: 218
S

Speleoalp

Guest
Ma in natura niente dev'essere in squadra ;) I sistemi che usano certe popolazioni e quelle antiche per migliaia di anni non avevo ingegneri, squadre, livelle, ecc ma funzionavano...

Secondo me il discorso è solo che questo fa tipo "rievocazione"... ma sulla funzionalità, per quanto riguarda le mie conoscenze e esperienze... non gli si può criticare nulla.
 
S

Speleoalp

Guest
Sarò ottimista, ahah ma non ci vedo tutti questi grandi difetti e problemi.... a parte micro discorsini che potrebbero andar su tegole e altro commerciali, fatte da apparecchiature...dalle quali ci si aspetta micro precisione e uguaglianza su ogni singolo pezzo. La grande differenza tra queste e le "tegole" tradizionali, è che queste ultime hanno varie scanalature in rilievo e cosine varie. Ma già i tetti in pioda sono fatti molto simili.

Per come la vedo io, il tetto del video sarebbe sicuramente funzionale e protettivo, ovviamente per quello che ci mostra... per piogge "normali" e senza grandi venti.
Ma per dire di più... bisognerebbe vedere tutta la lavorazione senza tagli e in ogni singolo punto, soprattutto nei coppi.

Questi sono solo alcuni dei tetti su cui posso "esprimermi" al 100% perché fatti "anche da me", ma a parte la lavorazione proprio "primitiva" che si vede nel video... non ci vedo enormi differenze.


45.JPG IMG_4421.JPG
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso