Cucinare in campeggio

Ciao a tutti! È il mio primo messaggio qui, credo mi troverò bene avendo letto un po' di discussioni nei mesi passati.

Vengo subito al mio problema: non so come regolarmi per il periodo che passerò tra campeggi quest'estate. Saranno un paio di settimane con escursioni e ritorno alla base, e siccome mi porterò la mia fidanzata voglio cucinare qualcosa di buono per convincerla che anche la vita in campeggio (il passo successivo sono le escursioni!) non è così male.

Avrò poco spazio nello zaino, e per questo stavo pensando a tre alternative:
-fornello ad alcool
-fornello a cartucce a gas
-fornello a legna

Secondo voi con qualcuno di questi riesco a farci dei pasti decenti (che ne so, passo dal supermercato o al mercato, prendo un pesce e lo faccio in padella, oppure un risotto, o un piatto di verdure...)? Avete suggerimenti sui modelli da preferire?

Grazie a tutti!
 
Ciao, scusa la franchezza priva però di ogni cattiveria, in alto a destra c'è uno spazio con la funzione cerca. E' utilissimo per cercare cose che non si sanno e per evitare di aprire post doppioni che non fanno altro che disperdere le informazioni anziché concentrarle in un unico punto.

Se lo avessi usato avresti trovato un po' di ricette che possono tranquillamente essere fatte senza problemi in escursione, tipo:
-Fagioli con il tonno
-Pasta e fagioli
-Risi e bisi
-Fagioli e salsiccia
-Pasta e ceci
-Polenta con funghi e salsiccia
-Riso con curry e tonno
e tantissimo altro.

La tua idea non è assolutamente sbagliata, e vedrai che con un minimo di impegno riuscirai a cucinare cose buonissime ed a far felice la tua ragazza senza troppi problemi.

Per il metodo di cottura, dal punto di vista del peso, la soluzione migliore è il fuoco a legna, mentre dal punto di vista dei risultati è il gas che ti consentirà sempre di alzare o abbassare la fiamma a tuo piacimento. Il fornellino ad alcol rappresenta un compromesso tra i due. Per me il migliore è il fuoco a legna in quanto ti consente anche di cucinare più cose contemporaneamente e poi il fuoco ha tutto un suo fascino.
 
Col fornello ad alcool Trangia ho cucinato un po' di tutto. Cucinato, non ridratato pasti pronti, eh!!!!!
Pasta vera, non risottata, 2 etti in pentolina da 1 litro, aglio e olio, formaggio con chips d'aglio, al pesto, cacio e pepe... Poi tortellini con panna, pastina...
Vero risotto alla milanese col carnaroli (avevo inserito un tutorial, cerca!), risotto ai funghi porcini trifolati.
Poi bannock e pancakes.
Inoltre ho recentemente cucinato, sempre col Trangia (rispetto ai fornelli costruiti ha un ottimo sistema di simmering, che ti consente di cucinare. Puoi costruire anche un sistema buono però!), bistecche di trota.
 
Modelli da preferire:

Come dice manuel è bello cucinare sul fuoco a legna. A volte peró non risulta conveniente ( stagione secca, legna non adatta, stanchezza...).
Personalmente mi oriento su alcool e legna.

Se vuoi dedicarti al fai da te ci son tantissime opzioni per entrambi i sistemi.
Se vuoi qualcosa di pronto ci son altrettante opzioni.
Per quanto riguarda l'alcool se vuoi comprare un set ti consiglio vivamente il Trangia. Spulcia il sito. I modelli differiscono per il pentolame annesso. Il 25 è deluxe e bello grande per due o 3 persone; dato l'ingombro lo useresti solo in campeggio. Il 27 è la stessa cosa ma più piccolo. Con un po' di abilità ci si cucina comunque per due persone, usando il simmer ring accuratamente per impedire che bolla tutto fuori! Questo può adattarsi anche per eventuali trekking, pesi e ingombri sono umani :D


I set trangia, contrariamente ad altri tipi di fornelli, sono "all weather".
Puoi cucinare con vento forte e freddo intenso, cosa che con i sistemi a gas chiede modofiche.


Per l'aspetto ecologico, sicurezza e scomodità generale (es reperire combustibile in viaggi), oltre che poco avventuroso, starei lontano dai sistemi a gas (imho, personalmente non mi piacciono proprio!!!)
 
Ultima modifica:
Ciao Alino,

Sei fortunato, perché ti ha risposto Grizzly che in fatto di mangiare bene all'aperto...è una che la sa lunga! ;)

Per le ricette, dà un occhio ai miei link qui sotto, ci sono alcuni miei (semplicissimi) consigli...

@Grizzly: Dato che mi hai messo tu la pulce della "Cacio e pepe" da trekking ;), appena hai un pasto che non sai cosa fare puoi provare a farla così? A me non è dispiaciuta, ma voglio anche sentire i commenti (e soprattutto in consigli!) di chi l'ha fatta anche in altre maniere!
 
@Grizzly: Dato che mi hai messo tu la pulce della "Cacio e pepe" da trekking ;), appena hai un pasto che non sai cosa fare puoi provare a farla così? A me non è dispiaciuta, ma voglio anche sentire i commenti (e soprattutto in consigli!) di chi l'ha fatta anche in altre maniere!
Ciao Paiolo!!! Mi ero persa la tua discussioneee!!!! Son tornata domenica sera dalla Norvegia!
La proverò di sicuro ne puoi star certo!
In Norvegia abbiamo cucinato varie volte la pasta, ma non risottata. Usavo circa 800 ml di acqua (lì l'acqua non mancava :D) per due etti di pasta e alla fine ne restava non troppa da scolare. La risottata non mi è venuta mai bene, ma forse sbagliavo qualcosa (troppa acqua?).
Ho fatto la cacio e pepe (la tua ha proprio un bell'aspetto!!!!), e poi un aglio e olio con chips di aglio (tagli l'aglio molto fine, lo friggi appena nell'olio, e poi inclini il pentolino di modo che resti fuori dall'olio. In questa maniera, che ha individuato il mio uomo, l'aglio rimane croccantissimo).
Ci siam permessi anche risotto con i porcini trifolati. :woot::woot::woot::woot::woot:
Appena riesco posto un po' di foto.
 
Ops, mi scuso con tutti se mi sono espresso male... Io volevo chiedere soprattutto informazioni sui fornelli, poi per le ricette mi arrangio.:)
Grazie a tutti per le risposte, comunque, anche quelle più franche ;).

Avrei un altro paio di domande, spero di non essere noioso:
-posto che il fornellino ad alcool è quello che va per la maggiore, secondo voi il combustibile lo trovo facilmente? Che tipo di consumi devo preventivare?
-ho visto che i prodotti Trangia sono molto belli, ma sono anche abbastanza costosi. Mettiamo che io voglia usare delle stoviglie (pentole, piatti...) che ho già e mi serva solo il fornellino. Quello della Tatonka che si trova in giro può andare bene? O è meglio preferire il set che consiglia Grizzly e non badare a spese? E nel caso quale dei set 25 mi consigliate?

@paiolo, conoscevo già il tuo sito e me lo sono spulciato tutto. fantastico! :si:
 
L'alcool denaturato lo trovi facilmente anche all'estero, però magari non nelclassico supermercato...
Ad esempio in scozia si chiama "methlated spirit", e magari lo si trova in ferramenta (io l'ho trovato in un negozietto che aveva molte cose per escursionisti); da qualche altra parte può avere un nome diverso, e magari lo trovi chessò in farmacia... cmq in ogni stato si trova l'alcool denaturato in una qualche forma!

Di solito un fornello consuma 20ml di alcool per far bollire 500ml di acqua, giusto per darti un riferimento...

EVITA il Tatonka, è in acciaio inox, pesa molto e ci mette molto ad andare in "temperatura"... puoi acquistare il solo fornelletto trangia a 13€ su amazon e poi un sostegno pentola ed un paravento te li costruisci tu molto facilmente (in questo forum forum troverai di tutto! Alcuni anche moto leggeri...). Evita anche i vari cloni del Trangia, alcuni sono piuttosto scadenti...ci mettono un sacco a cucinare, e la guarnizione non tiene (perlomeno, l'unico che ho comprato io a 6€ aveva questi due difetti...l'ho regalato dopo averlo usato si e no due volte!)

Come gavetta se ne vuoi una relativamente leggera ed economica puoi prendere quella da 8€ del Decathlon... in teoria è da 1 persona ma in realtà basta benissimo anche per due!
 
L'alcool denaturato lo trovi facilmente anche all'estero, però magari non nelclassico supermercato...
Ad esempio in scozia si chiama "methlated spirit", e magari lo si trova in ferramenta (io l'ho trovato in un negozietto che aveva molte cose per escursionisti); da qualche altra parte può avere un nome diverso, e magari lo trovi chessò in farmacia... cmq in ogni stato si trova l'alcool denaturato in una qualche forma!
Grazie mille!
La prima prova sarà tra Spagna e Portogallo, con una puntata in un'isola portoghese (e questa è la cosa che mi preoccupa di più... chissà se l'alcool lo trovo là!). Mah, speriamo...



EVITA il Tatonka, è in acciaio inox, pesa molto e ci mette molto ad andare in "temperatura"... puoi acquistare il solo fornelletto trangia a 13€ su amazon e poi un sostegno pentola ed un paravento te li costruisci tu molto facilmente (in questo forum forum troverai di tutto! Alcuni anche moto leggeri...). Evita anche i vari cloni del Trangia, alcuni sono piuttosto scadenti...ci mettono un sacco a cucinare, e la guarnizione non tiene (perlomeno, l'unico che ho comprato io a 6€ aveva questi due difetti...l'ho regalato dopo averlo usato si e no due volte!)

Come gavetta se ne vuoi una relativamente leggera ed economica puoi prendere quella da 8€ del Decathlon... in teoria è da 1 persona ma in realtà basta benissimo anche per due!
Che ne dici dell'alcopot della Beaver? Ho letto qualche recensione positiva qua sul sito, e comprandolo potrei evitare il fai da te che mi piace, ma per cui non ho tempo...
In effetti pensavo proprio alla famosa gavetta decathlon, io ho il modello precedente :D
 
non so perché ma, a meno che non si debba scalare l'Everest (e la' un grammo di peso in più... pesa), io resto un convinto del classico fornello a gas... ti ci abbini una padella in teflon leggerissima (quella piatta, senza bordi rialzati), te la piazzi su e colà puoi attrezzare ottime salsicce arrosto, bistecche, bruschette e quant'altro... vedrai che la tua fidanzata resterà affascinata da una cosa che non puoi fare nemmeno a casa (perché diffondi fumo, a meno che non hai la terrazza)...
Altro che risottería!
 
La prima prova sarà tra Spagna e Portogallo, con una puntata in un'isola portoghese (e questa è la cosa che mi preoccupa di più... chissà se l'alcool lo trovo là!).
Beh, se passi per il Portogallo dà un occhio nei supermercati al reparto "pentolame d'alluminio" (che lì è sempre ben fornito), io lì con 3€ ho acquistato questo leggerissimo pentolino che per cucinare in escursione va da dio!

In effetti pensavo proprio alla famosa gavetta decathlon, io ho il modello precedente :D
Ottima anche quella!

Che ne dici dell'alcopot della Beaver? Ho letto qualche recensione positiva qua sul sito, e comprandolo potrei evitare il fai da te che mi piace, ma per cui non ho tempo...
Mi baso anch'io su quelle recensioni, e se chi la provato s'è trovato bene allora anch'io mi fido! Se ti piace vai di Alcopot! ;)
 
Il problema dei fornelli a gas, tutti, è il rapporto peso ingombro.
Mi spiego meglio; debbo fare una escursione, voglio cucinare mi compro gas e bomboletta e la mia escursione va benissimo. Ovviamente anche la successiva va bene, ma poi arriva il momento che non ho più idea se il gas che ho nella bomboletta mi basterà per quello che ho intenzione di fare, quindi prendo una bomboletta di ricambio e me la porto dietro ma poi magari non la uso perché quella che sembrava vuota alla fine è bastata. Alla uscita successiva termino finalmente la bomboletta e la cambio con quella nuova.
Morale della favola, spesso mi debbo portare dietro ingombro doppio perché non ho modo di capire quanto gas questa contenga, e mi obbliga comunque a riportarmi dietro la bomboletta vuota generando ingombro anche in fase di ritorno.
Personalmente a questo sistema efficientissimo e fantastico per cucinare, preferisco altri sistemi magari non altrettanto efficienti ma che comunque mi consentono di ridurre i pesi. Poi è più che chiaro che ognuno di noi ragiona per le zone che frequenta e per i regolamenti che dovrà applicare, io se posso e quando posso preferisco sempre accendere il mio bel fuocherello, magari piccolo e circoscritto.
 
Riguardo al trangia è verissimo che costa, ma non devi vederlo come un fornellino ma piuttosto come un sistema di cottura. Il fatto di avere le tre ciotole che entrano una nell'altra e che una volta montato sorreggono il tuo pentolino in realtà fanno molto di più. Aiutano il calore a non disperdersi e lo sfruttano parecchio prima di espellerlo facendolo non solo passare dal fondo ma anche dai fianchi del tuo pentolino, quindi in sostanza con quel sistema il tuo consumo sarà inferiore e nell'ottica di trekking prolungati aiuta a risparmiare i pesi.
 
per sapere quanto gas rimane conviene pesare la bombola da piena e magari scrivere il peso sul fianco con un pennarello.
quando si svuota basta ripesare e calcolare.
comunque se si sta esaurendo conviene e si prevede un buon consumo, uno porta solo la bombola nuova, lasciando quella quasi vuota per un'altra occasione magari solo per un caffè.
personalmente trovo i fornelli ad alcool molto comodi, specie per le uscite di uno/due giorni, pesano poco e porto l'alcol che mi serve.
il gas lo preferisco per uscite di cinque/sei giorni per la resa, la praticità, la facile regolazione della fiamma.
nel caso in questione, non ho capito se si tratta di campeggio fisso, con l'auto oppure se escursionismo e quindi ci sono problemi di peso o ingombro.
 
Aggiungo un dettaglio sui fornelli a gas: se devi viaggiare in aereo, le bombole non le puoi portare neanche sul bagaglio in stiva.
Quindi quando arrivi, devi trovare un negozio dove vendano il tipo di bombola che serve a te... non sempre una cosa banale.

Per il portogallo (che conosco bene), l'alcool denaturato si trova facilmente, è trasparente (non rosa), solitamente in bottigliette da 250ml...male che vada lo trovi nelle farmacie.
 
C

ciclotore2

Guest
Siete in vacanza. . Portala a mangiare fuori. A me i consigli di Grizzly piacciono anche se non mi sbattero' mai a cucinare in giro. Guarda dopo una lunga giornata trascorsa a pedalare o camminare, di sicuro mi rimane solo voglia di fare una doccia, cena gia' pronta e chiudermi in tenda pe dormire.
 
Siete in vacanza. . Portala a mangiare fuori. A me i consigli di Grizzly piacciono anche se non mi sbattero' mai a cucinare in giro. Guarda dopo una lunga giornata trascorsa a pedalare o camminare, di sicuro mi rimane solo voglia di fare una doccia, cena gia' pronta e chiudermi in tenda pe dormire.
Mi piacerebbe, ma il conto si fa abbastanza in fretta: circa 30 giorni, cena per due da 20€ a testa = 1200€. Il costo del resto della vacanza, insomma :)
 
ha scritto vacanza, non ferie, magari è uno studente squattrinato! ;)
comunque nel primo messaggio ha scritto due settimane e poi che è un primo assaggio, quindi immagino che farà quindici giorni in tenda in Portogallo e poi tornato a casa, se la cosa è andata bene come spera, ne farà altri quindici da un'altra parte.
io penso che sarà una bella esperienza, anche cucinare può essere divertente...l'importante è che la fidanzata sia un tipo adattabile, allora resterà un ricordo per tutta la vita. :)
 


Alto Basso